Gli stenografi della Regione Sicilia guadagnano quasi come Napolitano

I finti tagli alla Regione Siciliana

È dura la vita dello stenografo. In Sicilia praticamente un inferno. Presa dalla frenesia del risparmio, l'assemblea regionale ha messo nel mirino i suoi dipendenti, inaugurando la stagione dei tagli. Lacrime e sangue. E risate. Perché fino al 2017 i poveri (si fa per dire) scrittori tachigrafici che sulla punta delle dita veloci fanno viaggiare nel mondo il racconto delle epiche gesta dei parlamentari siculi per la prima volta guadagneranno un po' meno del presidente Napolitano.

Al capo dello Stato è riconosciuto un appannaggio annuo di 240.000 euro. Loro, che sin qui ogni anno di euro ne prendevano 235.000 (ma al lordo, per carità), dal 2015 dovranno accontentarsi di 204.000 euro, carichi di trattenute da scomputare. Ancor peggio andrà a segretari (193.000), coadiutori (148.000), tecnici (132.200) ed assistenti (tradotto dal burocratese, i commessi), ultimi della graduatoria con 122.500 euro. I più sfortunati colleghi del Senato riceveranno paghe più basse rispetto ai parigrado siciliani? Il paragone non regge. «Contrariamente a quel che avviene a Palazzo Madama, qui all'Ars non saranno riconosciute indennità fisse e incentivi di produttive. Le nostre sono cifre chiare e non esistono sotterfugi», spiega orgoglioso il deputato questore Paolo Ruggirello, tra i fautori della sofferta intesa coi sindacati. Portatori, aggiunge grato, «di un grande senso di responsabilità», esplicitato col voto favorevole alla proposta anche se i rappresentanti di coadiutori e parlamentari si sono astenuti. Manca adesso il sì del Consiglio di presidenza, già convocato per mercoledì. Sarà una decisione difficile: tagli così sanguinosi non s'erano mai visti, in Sicilia.

Annunci

Commenti
Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Dom, 05/10/2014 - 08:46

LEGA, LEGA, LEGA, 10.000.000. di volte LEGAAAAAAAA !!!

linoalo1

Dom, 05/10/2014 - 08:58

Non è vero!Se avessero la tenera età lavorativa del Vecchio,guadagnerebbero molto di più!Ed io,scemo,che ho studiato per poi diventare un impiegato qualunque,con uno stipendio ed una pensione non certo paragonabili a quelli dei suddetti!!Lino.

linoalo1

Dom, 05/10/2014 - 09:01

Adesso capite perché,ad un Concorso per un paio di posti lavoro nello Stato,si presentano in migliaia?Lino.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 05/10/2014 - 09:07

Tanto poi ci sono i coglioni al nord che pagano per ripianare i bilanci e i 10000 dipendenti.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 05/10/2014 - 09:14

Perchè, non si regala la sicilia alla libbia??? Avremmo tutto da guadagnare, anzitutto ci si potrebbe sbarazzare della maggior parte dei parlamentari e dei dirigenti, degli enti statali "CORROTTI E LADRI", secondariamente della "MAFIA", che ha reso famosi e fatto di tutti gli Italiani un mazzo di MAFIOSI.

giolio

Dom, 05/10/2014 - 09:23

Ma la Sicilia e fatta così, gli impiegati statali si sentono tutti Napolitano!!!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 05/10/2014 - 09:43

Errata corrige!! Un cesso a Capri vale PIU' di un antico palazzo nobiliare a Secondigliano: non conta 'cosa' ma 'dove'

@ollel63

Dom, 05/10/2014 - 09:44

sempre di governo di sinistrati e malaffare si tratta.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 05/10/2014 - 09:46

Un cesso a Capri vale meno di un antico palazzo nobiliare a Secondigliano: non conta 'cosa' ma 'dove'!

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 05/10/2014 - 09:55

Polentoni veneti svegliatevi,non votate per i partiti romani che di fatto sono complici di queste nefandezze. Buona domenica a tutti coloro che al momento del voto terrano in mente questi furti legalizzati.

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 05/10/2014 - 10:03

Più sono straccioni e più pretendono stipendi da nababbi. Il paradosso è che nel settore pubblico riescono ad averlo.

Trentinowalsche

Dom, 05/10/2014 - 10:06

Da quelle parti intere popolazioni considerano lo stato come una diligenza da depredare. E' gente priva del più elementare senso civico. Ogni tentativo di educazione di massa fallisce miseramente.Per noi settentrionali l'unica via di liberazione è la secessione

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 05/10/2014 - 10:40

Un pugno di cortigiani e di lecconi che tanto più conta quanto più riesce a stare vicino a quelli che contano. Adesso capite perchè l'Italia è sempre sull'orlo di una guerra civile?

ambrogione

Dom, 05/10/2014 - 10:51

E poi ci sono dei pirla sinistronzi che non vogliono la Secessione !! Roba de matt !!

LOUITALY

Dom, 05/10/2014 - 11:00

basta un sotware da 100 euro e stenografi non servono più concetto davvero anni 70

Gioioso_Ciddone

Dom, 05/10/2014 - 11:06

a pelate le patate, maledetti siculi mafiosi, omertosi e rovina d'Italia!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 05/10/2014 - 11:10

Facessero quello che vogliono,con le tasse raccolte sul loro territorio(Sicilia),non mi toccherebbe più di tanto.Il problema è che lo fanno con parte delle tasse che pago al Nord(...che anche il Nord...)!!!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 05/10/2014 - 11:10

...L'istituzione delle Regioni, è stata e continua ad essere la rovina della finanza dello Stato. Se si va ad analizzare il deficit del nostro Paese si vedrà che, sotto tale data e iniziato lo sfacelo economico del Paese. Si riducano le Regione e di conseguenza i Consigli Regionali, suddividendo il territorio nazionale in Nord, Centro, e si risanerà il disastro economico in cui siamo caduti. Di pari passo, si ridurrà drasticamente anche il numero dei "ladri" di Stato.

Zizzigo

Dom, 05/10/2014 - 11:23

Gente comune, ma con le dita d'oro e brillanti! La Signora che tiene pulite le scale del condominio fà molto di più e con molta più fatica. Quanto di più dovrebbe guadagnare?

Solist

Dom, 05/10/2014 - 11:46

mafiosi bastardi, purtroppo anche i siciliani onesti ne traggono lo sputtanamento, come del resto l'italia tutta! ogni zona della penisola ha il proprio mafioso di turno! Ma a tutti i fans della secessione vorrei chiedere: quando avvengono scandali miliardari del tipo Expo 2015, MOSE, MPS, Lega-Gemonio( anche se solo per il terrazzo di Bossi)etc. da chi vorreste secessionarvi?

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 05/10/2014 - 11:56

SARANNO AFFILIATI A QUALCHE CLAN...CHE VERGOGNA.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 05/10/2014 - 12:05

@Zizzigo, tuttavia, se la Signora, invece di pulire le scale del condominio, tenesse pulite quelle del Quirinale, allora guadagnerebbe almeno 2 o 3 volte più di un laureato che lavora al Comune di Roma! Con il vantaggio di stare vicino a chi 'conta' e senza le stesse responsabilità!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 05/10/2014 - 12:09

@Zizzigo, tuttavia, se la Signora, invece di pulire le scale del condominio, tenesse pulite quelle del Quirinale, allora guadagnerebbe almeno 2 o 3 volte più di un laureato che lavora in un qualunque Comune, fosse anche Roma! Con il vantaggio di stare vicino agli alti papaveri, chi 'conta' e senza le stesse responsabilità!

giovaneitalia

Dom, 05/10/2014 - 12:22

Ogni mattina leggendo queste notizie ci indigniamo come se non sapessimo di già quanto avviene in questa piccola penisola. La Sicilia, che difende la sua sovranità con lo statuto speciale, difatti chiede al Governo Centrale (Roma), ogni anno sempre più soldi, ma allora questa sovranità dell´Isola dové? Si alternano i colori di Governo ma la macchina spremi agrumi é sempre la stessa. C´é chi da anni continua a stringere la cinghia e chi invece di cinghia ne deve aggiungere un´altra in quanto a furia di mangiare non sa più come fare. Viva l´Italia!

MEFEL68

Dom, 05/10/2014 - 12:46

Quanto succede, rende indispensabile il federalismo e dà ragione alla Lega. Federalismo non significa scissione e frammentazione dello Stato (ricordo che lo stesso, identico argomento veniva usato per spaventare l'elettorato quando si dovette votare per le Regioni volute dalla sinistra), ma è un modo per circoscrivere la spesa ed individuare chi sperpera e chi si arricchisce. Se agli abitanti di una regione sta bene vivere nell'inefficienza, nel degrado ed essere tartassati di tasse va bene così. Padroni. Continuino pure a votare chi li fa vivere così. L'importante è che tale volontà non coinvolga chi cerca di sceglire i propri Amministratori con oculatezza. Poi il confronto fra regione e regione verrà, spero, spontaneo.

moshe

Dom, 05/10/2014 - 12:56

DIVIDIAMOLA QUESTA ITALIA!!! BASTA PARASSITI!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 05/10/2014 - 13:24

Un bacino elettorale-politico di ca 5 Milioni di voti,più quelli sparsi sul continente,fa gola a tutti i "partiti" e "partitini"!!!

luigi.muzzi

Dom, 05/10/2014 - 14:08

Facciamo che ogni regione si tenga le proprie tasse (fatto salvo i costi centralizzati) e vediamo che fine fanno questi "lavoratori" d'Elite.

Ritratto di cable

cable

Dom, 05/10/2014 - 14:14

Qualcuno avvisi Raoul Pontalti che in Sicilia, pur non bevendo grappa, sono peggio del peggio della feccia dei veneti.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 05/10/2014 - 14:48

Ricordo che una 30na di anni fa i siciliani erano chiamati alle urne regionali,e questo succedeva molto spesso.Un vicino di casa abitante di Catania , badate bene abitiamo tutti e due ancora in Germania, ebbene questo vicino aveva moglie e 4 figli in eta di votare .Ogni votazione prendevano 500.000 lire A testa , ne approfittavano per salutare parentie farsi una piccola vacanza.Lui sempre scrupoloso di andare non per fare il suo dovere di cittano ,ma per speculare.Non so se questi sistemi esistono tuttavia per le comunali , ma e certo che in Sicilia sanno come spremere lo stato , solo prendendo e non pagando .Povera Italia.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 05/10/2014 - 15:44

Però che bello il "Palazzo degli Emiri" ripreso nella foto! E poi qualche sudicione Lecchista mi sa dire qual'è la regione d'Italia con la maggiore produzione di carburanti? E in quale altra regione si pagano le tasse su tali carburanti? Stessa domanda per l'elettricità. E stessa domanda per il transito di metano dall'Algeria e dalla Libia.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Dom, 05/10/2014 - 16:40

Polentoni, avete voluto la Sicilia? ora tenetevela. La Sicilia non aveva mai chiesto di far parte dell'Italia.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 05/10/2014 - 17:01

OMAR 15e44 Ma che razza di "ragionamento" sta facendo???? Cosa vuol dire, che perchè in Sicilia ci sono 4 DICO 4 pozzi di petrolio che sono una goccia nel mare, la Sicilia è AUTORIZZATA a SPENDERE e SPANDERE!!!! Perchè in Sicilia arriva il GAS dalla Libia allora l'Italia deve PAGARE IL PIZZO per il transito di questo GAS!!!Quello dell'energia elettrica poi li supera tutti!!! È mai stato a Villa San Giovanni???? Bene se non c'è mai stato glielo spiego io (che ci sono stato almeno un centinaio di volte) sulla montagna sopra villa SVETTA un traliccio alto piu di 100 metri dal quale si diramano una serie di cavi elettrici dell'alta tensione che INDOVINI un po vanno in direzione di Torre Faro (al nord di Messina) dove un'altro traliccio gemello li "ACCOGLIE" per poter dare alla Sicilia quell'energia elettrica che altrimenti la Sicilia NON AVREBBE. Morale prima di scrivere STUPIDATE come quelle da Lei scritte veda di informarsi meglio. Buona serata dal Leghista Monzese

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 05/10/2014 - 17:04

CARO Goldglimmer Come le do ragione!! Peccato pero che quando decisero di prendersi la Sicilia, a mio BISNONNO POLENTONE nessuno a chiesto se fosse stato d'accordo o no!!!!! Saludos dal Leghista Monzese

Anonimo (non verificato)

Ritratto di rosario.francalanza

Anonimo (non verificato)

domenicodistaso...

Dom, 05/10/2014 - 20:21

per i guai che ci ha procurato, Napolitano dovrebbe risarcirci.

piertrim

Lun, 06/10/2014 - 09:52

Ma in Sicilia la mafia che fa, riesce solo a sfilare 400 Euri al mese al fruttivendolo e 200 al lattaio?