Lo Stato stanga la sicurezza "fai da te". Multati i Comuni che installano telecamere

Sanzioni dal prefetto per i sindaci che si dotano di sistemi di sorveglianza

Roma - Nell'Italia dei campanili, quella più alta è sempre la torre del paradosso. Solo da noi, infatti, possiamo assistere al poco comprensibile «spettacolo» di una prefettura che commina multe e sanzioni ai Comuni che per difendere la tranquillità dei propri cittadini decide di investire le scarse risorse a disposizione per installare sistemi di videosorveglianza. Con una nota del 16 febbraio scorso, infatti, il Ministero dello Sviluppo economico, tramite il suo Ispettorato territoriale di Pordenone, ha fatto sapere alla prefettura del capoluogo friulano «di aver rilevato presso le Amministrazioni comunali ripetute problematiche conseguenti la carenza dei necessari dati informativi relativi agli obblighi di legge previsti per l'installazione ed esercizio di reti e servizi di comunicazione elettronica». La citazione è presa da una circolare che gli uffici della prefettura di Pordenone hanno inviato il 6 marzo a tutte le amministrazioni comunali della provincia. Lo scopo è quello di chiarire che a disciplinare i sistemi di videosorveglianza ci pensa il Decreto legislativo 259 dell'agosto del 2003 (ovvero il cosiddetto Codice delle Comunicazioni elettroniche). Fatto questo che fa ricadere le stesse telecamere a circuito chiuso nei sistemi di informazione. E quindi chi li installa, che si tratti di un privato o di un'amministrazione locale poco importa, è tenuto a corrispondere un canone al Mise (il già citato Ministero per lo sviluppo economico). Da qui la facile deduzione che senza quel canone si rischia un'ammenda. D'altronde, spiega Stefano Manzelli direttore della rivista on line poliziamunicipale.it, «molti di quegli amministratori non immaginavano nemmeno che un sistema di telecamere a circuito chiuso fosse paragonato a un sistema aperto di trasmissioni radio». La violazione di queste norme, insomma, sarebbe avvenuta in buonafede. Resta però il fatto che senza quel canone scatta la sanzione e si rende più faticosa la gestione del territorio di competenza. E questo contraddice - fa notare lo stesso Manzelli - lo stesso spirito del decreto legge 14 del 2017 che aumenta lo spettro delle competenze in materia di sicurezza. «Ora i sindaci hanno ricevuto ulteriori poteri di ordinanza su questioni di ordine pubblico e sicurezza, per migliorare il controllo e la qualità della vita delle aree più a rischio. Eppure, se non pagano il canone di questi sistemi di videosorveglianza, rischiano le sanzioni». Un sistema per evitare il peggio sarebbe quello di affidare questi sistemi di videosorveglianza direttamente allo Stato, attraverso le forze dell'ordine. Gli unici soggetti, infatti, esentati dal pagare il canone. L'iter, però è lungo e farraginoso, spiega Manzelli, e non sempre le amministrazioni locali hanno la possibilità di ricorrere a questo escamotage. Resta il fatto che se un Comune si pone anche solo l'obiettivo di regolare l'accesso ad aree a traffico limitato per le auto, deve sottostare alle regole imposte dal Codice delle Comunicazioni Elettroniche con tanto di canoni da sborsare.

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Ven, 10/03/2017 - 08:43

Dimostrazione che la stupidità a

giovanni PERINCIOLO

Ven, 10/03/2017 - 08:44

Dimostrazione che la stupidità non ha limiti e che la stupidità al potere premia i primi della classe!

Ritratto di nando49

nando49

Ven, 10/03/2017 - 08:44

Quando i politici parlano di sicurezza poi nei fatti è un'altra storia. La burocrazia con le sue norme e balzelli sta affossando questo paese mettendolo in mano alla delinquenza di varie specie.

routier

Ven, 10/03/2017 - 08:48

Fatti salvi gli obblighi burocratici, ben vengano le telecamere nei luoghi pubblici. Chiunque si comporti in maniera civile non ha nulla da nascondere. I politici "chiacchierati" (e sono tanti) che si preoccupano, ne prendano atto e si comportino di conseguenza.

umberto nordio

Ven, 10/03/2017 - 08:52

Siamo "governati" da uno stuolo di deficienti!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 10/03/2017 - 09:18

Per me incomprensibile.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 10/03/2017 - 09:42

Giustamente la "longa manus" dello sgoverno italiota,cioè i prefetti,seve intervenire con pugno di ferro(ah già si sono fregati anche quello)..duro,non si può tentare di bloccare il lavoro di tanti, diversamente onesti, lavoratori che accorrono anche da altri lidi per pagarvi le pensioni!ACCHHH SOOOO!!!

onurb

Ven, 10/03/2017 - 09:49

Qualcuno mi può chiarire un dubbio che mi è sorto nel leggere l'articolo? Se metto una decina di persone a controllare a vista un edificio o un luogo circoscritto, devo pagare il canone al Mise? In fondo, sempre di un sistema ottico di sorveglianza si tratta. Siamo un paese di emme, non ne verremo mai fuori.

rmazzol

Ven, 10/03/2017 - 09:58

"""canone al Mise per i sistemi di videosorveglianza""" la politica non sa come "spillare" soldi ai cittadini!!!

carpa1

Ven, 10/03/2017 - 10:07

Semplicemente DEMENZIALE. Altra tassa a carico dei contribuenti perchè, se il comune deve pagare un canone allo stato, dove prende i soldi? Dai cittadini ovviamente, quindi altro balzello che, come al solito, non aggiunge alcun valore alla sicurezza che il sistema di rilevazione dovrebbe garantire ma va semplicemente ad aggiungersi all'ABBASSAMENTO DELLE TASSE OPERATO DALLA SX. Tutto serve ad aumentare la burocrazia e, con questa, le spese per mantenere una pletora di fancazzisti, inutili e dannosi, nella PA.

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 10/03/2017 - 10:08

giusto, intralciano il prezioso lavoro della delinquenza

Max Devilman

Ven, 10/03/2017 - 10:20

Evidentemente questi comuni non si sono rivolti a FORNITORI AMICI DEL GOVERNO, mentre sulle telecamere autovelox tutto ok (hanno deciso i giudici amici). Quando il governo non riesce a fare qualcosa, si accorda con la magistratura amica per bypassare la democrazia, vedi autovelox, adozioni gay, di quello che pensa la gente al governo PD non frega assolutamente nulla e si comporta peggio di una dittatura sudamericana (con tutto il rispetto per le dittature sudamericane, molto migliori di noi su molti aspetti).

fft

Ven, 10/03/2017 - 10:24

solito titolo fuorviante. Complimenti per il vostro lavoro

Reziario

Ven, 10/03/2017 - 10:29

Mi è stato riferito di aziende e locali pubblici che sono stati sanzionati per cavilli e burocrazie sulle telecamere. Si parla di sanzioni dai 7.000 ai 20.000 euro. P es. in attesa dell'autorizzazione, la telecamera non deve neppure essere montata, non solo scollegata. Così, si sanziona chi deve proteggere la sua sicurezza, e chi delinque davvero, ha la vita più facile. Uno Stato con normative e atteggiamenti sempre ambigui, doppi, incoerenti e arbitrari (ti dico che voglio favorire la sicurezza,ma poi ti sanziono appena posso, se lo fai...).

gneo58

Ven, 10/03/2017 - 10:34

hanno deciso di distruggere il paese e tutti i sistemi sono buoni - anche quelli per favorire il crimine. fino a che non ci sara' una specie di "rivoluzione francese" sara' cosi' o peggio.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 10/03/2017 - 10:51

Se volevamo un esempio della stupidità umana all'ennesima potenza eccolo servito. Oltre che un deterrente,in moltissimi casi le telecamere hanno permesso di identificare assassini,rapinatori e terroristi. Scommettiamo che i contrari sono i prefetti ROSSI? Ma quando li mandiamo definitivamente a quel paese?Non è possibile che la stupidità governi un paese.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 10/03/2017 - 11:01

@umberto nordio 8:52...che operano sul territorio,per effetto del voto e del non voto della stragrande maggioranza degli italiani(tipo @fft 10:24)

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 10/03/2017 - 11:33

@mbferno 10:51....."Non è possibile che la stupidità governi un paese"...Già,e come la mettiamo,se questi "stupidi" occupano il posto che occupano,per effetto del voto e del non voto della stragrande maggioranza degli italiani???...Questo è il punto di partenza!!!

VittorioMar

Ven, 10/03/2017 - 11:35

...QUOZIENTE INTELLETTIVO :> 0 !!

RGM

Ven, 10/03/2017 - 11:43

Il dramma italiano è che cambiando l'ordine dei fattori il risultato non cambia. Magari fosse! Ci sono delle eccellenze, ma sono eccezioni. La norma è schiuma di infinite minzioni. Sarà per un'altra vita, in un mondo dove le illusioni sono realtà.

19gig50

Ven, 10/03/2017 - 12:24

In questa assurda Nazione dove se ti difendi vieni arrestato, i dementi che gestiscono, purtroppo, le nostre vite, salvaguardando le loro con scorte e mezzi indescrivibili, puniscono i cittadini che cercano di tutelare la loro sicurezza perchè violano la privacy dei ladri.

MOSTARDELLIS

Ven, 10/03/2017 - 12:49

Sicuramente é uno scherzo.

fergo

Ven, 10/03/2017 - 12:59

itaglia, magari fosse il paese delle banane: staremmo sicuramente meglio

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 10/03/2017 - 13:49

-----io da semplice cittadino conoscevo questa legge---un'intera amministrazione comunale invece no---annnnamo beneeeeeeeee---io scioglierei coartatamente queste amministrazioni per manifesta incapacità----swag multa

ciruzzu

Ven, 10/03/2017 - 14:08

Ben fatto ,La gente non ne ha bisogno.La sicurezza la da la polizia e i carabinieri senza bisogno di queste diavolerie che spiano tutti

Ritratto di ierofante

ierofante

Ven, 10/03/2017 - 14:10

Solita norma pensata per favorire i delinquenti e sicuramente partorita dalla mente perversa di qualche onorevole sinistrato comunista. Essa è contenuta nel Decreto legislativo 259 dell'agosto del 2003 (ovvero il cosiddetto Codice delle Comunicazioni elettroniche)approvato dal governo Berlusconi, ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 10/03/2017 - 14:18

@@umberto nordio 8:52...,@mbferno 10:51...a cui si è aggiunto @elkid 13:29.....

carpa1

Ven, 10/03/2017 - 14:19

@fft. Guardi che si sta rivolgendo ad un popolo di deficienti, quindi, per favore ci spieghi lei dove l'articolo è fuorviante. Con questa estremamente concisa affermazione, infatti, si potrebbe interpretare che lei sia al corrente di come sia giusto: 1)che il comune paghi una tangente al fisco nel cercare di aumentare controllo e sicurezza sul territorio, 2)che venga aumentata la burocrazia, 3)che i cittadini paghino quest'altro inutile e dispendioso balzello (= tangente) visto che, ovunque il denaro pubblico venga sperperato, a rimetterci sono sempre i contribuenti e non certo politici e funzionari fancazzisti che da questo ne sanno sempre trarre vantaggio personale; non per nulla queste facezie costituiscono il loro principale terreno di coltura.

paviglianitum

Ven, 10/03/2017 - 15:56

ma come? gli stessi che criticano la cia perchè sorveglia tutti adesso improvvisamente diventano così desiderosi di farsi controllare? forse che forse c'è una sottilissima malafede (detta anche antiamericanismo)?

Cheyenne

Ven, 10/03/2017 - 16:07

COME SE LO STATO ESISTESSE! SI PUNISCE CHI VUOLE SALVAGUARDARE I CITTADINI

Reziario

Ven, 10/03/2017 - 17:31

@Ciruzzu: ha scritto una fesseria totale. Infatti moltissime volte, polizia e Carabinieri hanno arrestato i delinquenti grazie alle riprese delle videocamere di sorveglianza.

Vigar

Sab, 11/03/2017 - 08:05

Ancora una volta la dimostrazione di come questo paese sia ormai perduto, senza più scampo. L'imbecillità è al potere e va a braccetto con la corruzione e l'ideologia di sinistra, sempre e solo a favore di chi sta dalla parte sbagliata.