Il sostegno occulto ad Alitalia dato con l'affare "aereo blu"

L'ombra dell'aiuto di Stato sull'operazione Air Force Renzi. L'Italia verserà alla compagnia 168 milioni

C' è un sospetto inconfessabile dietro i costi stratosferici dell'affare Air Force Renzi. Le vere cifre in gioco, svelate ieri dal Giornale, sono talmente elevate da mettere in una luce tutta diversa la decisione del governo di prendere in leasing un Airbus 340-500 per i voli di Stato a lunga distanza del premier. I documenti di Palazzo Chigi di cui il Giornale ha potuto prendere visione, rivelano innanzitutto che l'affare è stato concluso non con Etihad, la compagnia degli Emirati arabi che ha rilevato la metà di Alitalia, ma direttamente con l'ex compagnia di bandiera italiana, al contrario delle indiscrezioni circolate nei mesi scorsi.

La circostanza diventa un tassello decisivo che alimenta una ricostruzione totalmente diversa dell'affare che ha attirato a Renzi critiche troppo prevedibili per pensare che un premier così attento, almeno a parole, alla retorica dei costi si sia fatto cogliere di sorpresa per soddisfare il vezzo di una malriposta grandeur. Sta di fatto che l'accordo sul leasing segue di pochi mesi la conclusione dell'operazione che ha portato nelle mani di Etihad la metà del capitale di Alitalia, dando nuovo ossigeno alla compagnia tricolore da anni sull'orlo dell'abisso finanziario. Etihad è entrata in possesso del 50 per cento delle quote sborsando 560 milioni. In realtà però la cifra è composta da più voci: 60 milioni sono serviti per comprare da Alitalia cinque coppie di slot all'aeroporto Heathrow di Londra, dunque sono rimasti una (pregiata) proprietà della compagnia emiratina e saranno affittati ad Alitalia, altri 112,5 milioni sono serviti per comprare da Cai il 75% di Alitalia Loyalty, la società del programma Millemiglia.

Il vero esborso per la compagnia all'epoca carica di debiti (il closing è di agosto 2014) ammonta a 387,5 milioni. Per rispettare le regole dell'Unione infatti, il carrier doveva restare in maggioranza in mano a soggetti europei. Ma si dovevano anche evitare esborsi di denaro pubblico, altrimenti sarebbe scattata la tagliola dell'aiuto di Stato, non concesso dalle regole antitrust europee. Eppure all'epoca Lufthansa tentò con ogni mezzo di «bombardare» l'accordo, invocando proprio l'accusa di aiuto di Stato, attraverso un ricorso all'Antitrust europea, promosso attraverso le controllate Germanwings e Air Dolomiti. In sede Ue ebbero la meglio il governo italiano e Alitalia-Etihad. In seguito le due compagnie tedesche si rivolsero anche al Tar contro il decreto Lupi che eliminava alcune restrizioni al traffico aereo sull'aeroporto di Linate, come richiesto dai manager Etihad. Il governo attuale e quello di Letta che aveva iniziato l'operazione si è sempre detto orgoglioso di aver risolto la faccenda attraverso un'operazione industriale con un grande partner «dopo la falsa partenza di una privatizzazione gestita discutibilmente qualche anno fa», come disse il piddino presidente della Commissione Trasporti della Camera, Michele Meta, non trascurando di insinuare una critica al governo Berlusconi.

Ma è stata davvero un'operazione industriale pura? La rivelazione del Giornale cambia di fatto i conti dell'affare. Perché a fronte dei 387 milioni investiti da Etihad per entrare nel capitale, non sono poi così pochi i 168 che il governo «restituirà», sia pure in otto anni, pagando ad Alitalia l'oneroso leasing dell'aereo che è gestito da Alitalia, ma proviene dalla compagnia emiratina, come suggeriscono perfino i giubbotti di salvataggio con istruzioni in arabo che sarebbero stati cambiati una volta che l'aereo è «atterrato» a Palazzo Chigi. Saltato il segreto di Pulcinella sulle carte dell'affare Air Force Renzi, qualcuno potrebbe ora volerci vedere più chiaro anche su quello Alitalia-Etihad.

Commenti

umberto nordio

Dom, 23/10/2016 - 08:34

Ethihad è troppa seria per lasciarsi coinvogere in simili intrallazzi e ci vuole ben altro per salvare Alitalia. Sarà l'ennesimo "affare "fatto dai politici pro domo loro.

linoalo1

Dom, 23/10/2016 - 08:56

Bravo Montezemolo!!!Dopo la Ferrari,adesso tocca all'Alitalia!!!Sembra proprio un Re Mida al contrario!!!!

scimmietta

Dom, 23/10/2016 - 09:02

Finalmente scoperto l'arcano! La conferma che il nostro "caro leader" è andato a scuola da Wanna Marchi, senza peraltro completare il corso. Ha frequentato, con profitto, la parte "inbonitore e vendita", ma non ha ancora frequentato la parte "acquisto": l'AirBus 340 è un aereo obsoleto e fuori produzione, una sola, in poche parole.

VermeSantoro

Dom, 23/10/2016 - 09:03

Ma nessuno lo chiama in Parlamento per giustificare queste spese folli ? Non c'è nessun magistrato di Milano (cosi attivi quando si trattava di colpire il Berlusca) che apre un dossier sul cazzaro ? Mahhh

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 23/10/2016 - 09:21

Nessuno andrà ad indagare su questi affari loschi,le toghe preferiscono magari un berlusconi ter o quater,sugli indumenti delle veline ma non metteranno mai il naso dove riguardano i kompagni.Credo che una spesa di 76mila euro al giorno per un GRANDE PAESE (come dicono i sinistri parlando dell'itaglia)non siano proprio noccioline. E poi ne avevamo proprio bisogno come abbiamo bisogno di autoblu a migliaia e quasi tutte di marca straniera(tedesca)????????????????????????????????

ItalianoAllEstero

Dom, 23/10/2016 - 09:22

Berlusconi decise di sostenere Alitalia con 2,700 milioni di euro presi agli Italiani. 700 milioni furono di mancati introiti perche' Berlusconi accetto l'offerta dei "capitani coraggiosi" inferiore di 700 milioni all'offerta Air France-KLM, piu' 2,000 milioni di euro per pagare i debiti della bad company passati allo stato. Se Renzi se la cava con 168 milioni e' un grande, 168 milioni sono solo il 6% di quello che spese Berlusconi (e' vero che ora meno della meta' della compagnia e' Italiana quindi si potrebbe dire che in proporzione e' il 12% della cifra spesa da Berlusconi). Certo che se entrambi smettessero di finanziare Alitalia sarebbe ancora meglio.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 23/10/2016 - 09:52

Il piu' grande errore, anche di B, e' stato quello di non lasciar fallire alitaglia. Uno dei piu' vergognosi bidoni di stato che negli anni ci e' costato una fortuna. Sempre protetta dalla politica oltre la logica. E' fallita pure swissair e non e' successo nulla.

Ritratto di liusstrale

liusstrale

Dom, 23/10/2016 - 10:00

Se una azienda è incapace di affrontare le leggi di mercato non si capisce perché il frutto del lavoro di tanta gente pesantemente tassato deve essere veicolato per sostenere una azienda parassitaria. Ancora non si capisce che il cartello che le grandi compagnie aeree hanno costituito è destinato ad essere messo sempre più in crisi dalle compagnie low cost.

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 23/10/2016 - 10:03

Chissà i pensionati quanta parte di questo aereo hanno contributo a pagare. Certo che in un periodo di profonda crisi per i cittadini vedere il nostro premier che va in giro per il mondo con un aereo nuovo di zecca.... Ci sono alte personalità di alcuni paesi nordici che prendono i voli di linea.

Duka

Dom, 23/10/2016 - 10:10

Non capisco per chi sia un "affare" di certo non lo è per noi che paghiamo fior di quattrini per una autentica e vergognosa buffonata. Semmai, il bullo , ha con ciò raggiunto l'apice della cafonaggine, malattia di cui è afflitto dalla nascita.

sparviero51

Dom, 23/10/2016 - 10:16

LA CLASSICA " SO'LA" DEL GIOCO DELLE TRE CARTE !!! Ps : QUELLO IN FOTO NON È L' A340 BENSÌ UN A319 MOLTO PIÙ PICCOLO E CON DUE SOLI MOTORI .

scimmietta

Dom, 23/10/2016 - 10:18

X ItalianoAllEstero: certo, Berlusconi ci mise dei soldi nostri per tappare l'enorme buco fatto da altri sotto l'attenta e vigile guida sindacal-sinistra. Detto questo rimane il fatto che AirFrance, capito che con il sindacato di mezzo e senza risanamento preventivo entrare in Altitalia era impossibile, se ne è "andata di suo", e la palla è rimasta a noi. Renzi ha ereditato una situazione già in parte risanata da altri, operazione che se non fatta prima, avrebbe comunque dovuto fare lui (bad company). Detto questo non è comunque giustificabile la spesa per il mega-aereo, anche, e soprattutto, se fatta per sovvenzionare ancora Aitalia in modo surrettizzio.

seccatissimo

Dom, 23/10/2016 - 10:26

x GIUSEPPE MARINO. Come mai quando scrivete un articolo in merito all'ormai famoso aereo comprato in leasing dal nostro governo per volontà del nostro grande statista e capo del governo, meglio conosciuto come il ciarlatano nazionale, non siete mai in grado di mostrare in foto l'aereo in discussione, che è un quadrimotore, e mostrate invece sempre un altro tipo di aereo che non c'entra per niente ?

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Dom, 23/10/2016 - 11:05

Spendiamo soldi da tutte le parti, profughi, nostri soldati in tanti altri paesi. Ritengo giusto e sacrosanto che l'ITALIA abbia il suo aereo.

xgerico

Dom, 23/10/2016 - 11:06

Ma la cordata Italiana, a suo tempo, tanto sbandierata che fine ha fatto???

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 23/10/2016 - 11:28

E le tasse aumentano. Loro invece si gonfiano, diventano più grassi.

Ritratto di Marco Giacchero

Marco Giacchero

Dom, 23/10/2016 - 11:52

La foto dell' A319 non ha nessuna relazione con la vicenda. Stiamo parlando dell' A340, modello che in tutte le sue versioni non ha piu' mercato. Compagnie come Qatar Airways ed Emirates ne hanno alcuni in flotta ma solo perche' non riescono a cederli. Se il Sig. Renzi avesse ordinato un A330 ancora ancora avrebbe avuto una giustificazione tecnica (modello presente in Italia e tra i piu comuni in servizio tra i bireattori a lungo raggio) in quanto in ogni grande aeroporto si trova assistenza. Per il 340 tutto costa di più, a cominciare dai due motori di troppo. A330 e B777 ...... Sig,Renzi SVEGLIA!!! I

unosolo

Dom, 23/10/2016 - 12:30

un aereo che nessuno al mondo voleva e non vuole in cambio di svendere la compagnia , ora aspettiamoci licenziamenti per i costi o pre pensionamenti onde agevolare il passaggio ufficiale e togliere quella scritta ancora in vista , mentre l'aereo non può togliere lo stemma o scritte di chi glielo ha appioppato. e noi paghiamo !

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 23/10/2016 - 12:59

Storie "renziane". Non c'è da meravigliarsi. In casi del genere si suole dire: "meraviglia per la meraviglia di chi si meraviglia.

cgf

Dom, 23/10/2016 - 13:23

@scimmietta la smetta di dire k@**@te SB fece in modo che lo Stato Italiano non spendesse + soldi di quanti ne stava già spendendo. Semplicemente con la vendita si è smesso di mettere soldi in pozzo senza fondo. Mi fa piacere che lei cita AF perché i cari amici francesi volevano AZ a 1 centesimo, trucco riuscito ai tedeschi con Swissair, ed i debiti, ed i dipendenti a carico dello stato italiano. Invece è stata scorporata la parte buona di AZ, VENDUTA ad EURO SONONANTI, ceduto/rottamato gli MD11 e MD80 (obsoleti che CAI non voleva) e... LO STATO HA SMESSO DI PAGARE, le sembra poco? con AF era solo 1 centesimo, ma ha idea cosa vale il centro alla Magliana, gli hangar ed i terreni a Fiumicino? solo un centesimo, mi venda casa sua, posso darle 2 euro.

Keplero17

Dom, 23/10/2016 - 13:44

A me danno più fastidio i 4 miliardi spesi per i migranti clandestini. Sai quanti aerei ci compravi con 4 miliardi?

scimmietta

Dom, 23/10/2016 - 15:22

X cgf: ho dei seri dubbi sulle tue capacità di lettura, spero che non siano di comprendonio, auguri. P.S. Il mio post su Alitalia era in risposta a "ItalianoAllEstero" in modo garbato sena infierire o divagare, ... prova a rileggerli entrambi.

scimmietta

Dom, 23/10/2016 - 15:44

X xgerico: ... ma le putxxnate fatte dalla sinistra e dal sindacato per tenere a galla il carrozzone clientelare di Alitalia te le sei scordate? All'interno della tua testolina che fine hanno fatto???

Happy1937

Dom, 23/10/2016 - 15:54

In realtà non è la prima volta che sento dire che il vero responsabile dell'operazione "aereo blu" si chiama Enrico Letta.

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 23/10/2016 - 15:54

168 milioni per una macchina obsoleta e con costi d'esercizio enormi, che non puo' atterrare a ciampino e per la quale hanno dovuto far addestrare 2 equipaggi completi.....e il tutto solo perche' il burino da bar sport deve arrivare agli appuntamenti internazionali col quadrimotore.....ma gli avra' fatto montare la marmitta che fa casino, così lo sentono arrivare anche da lontano?

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Dom, 23/10/2016 - 17:35

Altra grande società che ha solo infangato il nome dell'Italia con i soldi degli Italiani. L'aereo di Stato è solo una spesa ipocrita perché non usarlo per paura di essere giudicati è segno di debolezza, grande debolezza.

unosolo

Dom, 23/10/2016 - 17:56

a cosa servono i revisori dei conti , la corte , insomma un tizio vuole un aereo e nessuno osa chiedere o fermare lo spreco ? cominciamo a far pagare l'aereo a chi lo ha voluto o chi ha autorizzato lo spreco nonostante rubavano soldi ai pensionati e non venivano risarciti dal furto della legge Fornero , o si compra proprio con quei soldi ?

sergio_mig

Dom, 23/10/2016 - 18:31

Strano modo di pubblicare le notizie vere in questo paese, quando si toccano i poteri forti non si pubblicano i commenti eppure ci sono atti parlamentari e verità riscontrabile innegabili. Ecco perché il marcio non viene mai a galla.

tRHC

Dom, 23/10/2016 - 20:37

pinox:Hahahahhaha quella della marmitta mi piace troppo ...Grande pinox ,hai descritto perfettamente il bimbominkia!!! Cordialita'

Ritratto di scappato

scappato

Lun, 24/10/2016 - 07:14

Potevano pagare in contanti, visto che nel livero mercato aereo simile si può' avere fra i 25 e 40 milioni. (pure la Thailandia li svende).

vanes90sa

Lun, 24/10/2016 - 08:21

che altro aggiungere..avete scritto tutto...ah..a proposito..quell'aereo, l'A340, non ha ancora fatto volare nè Renzi nè alcun ministro ecc...infatti non è ancora stato riconfigurato per poterli accogliere..ed ecco perchè per ogni occasione si nota la foto dell'A319. La cosa più importante....dopo Prodi ed il suo PRESTITO PONTE...dopo Berlusconi..e i suoi CAPITANI CORAGGIOSI (a spese nostre..) .. dopo Enrico Letta e il Bomba... ecc.. ecc... ALITALIA PERDE ANCORA CIRCA 500'000 EURO AL GIORNO..con il 35% in meno degli aerei di 10 anni fa.. il 35% in meno delle rotte e dei passeggeri..senza Malpensa.. PERDE IN PROPORZIONE BEN PIU' DI PRIMA ... proprio un grande affare!!!!!