Spread e Borse agitano governo. Giorgetti: "Vietare vendita allo scoperto"

Tria preoccupato, Di Maio e Salvini tirano dritto

Lo spread ruggisce alla vigilia del giudizio Ue sulla manovra italiana. Con il progetto di bilancio che si avvia a essere bocciato, il differenziale tra Btp e Bund tedesco vola in mattinata fino a 336 punti base, attestandosi ai massimi dall'aprile del 2013. Poi ripiega, ma a fine seduta resta comunque su livelli di guardia. La chiusura è a 326 punti base, con il decennale italiano al 3,61%. "Ovviamente sono preoccupato" per lo spread oltre 300 punti base, ammette il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, a margine di un evento a Montecitorio. In effetti lo spread comincia a dispiegare i primi effetti, aumentando i costi dei prestiti per famiglie e imprese. L'Abi avverte nel suo bollettino mensile che i tassi di interesse sulle nuove erogazioni salgono in ottobre, perché "risentono dell'aumento dello spread nei rendimenti dei titoli sovrani".

Intanto i vicepremier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, si dicono certi che la situazione migliorerà. "Lo spread non può che scendere e sono convinto che così sarà, a meno che non ci sia qualcuno che giochi alla speculazione", dichiara il ministro dell'Interno, mentre il responsabile dello Sviluppo economicio e del Lavoro gli fa eco: "Siamo fiduciosi che dopo la decisione della Commissione europea lo spread scenderà".

Il sottosegretario Giancarlo Giorgetti invece a margine di un convegno nella sede del Corriere dello Sport a Roma ha dichiarato: "Lo spread a 326 punti? Speriamo che si vieti finalmente la vendita allo scoperto anche in Italia".

Commenti

ESILIATO

Mar, 20/11/2018 - 21:29

NO SHORTS NAKED.........

Luigi Farinelli

Mar, 20/11/2018 - 21:46

Non è bastato quello che ha fatto quel delinquente di Soros nel 92? Ma un Paese deve sottostare all'azione di criminali travestiti da "filantropi" che si arricchiscono speculando al ribasso, sguinzagliati da farabutti al vertice delle istituzioni europee che non tollerano ribellioni al loro nefasto regime totalitario?

rokko

Mar, 20/11/2018 - 22:09

Questi sono una massa di incompetenti messi lì a cazzeggiare. Cosa c'entra la vendita allo scoperto con lo spread dio solo può saperlo, forse Giorgetti avrà estrapolato questo rimedio dalle frasi dei baci perugina.

Guido123

Mar, 20/11/2018 - 22:23

short e leva, VIETARE TUTTO!

jenablindata

Mar, 20/11/2018 - 22:57

x rocco: non esiste solo lo spread. vendendo allo scoperto si esasperano i movimenti azionari,con gente che specula vendendo ciò che non possiede: con il risultato che il normale saliscendi di borsa diventa una scala seghettata (in salita o in discesa) con salite faticose a passo di formica,e crolli subitanei tipo lancio senza paracadute... cosa che fa felice gente come soros,buffet e altri pescecani della finanza che ci mangiano sopra, e nel contempo squarta tutti gli altri,sui denti della sega. e tutti gli altri... sono in massima parte parco buoi, come noi piccoli risparmiatori. ...e poi,quando ci sono momenti di crisi, l'eccesso di avidità e di paura uniti allo short naked causano una eccessiva perdita di valore azionario di tutto il listino,con società altrimenti solide e redditizie che a quotazione a sconto diventano facili prede di scalate ostili. SEGUE________________________

killkoms

Mar, 20/11/2018 - 23:35

dovevano vietarlo da subito!

papik40

Mer, 21/11/2018 - 05:05

Bastava fare una manovra sensata e non per farsi buttar fuori dall'UE! Ma Salvni con i suoi compari economici Siri, Pagliai e Borghi non avevano detto che se ne fregano dello spread? Vedremo! Siamo solo all'inizio! Caro Salvini quando non si capisce nulla di economia e finanza non bisogna mai lasciarsi abbagliare dagli incantatori di serpenti!

papik40

Mer, 21/11/2018 - 05:06

Di Maio tira diritto perche' e' nel suo DNA non capire nulla di qualsiasi argomento si tratti!

Popi46

Mer, 21/11/2018 - 06:03

Tranquilli, i dioscuri hanno già dichiarato che dello spread se ne fregano.... già, perché non ne conoscono il significato. Ditemi un po’, chi di voi,entrando in un negozio, ne uscirebbe soddisfatto per avere acquistato un “pacco”? E infatti i nostri BTP non se li è presi nessuno, manco gli italiani, considerati i furbi per eccellenza

Lucmar

Mer, 21/11/2018 - 06:15

E ve ne accorgete adesso di vietare le vendite allo scoperto? Non è che sia un po' tardi...

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 21/11/2018 - 08:11

Strano mondo quello della finanza. Nel passato tutti potevano vendere allo scoperto. Sono state vietate ai privati perché operazioni contrarie alle finalità delle Borse Valori. Queste devono essere l'approdo di fondi per gli investimenti e non per schifose speculazioni. Ma ancor peggio, sono state lasciate per banche e finanziarie. Monopoliste nel decimare il parco buoi, cioè i privati. Ma che bravi furono quei legislatori. @rokko: guardi che se uno vende qualche cosa che non possiede e poi spinge lo spread al rialzo artificiosamente, può benissimo riacquistare lo stesso bene speculando sulla differenza di prezzo. Forse è lei che s'ispira ai foglietti dei baci perugina. Auguri caro.

rrobytopyy

Mer, 21/11/2018 - 08:32

vendita allo scoperto o meglio short selling. Prego vedere il significato su wikipedia. Forse non tutti sanno (Giorgetti ???!!!) che non è in realtà una vendita senza possesso materiale, si tratta di prenderli a prestito da altri che li hanno in portafoglio. Certamente quest'ultimi non li avrebbero certamente venduti, in tal modo ricavano una commissione pur non rischiando nulla.

Happy1937

Mer, 21/11/2018 - 08:43

Luigi Farinelli: gli speculatori fanno quattrini sfruttando le occasioni che certi incompetenti disgraziati offrono loro su un piatto d'argento.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 21/11/2018 - 08:49

e da mò che lo vado predicando...avete mai visto nei giochi d'azzardo es poker che per vedere, sul piatto metti la parola al posto dei piccioli,minimo ti gonfiano come una zampogna,in borsa,grazie ai delinquenti ,si può fare..

nerinaneri

Mer, 21/11/2018 - 09:49

...vietare la finanza, poi vietare il denaro...

rokko

Mer, 21/11/2018 - 20:01

La vendita allo scoperto non è una vendita di qualcosa che non si possiede, vietarla è inutile

rokko

Mer, 21/11/2018 - 22:12

Anna 17, io sono qui a sua disposizione, tutt'orecchi e ben vispo. Ho anche preso una tazza di caffè. Se riesce a spiegarmi con argomentazioni di merito perché lo spread, in trend rialzistico lento ma prolungato, possa dipendere dalle vendite allo scoperto, farò pubblica ammenda. Diversamente, la mia teoria dei baci perugina resta valida.

Guido123

Mer, 21/11/2018 - 22:56

short selling e wikipedia, un mercato tranquillo in cui uno si fa prestare dei titoli poi li vende e poi se il titolo scende, li ricompera ad un prezzo più basso cosi da restituire i titoli avuti in prestito e tenersi il giusto guadagno, oggi è andata bene possiamo adare a cena. Peccato che questi risparmiatori mettano in gioco volumi di titoli 100 volte superiore al denaro posseduto e rientrino dall'operazione dopo pochi secondi, tirano il fiato e ripetono l'operazione. A fine giornata con poco capitale posseduto hanno fatto volumi di mercato elevatissimi e si sono portati via solo il mio titolo (se ci sono cascato) che è la mia perdita ed il loro guadagno. In realtà sono supercomputer che fanno queste cose. Basterebbe staccargli la corrente...ogni tanto.