Un sindaco renziano mette nei guai la Legacoop di Bologna

Imprenditori e politici rossi sotto inchiesta per pressioni nei confronti di un primo cittadino che ha bloccato una colata di cemento nel suo paese

È guerra fredda tra il Pd emiliano e il mondo delle cooperative rosse. A seguito di una denuncia dei carabinieri presentata lo scorso dicembre da Isabella Conti, sindaco renziano di San Lazzaro di Savena, la procura di Bologna ha chiesto un supplemento di indagini e ha iscritto nel registro degli indagati cinque tra amministratori e imprenditori, colpevoli di aver pressioni nei confronti del primo cittadino che aveva bloccato un maxi-progetto edilizio di 582 alloggi.

Gli indagati sono: Simone Gamberini, direttore generale di Legacoop Bologna; il sindaco del Comune di Castenaso, Stefano Sermenghi; l’ex sindaco di San Lazzaro, Aldo Bacchiocchi; l’imprenditore Massimo Venturoli; l’ex presidente del Collegio dei revisori del Comune di San Lazzaro di Savena, Germano Camellini. La trentaduenne Conti è stata eletta un anno fa dopo aver incentrato l'intera campagna elettorale contro il progetto della cosiddetta "Colata", la cui realizzazione era stata affidata a un consorzio misto tra due ditte private e due coop (la Cesi di Imola e la Coopcostruzioni). Come racconta il Corriere della Sera, Matteo Renzi in persona aveva chiamato la Conti per sostenerla e invitarla a continuare "a testa alta e senza paura", dopo le pressioni e le minacce ricevute anche via sms.

Il pm bolognese Rossella Poggioli e il procuratore aggiunto Valter Giovannini, ipotizzano, infatti, il reato di violenza o minaccia a un corpo politico, amministrativo o giudiziario. Il caso vuole che anche l'indagato Stefano Sermenghi, sindaco di Castenaso, sia molto vicino al premier, tanto da aver scelto come assessore alla scuola proprio la sorella di Renzi, Benedetta.

Commenti

Gianluca_Pozzoli

Gio, 24/09/2015 - 17:35

RENZI RENZI NON CE LA FACCIO PIU' I CORRO COME UN PAZZO MI SDRAIAZZO SULLO SPIAZZO E DI LI NON MUOVO PIU'

unosolo

Gio, 24/09/2015 - 17:43

tutti in politica o in affari con banche ed ecco che si spiegano i favori alle banche oltre ad altre agevolazioni politiche .

killkoms

Gio, 24/09/2015 - 17:48

volano stracci tra compagni!

ORCHIDEABLU

Gio, 24/09/2015 - 18:11

MI PIACEREBBE CAPIRE PERCHE' SONO STATI FERMATI I LAVORI.COME AMBIENTALISTA POSSO CAPIRE,MA LE CASE SERVONO ALLA GENTE PER VIVERCI

Anonimo (non verificato)

Ritratto di NoiNonCiArrenziamo.

NoiNonCiArrenziamo.

Gio, 24/09/2015 - 18:25

un dubbio, cosa ci sta ancora a fare una persona onesta nel pd?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 24/09/2015 - 18:35

E sono 3! Dopo il papà di Renzi e Tsipras ecco a voi il terzo "nei guai" di oggi. In compenso nessuno "smascherato": come mai?

filder

Gio, 24/09/2015 - 19:05

A prescindere il colore politico ma la signora in oggetto la trovo molto bella ed anche coraggiosa, onore al merito.

Miraldo

Gio, 24/09/2015 - 19:08

Cose loro, roba da sinistra, da Pd e M5S loro sono il marcio dell'Italia.

baio57

Gio, 24/09/2015 - 19:08

ORCHIDEABLU ...Più che blu mi sembri rosso ,di un rosso intenso .

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 24/09/2015 - 19:12

Haha quando i pdioti facevano gli onesti, che ridere..

ziobeppe1951

Gio, 24/09/2015 - 19:41

Questi se le cantano e se le suonano tanto poi finisce tutto a tarallucci e vino

Giampaolo Ferrari

Gio, 24/09/2015 - 19:44

MA LE CASE SERVONO? DI SICURO IL LAVORO SERVE,SE QUESTI IMPRENDITORI HANNO LA FORZA DI COSTRUIRE TANTO,SICURAMENTE CREANO MOLTO LAVORO,CREDO CHE LA POLITICA E L'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DOVREBBE CONTROLLARE CHE TUTTO VENGA ESEGUITO CORRETTAMENTE,NON PROIBIRE.PER LO STESSO MOTIVO POSSIAMO FAR DEMOLIRE TUTTE LE AUTOSTRADE,SI PUO STARE ANCHE SENZA,60ANNI FA NON C'ERANO E SI VIVEVA COMUNQUE.

il nazionalista

Gio, 24/09/2015 - 20:14

Continua la resa dei conti all' interno del pcm(partito comunista mascherato)! E quando i compagni(soprattutto di merende, anzi di abbuffate) si scannano fra di loro, il marcio viene a galla anche fra quelli che si proclamano ' moralmente superiori '. Sarà un grosso problema per quelli che li dovranno coprire: applicando lo stesso metodo usato per far svanire nel nulla il crack Montepaschi ed il sistema Sesto!! E dire che, per loro dovere, dovrebbero essere proprio quelli a deputati a smascherare tali porcate!!!

montenotte

Gio, 24/09/2015 - 22:12

Santa subito.

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Ven, 25/09/2015 - 10:41

C'era un progetto approvato ...o no? La questione e' solo questa. Se tutta la documentazione non era in ordine, e' normale che il nuovo sindaco sia obbligato alla denuncia. Ma chi ha sostenuta la porcata finora, perche' non e' in galera, in attesa di giudizio? Beati compagni di merende!! Rosso intoccabile!