Storia di Rizzotto, primo leghista del Sud

Nato nella Dc, ha cambiato partiti e ora sta con Salvini. I dubbi dei padani

Palermo - Oggi rappresenta la novità assoluta. Già, perché Sala d'Ercole, l'Aula del Parlamento siciliano, ne ha viste tante nella sua storia, però ancora un rappresentante della Lega no, non c'era. Ma Antonino Rizzotto detto Tony, che oggi a 65 anni è pronto a sventolare la bandiera leghista a Palazzo dei Normanni, di bandiere, nella sua lunga carriera politica, ne ha sventolate tante. A cominciare da quella che ha tenuto a battesimo larghissima parte dei politici della Prima repubblica: quella con lo Scudocrociato di mamma Dc.

«Ho cominciato con Mario Fasino presidente della Regione», ha ricordato Rizzotto in questi giorni che lo hanno riportato alla ribalta visto che grazie a lui la Lega debutta al Parlamento siciliano. Ma Fasino era presidente della Regione siciliana negli anni '70. E debuttante della politica no, Rizzotto proprio non lo è. Debuttante sì, con Noi con Salvini. Ma prima della Lega ci sono stati, oltre la Dc, Forza Italia, l'Mpa di Raffaele Lombardo e Alleanza nazionale. Persino gli eredi della Balena bianca, Alternativa popolare di Alfano poi rimasta fuori dal Parlamento siciliano, hanno corteggiato Rizzotto per queste Regionali. Ma alla fine lui ha scelto il cuore, la causa autonomista che lo ha sempre appassionato. E così il suo pacchetto di circa 4mila voti, si è spostato sulla Lega nord senza più nord. «Matteo è un leader in ascesa», ha dichiarato Rizzotto. Di sicuro il Carroccio è stato un buon traghetto per tornare a sedere sul banchi di Sala d'Ercole. Cinque anni fa Rizzotto non ce l'aveva fatta. Nel 2006, con gli autonomisti di Raffaele Lombardo, era invece stato un trionfo con circa 8.000 preferenze.

Fa politica di mestiere, Rizzotto. Sì, è un funzionario del Comune di Palermo, assunto per concorso nel anni '90. Ma il suo potere, quello vero, lo ha costruito con altri incarichi: insegnante nei corsi di formazione, presidente dell'Associazione mutilati e invalidi, dell'Istituto dei sordi. Nel 2012 finì anche in una polemica da casta molto poco leghista. Lombardo lo piazzò alla presidenza di «Lavoro Sicilia», ma poi lo dovette rimuovere per incompatibilità. E piazzò al suo posto la moglie di Rizzotto.

Acqua passata. Ma non tutti esultano per lo sbarco della Lega a palazzo dei Normanni. Nel Carroccio si mugugna. A cominciare da Gianni Fava. L'assessore regionale lombardo ed ex sfidante di Salvini per la segreteria, parla di «risultato modesto in Sicilia»: «Se siamo pronti a smontare lanostra storia per avere Tony Rizzotto all'Ars non sono d'accordo, in Sicilia siamo irrilevanti».

Commenti

lorenzo3m6n

Gio, 09/11/2017 - 11:05

Non avevo mai sentito parlare di Rizzotto e mi sarebbe piaciuto continuare così. Un meridionale che vota Lega Nord ha tutta la mia disistima. Capisco che molti pur di essere eletti farebbero qualunque cosa ma questo è il colmo. Rizzotto è passato sopra a tutto. E' un rinnegato.

VittorioMar

Gio, 09/11/2017 - 11:19

...ALLE PROSSIME ELEZIONI CE NE SARANNO ALTRI ..!!...BENE SALVINI !!

cir

Gio, 09/11/2017 - 11:26

lorenzo3m6n : ti capisco , tu conosci i meridionali meglio di me che sono piemontese. Ti e' difficile immaginare che ci siano dei meridionali che usano il cervello in modo razionale. Non tutti sono come te che ragioni con lo sfintere.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 09/11/2017 - 11:52

lorenzo3m6n , rizzotto non è un rinnegato è il nulla, con i capelli malamente dipinti .

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 09/11/2017 - 12:07

Un Rizzotto non fa primavera, ma che pena vedere i siciliani votare per quel partito che tanto li ha vituperati

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 09/11/2017 - 12:16

cir , è inutile che ti autoeleggi piemontese , che già di per sé è un grave difetto fisico e mentale , secondo me sei figlio o nipote di qualche pugliese , calabrese o siciliani , altrimenti saresti un esemplare , molto raro da trovare in piemonte, da salvaguardare e da esporre(in un barattolo con formalina) per far capire al resto degli italiani cosa non bisogna non essere : cialtrone !

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 09/11/2017 - 12:19

---concordo con lorenzo ---un meridionale che vota lega è un ossimoro---una contraddizione in termini--anche perchè--se è vero che il felpato ha cancellato l'"avverbio" nord dal nome del partito---lo statuto invece è chiarissimo --ad uso e consumo dei nubbi--l'unica consolazione è che sto tizio che vota "patano"(sorry-pagherò i diritti d'autore)--sia brutto come la morte---e quindi il popolo siciliano lo ripudierà senza colpo ferire--caro rizzotto si ripassi la storia--il regno delle due sicilie era ricco e prospero prima che si palesasse all'orizzonte quel puzzone di garibaldi--augh

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 09/11/2017 - 12:20

Leggetevi in CV e capirete di che pasta é fatto l'uomo di SXalvini a Palermo. E ditemi perché il giornale non dice che tril Rizzotto é stato candidato anche di Monti? A pensar male si fa peccato ma qualche dubbio l'esimio padanpo trapiantato me lo suscita ma citando Manzoni "ai posteri l'ardua sentenza".

WSINGSING

Gio, 09/11/2017 - 12:31

"Ma Antonino Rizzotto detto Tony, che oggi a 65 anni è pronto a sventolare la bandiera leghista a Palazzo dei Normanni, di bandiere, nella sua lunga carriera politica, ne ha sventolate tante". Ottimo! Ci basta!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 09/11/2017 - 13:09

Per quelli (i soliti 2o3 NOTI) che scrivono che un meridionale NON puo votare LEGA (senza piu il NORD) segnalo che solo a Monza, di meridonali che sono iscritti e Votano LEGA, ne conosco qualche centinaio!!!! Buenos dìas dal Leghista Monzese in Nicaragua.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Gio, 09/11/2017 - 13:12

"Quando il pensiero debole si annida in moltitudini dalle menti vacillanti , ecco è allora che apprezzo ... i cani , anche randagi , e il loro morso è lieve e gentile perchè mente non c'è"(Onefirsttwo 11//9/2017). Yeeeeeeaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

nerinaneri

Gio, 09/11/2017 - 13:22

...pittato forte...

VittorioMar

Gio, 09/11/2017 - 13:33

...CHE RABBIA VI FA SALVINI AL SUD !!..PERMALOSI E INVIDIOSI !!

bartolomeo

Gio, 09/11/2017 - 13:40

Che rizzotto si sia candidato e' quasi normale. Probabilmente dopo essere stato associato con tanti partiti non ha trovato di meglio che candidarsi con Salvini. L'unico forse che non ha potuto dirgli di no. Altrimenti dove lo trovava un altro siciliano che si candidava con la lega. Cio' che fa venire la nausea e' invece il fatto che c'e' stata gente che lo ha votato