La Smart Station Edison per ricaricare le batterie

Panchine con wi-fi, un premio e dibattito con gli architetti alla Fondazione Catella

Laura Verlicchi

Milano diventa Smart City: la metropoli si trasforma e mette al centro le persone. È il progetto di Edison per la settimana del Design, che fa della città un laboratorio a cielo aperto. L'energia intelligente diventa così il portale che si spalanca sul futuro, in due luoghi iconici del Fuorisalone : l'Innovation Design District, tra Porta Volta e Porta Nuova, e lo storico distretto del design a Brera. Fino al 14 aprile, presso la Fondazione Riccardo Catella, all'interno del Parco Biblioteca degli Alberi, Edison animerà il dibattito con architetti, urbanisti, progettisti e designer, sui temi legati alla sperimentazione e alla costruzione di una città accogliente ed evoluta: dalla comunità energetica alla rigenerazione urbana, fino all' open innovation e alla riqualificazione delle periferie. Inoltre, gli esperti della società saranno a disposizione del pubblico presso lo spazio Coima, in piazza Gae Aulenti 12, per consulenze energetiche personalizzate su come trasformare la propria abitazione in una «smart home», interconnessa e sostenibile. E per tutta la Design Week, sono a disposizione le Smart Station; panchine intelligenti con connessione wifi gratuita, dove sedersi a riposare e ricaricare cellulari e tablet con l'energia rinnovabile dei pannelli fotovoltaici.

«Edison promuove e partecipa alla costruzione di un futuro sostenibile mettendo a disposizione competenze, tecnologie e persone che da oltre 130 anni producono e distribuiscono al Paese energia», dichiara Cristina Parenti, Senior Vice President Comunicazione e Relazioni esterne della più antica società energetica attiva d'Europa.

Dalla sua fondazione a fine 800 ad oggi, Edison, grazie al suo know-how unico, è infatti il partner energetico di pubbliche amministrazioni, urbanisti e architetti per la progettazione delle migliori soluzioni che si applicano a contesti urbani e residenziali evoluti, interconnessi, energeticamente efficienti, sicuri, sostenibili e, soprattutto, su misura di chi li vive. Per questo, la società ha confermato per il terzo anno consecutivo il sostegno al THE DESIGN PRIZE, il premio internazionale dedicato alla cultura del progetto, curato da designboom, con il patrocinio del Comune di Milano, il supporto di Triennale Milano e la partnership con l' Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Milano.

La giuria internazionale, composta da Stefano Boeri, Bjarke Ingels, Neri&Hu, Dominique Perrault, Tomas Saraceno, Kazuyo Sejima, Ralph Nauta e Lonneke Gordijn, ha premiato come miglior designer il cipriota Michael Anastassiades e ha assegnato un riconoscimento alla carriera a Philippe Starck.