Sms di Salvini a Di Maio "Ora pretendo rispetto"

Salvini avrebbe scritto un sms di fuoco a Di Maio dopo gli attacchi di Spadafora al vicepremier

La tensione tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio torna a salire. L'attacco da parte di Spadafora non è stato affatto digerito dal vicepremier leghista che ha immediatamente risposto per le rime: "Dimettiti". Una richiesta forte che ha scquarciato la calma apparente nell'esecutvio. I Cinque Stelle hanno fatto quadrato attorno al grillino ma di fatto il suo attacco al leader del Carroccio ha messo nuovamente in discussione l'asse gialloverde. Ed è stato proprio Salvini a incalzare Di Maio su questa vicenda. Secondo quanto riporta il Corriere, Salvini avrebbe mandato un sms di fuoco al suo alleato di governo chiedendo spiegazioni. "Ma si può stare al governo con chi ti insulta dandoti del razzista, sessista, fascista, omofobo? Se non le dimissioni, pretendo almeno le scuse", sarebbe questo lo sfogo di Salvini. Toni accesi dunque che aprono ferite profonde nella tenuta del governo. Di fatto la tensione tra 5 Stelle e Lega è tornata ancora una volta alle stelle nella serata di ieri. A scatenare lo socntro sono stte le parole di Bitonci che ha annunciato il varo di una "pace fiscale 2" che di fatto è stata interpretata dai grillini come una sorta di condono.

Da qui le ire dei pentatsellati che hanno avvisato i leghisti: "Un condono con noi non passerà mai". A queste tensioni vanno aggiunte anche quelle sul fronte dei migranti. Gli emendamenti al dl Sicurezza Bis hanno creato non pochi problemi alla Lega. I Cinque Stelle infatti hanno deciso di non appoggiare un incremento dei poteri del Viminale nella gestione degli sbarchi e dei trasbordi dei migranti. La Lega in retromarcia ha però ottenuto un incremento delle sanzioni sulle Ong che di fatto sfidano i divieti imposti dal ministero degli Interni. Le sanzioni potrebbero arrivare fino a un milione di euro e scatterebbe l'arresto immediato per il comandante che ignora l'alt delle motovedette di Guardia Costiera e Guardia di Finanza. La battaglia più dura per la tenuta del governo però sarà in autunno con la manovra che dovrà tenere in pancia la flat tax. Un punto questo su cui i leghisti non intendono mediare. Potrebbe essere la miccia che fa saltare tutto...

Commenti

glasnost

Mer, 10/07/2019 - 11:10

Il Governo non cadrà, per adesso. Ci sono ancora da fare nomine nella direzione delle imprese di Stato. Nessuno potrebbe rinunciare (giustamente) a cacciare tutti i piddini ineriti negli Enti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 10/07/2019 - 11:17

salvini non ha ancora capito che il rispetto si ottiene facendo cose giuste. allearsi con il M5S era ampiamente prevedibilmente disastroso per tutti! non è stata una idea geniale, ma gli italiani presto faranno i conti tra tagli alle pensioni, tasse, riduzioni di benefici, ecc ecc, poi vedrete se i sondaggi continueranno ad essere favorevoli per la lega .....:-)

schiacciarayban

Mer, 10/07/2019 - 11:21

Salvini, prima di pretendere rispetto, devi imparare a rispettare gli altri, razza di arrogante buffone. Magari evita di sbeffeggiare la gente mandando bacioni ai parlamentari e cose simili.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 10/07/2019 - 11:55

@glasnost (Mer, 10/07/2019 - 11:10) – «rinunciare (giustamente) a cacciare tutti i piddini in[s]eriti negli Enti». Condivido quel «giustamente». Mi sorprende che anche lei, come tanti salviniani, accetti l’identificazione dei soli PD con i «Comunisti». Hanno avuto buon gioco, in questo, il leoncavallino fondatore di comunismo padano e i comunisti mai pentiti fuoriusciti dal PCI, quando questo diventò, prima PDS e poi PD. L’attuale governo è quello dell’strema sinistra, statalista, amante delle tasse e accentratrice del potere anche amministrativo. Cacceranno i piddini e li sostituiranno con «PCINI», reperti fossili della rivoluzione d’ottobre. E sarà Salvini a dare loro il tempo per farlo prima di nuove elezioni.

Zizzigo

Mer, 10/07/2019 - 12:03

La stirpe dei pistola prolifica sia in parlamento che tra la gente "normale" (anche tra i nostri lettori). Il fatto che sia la Lega che i 5s non arrivino a capire l'eccesso nel quale stanno gongolandosi è solo "normalità"... mal gliene incoglierà, a tutti (specialmente ai contribuenti).

MOSTARDELLIS

Mer, 10/07/2019 - 12:51

"Un condono con noi non passerà mai". Ecco la dimostrazione lampante che questi signori non capiscono proprio niente, né di politica, né di questioni fiscali, il niente assoluto all'orizzonte. Ma chi è stato quel 34% che gli ha dato il voto?

Iacobellig

Mer, 10/07/2019 - 13:28

DI MAIO E M5S NON DEVONO PIÙ TOCCARE PALLA. BASTA! TENGONO IN OSTAGGIO IL DECOLLO DELL’ECONOMIA ITALIANA CON LE LORO OPPOSIZIONI. ORA GOVERNO DI CENTRO DESTRA.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 10/07/2019 - 13:42

hahaha Il rispetto oramai non esiste più come la parola e l'onesta. Sempre grazie alle scuole! Che ridere.. hahahahahahahahahahaha,hihhihihiihihihh,hohhohohohohohohho

Maat

Mer, 10/07/2019 - 14:25

SALVINI INIZI PER PRIMO A RISPETTARE IL PROSSIMO ANZICHE' SBERLEFFARE LA GENTE CON I SUOI BACIONI CHE FANNO SCHIFO AI PIU' E ACCUSARE A DESTRA E A MANCA CHI DISSENTE DAI SUOI CONTINUI SPROLOQUI. NE ABBIAMO ABBASTANZA DI CHI SA SOLO FARE SELFIE E MESSAGGINI E PRENDERSELA CON I DISPERATI.LE ONG INIZINO A FARE DEI REPORT FOTOGRAFICI DEI NAUFRAGHI ANZICHE' SALVARLI E POI INVIARE LE FOTO DEGLI ANNEGATI IN PRIMIS A SALVINI E A TUTTI QUELLI CHE LA PENSANO COME LUI

Giuseppe45

Mer, 10/07/2019 - 14:59

@ schiacciarayban Che metro di giudizio usa? Mandare baci equivale a offese pesanti e gratuite diffamanti? Dov'è la logica in tutto questo? Rifletta prima di scrivere.

buonaparte

Mer, 10/07/2019 - 16:29

SCHIACCIA RAYBAN è nostalgico dei metodi del kgb quando gli uomini si baciavano in bocca e poi si ammazzavano l'uno con l'altro . bei tempi quelli del baffone stalin trosky lenin e company?