Speranza: "Il Pd non sia megafono di Palazzo Chigi"

Area Riformista e Sinistra Dem, le due "anime" della sinistra Pd, provano a rilanciare il Pd. Speranza: "Il Pd non può essere megafono del governo"

"Il Pd è la più grande speranza per il Paese, ma non possiamo nasconderci che ci sono cose che non vanno e non vorrei che a forza di evocare i gufi diventiamo struzzi e non capiamo più cosa sta avvenendo". Roberto Speranza ha aperto i lavori della giornata di confronto tra la sua corrente, Area Riformista, e quella di Gianni Cuperlo, Sinistra dem con un forte attacco al premier Matteo Renzi su tutti i fronti.

"Non dobbiamo - ha spiegato l'ex capogruppo alla Camera - avere paura delle idee forti e dei nostri valori di appartenenza e non dobbiamo avere paura della parola sinistra. Matteo sbagli, se sei tu che parli male della sinistra seghi l'albero su cui sei seduto e prima o poi vincerà la destra". E ancora: "Il Pd deve cambiare rotta, perchè c'è un pezzo della nostra gente che non si fida più e rischia di voltarci le spalle, c'è un pezzo del Paese che non si fida più del Pd" anche perché "non può isolarsi o pensare ad una autosufficienza che i numeri dicono impossibile". “Il Pd che vogliamo ricostruisce il centrosinistra, quello che il Pd ha raso al suolo in questo ultimo periodo", dice Speranza parlando ad una platea dove sono presenti anche gli ex segretari Pier Luigi Bersani, Guglielmo Epifani e molti altri esponenti della minoranza Pd e rivolgendo lo sguardo ai prossimi appuntamenti elettorali. "L'anno prossimo - dice Speranza - si vota in tante città importanti, pensiamo di vincere a petto in fuori noi soli contro tutti? Serve il Pd del dialogo, dell'ascolto. Non basta immaginare un capo e poi una moltitudine. Serve un lavoro di ascolto perché indebolire le forze intermedia non aiuta a governare: se asfalti questi mondi alimenti una cultura di destra. Basta toni ultimativi". Da qui la richiesta di modificare l'Italicum, così come richiesto anche dal politologo che l'ha pensata, Roberto D'Alimonte: "Noi l'avevamo detto, io per questo mi sono dimesso da capogruppo alla Camera. Questa legge elettorale sbagliata è un errore gravissimo, può provocare un vero e proprio disastro. Chiediamo di ripensarci per l'Italia. Ma se la legge elettorale resta questa, la riforma costituzionale così com'è non va, è indispensabile cambiarla". E poi una arriva la bocciatura su tutta linea del governo, dal Jobs Act alla rforma della scuola, e un avviso: "Non si può abusare all'infinito del nostro senso di responsabilità".

“Il Pd non può essere solo il megafono di Palazzo Chigi" e "se il Partito della nazione è un soggetto indistinto in cui stanno dentro tutto e il contrario, se questa è l'idea noi saremo contro", ha detto Speranza che probabilmente è ancora scottato da quella cinquantina di esponenti della minoranza che non lo hanno seguito nella sua battaglia contro l'Italicum e che di recente hanno fondato la corrente "Sinistra è cambiamento". "In Parlamento - ha attaccato l'ex capogruppo - negli ultimi mesi abbiamo visto aumentare il numero dei renziani, molto meno che fuori dal Parlamento... Ora ci sono i renziani della prima ora, della seconda ora e dell'ultima ora: rispetto tutti, ma qui c'è la nostra coerenza e la nostra dignità. Non bastano più, abbiamo bisogno però di fare un salto di qualità". "Toccherà a noi - ha concluso Speranza che evidentemente già si vede come il principale sfidante di Renzi al prossimo Congresso del Pd - assieme a Cuperlo dare delle risposte e ripartire da una visione, da un progetto e soprattutto dal mettere al centro i territori: è questa la sfida dei prossimi mesi. Abbiamo bisogno di far capire all'esterno che il Pd non è solo Matteo Renzi", per farlo "superiamo limiti e errori. Ripartiamo insieme da una visione, progettualità, merito, dai territori. È la sfida dei prossimi mesi che si può vincere".

Commenti
Ritratto di .renzie2...

.renzie2...

Sab, 27/06/2015 - 13:32

partito DEMM due anime, un unico pezzo

vince50

Sab, 27/06/2015 - 15:52

E pensare che c'è ancora gente in giro che pensa che i sinistrati possano sparire,non cambieremo mai viviamo di favole.

OttavioM.

Sab, 27/06/2015 - 16:24

Mamma mia se questo è l'anti-Renzi.....

roliboni258

Sab, 27/06/2015 - 17:18

bevi meno

Ritratto di echowindy

echowindy

Sab, 27/06/2015 - 18:41

SINISTROIDI: ABBIATE FINALMENTE IL CORAGGIO DI CHIUDERE I BATTENTI CON UN FUNERALE DIGNITOSO… E TUTTI A CASA!!!… NON SIETE PIU’ CREDIBILI! SECONDO L’ETICA KOMUNISTA, LA CULLA DELLE VIRTU’ MORALI DEL SOCIALISMO ITALIANO, SI BASAVA SULLA RIGIDA PREVENZIONE DELLA PRATICA INDISCRIMINATA DI OCCULTE PASSIONI DI PROVATA CRIMINALITA’.

nonna.mi

Sab, 27/06/2015 - 19:29

Certamente sono una persona poco adatta a dare un consiglio a Speranza, ma dato che, forse ,potrei essere sua nonna,mi permetto di suggerirgli che se per contrastare Matteo Renzi pensa di fare una bella ammucchiata con Bersani,Cuperlo e magari anche Vendola,credo che sbaglierebbe molto anzi moltissimo. Myriam

Ritratto di echowindy

echowindy

Sab, 27/06/2015 - 23:57

...MA QUALE SPERANZA SE NON QUELLA DI PREPARARE UN FUNERALE DIGNITOSO AL MORIBONDO PD … E TUTTI A CASA!

Duka

Dom, 28/06/2015 - 07:46

Per la serie de: " IL SEGGIOLONE E MIO E NON LO MOLLO "

Ritratto di echowindy

echowindy

Dom, 28/06/2015 - 09:00

NON SIETE PIU’ CREDIBILI! ABBIATE IL CORAGGIO DI CHIUDERE I BATTENTI DEL PARTITO PD CON UN FUNERALE DIGNITOSO... E TORNATE TUTTI IN FABBRICA A PRODURE RICCHEZZA.

Gioa

Dom, 28/06/2015 - 09:15

un giorno anti renti il giorno dopo con renzi.......VERGOGNATI SIGNOR SPERANZA CON SALSINA AL SEGUITO....NAPOLITANO ANCORA ALLUNGA LE SALSE?..ALL'ULTIMA INTERVISTA PRIMA DI ANDARESENE ALLA GIORNALISTA DISSE:...LASCIO PERCHE' SONO MOLTO STANCO..SIGNOR RE GIORGIO FORTUNA CHE ERI MOLTO STANCO!!. ANCHE NOI ITALINAI VORREMO ARRIVARE A 93ANNI MENO STANCHI DI TE..PER L'ALLUNGO SALSE SIGNOR RE GIORGIO LA STANCHEZZA TI E' PASSATA!!...(V. RENZI).

beowulfagate

Dom, 28/06/2015 - 09:51

Con quella faccia può avere una speranza sola.

Anonimo (non verificato)

jeanlage

Dom, 28/06/2015 - 12:41

Renzi ritrova la Speranza. Nel frattempo, ha perso la Vergogna.

scipione

Dom, 28/06/2015 - 12:43

Speranza e compagni non hanno ancora capito che il Komunismo e' morto.Renzi cerca di intrufolarsi al centro ma Berlusconi gli fara' un cxxo quanto il colosseo.

scipione

Dom, 28/06/2015 - 12:44

Speranza e compagni non hanno capito che il comunismo e' morto e sepolto.

mifra77

Dom, 28/06/2015 - 12:45

E dopo aver votato tutte le porcate di Renzi ed del suo governo; dopo aver difeso Marino-sindaco; Deluca presidente della Campania e ciliegina sulla torta, Mattarella taglianastri della Repubblica, Speranza si sveglia e con tono altero, mette paura alla sinistra. Stanno tremando tutti!

scipione

Dom, 28/06/2015 - 12:49

La " Speranza " e' dura a morire.