Stanziati 30 milioni di euro per aiutare 30mila persone

Varato un pacchetto del governo per l'emergenza neve e terremoto: priorità per case, imprese e allevamenti

Prolungato lo stato di emergenza dichiarato ad agosto scorso dal governo di Matteo Renzi, stanziati 30 milioni di euro per i primi, urgenti interventi di soccorso, mentre si valutano nuovi stanziamenti a favore di agricoltori e allevatori, tra i più colpiti negli ultimi mesi. Questi i punti chiave delle misure varate dal Consiglio dei ministri di ieri in risposta al letale combinato disposto di scosse telluriche e maltempo che mercoledì scorso ha messo ancora una volta in ginocchio il Centro-Italia. La discussione sugli effetti del sisma e del gelo e sugli strumenti per affrontarli ha occupato buona parte dell'ora e mezza di riunione, interrotta una ventina di minuti dopo l'inizio dei lavori da una buona notizia: quella del ritrovamento dei primi superstiti dalla trappola di ghiaccio in cui la slavina di mercoledì pomeriggio ha trasformato il resort hotel Rigopiano, in provincia di Pescara.

Quando i vigili del fuoco hanno rintracciato ancora vive le prime sei persone bloccate nella struttura, intorno alle 11,40, la notizia è stata data in diretta al primo ministro Paolo Gentiloni, che l'ha accolta «con gioia», informando subito il resto dell'esecutivo. Polemico, invece, prima dell'inizio del Consiglio dei ministri il titolare del ministero dei Trasporti, che si è schierato con la Protezione civile difendendola dagli attacchi degli ultimi giorni. Incassata la buona novella dall'hotel Rigopiano, il governo è tornato a occuparsi del pacchetto di decisioni sull'emergenza sisma-meteo assunte dal governo. «In conseguenza degli eventi sismici dello scorso 18 gennaio e degli eccezionali fenomeni meteorologici che nella seconda decade di gennaio hanno colpito i territori di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria», spiega una nota del Cdm, «il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Gentiloni, ha deliberato l'estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottata con la delibera del 25 agosto 2016 e autorizzato un ulteriore, primo stanziamento, di 30 milioni di euro destinato a far fronte esclusivamente ai primi urgenti interventi di soccorso legati alla fase di emergenza». E questi 30 milioni (che considerando almeno il numero degli sfollati stimato in autunno dopo la seconda ondata di scosse - all'inizio di novembre erano 30mila - equivalgono a circa mille euro a testa) verrano pescati dalle disponibilità del Fondo per le emergenze nazionali, spiega la nota di Palazzo Chigi.

Aggiungendo che il Consiglio dei ministri ha poi «analizzato le gravi conseguenze che gli stessi eventi sismici e meteorologici stanno determinando nel settore agricolo e in quello zootecnico», decidendo di conseguenza che «a sostegno» dei due settori «verranno disposti con la massima urgenza appositi interventi». Già al lavoro sul punto il titolare dell'Agricoltura, Maurizio Martina. Lunedì sarà a Bruxelles per incontrarsi con il Commissario Ue all'Agricoltura Phil Hogan e illustrargli il piano per rafforzare gli aiuti diretti agli allevatori e agli agricoltori colpiti, puntando a «dare massima liquidità immediata alle imprese attraverso il pagamento dei fondi europei dello sviluppo rurale, e sostenerle in tutte le iniziative per la salvaguardia e lo sviluppo delle loro attività fondamentali per il rilancio dei territori colpiti». Ieri, invece, Martina ha coordinato a Teramo una riunione con l'assessore all'Agricoltura abruzzese e le associazioni di categoria. Tra gli strumenti da adottare proposti nell'incontro, l'aumento a 35 milioni di euro del budget già stanziato sulla misura che punta a coprire il mancato reddito degli allevatori, misura che andrebbe poi estesa ai comuni colpiti dalle ultime scosse.

Commenti

rosalba cioli

Sab, 21/01/2017 - 09:42

mi viene un dubbio, non saranno forse quei 28 mil. bloccati in attesa di non so che cosa provenienti dagli sms?

unosolo

Sab, 21/01/2017 - 10:32

la riunione è servita per prima cosa per sbloccare l'aereo , poi il resto che è finito nelle stampe cioè i 30 ml , bruscolini confronto all'aereo , che governo , assente nelle emergenze presente nelle regalie a loro favore , pronto l'aereo per fare le gite programmate chiamandole missioni , forse per questo che l'ex PCM è andato da Scarpia nel Qatar dall'emiro , ancora a spese nostre ? chissà se paga il PD o ce lo addebitano alla PCM visto che il sottosegretario potrebbe farlo figurare come missione per conto di,,,,,

unosolo

Sab, 21/01/2017 - 10:36

come come , solo 30 milioni mentre per i profughi 87 milioni ? ecco quanto valgono le nostre produzioni , governo ladro che pensa solo a riempire di denaro le coop,., ladri al potere e si dichiarano komunisti ? mai nessun governo fece tanti danni e ritardi nelle emergenze .,

flip

Sab, 21/01/2017 - 10:43

beh! il governo(?) quale? si è sprecato tutto!. 1000 euro a testa è una grossa cifra. e che ci fai con 30 milioni come "primo" intervento?. la metà se li li pappano i "capoccia"! ed il resto.... chi vivrà vedrà. I soldi, invece di darli ai ladroni bancarottieri delle banche, usateli per i poveracci che non hanno più niente. .

Cheyenne

Sab, 21/01/2017 - 10:47

SE NE ARRIVANO DUE BISOGNA RINGRAZIARE IL CIELO

Duka

Sab, 21/01/2017 - 11:03

SI MA NON DICE DOVE LI PRENDE. NON E' CAMBIATO ASSOLUTAMENTE NULLA IL NUOVO E' LA FOTOCOPIA DEL PRECEDENTE: un buffone totalmente incapace.

pier1960

Sab, 21/01/2017 - 11:17

perchè tutti quanti voi (1000 pelandroni incapaci se non peggio) non fate una cosa strabiliante e rinunciate ad un mese di compensi devolvendoli ai terremotati? oppure come premio straordinario a quegli eroi che hanno marciato di notte per arrivare a salvare delle persone?

pier1960

Sab, 21/01/2017 - 11:18

per i clandestini (basta chiamarli profughi: da cosa??????) oltre 4 miliardi per il 2017, ma non basteranno....clero e casta...mandiamoli a casa

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 21/01/2017 - 11:51

Non servivano, bastava sbloccare i denari sborsati e donati dagli italiani, che ancora sembra non siano stati impiegati. Colpa alla burocrazia? Siete foi che la fate.

compitese

Sab, 21/01/2017 - 12:19

E pensare che per i clandestini spendono 1.ooo € al mese!

leo_polemico

Sab, 21/01/2017 - 12:36

Solo alla fine dell'articolo viene citato il risultato di una semplice divisione: 30 milioni stanziati diviso 30 mila, numero dei cittadini coinvolti, da come risulato mille euro ciascuno. E' meno di quanto spendiamo OGNI MESE per CIASCUN clandestino assistito. Un solo commento gentilissimo: vergognatevi! e poi vi lamentate che i cittadini sono arrabbiati!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 21/01/2017 - 12:53

Ovviamente telepilotati da vasco verso le coop.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 21/01/2017 - 13:11

30 milioni per i Terremotati e come leggiamo in altro articolo 87 per i FINTIPROFUGHI!!! Chi avesse ancora qualche dubbio sul fatto evidente che questo S/governo è CONTRO gli Italiani ora se lo levi dalla testa. AMEN.

swiller

Sab, 21/01/2017 - 13:25

Gentiloni lei è un criminale 20 miliardi alle banche e 300 milioni si terremotati si vergogni fa schifo.

unosolo

Sab, 21/01/2017 - 15:28

ma quei 4 mliardi presi da subito ad agosto con i nostri SMS ? vuoi vedere che i soldi presi sono quelli centellinati a milioni per nascondere perdite ? pria 28 milioni , poi 30 milioni ma per arrivare ai 4 miliardi e passa troppi ne mancano o forse sono finiti nel bilancio del 2016 camuffando i conti ? da questi comunisti tutto è possibile , sono coperti in tutto ,basta vedere con quale facilità fu preso quel cadavere d'aereo , spending review del cavolo , ladri comunisti,.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 21/01/2017 - 15:57

Lo sciacallaggio è l’antagonista della solidarietà, il suo esatto contrario. Ambedue stanno sulla vittima, lo sciacallaggio per mangiarsela, per divorarla — come fa la iena — e la solidarietà per confortarla, rianimarla e curarla. Ma in Italia, dove tutto è raffinato, scatta pure automatico lo sciacallaggio sulla solidarietà, la cui onestà è sempre messa in dubbio, come sta avvenendo in queste ore confuse, con l’idea che, gratta gratta, dietro ogni raccolta di fondi c’è una banda Bassotti, e anche gli sms sono controllati da Al Capone. Voi siete sciacalli.

unosolo

Dom, 22/01/2017 - 10:49

i fatti dimostrano che riflessiva parla dei suoi amici non del CDX ,