Sicurezza stradale, interviene Bruxelles: "Concessionario responsabile"

L'Ue sul caso del crollo di Genova: "L'operatore privato responsabile della sicurezza su strada e della manutenzione"

Nel dibattito sulle responsabilità per il crollo del ponte Morandi a Genova, interviene anche l'Unione Europea. Proprio in queste ore si sta consumando un duello tra governo e Autostrade per l'Italia. L'esecutivo ha annunciato la revoca della concessione alla società e Autostrade ha risposto di aver "sempre agito correttamente" assicurando la ricostruzione del ponte in 5 mesi. Da qui sta per partire una lunga battaglia legale che potrebbe comportare il pagamento di pesanti penali da parte dell'esecutivo.


"Concessionaria responsabile della sicurezza"

E su questo fronte adesso arriva una indicazione da Bruxelles che definisce chi è il responsabile della sicurezza stradale come nel caso del ponte Morandi: "Per quanto riguarda la situazione della sicurezza delle strade, l’Ue è coinvolta principalmente per la direttiva europea ’Road infrastructure and safety management directive', adottata nel 2008 per assicurare che le valutazioni sulla sicurezza stradale siano prioritarie" per le strade della Trans-European transport network (Tent) e "quanto alla responsabilità della sicurezza per le strade di questo network, nel caso in cui la strada sia gestita da un operatore privato, è il concessionario ad essere responsabile della sicurezza e della manutenzione della strada", ha fatto sapere il portavoce della Commissione Ue, Christian Spahr. Insomma Bruxelles mette nel mirino proprio Autostrade. Ma non solo. Nel mirino è anche finito Salvini che nei giorni scorsi aveva aperto un fronte con l'Ue puntando il dito contro i paletti dell'Europa sul bilancio come causa dei problemi alle infrastrutture nel nostro Paese. Al ministro degli Interni, il Commissario per il bilancio Ue, Guenther Oettinger ha mandato un messaggio chiaro: "È molto umano cercare qualcuno a cui dare la responsabilità quando avviene un incidente terribile come quello di Genova. Tuttavia, è bene guardare ai fatti", scrive Oettinger su Twitter, ricordando che per il periodo che va dal 2014 al 2020 all'Italia sono stati assegnati 2,5 miliardi di euro per strade e treni, 12 miliardi di euro dei cosiddetti fondi strutturali per aiutare le regioni più povere e che è stata data la luce verde per 8,5 miliardi di euro di spesa nazionale. Ma la polemica sulle responsabilità non si spegne.

Lo scontro sulle responsabilità

La forzista Renata Polverini mette nel mirino il ministro Toninelli: "Mentre tutti gli organi di stampa sono concentrati nel racconto della gravissima tragedia di Genova non risultano domande specifiche e stringenti sulle eventuali responsabilità del Ministero dei Trasporti che, se non sbaglio, ha compiti di controllo e di verifica degli adempimenti sulle concessioni autostradali. Chiediamo al Ministro Toninelli di chiarire quale è stata l’attività - non solo nel periodo di competenza - del suo Dicastero e quali indicazioni abbia eventualmente dato ai dirigenti prima e dopo il tragico crollo del Ponte Morandi". Il governo comunque ha già deciso la linea ed è quella che vede in Autostrade il "colpevole". Il premier Conte ieri è stato chiaro: "Non possiamo attenedere i tempi della giustizia ed è per questo motivo che revochiamo la concessione". Ma i costi dell'operazione con le penali potrebbero essere un vero e proprio salasso.

Commenti

cir

Gio, 16/08/2018 - 14:48

Di Maio e SALVINI sanno benissimo cosa fare . La UE deve scomparire.

Ritratto di italiota

italiota

Gio, 16/08/2018 - 14:51

finalmente una cosa INTELLIGENTE detta dalla UE

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Gio, 16/08/2018 - 14:53

Arrestare tutta la famiglia,ce lo chiede l'Europa. E che ognuno di loro venga messo in cella con quei simpatici immigrati a cui sono tanto affezionati.

petra

Gio, 16/08/2018 - 15:03

Come abbiamo già detto, il responsabile è Autostrade, ma non il colpevole, a meno che non abbia cercato di risparmiare sugli interventi a scapito della sicurezza.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 16/08/2018 - 15:07

anche l'UE scopre l'acqua calda. in galera, altro che penali!

moichiodi

Gio, 16/08/2018 - 15:12

Il giornale ci dà una NON notizia. In qualsiasi contratto chi si prende un compito ha la responsabilità di farlo. Cosa c'entra "ora interviene l'europa". Solita non notizia per fare abboccare.

morello

Gio, 16/08/2018 - 15:31

Mi faccia capire la UE : un gestore prima di prendere in carico la gestione di una autostrada dovrebbe verificare la correttezza progettuale di tutta la rete ? in altre parole se l'origine della causa di un crollo o comunque di un cedimento "fragile " del piano stradale fosse l'errata progettazione , ne dovrebbe rispondere il concessionario?Forse l'interpretazione che si vuol dare di quanto riportato nel virgolettato della UE ( di per se condivisibile ) è quanto meno estensiva

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 16/08/2018 - 15:38

I costi dell'operazione saranno un vero salasso per la Società Autostrade e per i Benetton. Anche la UE ha detto che responsabile di tutto è il concessionario. E il concessonario, nella fattispecie, è la Società Autostrade.

sirio50

Gio, 16/08/2018 - 15:38

La UE deve rovina della nazzione lo sanno ma nessuno lo ammete

rise

Gio, 16/08/2018 - 15:44

Trova applicazione il principio dell' autotutela della PPAA, e l' art. 176 del Dlgs 50/16 e s.m.i. punto 7 - 7. Qualora la concessione sia risolta per inadempimento del concessionario trova applicazione l'articolo 1453 del codice civile. In attesa della fine del procedimento penale, ogni pretesa di applicazione di risarcimento del concessionario, di cui al punto 4 e successivi del medesimo articolo (già minacciata, non è Lex specialis del contratto - lex superior derogat inferiori) penso sarà sospesa. La UE infine ha evidenziato una direttiva che trova applicazione nel Codice degli Appalti.

fibonacci

Gio, 16/08/2018 - 15:55

Guai a toccare la gallina dalle uova d'oro. Atlantia ha proposto di ricosstruire tutto in 5 mesi, senza fiatare; ergo ritiene di avere convenienza (economica) ad accelerare i tempi per ridurre la perdita di guadagni. Come con le "onlus" si fa tutto secondo le norme purchè non si tocchino le entrate. Attenzione, passato il pathos del momento, nelle analisi dei tuttologi la colpa sarà degli utenti che, pagando il pedaggio, hanno preteso di usare la struttura. Ma questa con i soldi di chi era stata costruita?

necken

Gio, 16/08/2018 - 16:04

La società Autostrade deve pagare i danni alle vittime, eventuale nuova casa x sfollati nel caso le loro abitazioni attuali vadano demolite x ragioni di sicurezza, rimozione macerie, ricostruire il ponte in modo piu sicuro e pedaggio zero fra Voltri e Novi Ligure (a26)e fra questa e l'imbocco dell' autostrada per Livorno (a7)in entrambi i sensi poi mai prendere decisioni a caldo sulla base della emotivita guardando l'elettorato

i-taglianibravagente

Gio, 16/08/2018 - 16:12

Speriamo che dopo questa sequenza di ponti e viadotti crollati in italia, cambi qualcosa...ma se va bene, succedera' semplicemente che troveremo tanti tratti e ponti chiusi...e tutti sulle statali, come negli anni 50.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 16/08/2018 - 16:20

Oggi perfino DiPietro, dico DiPietro, ha dichiarato che la responsabilità dei controlli risale al Minis/Infrastr/Toninelli. Bruxelles dice che è tutta della concessionaria. Quindi i concessionari sarebbero padroni del bene che hanno in concessione. Fino a scadenza. Mi sembra un po' strano. Che abbia ragione DiPietro? Io già lo pensavo e l'ho scritto pure.

Ritratto di albarca1945

albarca1945

Gio, 16/08/2018 - 16:33

Non condivido l'atteggiamento di questo giornale, fino a qualche tempo fa il mio preferito , nei confronti del Governo e a favore di Autostrade. Mi sembra che ormai sia troppo sbilanciato a favore dei POCHI RICCHISSIMI di questo disastrato Paese. Purtroppo la maggioranza si arrabatta alla meglio e vorrebbe un pò di sostegno anche da voci liberali.

pc64

Gio, 16/08/2018 - 16:33

Finalmente qualcosa di "ordinario buonsenso" dalla UE. Quello che mi lascia perplesso, invece, è il contratto stipulato dal governo Prodi con ministro dei trasporti Di Pietro (e propogato al 2042 da altro governo a giuda PD). Fino a ieri pomeriggio era secretato. Poi ieri Di Pietro lo ha mostrato da tinello di casa sua! Di Pietro ha letto uno stralcio con scritto che in caso di inadempienze il governo italiano può revocare la concessione, ma deve pagare a Autostrade per l'Italia tutti i guadagni previsti fino al 2042, cioè circa 20 mld di Euro!!! Come ha potuto il governo PD stipulare un tale assudo contratto capestro ai danni del conribuente italiano? Io arresterei Prodi, Di Pietro e compagnia bella per tradimento e danni a popolo italiano!!!

cir

Gio, 16/08/2018 - 16:42

morello . si chiama incauta verifica del bene che viene ricevuto in uso e sfruttamento economico . se comperi una casa con dei difetti anche se nascosti , dopo dieci anni il problema e' tutto tuo.

MOSTARDELLIS

Gio, 16/08/2018 - 17:16

L'UE scopre l'acqua calda. Gatta ci cova? Non ho capito che vuole la Polverini? Il Governo non si è mosso abbastanza rapidamente? Si sono mossi bene i suoi amici del PD? Perché bisogna cercare per forza la polemica?

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Gio, 16/08/2018 - 17:27

la UE interviene.siamo al 16 di agosto...ma chi ha parlato? forse i baristi...o i cuochi (di cavallette?)....o gli operatori di pulizia..e gia'..siamo al 16 di agosto:secondo voi quei panzoni beoni sono in parlamento ????

Ritratto di capcap

capcap

Gio, 16/08/2018 - 17:55

Non spaventiamoci per le penali! Lo stato può pagare 20 miliardi per revoca del contratto ma ESIGE da Autostrade il risarcimento da evolvere alle famiglie in lutto PIU' i danni materiali subiti dai beni statali, PIU' i danni MORALI per tutti gli italiani che hanno paura di utilizzare le autostrade, PIU' i danni per rallentamento dei commerci e dei trasporti eccetera ---------

Yossi0

Gio, 16/08/2018 - 18:06

Toh si sono svegliati i grandi giuristi di Bruxelles, aspettavamo il loro conforto

pardinant

Gio, 16/08/2018 - 18:10

Chiedere di riferire ad un ministro che da soli il 1 giugno, si è seduto sulla cadrega e non mi risulta non avere una precedente grossa esperienza amministrativa, mi pare una grossa stupidaggine per non usare termini scurrili, magari potrebbero essere sentiti gli ex Ministri Delrio e Lupi dalla permanenza ben maggiore al ministero. Che poi il Popolo immaturo di questo Strano Paese non abbia mai compreso appieno l'importanza delle grandi opere pubbliche, è un dato di fatto, segno evidente della sua immaturità conseguente alla pochezza di pensiero limitato solo al suo "orticello".

mzee3

Gio, 16/08/2018 - 18:36

Ma siiii ridiscutiamo tutto!! Ridiscutiamo se dobbiamo pagare o no le tasse e se non ci piace non le paghiamo… passiamo con il rosso? ridiscutiamo se i semafori sono legali..ridiscutiamo se dobbiamo vaccinarci e se abbiamo paura dell'ago diciamo di no… ma chi se ne frega...ridiscutiamo tutti i codici..penali civili ed ecclesiastici...ITALIANIIIIII APPLAUDITE!! APPLAUDITE TUTTI COLORO CHE OGGI RIDISCUTONO TUTTO… Facciamo dell'Italia, culla della civiltà e del diritto, LA CULLA DELLA RIDISCUSSIONE ED ELEVIAMO AGLI ALTARI I SANTI SALVINI, DI MAIO, CONTE MA SOPRATTUTTO DI BATTISTA. NON PAGHIAMO LA LUCE PERCHE' NON SAPPIAMO MAI COSA COSTA..NON PAGHIAMO L'ACQUA PERCHE' BENE DI TUTTI NON PAGHIAMO IL GAS PERCHE' CE LO FORNISCONO I CATTIVI ARABI E NOI SIAMO CRISTIANI...Adesso hanno trovato il magistrato che piace che già sotto il ponte ha fatto il processo

Ritratto di RedNet

RedNet

Gio, 16/08/2018 - 18:39

l’Ue è coinvolta principalmente per la direttiva europea ’Road infrastructure and safety management directive', adottata nel 2008. E di che tipo di safety management e'? Hanno mai fatto una visita al ponte? Altri pezzi di M, come in gruppo United Killers of Benetton. Sono tutti nello stesso club.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 16/08/2018 - 18:58

I novelli saviano, maestri del copia-incolla. Se non lo ripetevano loro noi qui non l'avevamo capito.

Mannik

Gio, 16/08/2018 - 19:02

cir - Si rende conto delle sxxxxxxxe che scrive?

Ritratto di gian td5

gian td5

Gio, 16/08/2018 - 20:00

La responsabilità non è sinonimo di colpa, sono assolutamente convinto che la concessione ad Autostrade non sia stata una operazione limpida, ma se non vogliamo essere cornuti e mazziati Conte deve essere messo in condizioni di non nuocere, abbiamo già pagato per le fesserie dei verdi a Punta Perrotti e ciò dovrebbe essere di monito.

cir

Gio, 16/08/2018 - 23:48

Mannik , sei nato cosi, non hai colpe per le stupidaggini che dici.

Ritratto di Ninco Nanco

Ninco Nanco

Ven, 17/08/2018 - 07:05

UE ha detto semplicemente cose più che ovvie (alla Catalano, per intenderci). In Italia, però, l'ovvietà è meno ovvia che altrove. Il concessionario è ovviamente responsabile, perché il suo compito non può essere soltanto quello di lucrare profitti. Qualche rappresentante dello Stato ha firmato un contratto in contrasto con gli interessi che era tenuto a difendere? Sia chiamato a risponderne.