Stop al bicameralismo, con il voto alla Camera nasce il Senato dei 100

Per la Boschi "un risultato storico", ma dal centrodestra arrivano le prime critiche: "Il popolo dirà 'no'"

Con 361 voti favorevoli e soltano sette contrari, è stato approvato alla Camera il disegno di legge della riforma Costituzionale, non votata dai deputati dell'opposizione. Il via libera finale alle riforme costituzionali arriva dopo due anni e passa la palla alla cittadinanza, che sul tema sarà chiamata a esprimersi attraverso un referendum.

"Grazie a quelli che ci hanno creduto", ha scritto su twitter il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, commentando così il via libera definitivo, aggiungendo ai cronisti: "Intanto godiamoci un risultato che è storico".

Nettamente contrario il commento del centrodestra, con il presidente dei deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, che conta sul fatto che "il popolo avrà diritto di dire 'no'".

"Nonostante Renzi abbia voluto falsificare anche il significato del referendum, facendolo coincidere con se stesso, con un plebiscito sul suo nome. Nei fatti, questa riforma è diventata un ologramma di Renzi, e noi ci impegneremo a farlo svanire", ha aggiunto Brunetta, chiarendo che "la Costituzionale di uno Stato, di una nazione, di un popolo, almeno in Occidente riflette, deve riflettere valori condivisi dalla larghissima parte di quel popolo, così è accaduto in Italia nel 1947. Oggi vediamo accadere il contrario".

"Le ragioni del no non sono spiegabili cono ragioni di merito: riduce il numero dei politici, delle Regioni, fa chiarezza nei rapporti Stato-Regioni. Il no si spiega solo con l'odio nei miei confronti", ha detto da Teheran il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

In serata anche il commento di Silvio Berlusconi. "La Costituzione è la Carta fondamentale della nostra Repubblica. Andava migliorata, dove necessario, tutti insieme, con il contributo di tutte le forze politiche, nessuna esclusa", ha detto, aggiungendo: "Un premier neppure mai presentatosi alle elezioni, supportato da una maggioranza incostituzionale e con l'apporto decisivo al Senato di 60 transfughi del centrodestra, ha voluto invece far prevalere l'arroganza dinanzi al buonsenso, consegnando al Paese una riforma sbagliata e pericolosa, tesa al proprio interesse e non a quello degli Italiani. La posta in gioco è il futuro dell'Italia libera e democratica così come gli Italiani l'hanno fortemente voluta nel secondo dopoguerra. Non consentiremo un ritorno ad un passato buio della storia del nostro Paese, ci batteremo al referendum per difendere la Repubblica Italiana dalla voglia di potere di un premier mai eletto".

Commenti
Ritratto di orcocan

orcocan

Mar, 12/04/2016 - 19:08

Mi spiace, ma una tantum, pur con molte critiche, la riforma mi sta bene. Almeno finirà il via vai delle leggi che si rimpallano tra Camera e Senato.

Ritratto di yalen

yalen

Mar, 12/04/2016 - 19:13

finalmente i governi non dovranno rendere conto a partitini da niente quali NCD, scelta civica, gli ex democristiani etc. Finalmente niente lungaggini di anni per far approvare qualcosa. Ora che il CDX si ricompatti in una seria maggioranza senza alfano e parassiti simili. voterò sicuramente sì a questo referendum

magnum357

Mar, 12/04/2016 - 19:17

Chi la fa se l'aspetti !!!!!!! Quindi al referendum, che tra l'altro non prevede il quorum come nel referendum abrogativo, vincerà il un bel NO !!

AH1A

Mar, 12/04/2016 - 19:28

Credo che questa sia una delle più brutte pagine politiche del CDX e di FI in particolare. Dopo aver per anni sostenuto che chi vince deve poter Governare ed aver stretto il patto del Nazzareno, per questioni di cui non m'interessano le sfumature, si è voluto annoverare anche questa sconfitta!!!! BRAVO BRUNETTA!

Royfree

Mar, 12/04/2016 - 19:49

Millenni di storia, nel bene e nel male, in mano ad un idiota, bugiardo e subdolo. Chi lo sostiene ne darà conto alla storia.

elpaso21

Mar, 12/04/2016 - 19:52

Questa riforma, che va in maniera decisiva in favore di una forte governabilità e del monocameralismo (un argomento della destra), è stata rifiutata dal nostro miserabile centro-destra, motivazione: favorirebbe Renzi. Invece il problema non è Renzi, ma la mediocrità delle figure di cui questo centro-destra è composto.

pensierolibero79

Mar, 12/04/2016 - 20:27

questa è l'ennesima vergogna assoluta di questo governo, ormai il popolo conta meno di zero non si può rimanere inermi assistendo a tutto questo se si continua così avremo una dittatura moderna al 100%, bisogna andare a votare al referendum di ottobre e dire basta a questo scempio non rimaniamo inermi ci toglieranno tutto anche la dignità.

Una-mattina-mi-...

Mar, 12/04/2016 - 21:21

DITTATURA ORAMAI PALESE E FORMALMENTE OPERATIVA

Ritratto di ..AAAcercaNsi.

..AAAcercaNsi.

Mar, 12/04/2016 - 21:53

NO alle SCHIFORME dei PD2ISTI

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mar, 12/04/2016 - 22:14

Una pessima riforma che ripristina e preconizza un potere di regime a partito unico, buona per i poveri fessi, che credono nell'iper-attivismo legislativo di facciata creato dal "giovan signore" fiorentino e dalla sua corte di damigelle e profittatori del momento. Intanto la combriccola ci riempie di tasse, di disoccupati e sottoccupati, di emigrazione giovanile e di clandestini importati. Una riforma nata da un gruppo di nominati anti-democratici per vocazione.

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Mar, 12/04/2016 - 22:51

seppur la riforma nel merito potrebbe anche essere condivisa, non puo' essere accettata dal momento che la stessa e' stata votata da parlamentari che sono stati eletti sotto un'altra bandiera. Sarebbe stato piu opportuno varare un legge elettorale con obbligo di mandato per evitare il salto della quaglia e solo dopo con un parlamento regolarmente eletto, cambiare la costituzione per abolire il senato dei venduti.

elpaso21

Mar, 12/04/2016 - 22:56

Questa riforma, che va in maniera decisiva in favore di una forte governabilità e del monocameralismo (un argomento della destra), è stata rifiutata dal nostro miserabile centro-destra, motivazione: favorirebbe Renzi. Invece il problema non è Renzi, ma la mediocrità delle figure di cui questo centro-destra è composto. (secondo invio)

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mar, 12/04/2016 - 23:47

Il tutto nasce dalla mancanza (voluta con malizia nel 1946) del vincolo di mandato. In questo modo, con mandato libero, si stravolge la volonta' dei cittadini che votano dei personaggi credendo che manterranno fede a quanto promesso nel programma del partito di appartenenza.

apostrofo

Mar, 12/04/2016 - 23:51

Il merito è anche del centrodestra,ammettiamolo. Il PD se l'è costruita palesemente giorno dopo giorno sotto l'occhio dormiente dell'opposizione (quale ?). Quelle poche volte che ha reagito è stato come affrontare i cannoni con mazzi di fiori ! Nazareno, miserere nobis !

frabelli1

Mer, 13/04/2016 - 01:19

Tutto bene, ma se non ricordo male anche il centrodestra era d'accordo sull'abolizione del Senato ed a cambiare molte cose per accelerare le riforme. Questo passo indietro mi rammarica.

Gianca59

Mer, 13/04/2016 - 07:47

arrogante: dobbiamo forse aspettare altri 3 anni per vedere una riforma discussa e approvata anche da lui ?

Ritratto di Quasar

Quasar

Mer, 13/04/2016 - 08:07

Il senato dei cento mantenuti, raccomandati, senza potere, ineletti, cento Renzi odiati da tutti.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 13/04/2016 - 08:26

Mi chiedo il perchè ci sono partiti all`opposizione in questo GOVERNO ABUSIVO??? CIÒ CHE È SUCCESSO IERI, FÀ CAPIRE ALLE PERSONE INTELLIGENTI,"""CHE QUESTO GOVERNO ABUSIVO,"FORMATO DA DISCENDENTI DI COLONISTI DELLE EX COLONIE ITALIANE, ARICCHITISI SFRUTTANDO E ABUSANDO SUGLI INDIGENI", NON È ALTRO CHE UNA DITTATURA FASCIO-SOCIAL-COMUNISTA E CHI NON LA PENSA COME LORO, FARÀ LA FINE DI Berlusconi"""!!!

Mauri44

Mer, 13/04/2016 - 08:33

come al solito l'arroganza non ha limite manca solo scegliere il colore delle uniforme

unosolo

Mer, 13/04/2016 - 09:21

personalmente mi vergogno di questo governo e dei suoi sostenitori , non si possono fare leggi senza alcuna discussione con tutti i parlamentari , le minoranze non sono rispettate anzi solo quelle degli immigrati rispettano chiunque sia anche senza permessi di soggiorno , governo che arruola tutti senza pensare alle crescita del lavoro , governo solo ladro.

conviene

Mer, 13/04/2016 - 09:45

Ex cavaliere l'arroganza è solo sua. L'ei ha tradito il patto del Nazzareno dopo aver scritto a 2 mani le riforme, dopo averle approvate in prima lettura al Senato con il capogruppo Romani che le esaltava. Ora sono un pericolo per la democrazia. Si abbia la decenza di dire la verità. Tutto è saltato perché lei voleva al colle una persona che pensava di poter manovrare come Amato e non quel pericoloso comunista come Mattarella. Si assuma una volta le sue responsabilità. Non faccia come con il Milan. Quando vinceva era merito suo, quando perdeva, sin dai tempi di Ancelotti e Allegri, era per demerito di allenatori incompetenti. Questo in tutti i campi è il suo modo di fare,

antipifferaio

Mer, 13/04/2016 - 09:51

MariaEtruria mentre gode...l'idiota dice: Il no si spiega solo con l'odio nei miei confronti...Esatto!! Più che odio è la voglia di vederlo al più presto fuori dalle 00... Comunque vicerà il NO anche perchè per allora, quando si voterà, è probabile che il governo sia solo un ologramma di se stesso. Oltre al fatto che il refenrendum è semza quorum, c'è da dire che i mille poltonari dei governatorati regionali difficlmente saranno propensi ad autoeliminarsi...ed ecco che anche buona parte del Pd affonderà il logorroico quanto inetto presidentello....

Atlantico

Mer, 13/04/2016 - 10:22

Forse Berlusconi ha dimenticato che anche lui ha cambiato la costituzione a colpi di maggioranza insieme alla lega che dell'Italia ( che non fosse quelle del nord ) se ne è sempre stropicciata. Le riforme di Renzi furono ideate insieme a Forza Italia ai tempi del cosiddetto Nazareno ma poi qualcuno cambiò idea per il dispiacere di non vedere Amato al Quirinale ... Sono favorevolissimo alla riforma Renzi: finalmente finirà lo stucchevole spettacolo delle leggi che viaggiano tra una camera e l'altra come palline di ping pong perchè è stato aggiunta una virgola al terzo alinea del quarto comma dell'art. 8 ! Basta !

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 13/04/2016 - 11:42

Le riforme sono state concordate e scritte con FI che le ha pure votate in prima lettura,quindi nel merito delle riforme c'è stata una condivisione.Poi c'è stata la scelta di FI di disconoscere quell'accordo dopo l'elezione di Mattarella.La gente su questo si è fatta e si farà la sua opinione ma sopratutto potrà esprimersi tramite il referendum in maniera democratica e senza il trabochetto del quorum.Personalmente sono favorevole a queste riforme,vedremo come si esprimerà la maggioranza degli italiani chiamati a decidere avendo l'ultima parola.A chi dice che sono state scritte per favorire renzi mi permetto di obiettare che in realtà sono riforme che favoriscono chi riuscirà a vincere le elezioni quindi semmai nel cdx dovremmo preoccuparci di cambiare le cose per poter battere renzi,questo oggi il vero problema.