Il sondaggio: Lega al 33% , Cinque Stelle e Pd al 21%

Per il 58% il clima una priorità, i grillini in 30 giorni giù di 3 punti, il Pd li raggiunge al 21%

Nel giorno della manifestazione per il clima e l’ambiente, il 58% degli italiani ritiene prioritario ed imprescindibile che l’impegno per il cambiamento sia nel l’agenda politica dei governi ; il 37% più pragmatico dichiarandolo importante ma da conciliare con le esigenze dello sviluppo economico ed un residuale 5% lo sottovaluta considerandolo non prioritario. Questo quanto emerge dal sondaggio di Demopolis. I più interessati all’argomento appaiono gli elettori grillini con il proprio 67% di interesse, seguono i democratici per il 60% di questi ed il 48% dei leghisti.
Se non si trova una sintonia neanche sull’ambiente, quasi il 20% in meno l’interesse dell’elettorato salviniano rispetto a quello pentastellato questo è nettamente scavalcato dai consensi registrati. La Lega continua la sua supremazia, su tutti, con un tondo 33% contro il 22.8 dei Cinque Stelle. Il dato ancor più preoccupante non è solo legato alle differenze rispetto al marzo 2018 (Lega più del 17 ed oggi, secondo Demopolis, a pochi decimi dal raddoppio rispetto ai 10 punti in meno dei grillini) ma dalla caduta netta negli ultimi trenta giorni. In un mese i pentastellati, un po’ per la vicenda “Diciotti”, un po’ per Tav, un po’ per la sconfitta in Sardegna ed Abruzzo, riescono a lasciare per strada ben 3 punti percentuali li stessi che invece conquista il Pd, raggiungendo il 20.2%, e riducendo, tra febbraio e marzo, la differenza con i grillini da circa 8 punti agli attuali 2.6%.

Forza Italia all’8.8%, Fratelli d’Italia al 3.6 (secondo Demopolis non supererebbe la sbarramento del 4%) e + Europa, Leu e Potere al Popolo in una forbice che va dal 2 al 3%. La domanda che ha generato tale responso è stata: se si votasse oggi per la Camera. All’interrogativo se ci fosse, invece oggi, la chiamata alle urne per le Europee il sondaggista Antonio Noto apporta una novità destabilizzante per tutti i grillini. Il centrosinistra sarebbe il secondo non solo come eventuale coalizione ma anche per partiti. Infatti il Pd, probabile la spinta Zingaretti/primarie, si porta al 21% ed alla stessa conquistata dal M5s che segna il dato più basso dallo scorso Marzo. Lega al 32.5%, Forza Italia con un balzo che le assegna l’11.5% ed il partito della Meloni su un secco 4. Più Europa al 3.5%, Leu all’1.5, Potere al Popolo all’1 ed altri di Centrosinistra al 3. Per Noto la coalizione capeggiata dal Pd al netto del partito di D’Alema e Bersani sarebbe al 25 e con questi al 26%. Il centrodestra al 48.5 sommando il dato della Lega (32.5) al complessivo 16% tra berlusconiani e meloniani.

Commenti

Popi46

Ven, 15/03/2019 - 12:20

La superbia dei bipedi umani è senza limiti....addirittura un convegno di cervelli (?) per modificare il clima! Il clima del pianeta,dico! Questo pianeta, ciottolino che gira intorno a quella che è una delle stelle dell’immensa galassia! Si occupassero piuttosto di attrezzarsi per uno smaltimento rifiuti plastici usa e getta che eviti la formazione di enormi isole galleggianti negli oceani....

Luigi Farinelli

Ven, 15/03/2019 - 12:29

Se per il 58% degli intervistati "il clima è una priorità" significa che siamo messi proprio male. Avessero detto "l'inquinamento è una priorità" sarebbero stati da appoggiare in pieno, ma con la prima affermazione si conferma che l'opinione pubblica continua ad essere sotto scacco di interessi economici truffaldini talmente forti da spendere miliardi solo per potere plagiare la gente inculcando l'idea che sia possibile modificare il clima (evento naturale di portata cosmica che E' COMICO pensare possa essere modificato da interventi umani). Poveri nostri nipoti se continueranno a dettar legge le ideologie senza fondamento che oggi vanno per la maggiore.

NickByte

Ven, 15/03/2019 - 12:43

è fatta ... 21 + 21 fa 42 e hanno il premio di maggioranza ... tutti pronti per il nuovo governo ?

jaguar

Ven, 15/03/2019 - 12:50

Sbaglio o appena ieri avete detto che la Lega era in leggero calo?

Malacappa

Ven, 15/03/2019 - 14:03

Piu su piu'su la lega avanza gli italiani si svegliano

Michele Calò

Ven, 15/03/2019 - 14:41

La recente cronaca politica dimostra come i sondaggi d'opinione hanno la stessa certezza della vincita al lotto. I voti si misurano nella realta' delle elezioni non nelle elucubrazioni a pagamento per compiacere il committente: Sardegna docet!

MarioNanni

Ven, 15/03/2019 - 14:50

il sondaggio va letto con scrupolo. La Lega, rispetto al sondaggio di La7, ha già perso quasi oltre un punto(33,7, al 32,5) ed è logico che la Lega inizi a segnare il passo, e al prossimo sondaggio l'inversione sarà più netto. non può durare in eterno la cucagna per Salvini, prendere i voti del cdx e svenderli ai manettari grillini. il rientro del consenso all'area liberale e garantista rappresentata da Berlusconi si accentuerà e sarà un bene per tutto il cdx, e sarà utile al "Capitano" per farlo rientrare in se.

baio57

Ven, 15/03/2019 - 15:22

Bene ,anche oggi le previsioni del lotto,ora vado a giocare.

Ritratto di babbone

babbone

Ven, 15/03/2019 - 15:58

anche i sondaggisti devono pur mangiare.

COSIMODEBARI

Ven, 15/03/2019 - 16:40

Da quando Fi del cavaliere non conta più niente, i sondaggi sono sempre più numerosi

COSIMODEBARI

Ven, 15/03/2019 - 16:44

Se Toti fuoriuscendo da Fi facesse una lista il cdx, formato da Lega, Toti r Fdi, sarebbe al 50%, e con Fi a raccogliere le molliche.

gabriel maria

Ven, 15/03/2019 - 20:39

maa non mi convincono questi dati........secondo me..vi è tanta confusione in giro.....e sopratutto i media non dicono la verità.....sarebbe troppo pericoloso.....i loro padrino non la gradirebbereo

carpa1

Ven, 15/03/2019 - 21:27

Per il 58% la lotta ai cambiamenti climatici sarebbe la priorità! Andiamo bene; aggregati a quei arlip che in Svizzera, anni fa, hanno ricoperto con lenzuola bianche un ghiaccio traendone poi la conclusione che "avevano ridotto del 75% lo scioglimento del ghiaccio nel corso della stagione estiva". Ecco a chi siamo in mano, ad una massa di ignoranti pecoroni che avrebbero bisogno, anzichè di una lunatica bimbetta che ripete la lezioncina come un disco rotto e raccolta pure da alti esponenti nazionali ed internazionali, di una coppia di solerti cani pastore che mordano loro le chiappe per farli rinsavire e riportarli in riga. Ho una proposta: perchè non ricopriamo con lenzuola bianche il ghiaccio dei due circoli polari? Chissà mai che fra un centinaio d'anni avremo terminato per poi concludere che ... siamo proprio una gran massa di deficienti!

Luigi Farinelli

Sab, 16/03/2019 - 08:05

@ carpa1: ottimo: sottoscrivo!