Lo Stato licenzia, ma solo pecore e porci

Con grave turbamento ho appreso ieri che è stata licenziata la Pecora di Stato

Con grave turbamento ho appreso ieri che è stata licenziata la Pecora di Stato. Non si tratta, come potete pensare, di un dipendente pubblico conformista e gregario, di limitata intelligenza, che si lascia condurre dal dirigente pastore e si lascia intimorire dal lupo sindacale, ma di un ovino vero. Anzi di ben mille pecore che vivono a spese dello Stato e brucano erba del comparto pubblico.

C'è perfino il Porco di Stato, che non è un dipendente corrotto e ingordo, poco attento all'igiene, e benché sia della cinta senese, non c'entra col Monte dei Paschi. È un suino vero, in carne e setole. Con loro ci sono anche centinaia di cavalli, cinghiali e perfino daini e cervi. Che ci fanno nel settore pubblico, hanno superato un regolare concorso o lo Stato è davvero l'arca di Noè che imbarca pecore e porci? No, fanno parte del patrimonio del Corpo forestale che per risparmiare, sta tagliando immobili, veicoli e animali. Se vi sorprende sapere che lo Stato vende pecore e porci, io mi sorprendo invece a sapere che lo Stato ha mantenuto finora migliaia di capi di bestiame (chi si pappava poi la loro carne?). Sembra la fattoria degli animali di Orwell, col suo Stato-incubo. 

Immagino ora l'angoscia della pecora dopo una vita da statale a dover affrontare i lupi del libero mercato. E così il maiale in balia degli appetiti privati, giacché chi se lo accaparrerà non penserà mica di adottarlo e mantenerlo agli studi. Si sentiranno anche loro vittime della spending review d'Europa e fonderanno il Movimento 5 stalle.

Commenti
Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 28/10/2014 - 16:35

Quale coincidenza! Poche ore fa, ieri sera alle 23 mi son visto Banditi ad Orgosolo, su RaiStoria. Uno dei film più angosciosi della mia vita. Le pecore ed i porci erano i protagonisti principali, insieme allo 'Stato'. Chi voglia comprendere la natura profonda dell'indigeno Sardo non può perdersi questo film. -ripr.ris.- 16,34 - 28.10.2014

sphinx

Mar, 28/10/2014 - 16:40

Fonderanno il Movimento 5 Stalle e saranno in buona compagnia al parlamento(volutamente con la "m" piccola).

rickard

Mar, 28/10/2014 - 17:13

Grande film 'Banditi ad Orgosolo'. Se gli italiani avessero un briciolo del coraggio dei sardi, saremmo la prima potenza economica della galassia intera.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 28/10/2014 - 17:59

a proposito di sardi ho visto cinghiali abbandonare l'asinara a nuoto verso l'isola di wuella là che non si nomina o mi si da del meschino. i cinghiali affamati avvicinano le barche nuotando ed elemosinano cibo sulle spiagge secche di quell'arida isola un di abitata da conigli consangunei storpi...e le mucche dall'asinara le hanno spostate perché si buttavano sotto le macchine degli escursionisti. chi vuoi che le compri quelle bestie? verranno abbandonate e si mangeranno tra loro

Ritratto di Dario Maggiulli

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 28/10/2014 - 18:35

Sì, Marcello, parlane. Raccontaci della Sardegna, altro territorio struggente, per la sua innocenza, per la sua magnificenza umana, per il suo 'olocausto di sè'. -ripr.ris.- 18,18 - 28.10.2014

coriandola

Mer, 29/10/2014 - 08:10

TZILIGHELTA, stento ancora a crederci: ma dobbiamo riconoscerlo, l'antitaliano sputante è pieno di sorprese. Leggi queste recentissime: “Sab, 25/10/2014 - 17:18 - Non disperiamo,fin che c'è Berlusconi c'è speranza. Dom, 26/10/2014 - 09:47-Non sorprende che ancora ci sia qualcuno in italia convinto che berlusconi ci salverà. Del resto esistono anche persone che assicurano di aver visto la madonna” Campione mondiale del salto umorale o dello sbalzo depressivo bipolare? Un tuo parere? Presentiamolo a Silvio, dicono che non butti via mai niente.

Gianni Cinarelli

Mer, 29/10/2014 - 08:23

Le volpi e i serpenti invece lo stato se li tiene. Questa specie dai parchi pubblici (e privati)continuano a restarci... In Sardegna poi -altro che coraggio e potenza galassica-si salva, anche l'emblema dell'isola -questo si- il somaro sardagnolo. La signora Murgia intanto osserva e se la ride.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 29/10/2014 - 11:26

Guardi, Veneziani, che il movimento cinque stalle c'è già. Si tratta sostanzialmente di un'associazione di asini che amano, però, ca...eggiare con il computer: in questo sono bravissimi. Ma sempre di asini si tratta. Non chieda loro di esprimere un pensiero su qualsiasi argomento, ma se gli si chiede cos'è uno streaming...

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 29/10/2014 - 11:51

Quanto è triste riscontrare una certa atrofia neuronica in molti audaci interventi, che non sanno guardare al di là della punta del proprio naso. La popolazione ovina 'esodata' dallo Stato viene in tal modo rimpiazzata da una crescente ripascimento bipede. Capiamo così, meglio, perché Vittorio Sgarbi si affanna a gridare - capra, capra, capra. - ripr.ris.- 11,51 - 29.10.2014

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 29/10/2014 - 12:09

se i maiali formeranno il movimento 5 stalle e si costituiranno in partito, avranno un effetto positivo: porteranno un po' di pulizia nella politica

Mechwarrior

Mer, 29/10/2014 - 13:12

io li voto!!!! forza 5 stalle!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di deliziosagrc

deliziosagrc

Mer, 29/10/2014 - 14:32

Davvero sconsolante che nessuno dei commenti colga il vero significato e ragioni di questo articolo! Nessuno si indigna, nessuno si stupisce e neanche si rende conto che viviamo in uno stato onnivoro e pervasivo in deficit cronico che si occupa di tutto e finanzia tutto (con i soldi altrui), tranne quello quello che dovrebbe finanziare di cui non si dovrebbe occupare.Viviamo nel socialismo realizzato e nessuno se ne accorge. La cultura liberale sempre minoritaria in questo paese comu-social-cattolico è defunta definitvamente!!!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 29/10/2014 - 15:32

@deliziosagrc (14:32) Non essere così catastrofico. Qualcuno se n'è accorto: io, per esempio, e non da adesso. In ogni caso hai ragione. La gran parte delle persone non legge i giornali e non capisce. Una parte molto piccola li legge e non capisce cosa c'è scritto. Se riesce a capire qualcosa è in modo vago, ma non riuscendo ad elaborare e riconoscere le menzogne ripete a pappagallo ciò che ha letto, fingendo di sapere. Il loro problema è che non sanno distinguere fra le idee e le ideologie, che radicano dove non ci sono idee e producono il fanatismo.

geronimo1

Mer, 29/10/2014 - 18:49

Bisogna tenersi il maiale che viene sempre bene, e liberarsi dei serpenti (ve ne sono veramente tantissimi....!!!!). La pecora viene bene anche lei, al limite anche nei momenti piu' teneri....bisogna liberarsi delle arpie (anche di quelle ve ne sono troppeeeee !!!!)

Joe Larius

Gio, 30/10/2014 - 11:55

Chissà perchè mi è venuto subito in mente che di stalle ne occorrono solo tre. Visti il tipo di frequenza e l'uso che ne viene fatto, adatte allo scopo ce ne sarebbero due già disponibili.