Lo snob Vecchioni in cattedra: "Il popolo arraffa quel che può"

Vecchioni: "Il popolo è diventato populista. Prende e arraffa quel che può". E sul referendum: "Non voglio prendere posizione"

"Anche il popolo è diventato populista". Roberto Vecchioni sale in cattedra e, in una intervista all'Huffington Post, fa la morale agli italiani: "Il popolo non ha più afflati, né slanci d’idealismo. Ognuno pensa ai suoi interessi personali. Prende e arraffa quel che può. E va dietro al primo che gli capita: imbonitori, cialtroni e uomini che spacciano fasullagini. Ho amato il popolo per moltissimo tempo. Ora non lo amo più come una volta".

Per Einaudi Vecchioni ha appena pubblicato La vita che si ama. Storie di felicità, una biografia per brevi racconti che viene accompagnata da un disco di nove canzoni destinate ai figli. Nell'intervista col quotidiano online diretto da Lucia Annunziata il cantautore non vuole parla di politica. Eppure non si tira indietro quando c'è da dare giudizi sull'attualità. "Qualsiasi posizione tu prenda – spiega all'Huffington Post – una parte la accoglierà come una disgrazia. Ti diranno che sei un venduto, un faccendiere, un interessato". Vecchioni ce l'ha con il "popolo" e i populisti. "È il popolo che è diventato populista - spiega - non tutto il popolo, per fortuna. Ma, in gran parte, non riesco ad amarlo come lo amavo una volta. È un popolo senza idealismo, che è diventato una banderuola tremenda - continua - per qualche mese va dietro ad uno, poi va dietro a un altro. E non è solo colpa sua, certo: c’è la miseria, le difficoltà, il bisogno".

Vecchioni non si vuole esporre. Per questo non intende dire se al referendum sulle riforme costituzionali voterà a favore o contro. "Qualsiasi cosa dicessi, verrei insultato e additato - spiega - e nessuno avrebbe davvero voglia di ascoltare le mie ragioni, considerare la difficoltà che avverto". Poi, però, ammette che si tratta di "una scelta difficile". "Ci sono impulsi che mi portano verso il 'no' e altri che mi spingono verso il 'sì' - incalza il cantautore - ma a pochi importa guardare le sfumature. I social network sono diventati un calderone di giudizi affrettati con i quali tutti sentenziano e mettono in discussione l’altro - conclude - mai loro stessi".

Commenti

rudyger

Lun, 21/11/2016 - 09:39

solo gli intellettuali devono guidare il popolo (Lenin). Sig. Vecchioni, scenda dalla cattedra. Il comunismo è morto. Avete rovinato l'Italia.

egi

Lun, 21/11/2016 - 09:46

IL TORO CHE DA DEL CORNUTO ALL'ASINO

manfredog

Lun, 21/11/2016 - 09:49

"E' il popolo che è diventato populista..non tutto il popolo, per fortuna"; lui no, per esempio, lui è diventato milionario..!! mg. p.s.: ed anche molto bravo a dire tante cose senza dire nulla..

paolonardi

Lun, 21/11/2016 - 09:56

Ma quando questi intellettuali a strapazzo con la vena psicologica smetteranno di discettare di tuttologia creando categorie che riciclano, rimasticandoli residui sessantottini. il popolo e' rappresentato da TUTTI i cittadini di uno stato e il vocabolo populismo non ha sognificato se non nelle menti malate di giustificazionismo delle loro sconfitte elettorali, vedi USA. Patetici ed ignoranti: si scordano le campagne elettorali dell'immediato dopoguerra quando un partito sosteneva che la proprieta' privata era un furto e si inneggiava allo stalinismo; in testa vi era un certo Napolitano.

ziobeppe1951

Lun, 21/11/2016 - 09:56

Questo da populista nei tempi bui del kkkomunismo è diventato radical chic...potere del dio denaro

piardasarda

Lun, 21/11/2016 - 09:58

il popolo arraffa le briciole avanzate dalla razzia fatta dalla casta con cui ti sei schierato dopo che proprio quel popolo, credendo in te, ti ha reso casta e che ora tradisci

buri

Lun, 21/11/2016 - 10:03

e chi se ne frega delle opinioni del Vecchioni, che faccia quello che è capace di fare, ossia cantare e bastc

Tarantasio.1111

Lun, 21/11/2016 - 10:05

Lo hanno pure premiato

Juniovalerio

Lun, 21/11/2016 - 10:05

ha amato il popolo che comorava i suoi dischi, ora che il popolo non li compra più lui lo ama meno, elementare Watson

maurizio50

Lun, 21/11/2016 - 10:08

rudyger@. Guardi che il Compagno Vecchioni in cattedra ci stava pochissimo quando lo doveva fare per dovere professionale. (Faceva, a tempo perso, il professsore nei Licei dello Stato). Ecco perchè ora predica a dx e sx, con fare professorale: cerca di recuperare il tempo perduto!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Porceddu

Porceddu

Lun, 21/11/2016 - 10:17

Partecipare al Festival di Sanremo e vincerlo?....

semprecontrario

Lun, 21/11/2016 - 10:20

ma guarda chi parla di interessi personali, è facile parlare con la pancia piena sei un parassita

giovauriem

Lun, 21/11/2016 - 10:27

questo è la classica nullità , gonfiato dal'establishment lombardosalottiero con la r moscia , nella realtà è un contenitore vuoto .

Giacinto49

Lun, 21/11/2016 - 10:28

Insipido e banale. Non è il "popolo" che è cambiato, sei cambiato tu!

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 21/11/2016 - 10:39

Quelli come lui, sinistri intellettuali, compari potenti, arraffano tutto.

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 21/11/2016 - 10:47

Con quella faccia un po' così... da pirla non c'è da aspettarsi altro. Lo snob è l'abbreviazione inglese del latino sine nobilitate... Da compatire.

geronimo1

Lun, 21/11/2016 - 10:49

Mq uesto intellettuale cosa dice??? Vorrebbe guidarlo lui od i Kompagni suoi amici il POPOLO????? Questa e' la vecchissima (e vergognosa) teoria che il popolo e' troppo stupido, pecorone e preda dei bisogni, e che pertanto ha bisogno di illuminati che lo guidino e gli indichino la via...!!!! Sfortunatamente i POPOLI sono mooolto cresciuti (e sono mooolto piu'' incazza..i...!!) mentre nel contempo sono molto regrediti gli illuminati (impegnati esclusivamente a farsi i cazz..i loro...)!! A questo punto il ragionamento e' semplice: chi fa da sé fa per tre (e forse anche trenta...)....... Pertanto voi artisti avrete l' anarchia che tanto sognavate: ma proprio CONTRO DI VOI....!!!!!

Archimede37

Lun, 21/11/2016 - 10:51

Smettila di dare lezioni e pensa invece alla tua famiglia sfasciata

Ritratto di Gelsyred

Gelsyred

Lun, 21/11/2016 - 10:52

Un personaggio sopravvalutato che rappresenta a pieno lo schifoso mondo degli intellettuali di sinistra. Ipocriti mangiatartine a profusione.

guardiano

Lun, 21/11/2016 - 11:10

Questo intellettuale, prima di tutto ci spieghi secondo lui la differenza tra populista e popolare, esempio, se tolgo l'imu sono populista, se regali gli 80 euro sei popolare, in sintesi se un provvedimento lo fai tu è popolare,se lo faccio io diventa populista, mi interessa il parere di una persona che è populista dalla nascita, avendo abbracciato l'ideologia comunista.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Lun, 21/11/2016 - 11:11

Parla per esperienza personale?

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Lun, 21/11/2016 - 11:24

Da quale pulpito parla quest'altro sepolcro imbiancato. Pontifica di afflati e slanci di idealismo proprio lui, che per ogni minima partecipazione a convegni o serate o per altri incarichi si è fatto pagare profumatamente. Parla il professor Vecchioni, più noto per le sue assenze che per la sua attività di docenza. Il popolo arrafferà pure. Lui lo ha già fatto. Pensionato avendo lavorato poco e cantato molto. Doppio lavoro che lo ha reso milionario alle spalle dello stato. Che un diluvio ci liberi da questa spazzatura che si autoincensa e si erge ad esempio di moralità. .

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Lun, 21/11/2016 - 11:26

E poi diciamolo. Luci a San Siro è una boiata noiosissima.

Ritratto di orione1950

orione1950

Lun, 21/11/2016 - 11:57

"È un popolo senza idealismo, che è diventato una banderuola tremenda - continua - per qualche mese va dietro ad uno, poi va dietro a un altro". Pensa che durante il fascismo erano tutti fascisti. E ti meravigli? E poi, tu non sei il popolo? Quello in difficoltà ti fa schifo!!! La tua uscita serve solo per farti pubblicità ed arricchirti ancora. Povero comunista, come ti sei ridotto!!

il corsaro nero

Lun, 21/11/2016 - 12:00

Da che pulpito che viene la predica! Professore e cantante! Lui si che prende quel che può! Buffone!

TitoPullo

Lun, 21/11/2016 - 12:05

Kompagno radical-chic Vecchioni comprati una giostra e prendi con te tutti i perdigiorno intellettualoidi par tuo ! Avete rotto con le vostre lagne del piffero !!

beale

Lun, 21/11/2016 - 12:27

un'intervista da paraculo.

dakia

Lun, 21/11/2016 - 12:27

Chi sarebbero questi intellettuali, i cantastorie e menestrelli del secolo? beato lui questo arraffa dal popolo, di questo è vissuto dire a esso di svegliarsi e ora che questo l'ha fatto non gli sta più bene, dovrebbe ringraziare quei milioni di tonti che lo hanno foraggiato in vita natural durante e può permettersi ciò che vuole, persino offenderli.

frabelli1

Lun, 21/11/2016 - 12:28

Quest'uomo è l'esempio del comportamento dei lavoratori statali di sinistra; il doppio lavoro, poi si mette a fare le prediche comportamentali agli altri.

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Lun, 21/11/2016 - 12:45

Lite per il super compenso a Vecchioni «Al cantautore di sinistra 220 mila euro». De Magistris: cifre diverse . Il Pd: «Una sola parola d'ordine: austerità». Lui ha già fatto. Sempre. Ovunque.

claudioarmc

Lun, 21/11/2016 - 12:46

MANESCO

agosvac

Lun, 21/11/2016 - 12:58

Noto che c'è un'inflazione del termine "populismo" appioppato dalla sinistra a gente della destra. Eppure basterebbe consultare un dizionario, non uno di quelli moderni, uno di almeno una ventina di anni fa, come quello che consulto io , per rendersi conto che il populismo è un movimento di sinistra nato nella Russia pre URSS.

nonna.mi

Lun, 21/11/2016 - 13:37

Giudico (lo posso fare perché come professore insegnante abbiamo tutti noi con le nostre Tasse contribuito al suo stipendio statale) una persona inutile,sia come cantante,che purtroppo come "istruttore" di tanti nostri ragazzi,quando trovava il tempo per andare a fare il suo dovere a scuola. C'è qualcuno che ,per caso, ricorda che cosa ha cantato a San Remo,vincendo il primo premio? Io NO! Radical-chic esemplare,convinto di essere un intellettuale...Myriam

Tommaso_ve

Lun, 21/11/2016 - 13:38

Con la grana di Vecchioni divento idealista in un nano secondo....

tosco1

Lun, 21/11/2016 - 14:02

Mi aspettavo che accadesse questo :E' divenuto un Vip,essendo stato , a suo tempo , miracolato da San Remo. Con un bel NO alla boiata referendaria avrebbe avuto l'occasione di giustificare tutti i pensieri e gli atteggiamenti della sua vita. Ha perso un'occasione : è divenuto un Vip ; ma forse forse ci fa piacere.Sarà una battaglia per pensieri liberi questa

Romolo48

Lun, 21/11/2016 - 14:12

Ma quando parla di popolo cosa intende questo signore: gente privata di una speranza di lavoro, giovani condannati al precariato, pensionati al limite della povertà, esodati, diseredati ..... ma di chi parla? Prof dei miei stivali, parla chiaro e fatti capire se non vuoi essere giudicato uno dei tanti consumatori di ossigeno (cosa più probabile). In quanto ad arraffare, pensa a quanto hai arraffato tu!

Trinky

Lun, 21/11/2016 - 14:18

Io sarei curioso di sapere per quanti giorni ha insegnato.....

Ritratto di SantiBailor69

SantiBailor69

Lun, 21/11/2016 - 14:23

Forse e piu' corretto dire che il popolo so e' rotto le balle delle false ideologie e vuole ideali. Forse il popolo e' diventato "veramente popolare"!

odifrep

Lun, 21/11/2016 - 14:27

Ti conviene prendere posizione da solo e subito, prima che i tuoi amici sinistrati ti mettono loro "nell'angolo" a 90°.

petra

Lun, 21/11/2016 - 14:29

...mai loro stessi. Come fai tu.

Tarantasio

Lun, 21/11/2016 - 14:30

il popolo populista? è lapalissiano, una tautologia,, esimio professore, perché perde tempo con queste banalità? sono certo che può fare di meglio, si impegni di più... e poi proprio all'Huffington post l'intervista? quello che si era venduto alla Hillary Clinton e dava tutti quei sondaggi falsificati....

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 21/11/2016 - 14:38

caro prof dei miei stivali e se anche fosse come tu dici? non e' forse il popolo quello piu' vessato e deriso dalla nomenklatura comunista alla quale tu appartieni? continua a salire in cattedra a declamare l'inutile tanto la Storia (con la ''S'' maiuscola) spazzera' via te e tutti quelli come te.

Aegnor

Lun, 21/11/2016 - 15:19

Dai bei tempi in cui saliva sul palco con il pugno alzato al grido di "compagni",alla dichiarazione "popolo populista",la metamorfosi indotta dal denaro e il desiderio di appartenenza alla elite radical chic. Per la serie "come siamo caduti in basso,kkkompagno".

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 21/11/2016 - 15:28

Il popolo semmai arraffa quel che resta dopo le scorrerie dei predoni di Stato e dei loro lecchini.

chebruttaroba

Lun, 21/11/2016 - 16:09

E' una vita che lui arraffa quel che può. Il problema dei radical chic è che confondono il populismo con le richieste del popolo. Se il popolo chiede qualcosa che non sta bene ai sinistri è populismo, se sta bene ai sinistri è "voce di popolo voce di Dio (pardon, di marx)".

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 21/11/2016 - 16:18

Veramente la stragrande maggioranza degli intellettuali radical chic ed anche un po' snob, vota No....

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 21/11/2016 - 16:18

Uno dei tanti violini di regime, violino di fila, non primo violino.

Triatec

Lun, 21/11/2016 - 16:44

Proprio come un politico qualsiasi che per convenienza è sempre pronto a cambiar casacca alla faccia di chi l'ha votato . Ma come si permette il popolo bue, senza idealismo, imitare i politici e trasformarsi in una banderuola tremenda e per qualche mese andare dietro ad uno, poi dietro a un altro.Che brutto popolo abbiamo vero professore?

Luigi Farinelli

Lun, 21/11/2016 - 16:47

"...E non è solo colpa sua, certo (se è diventato senza ideali): c’è (bontà sua) la miseria, le difficoltà, il bisogno...". Forse Vecchioni confonde gli ideali con le ideologie ("progressiste") che quegli stessi ideali sono riusciti ad annichilire creando disastri sociali e morali forse irreparabili, anche se ci sono forti segni di risveglio per spedire gli intellettuali pari suoi al giudizio diretto della Storia.

Triatec

Lun, 21/11/2016 - 16:54

Quelli che prendono e arraffano quel che possono salendo sul carro del vincitore, andando dietro al primo imbonitore o cialtrone che spaccia fasullagini, sono quelli che, votati da una parte, hanno cambiato casacca in corso d'opera e tengono in piedi questo governo.

nopolcorrect

Lun, 21/11/2016 - 17:12

Anche qui vale il "calzolaio non oltre la scarpa" di Apelle. "Vecchioni, non oltre ela canzoni. Come se dice a Roma, "Nun t'allargà". Grazie

Pinozzo

Lun, 21/11/2016 - 17:37

Ha sacrosanta ragione e i commenti beceri dei bananas non fanno che confermarlo. Per voi l'ignoranza e l'ottusita' sono delle virtu', e'questo il problema.

jeanlage

Lun, 21/11/2016 - 18:03

Scrivi Vecchioni, scrivi canzoni che più ne scrivi più sei bravo e fai danè, ma evita di parlare di cose che non conosci, come il popolo, che è bravo quando segue come una pecora le idiozie delle autoproclamate avanguardie, mentre diventa populista quando cominica a pensare con al propria testa. Buio a San Siro!

killkoms

Lun, 21/11/2016 - 18:13

il classico "intellettualetto" comunista!

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 21/11/2016 - 18:19

Esimio professore(?), sono fiero di essere populista,razzista e xenofobo. Alla faccia dei radical-shit!

Anonimo (non verificato)

MOSTARDELLIS

Lun, 21/11/2016 - 18:34

Da che mondo è mondo le co se sono andate sempre cosi.... professore si studi un po' di storia.

Edmond Dantes

Lun, 21/11/2016 - 18:39

@Pinozzo. Troppa cultura, diceva il filosofo, paralizza lo spirito. Se poi la "cultura" di cui si va fieri è quella di maîtres a penser del calibro, nientepopodimenoche, di un Veltroni, di un Fo, di un Benigni o di un Fabiofazio, si capisce il successo che ottiene anche un Vecchioni qualunque. E si capisce anche perché la sinistra, che nella sua storia planetaria non ne ha mai azzeccata una, continua ad essere sempre più antipatica. L'unica "grande conquista" ottenuta da quelle parti è stata trasformare l'imbecillita' da vergogna da celare in diritto da esibire, anche con spocchia. Di tutto ciò il suo commento è solo l'ennesima conferma.

Anonimo (non verificato)

onurb

Lun, 21/11/2016 - 18:46

Comodo fare il finto indeciso: se dici sì, ti prendi i vaffa anche dei sinistri; se dici no, ti prendi ancora i vaffa dei sinistri. Meglio fare il pensoso indeciso.

swiller

Lun, 21/11/2016 - 18:48

Questo burino deve solo rigraziare il popolo senza quello sarebbe un morto di fame e comunque rimane uno sxxxxxo.

un_infiltrato

Lun, 21/11/2016 - 19:03

Un trombone sfiatato che non manca alcuna occasione purchè si parli di lui. Un signor Nessuno di cui nessuno avrà motivo di ricordarsi.

maurizio.fiorelli

Lun, 21/11/2016 - 19:07

Condivido totalmente l'analisi di "manfredog". Al signor Vecchioni vorrei dire semplicemente che questo "popolo populista",che non so cosa sia ma fa tanto chic nella loro bocca, si sta accorgendo, con moltissimo ritardo, che i muri rossi sono caduti,che se si promette senza seguito bisogna assumerne le responsabilità ed infine se non apprezza più questa socetà, e son d'accordo con lui per una volta, lui ed i suoi compagnucci hanno contribuito in modo esponenziale a crearla.

Linucs

Lun, 21/11/2016 - 19:27

Fammi indovinare: è un altro comunista.

Markanthony

Lun, 21/11/2016 - 19:32

La storia non cambiera' mai per questi personaggi: quando il popolo vota per loro, il popolo viene adorato (ricordate el pueblo unido jamas sera vencido?). Quando il popolo si ribella all' invasione africana, allora e' una massa da disprezzare.

laura bianchi

Lun, 21/11/2016 - 19:59

Più di quello che hanno arraffato,questi kompagni, non si può.Pensare che hanno fatto i soldi,con il popolo.

odifrep

Lun, 21/11/2016 - 20:42

@ Agrippina (16:18) - ....da quanto si evince dal Tuo commento, presumo che voti NO. Anche io voto NO.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 21/11/2016 - 21:49

Il popolo ha sempre arraffato quel che può, soprattutto quello comunista. Quindi anche tu, forse più degli altri. I capi ancor di più, soprattutto quelli che hanno guadagnato tanto e fingevano di tifare per il popolo povero. Tu sei uno di quelli per caso?

carmann

Lun, 21/11/2016 - 21:53

i soliti snob radical chic, non li sopporta piu nessuna persona con della materia grigia. sono quasi una lobby internazionale. michael moore negli usa ha detto le stesse identiche cose: gli americani e gli italiani sono dei cxxxxxxi perche hanno votato trump e berlusconi. devono continuare cosi perche sono come tafazzi. certi cosiddetti intellettuali come pensare di portare acqua al loro mulino insultando chi la pensa diversamente da loro. anche i politici dem trattano il popolo come sudditi beoti, pensano di prendere voti schierando attori, attricette, e cantanti che promettono prestazioni orali. sono proprio alla canna del gas.

Doc71

Lun, 21/11/2016 - 21:57

...ed il più grande conquistò nazione dopo nazione e quando fu difronte al mare si sentì un CxxxxxxE...

giova64

Lun, 21/11/2016 - 21:57

Ha ragione. I cittadini prendono esempio da chi li governa, non a caso amici suoi. Luci a Rebibbia!

Charly51

Lun, 21/11/2016 - 22:37

Al menestrello ,il popolo va bene se comprano le sue canzonette .Un altro alter ego della sinistra , infarcito di idealismo,moralismo a gó gó che ci fá la lezioncina.Obsoleto

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 21/11/2016 - 23:18

@Pinozzo - dici che gli altri fanno commnenti beceri. Ma non ti sei mai letto? Ma vai a casa. Se non ti piacciono, galleggia da un'altra parte, dove non ci sono bananas, ma banane. E che commento è "il popolo arraffa quel che può"? Per sopravvivere al disastro che gli sta portando il governo cattocomunista ? Non sapete nemmeno quello che dite. Siete sempre una contraddizione.

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Lun, 21/11/2016 - 23:24

Ah beh, in quanto a questo lui e tanti altri sono stati scodinzolatori intorno ai politici del PCI, tutti i musicisti, pittori e quant'altro hanno fatto da tamburi all'arrivo dei grandi Messia, l'ultimo vergognoso è Benigni, quindi gli artisti in prima fila a pensare ai loro interesI!

routier

Mar, 22/11/2016 - 07:17

"Il popolo arraffa quel che può" Solo il popolo?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 22/11/2016 - 23:12

L'arroganza e la supponenza di questo comunista non ha limiti. Ha "amato il popolo" e quando ha scoperto che il "popolo" è fatto di uomini e donne che vivono la propria vita senza bisogno di essere amati da cialtroni come lui, "non lo ama più". Questa è l'arroganza di comunisti che vivono di stolti stereotipi. Piagnucolano quando scoprono la realtà che si sono sempre sforzati di stravolgere con le loro ipocrite ideologie "progressiste".