Silvio Berlusconi: "Al referendum No convinto Riforma contro democrazia"

Berlusconi mobilita Forza Italia per il voto del 4 dicembre: "Impegno e determinazione per dire No a questa riforma"

"Convinzione e determinazione". Silvio Berlusconi indica chiaramente la strada da seguire in vista del referendum del 4 dicembre sulle riforme. Il leader di Forza Italia ribadisce la sua posizione per il "No" è invita il partito a mobilitarsi per spiegare agli elettori le motivazioni di questa scelta da fare alle urne. In una nota affidata alla deputata azzurra Elvira Savino, Berlusconi sottolinea le ragioni del "No" e l'impegno di Forza Italia: "Quella del NO è una battaglia che ci vede impegnati con convinzione e con determinazione. Nelle prossime settimane intutt’Italia daremo vita ad una serie di manifestazioni per spiegare sempre più a fondo le ragioni del nostro impegno, che è per una riforma vera, profonda, radicale delle nostre istituzioni", ha affermato.

Poi il Cavaliere ha aggiunto: "Una riforma, quella che abbiamo in mente, molto diversa da quella imposta dal Governo al Parlamento, che non cambia nulla in termini di efficienza e di risparmi, ma è pericolosa perché riduce gli spazi di democrazia a tutto vantaggio di un solo partito e di unasola persona. È per questo che, dopo aver tentato di collaborare al processo riformatore, ci siamo chiamati fuori quando abbiamo capito che non c’era buona fede da parte dei nostri interlocutori, non c’era una vera volontà di cambiamento, ma solo quella di assicurarsi il potere senza il consenso degli italiani".

"La nostra idea di riforma -spiega il Cav- comprende l'elezione diretta del presidente della Repubblica, cosicchè siano i cittadini a scegliere davvero; il dimezzamento -e non una semplice riduzione- del numero dei parlamentari; il vincolo di mandato, per cui sia vietato agli eletti di cambiare schieramento (chi cambia idea deve dimettersi); poteri più forti al premier, per esempio quello di cambiare un ministro che non funziona; una vera riforma delle regioni nello spirito di un autentico federalismo; un limite in Costituzione alla pressione fiscale in rapporto al pil''. "Su questi contenuti, che abbiamo confrontato e condiviso con i nostri alleati -assicura- potremo costruire istituzioni più moderne, più efficienti e soprattutto più vicine ai cittadini". Infine Berlusconi mette nel mirino Renzi: "Solo con una vittoria del No, che elimini questa finta riforma, ci sarà spazio per lavorare ad una riforma vera. E naturalmente il presidente del Consiglio, per sua stessa ammissione, dovrà trarre le conseguenze del fallimento di un progetto al quale ha legato la sua intera azione politica. Noi - aggiunge - non diciamo No alla riforma per ostilità preconcetta a Renzi e al Pd, se la riforma fosse utile agli italiani la appoggeremmo anche se siamo profondamente contrari a questo governo e alle sue politiche. Però è innegabile che il voto del 4 dicembre sarà anche un voto sul governo e sul Presidente del Consiglio. Dunque ci sono tutte le condizioni per una svolta, sul piano istituzionale e politico".

Commenti

pilandi

Sab, 15/10/2016 - 17:34

ma chi deve mobilitare? sono rimasti in quattro...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 15/10/2016 - 17:44

esatto! un solo uomo, un solo partito! è cosi che la sinistra vuole fregarci! e voi, cre.tini di sinistra, ancora criticate berlusconi? ancora non avete capito niente????? :-) poveri idioti....

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 15/10/2016 - 17:46

Ma perché continuate a cercare di prenderci in giro? Ormai lo abbiamo capito che voi di forza Italia siete tutt'altro che decisi e state solo sperando di indebolire il governo per conquistarvi qualche poltroncina. Voi non avete nessuna intenzione di farlo cadere, ma cercate solo un rimpastino nel quale trovare un posticino per qualcuno dei vostri. Fra voi e alfano, cicchitto, verdini e compagnia non c'è alcuna differenza. Siete succubi del governo, che vi tiene in pugno con non so quali ricatti.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 15/10/2016 - 17:55

Cavaliere, """ A QUESTO GOVERNO, " NON C`È NESSUNA DEMOCRAZIA " C`È UN INSIEME TRA LE RAZZE PIÙ MESCHINA DEI " FASCIO-SOCIAL-CATTO-COMUNISTI ". Un esempio, lo abbiamo avuto oggi a Milano con i funerali di Dario Fò, QUANDO IL FIGLIO PARLÒ DELLA CITTADELLA DI BOLOGNA"""!!!

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Sab, 15/10/2016 - 18:00

Berlusconi ha le idde chiare. Un po' piu indeciso mi appare il dottor Parisi che quando raduna gente nella platea prevale il no.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 15/10/2016 - 18:03

Coraggio, caro vecchio pregiudicato ............

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 15/10/2016 - 18:12

La riforma renziana ha un pregio, quello di rompere il bicameralismo perfetto, quasi un'esclusiva italiana (più Romania). Ma la cosa giusta da fare sarebbe abolire il Senato, come Renzi fece inizialmente, per poi cambiare idea nel giro di una settimana: chissà perché? La soluzione adottata è pessima per cui mi pare opportuno cancellarla, rinviando ad un momento più favorevole l'abolizione di una delle due camere, unitamente al Cnel. Amen.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 15/10/2016 - 18:15

Votiamo no ad una pseudo riforma che fa soltanto il gioco del potere e non cambia niente se non la facciata; come la cosiddetta riforma Bassanini che sta portando la spesa dell'Italia a livelli esponenziali; i comunisti non sanno fare di conti ed i grilini sono loro soci in affari. Shalòm.

puntopresa10

Sab, 15/10/2016 - 18:16

Egregio Berlusconi,dimmi,cosa serve andare a votare al referendum,cosa cambia se vince il sì o il no.Mi è venuto da ridere nel sentire che il debito pubblico è diminuito,detto dalla Banca d'Italia,istituzione formata da banche private,quelli che hanno combinato tutti i casini finanziari in giro per mondo.Massone Berlusconi,hai 80 anni,lo so che le tue intenzioni sono buone,mio nonno diceva:serve a niente combattere il sistema,devi lavorare con il sistema,difatti quei pochi al comando non vengono mai nominati.

mzee3

Sab, 15/10/2016 - 18:21

Al vecchiaccio gli rode sapere che qualcun altro può fare le riforme che lui non ha voluto nella bicamerale!!!! Scappato in America per il processo Rubyter rientra e si fa sentire per poter dire ...urrah...ho fatto saltare anche questa volta le riforme...

mzee3

Sab, 15/10/2016 - 18:22

La cosa che più mi fa ridere è che lui non potrà mai diventare né primo ministro né tantomeno presidente della repubblica....GODOOOO!!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Sab, 15/10/2016 - 18:24

Finalmente era ora! E adesso basta tentennamenti e passi di lato bisogna assolutamente votare e naturalmente votare NO!

mcm3

Dom, 16/10/2016 - 06:43

ma chi si mobilita ? Lui, Brunetta,la Gelmini, il cagnolino e poi ??

mcm3

Dom, 16/10/2016 - 06:49

Parlate di "riduzione degli spazi di Democrazia" ma siete i primi a non pubblicare qualsiasi blog che non sia allineato a quello dche dite in questo giornale, questa e' democrazia ???

peppino51

Dom, 16/10/2016 - 06:52

Silvio, vedi di mettere da parte Parisi, almeno per ora lui non è in grado di raccogliere consensi, allontanalo subito altrimenti non si fà più in tempo a formare numeri sufficienti perchè vinca il NO!

conviene

Dom, 16/10/2016 - 07:30

Sig. Berlusconi dica agli italiani ,come ha detto Pera chiaramente, che queste riforme le ha volute lei , le ha scritte lei con Renzi, le ha esaltate. Allora lei ha scritto cose contro la democrazia. Dica quali sono queste cose. Ma dica il vero motivo del suo no. L'elezione di Mattarella al Quirinale che ha il torto di avere avuto un fratello ammazzato dalla mafia. Chi è contro la mafia non può essere Presidente della repubblica per lei. Lo hanno compreso anche i polli. Altro che statista. Lei vuole vendere ancora ghiaccio agli eschimesi. Il tempo del grande imbonitor è finito. L'Italia s'è desta

BRAMBOREF

Dom, 16/10/2016 - 08:16

GIGI87 E' appena tornato è già comincia a propinarci le solite balle, pro domo sua. Ritirati!

emilio ceriani

Dom, 16/10/2016 - 08:34

andrea626390: Ancora lei continua a sbagliare vocabolo. Si tratta di PERSEGUITATO!

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 16/10/2016 - 08:46

Naturalmente a chi ha sempre osteggiato il caro leader, imposto dagli euro-burocrati europei e dall'ex-comunista Napolitano, come ha fatto Salvini, può far piacere la presa di posizione del cavaliere, se tacita qualche lingua biforcuta in FI. Occorre un rafforzamento di chi vuole scaricare la ditta Renzi-Alfano-Verdini. Un NO al referendum ottiene sia l'obiettivo di buttare a mare la schifosa riforma renziana sia di mettere a bagno definitivo un personaggio repellente e i suoi degni accoliti.

emilio ceriani

Dom, 16/10/2016 - 08:56

mzee3: Quelle riforme sarebbero già state attuate se il referendum, sostenuto da chi oggi le ripropone peggiorate, non le avesse cancellate. Se Berlusconi voleva scappare avrebbe potuto fare come quel pluricondannato rifugiatosi in Francia e poi trasferitosi in Brasile. Invece è qui. E' vero che lui non potrà diventare ancora Presidente del Consiglio, anche se è il Presidente del Consiglio che ha amministrato il paese più a lungo, e tantomeno Presidente della Repubblica, carica che in precedenza qualcuno ha svalutato, comportandosi in maniera ambigua. Ne parlerà la storia di un Presidente del consiglio per 3 volte eletto dal popolo e poi abbattuto in spregio alla Democrazia, sa quella cosa per cui è il Popolo che decide, non i politici nostrani e stranieri, non i poteri forti, non i magistrati di parte.

apostata

Dom, 16/10/2016 - 09:32

È un berlusconi che non riconosco, che non mi rappresenta, non è l’uomo stimato fin dall’inizio. Questo agisce per rancore, si fa male, si dà la martellata. Va contromano, contro l’orientamento di molti che lo votavano, contro il patto del nazzareno, consuma il credito. Già la scelta di parisi, privo di carisma, di stoffa da leader, ha confermato l’appannamento dell'elezione di milano. Sarebbe bello se continuasse a pensare alto, al bene dell’italia senza perdersi in piccole strategie da risentimento, se guardasse negli occhi il proprio elettorato e non negli occhioni acquosi della meloni, un atteggiamento responsabile sul referendum lo toglierebbe da orribili compagnie e gli confermerebbe credibilità per un’opposizione più forte su temi importanti (come il contenimento dell’immigrazione).

abocca55

Dom, 16/10/2016 - 09:41

Non vuole assolutamente capire. A votare SI saremo noi, ex votanti di FI. Lui crede di manipolare le Coscienze degli uomini. Ora subirò strali dagli anarchici che si svegliano al mattino, dopo una notte da incubi, che cercano di sfogare tutto il loro odio contro chi osa manifestare le proprie idee diverse dalle loro. E non mancano manifestazioni aggressive e offensive, che andrebbero censurate, perché libertà di opinioni non deve essere soggetta ad aggressivita, offese, derisioni.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 16/10/2016 - 09:43

Ricordo a tutti che cosa ha scritto Vittorio Feltri (Libero 29.09.2016): “Silvio ha fatto tanto ma ha distrutto tutto, perfino la propria reputazione. Il suo errore maggiore, la presunzione unita all’esibizionismo. In Lombardia uno come lui è definito ganassa. La sua storia di uomo con debolezze puerili, la moquette in testa in sostituzione dei capelli e il cerone in volto, è quasi ridicola. Certi vezzi rivelano fragilità, la stessa fragilità che abbiamo tutti ma in misura minore, meno nociva”.

conviene

Dom, 16/10/2016 - 09:46

Se fosse capace una volt anella vita di avere un minimo di sussulto di saggezza e di coerenza. No n ha avuto a sufficienza per le sue aziende e per la sua persona? Non sarebbe giunto il momento di pensare seriamente e concretamente al Paese? Non ne ha ancora molto come politico e come uomo. Provveda sin che è in tempo

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 16/10/2016 - 10:11

Condivido totalmente quanto detto da "wilegio" e già questo basterebbe ad inquadrare la vera situazione in cui si trova Berlusconi e FI dal 2011. Io voterò "NO"non certo per gli inviti di quest’ultimo, ma per cercare di abbattere Renzi e tutto il contorno sinistro e para-sinistro. Il mio "NO" è anzitutto contro un potere invasivo, abusivo, illegale ed anticostituzionale instauratosi anche e soprattutto con l'avallo di Berlusconi. E sono la stessa cosa il parlamento e chi da questo è stato eletto. Il Berlusconi sostiene: "...Noi – [omissis] - non diciamo No alla riforma per ostilità preconcetta a Renzi e al Pd, ...". E noi non facciamo fatica a credergli, visto che sappiamo ormai, dopo anni, dove pende il suo cuore e quello del suo amico fraterno Confalonieri. A proposito, stavolta spero che i due si siamo messi d'accordo fra di loro, in modo che il loro voto sia almeno univoco, senza ipocrisie. ... (1 di 2)

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 16/10/2016 - 10:12

...E poi il Berlusconi seguita a dire: "...se la riforma fosse utile agli italiani la appoggeremmo anche se siamo profondamente contrari a questo governo e alle sue politiche". Sì, l'appoggereste come appoggiaste decisamente la sedicente "Riforma Fornero", fatta appunto per il bene degli italiani. Ma come si fa a fidarsi di un sedicente leader che ancora oggi, quasi per scaramanzia, usa una perifrasi ("E naturalmente il presidente del Consiglio, per sua stessa ammissione, dovrà trarre le conseguenze del fallimento di un progetto al quale ha legato la sua intera azione politica"), mostrando quindi di non voler accettare nemmeno l'idea stessa che Renzi e tutto il sinistrume se ne vadano, invece di usare la parola "dimissioni" sic et simpliciter? (2 di 2)

Mr Blonde

Dom, 16/10/2016 - 10:14

ormai sono parole in libertà: riforma renzi rischio per la democrazia e poi vuole il presidenzialismo? credo che tanto livore nasca da un solo motivo: visto che il 90% della riforma la concordò anche lui renzi non onorò l'ultimo ricatto sulla pelle degli italiani cioè la revisione della severino. Tollero ogni posizione sul no, forse lo voterò anch'io, ma non il suo è vergognoso come tutta la sua storia politica.

fcf

Dom, 16/10/2016 - 10:30

Ti ho sempre dato il mio voto, ma questa volta voterò per il SI.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 16/10/2016 - 10:47

Avanti così, con affermazioni perentorie ed inflessibilità di facciata. Mentre si è già concordata sottobanco una soluzione nazarenica all'eventuale vittoria delNO.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 16/10/2016 - 10:51

#ilvillacastellano 10:12: pur essendo concorde con quanto hai scritto vorrei far notare, (come a #wilegio 17:46) che gli elettori di FI "sani" hanno già ritirato, a tempo debito, i loro consensi all'improvvido Cavaliere, clamorosamente buggerato dallo scout ai tempi del Nazareno. La vera opposizione è quella della Lega ma per battere Renzi, con i numeri e non con gli auspici di un suo ritiro, non di Berlusconi ci si deve fidare ma di tutti gli elettori saggi di FI, ancora dentro un cdx di lotta quelli che erano solo pecore simpatizzanti del Berlusconi, sono pronti a restare pecore dietro a padron Renzi, si reputano pensatori "costituzionali", pronti a dare gloria e consenso al "grande statista riformatore" con un bel SI al referendum.

abocca55

Dom, 16/10/2016 - 10:59

Ma se è l'alleato di Berlusconi, la Meloni, che vuole la Repubblica presidenziale, che è contenimento della democrazia. Andiamo, state sereni, e cercate di dire cose plausibili. Silvio, io sono un pensionato, ti ho sostenuto per vent'anni, e tu mi hai venduto alla fornero purché non si mettesse la patrimoniale ai ricchi. Ma questo non si può dimenticare, è troppo doloroso!!!

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 16/10/2016 - 11:21

#abocca55 10:59: quindi il disegno anti-pensionamento, cavallo di battaglia dell'Euro-burocrazia, di Merkel, di Sarkozy, di Napolitano, di Monti, di Letta e del loro degno compare-successore Renzi sono diventati esclusiva opera di Berlusconi che, pur notoriamente aduso a trattative e compromessi, per lo meno si dimise e se ne andò! Un bel sì a Renzi sul referendum per premiarlo?

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 16/10/2016 - 11:42

Strano, si e' accordato lui con il clown fiorentino. L'ha fregato?

INGVDI

Dom, 16/10/2016 - 12:03

Concordo con wilegio, ilvillacastellano, Ratiosemper, Menphis35 e altri che non credono più a Berlusconi. Purtroppo tutto ci rivela che il Cavaliere non vuole mandare a casa Renzi, né tanto meno andare ad elezioni. Il no è un no di facciata, per non perdere ancora consensi, il nuovo patto con Renzi è dietro l'angolo.

antonioball73

Dom, 16/10/2016 - 12:12

come vi dicevo tempo fa: tra un po' vi rimarranno solo mortimermouse e rossana rossi. vabbe' al posto della rossi e' tornato quello col faccione che saluta con shalom. sempre 2 ne sono. gli onesti e i normodotati intellettivamente di destra e di sinistra stanno per disintegrare RENZUSCONI con il referendum. abbattiamo questo essere mitologico a 2 teste e poi....0 a 0,palla a centro e che vinca il migliore,ma senza piduisti tra i piedi

abocca55

Dom, 16/10/2016 - 12:32

Silvio, tu sei reaganiano, molti di noi ex di FI siamo moderati, ma soprattutto per una destra sociale, un po' come la propone Parisi. E sono per il SI convintissimo. So anche che in una ulteriore riforma costituzionale si abolirà completamente il senato voluto da napolitano e si accorperanno le regioni. Il debito si può ridurre solo diminuendo la spesa e gli sprechi.

elpaso21

Dom, 16/10/2016 - 12:50

Lo dice lui che doveva rappresentare "l'uomo forte" che tutti aspettavamo.

elpaso21

Dom, 16/10/2016 - 12:50

"L'uomo di paglia" ora si lamenta per un lack di democrazia.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 16/10/2016 - 13:10

Renzi ha trasformato il referendum in un plebiscito personale, e Berlusconi e i suoi seguaci lo hanno seguito sulla stessa strada. Occorre votare con motivazioni costituzionali, non politiche! Io sono per il NO perche' considero la riforma folle. Che poi coincida con la sconfitta del paradigma renziano e` solo la ciliegina sulla torta.

gedeone@libero.it

Dom, 16/10/2016 - 13:23

Ai falsoni che dicono di aver votato F.I. e che voteranno Si al referendum, il sottoscritto che non ha mai cambiato bandiera, dice che voterà NOOOOO insieme a tutti i suoi familiari.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 16/10/2016 - 13:31

Stimabile "Ratiosemper", posso assicurarti che quello che dici degli "elettori di FI "sani"" è già avvenuto anche per me e suppongo anche per il sig "wilegio". Pur rimanendo nel centrodestra (mai opterei per quello di centro-sinistra), il Berlusca e FI attuale non ricevono miei voti ormai da alcuni anni. Voto già da tempo per il centrodestra di Salvini e della Meloni. Mi auguro che questi signori in futuro non ci tradiscano a loro volta e portino avanti le loro e le nostre idee su come deve essere la nostra amata Italia. E non sono altro che le idee ispirate al buonsenso.

marghera

Dom, 16/10/2016 - 17:30

silvio anni 8o: centralina un pò in panne. Dove la vedrebbe una eventuale nuova riforma della costituzione ? Nel tumulo che si è fatto costruire in giardino?

rokko

Dom, 16/10/2016 - 21:28

Sarebbe molto più credibile se non avesse appoggiato la riforma fin quasi alla fine per poi mollarla

emilio ceriani

Lun, 17/10/2016 - 22:43

andrea626390: Oltre a sbagliare i vocaboli, perché scrive pregiudicato al posto di perseguitato, E' ANCHE DISTRATTO PERCHE' NELLO STRACIO DELL'ARTICOLO DI FELTRI SU BERLUSCONI, NEL MEZZO DELLE FRASI DA LEI RIPORTATE C'E' ANCHE QUESTA: "LA SUA STORIA DI IMPRENDITORE E DI POLITICO E' STRAORDINARIA, UNICA." Su questi aspetti Feltri certamente non poteva fare la caricatura. EVIDENTEMENTE LEI,ACCECATO