Lo stupratore in libertà arrestato all'aeroporto. Il giudice nella bufera

Un indiano a febbraio aggredì una ragazza. Scarcerato dopo 48 ore, stava per scappare

Manicomio giustizia. Se una sera decidi di aggredire una ragazza perché «te la vuoi scopare», in effetti puoi farlo, alla peggio trascorrerai un paio di giorni dietro le sbarre. Firenze, notte tra il 21 e il 22 febbraio: il cittadino indiano Singh si avventa su una ragazza di 23 anni che rientra a casa dopo il turno di lavoro in un pub. L'aggressore 29enne tenta di immobilizzarla fino a quasi strangolarla con il laccio del suo cappuccio, la giovane scalcia, grida e si salva per miracolo. Fermato poco dopo da una pattuglia della Guardia di Finanza, l'uomo ammette: «Ho aggredito la ragazza perché me la volevo scopare». Singh trascorre 48 ore nel carcere di Sollicciano, il gip Francesco Bagnai lo ascolta e si convince che, attesa la «estrema brutalità dell'atto compiuto utilizzando uno strumento che poteva facilmente provocare conseguenze anche molto più gravi», non sussisterebbero gli estremi per contestare all'uomo il reato di tentata violenza sessuale, perciò la richiesta di tenerlo in galera, avanzata dal pm Sandro Cutrignelli, viene respinta e Singh è rimesso in libertà con l'accusa, più lieve, di lesioni personali aggravate. La procura ricorre contro l'ordinanza in Cassazione, i malumori sono palpabili, del resto il procuratore capo Giuseppe Creazzo ha rivelato le difficoltà riscontrate nell'esecuzione delle misure cautelari personali a causa degli ultimi ritocchi normativi e non solo, provocando una vivace dialettica con il Tribunale del capoluogo toscano.

Fatto sta che l'indiano si trasferisce a Fiumicino, dove è residente, con obbligo di dimora (e il divieto di lasciare l'abitazione tra le ore 20 e le 7). Temendo la sua fuga, la procura lo monitora, non si fida, e quando lo scorso 10 aprile l'uomo tenta di imbarcarsi su un volo diretto in India gli inquirenti emettono un fermo prontamente eseguito dalla polizia di frontiera all'aeroporto di Fiumicino. Questa volta il gip di Civitavecchia Paola Petti dispone la custodia cautelare in carcere per i reati di tentata violenza sessuale e calunnia, come richiesto sin dal principio dalla procura. Gli atti sono stati già trasferiti per competenza a Firenze, ci auguriamo che la giovane donna possa ottenere giustizia. O almeno un barlume di essa. Perché desta scandalo il senso di impotenza di una giustizia che, pure quando dispone di mezzi e risorse per perseguire l'illegalità, si rivela clamorosamente incapace. Il sacrosanto rispetto delle garanzie della persona indagata, indipendentemente dalla nazionalità, non dovrebbe mai tracimare in un lassismo paralizzante. Se un uomo aggredisce una sconosciuta in piena notte e le stringe un laccio attorno al collo, il caso non può essere derubricato a mero episodio di lesione. Tanto più se il concreto pericolo di fuga per un cittadino straniero comporta un'esigenza cautelare particolare. Senza l'operato vigile della procura che ha sventato la beffa finale, oggi racconteremmo un'altra storia, quella di una vittima, l'ennesima, rassegnata a non avere giustizia dallo stato che doveva tutelare i suoi diritti e invece ne ha sancito il tramonto.

Commenti

elio2

Sab, 15/04/2017 - 09:09

Non è altro che l'esecuzione degli ordini del pensiero unico, dove ogni magistrato rosso deve attingere per emettere la sentenza che deve essere sempre in linea con l'ideologia comunista.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 15/04/2017 - 09:21

Secondo la nostra legge i magistrati non sbagliano mai. Questo articolo, per quanto sia condivisibile, è inutile, serve solo a far salire la disistima della gente per il sistema.

Ritratto di nando49

nando49

Sab, 15/04/2017 - 09:22

Questo è il "male" della nostra giustizia ed è il motivo per il quale molta della delinquenza dei paesi UE e africani si è trasferita da noi. E la politica continua a garantire,con leggi e provvedimenti vita facile ai delinquenti.

micribol

Sab, 15/04/2017 - 09:22

Effetti pratici del buonismo benpensante dei "democratici" sinistroidi che hanno in Italia il potere legislativo e giudiziario.

buri

Sab, 15/04/2017 - 09:32

a volta mi chiedo cosa ci stanno a fare in ytibunalr certi magistrati dovtrbbero applicare le leggi e non dimotrare una clemenza non giustificata verso i delinquenti

giannide

Sab, 15/04/2017 - 09:32

Se un medico sbaglia, paga, perchè non dovrebbe pagare un giudice...

cesrosan

Sab, 15/04/2017 - 09:33

Ma che bravo questo giudice di Firenze,categoria "buonista", spero che abbia una figlia, sorella o nipote....

clz200

Sab, 15/04/2017 - 09:34

è probabile che il buon Bagnai avesse fretta di mangiare il suo arancino o il suo pomodorino per poi dare la partitina di tennis, la propria salute è importantissima e viene prima di tutto

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 15/04/2017 - 09:41

meno male che l'han bloccato altrimenti come faceva a pagarmi la pensione???

ceppo

Sab, 15/04/2017 - 09:47

qui non si fa altro che discutere inutilmente sempre delle stesse cose, stupri, assassini, rapinatori e quant'altro! attendere il giorno dopo e ricommentare i medesimi delitti senza nessuna speranza di vedere i condannati subirne le conseguenze! anzi bisogna stare attenti perchè si corre il rischio di dover pagare i danni ai parenti dei ladri e violentatori! a proposito di risarcimenti, vi risulta che qualche parente di una vittima sia stata risarcita dai parenti del delinquente? certi giudici sono in evidente stato confusionale e perverso

Ritratto di giannantonj

giannantonj

Sab, 15/04/2017 - 09:51

Carino il pensierino cavialino-champagnino della nostra cafonalina. Carriera folgorante (laurea , master, etc.), la nostra cafonalina si definisce una "femminista pro sesso, pro porno, pro prostituzione". "Siamo tutti puttane" rappresenta poi l'acme della sua etica, tomo che ci illumina nella lotta contro la malagiustizia e sui diritti delle donne: tralasciando quelli dei maschi, dei malati, deii bambini, dei vecchi, ma solo per il momento.

Lissa

Sab, 15/04/2017 - 09:57

Chissà se la ragazza era la figlia come si sarebbe comportato il Gip?

Lissa

Sab, 15/04/2017 - 09:58

Ma funziona ancora il 6 politico?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 15/04/2017 - 10:15

Forse era meglio lasciarlo andare in India. Costava meno e tra pochi giorni non sarebbe di nuovo in giro a fare danni.

Templar

Sab, 15/04/2017 - 10:25

castrazione chimica e lavori forzati a vita, semplice no?

kayak65

Sab, 15/04/2017 - 10:25

bagnai ti manderei in carcere con i tuoi amichetti stupratori. poi vediamo come finisce. applicando la tua sentenza

maricap

Sab, 15/04/2017 - 10:33

Cosa aspetta il CSM a giudicare inidoneo a svolgere le mansioni di giudice indagini preliminari, quest'essere ignobile, che piega la Giustizia al suo credo politico? Quest'individuo è un jadista rosso. Quindi spedirlo suibito a Pyongyang, dove Kim Jong-un lo stà aspettando a braccia aperte. Idioti si nasce,poi inevitabilmente ......

antonmessina

Sab, 15/04/2017 - 10:39

poi si fissano su un parcheggio in divieto di sosta ..bravi gudici questa si che è giustizia!

Aristide56

Sab, 15/04/2017 - 10:48

Leonida55 condivido al 100% il buon senso nell'interesse generale é l'espulsione immediata ,in questo caso é anche licenziare il giudice

TheSchef

Sab, 15/04/2017 - 11:00

Magistrati italiani = la feccia del mondo

giginonapoli

Sab, 15/04/2017 - 11:01

Questo giudice incapace e mangiapane a tradimento e`da prendere a calci nel culo subito.

magnum357

Sab, 15/04/2017 - 11:07

Da licenziare subito questo giudice !!!!!!!!!!!

gigetto50

Sab, 15/04/2017 - 11:13

.....il primo caso di autoespulsione mancata... Scherzi a parte, secondo me TUTTI i non cittadini italiani, di fronte a qualsiasi reato importante e/o reiterato, andrebbero semplicemente MA VERAMENTE e non solo con in mano il foglio di via, ESPULSI. Come si fa oggi con aspiranti terroristi/terroristi. Si svuoterebbero le carceri. Chiaramente a tutti gli espulsi andrebbe definitivamente revocata anche solo l'idea di tornare qui. Come in certi paesi arabi.....timbro rosso sul passaporto e non ci puoi mai piu' mettere piede. Purtroppo mi rendo conto di sognare..di essere cittadino di un altro paese non di questo governato dai cattocomunisti e dai filo papalini/bergogliani. Peccato.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 15/04/2017 - 11:13

Tali Giudici devono pagare di persona per il loro operato superficiale e deleterio per la stessa Giustizia. Quale fiducia possiamo avere da questo modo di comportarsi dei Giudici in genere politicizzati e privi di quel buon senso che fa vedere la realtà per quella che è e non con gli occhiali del buonismo a tutti i costi. Abbiamo vinto il Referendum sui Giudici ma stiamo ancora attendendo che li mettano sulla "brace"; vedrete come sarebbero meno concilianti con i delinquenti. Shalòm e Forza Italia. P.S. Se la prendono soltanto con Berlusconi e dimostrano la loro malattia cronica.

Una-mattina-mi-...

Sab, 15/04/2017 - 11:15

LA "GIUSTIZIA" IN ITALIA E' LA SUMMA MASSIMA DELL'INGIUSTIZIA. DEPENALIZZAZIONI, LEGGI RIDICOLE, INTERPRETAZIONI DELLE STESSE SPESSO SCANDALOSE, IMPUNITA' PER LE ORDE DI PREDONI-LADRONI, DIVIETO DI DIFENDERSI PER LE POVERE VITTIME, SCARCERAZIONI ANTICIPATE E SCONTI SULLE PENE, SONO SCANDALOSE PECULIARITA' CHE FANNO DEL NOSTRO PAESE L'IMPERO MONDIALE DEL MALE

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Sab, 15/04/2017 - 11:16

02121940 dice lo scritto: "articolo inutile" "fa salire la disistima per il sistema". Ergo: il sistema è perfetto, se te capita te lo tieni e non ti lamenti, anche perché sei solo un italiano! Chiaro? Libertà o cara

Ernestinho

Sab, 15/04/2017 - 11:18

Anche il giudice meriterebbe la galera!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 15/04/2017 - 11:21

La profezia di Leonida55 incombe.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Sab, 15/04/2017 - 11:27

Gentile dottoressa Annalisa, accolga un grazie convinto per le parole "il procuratore capo ha rivelato le difficoltà riscontrate nell'esecuzione delle misure cautelari personali a causa degli ultimi ritocchi normativi e non solo". Rinnovo il grazie e spero solo che la gente mediti su queste situazioni costruite ad arte! Sereno anno che resta. . . Libertà o cara

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 15/04/2017 - 11:28

CHE COSA SI FA QUANDO LA GIUSTIZIA "SEMBRA" ESSERE IRRIMEDIABILMENTE MARCIA COME SUCCEDE IN ITALIA? ... Si deve usare un "lathi" (in indiano, bastone con anima di ferro) sul groppone del giudice ... Se é vero che sará difficile che serva al giudice in questione affinché apprenda, perché lo stolto sará difficile che possa continuare a fare il giudice con le ossa rotte, di sicuro servirá di monito ad altre scorie di giudici di cui é tragicamente appestata l´Italia e servirá anche alla sozza casta di politici magnaccia a non perdere tempo nel fare una legge civile sulla responsabilitá penale di queste ignoranti e ottuse scorie prepotenti di giudici che esistono in Italia. (Brutto ottuso giornalino, ma non ti rendi conto che é la vigliaccheria, di cui é impregnata l´Italia ma anche fino al midollo la tua redazione e di cui la CENSURA é una evidente manifestazione, l´autoritario cancro mafioso che sta affondando il paese nel liquame di fogna???) ... VERGOGNA

pier1960

Sab, 15/04/2017 - 11:33

sicuramente i giudici sbagliano, ma vogliamo metterci in testa che la colpa è di chi fa le leggi, volutamente complicate, sibilline, in modo da prestarsi a tante diverse interpretazioni e applicazioni...così tutti contenti tranne le vittime: i potenti possono evitare il carcere, e i giudici che voglio fare gli splendidi" hanno spazio di manovra

blackindustry

Sab, 15/04/2017 - 11:34

Il buon reato d'onore... in questi casi il padre o fratello o fidanzato di lei, va dalla merd@ immigrata e lo lincia. E finisce cosi'. E gli altri immigrati emigrano altrove a violentare donne e bambini.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 15/04/2017 - 11:34

Il problema non sono solo le leggi. . Sono i criminali annidati nelle procure protetti e coccolati da csm e pd. O si scrostano via da li, o parlare di giustizia in itaglia è inutile.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Sab, 15/04/2017 - 11:35

Aristide56 la soluzione sono gli accordi cogli stati originari delle risorse boldriniane: processo e pena a casa loro, delle risorse! Ma se era un rifugiato in fuga da guerre come mai tornava in patria? Cessate le condizioni della fuga? Solo per lui? Sereno anno che resta. . . Libertà o cara

uberalles

Sab, 15/04/2017 - 11:36

Il Gip Bagnai, visti gli atti, in base agli artt. bla, bla, bla... e vista anche la tarda ora e gli impegni ai vari circoli sportivi fiorentini, ha deciso che il troglodita non recasse pericolo alla comunità italiana e, visto anche il trattamento chi in India usano riservare alle donne, lo ha valutato, tutto sommato, un brav'uomo...Complimenti sig. giudice!! L'Italia ha bisogno di gente come lei!!

Anonimo (non verificato)

antipifferaio

Sab, 15/04/2017 - 11:46

Sono troppi anni che la magistratura "sbaglia"...evidentemente qualcosa non va...ormai se ne sono accorti persino i piDioti...

Ritratto di CADAQUES

Anonimo (non verificato)

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 15/04/2017 - 11:51

Brutto ottuso giornalino, ma non ti rendi conto che é la vigliaccheria, di cui é impregnata l´Italia ma anche fino al midollo la tua redazione e di cui la CENSURA é una evidente manifestazione, l´autoritario cancro mafioso che sta affondando il paese nel liquame di fogna??? ... VERGOGNATI VILE VOCE DI "COSA NOSTRA" ... É alle canaglie della tua redazione che per salvare il paese occorre raddrizzare il groppone.

Siciliano1

Sab, 15/04/2017 - 11:57

Se fosse successo a in italiano in India immaginate. Siccome è accaduto in Italia, preoccupiamoci che il soggetto sia monitorato da uomini e mezzi naturalmente a carico dei contribuenti che si accollano tutti i costi. Questa è intellighenzia italiana.

Giorgio Colomba

Sab, 15/04/2017 - 12:00

Nessun commento dalla ministra "zero tituli" Fedeli, già alacre fautrice tardo-femminista di "se non ora quando"? Dimenticavo: un conto è scendere in piazza per bastonare strumentalmente l'avversario politico Berlusconi; altro è muovere una critica alla Giustizia post togliattiana affine all'ideologia sinistra della ministra.

seccatissimo

Sab, 15/04/2017 - 12:06

Noto di continuo che noi italiani rimasti in Italia siamo messi sempre "meglio". Tra sgoverno inetto ed ideoligizzato su basi imbecilli e magistratura pure inetta e composta, a parte le eccezioni che confermano la regola, da molti, troppi bamba di una pletora di gente rubata all'agricoltura, sembra sempre più di vivere in un paese di pazzi e cerebrolesi. Il dramma è che il popolo italiano, per sua indole, si farà sempre più trattar male, tiranneggiare, truffare, torchiare, stuprare, derubare, sodomizzare, ma anche rassegnato come è non reagirà mai in modo serio e concreto per liberarsi di questa gentaglia che lo opprime !

killkoms

Sab, 15/04/2017 - 12:10

per questo reato in india si rischia la pena di morte!

mariod6

Sab, 15/04/2017 - 12:11

Il ministro della giustizia ed i suoi soci del 4° governo abusivo hanno depenalizzato i reati che potrebbero coinvolgere i loro protetti extracomunitari e sostegno delle coop rosse e delle ong e onlus che lucrano sui "migranti". I giudici poi, ci mettono del loro per poter applicare il codice del pensiero unico di sinistra. L'unico reato perseguibile con il carcere a vita è l'opposizione all'ideologia della sinistra ed il comportamento indecente di Berlusconi alle sue feste.

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 15/04/2017 - 12:23

Ora chi "giudica il giudice?".

BENNY1936

Sab, 15/04/2017 - 12:26

Certe decisioni (peraltro sempre più frequenti) gridano vendetta al buon senso, ed alla Giustizia con la G maiuscola.Uno si domanda che ci sta a fare il C.S.M., se non interviene. Il crimine compiuto è gravissimo, sfiora il tentato omicidio e dopo due giorno lo si fa uscire dal carcere? Ma siamo matti?

Ernestinho

Sab, 15/04/2017 - 12:26

Ma è mai possibile che "Il Giornale" pubblichi i commenti di quel tale "CADAQUES" il cui unico linguaggio è quello delle fogne? Perché non lo lascia marcire in silenzio li dentro?

albero_a_cammes

Sab, 15/04/2017 - 12:40

Anche a me e' stato censurato un'innocuo messaggio. Vergogna

Ritratto di abj14

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Sab, 15/04/2017 - 13:03

Se al Bagnai di turno violentassero la figlia farebbe la stessa cosa ? Non credo proprio....

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Sab, 15/04/2017 - 14:13

Lo affermavo recentemente:I grossi problemi dell'italia?IL Pd e la magistratura. Questo ne è l'ennesimo esempio. Auguri.

momomomo

Sab, 15/04/2017 - 14:29

..."... Lo stupratore in libertà arrestato all'aeroporto. Il giudice nella bufera ..."... Ma quando potremo leggere un titolo tipo: "Il giudice in libertà arrestato all'aeroporto. Lo stupratore nella bufera"???

honhil

Sab, 15/04/2017 - 14:40

Questo è un Far West che ha bisogno di uno sceriffo, per porre fine a questo caos che le toghe ogni giorno alimentano. E va fatto subito, poiché è oramai chiarissimo che non si può consentire ad ogni toga di diventare, a suo piacimento, un cane sciolto. E siccome, oggettivamente e anche costituzionalmente, il primo responsabile di questo comportamento kafkiano della magistratura, è il Presidente della Repubblica, nella qualità di presidente del Csm, è a lui che spetta l’onere di porre fine a questo sconquasso. Almeno che non si voglia indire un referendum per cambiare le regole del gioco, emendando l’Art. 87 della Costituzione nella parte in cui recita che il Presidente della Repubblica ‘Presiede il Consiglio superiore della magistratura’. Nel frattempo, tuttavia, il Presidente Mattarella non può continuare a starsene a guardare dalla finestra. Per quanto istituzionale essa (finestra) possa essere.

Antonio43

Sab, 15/04/2017 - 14:48

Ma Cadaqes con chi ce l'ha? Con voi o con la giustizia?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 15/04/2017 - 15:03

Questo, giudice é la prova che matteo salvini dice la veritá quando lui parla di una giustizia che protegge piu i criminali che i cittadini onesti, oramai siamo arrivati al paradosso in italia perche tu non ti puoi difendere in casa tua, é i giudici lasciano liberi chi ruba, violenta e ammazza la gente onestá, é poi nel pdpci si meravigliano se i cosidetti populisti della lega nord hanno sempre di piu elettori?!É CHI DEVONO VOTARE GLI ITALIANI PER ESSERE PROTETTI DALO STATO TOPOGIGIO ???!!!.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 15/04/2017 - 15:04

RIPROVOOOO!!! Dov'è il TROLL di turno oggi, a trovare subito le solite scuse in difesa di GIUDICI e RISORSE??? Forza commentate!!!!! Un PLAUSO al Giornale per aver avuto il coraggio di pubblicare il NOME di questo giudice, in modo che i suoi vicini di casa gli tolgano il saluto!!! Buona Pasqua dal Nicaragua. PUBBLICHIAMO!!!!

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 15/04/2017 - 15:23

ai magistrati va tolta definitivamente la discrezionalita' altrimenti PAGHINO PEGNO, SCELGANO PURE, poi fare LEGGI CHIARE E LINEARI, poi si tolga e sanzioni l'ideologia anche minima

MOSTARDELLIS

Sab, 15/04/2017 - 15:33

Ma che male ha fatto l'Italia per avere la peggiore magistratura del mondo? Ma come li fanno i concorsi?

vottorio

Sab, 15/04/2017 - 16:02

visto il comportamento dei magistrati il cittadino italiano ha il diritto/dovere di mettere in pratica il sistema "fai da te".

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 15/04/2017 - 16:10

Caro pasquale.esposito 15:03, con il vile sudiciume mafioso dei rivoltanti magnaccia che in Italia appestano la politica e la giustizia, come ho spiegato in modo ineccepibile al punto delle ore 11:28, non si puó stare a perdere tempo in inutili chiacchiere ... OCCORRE USARE IL "LATHI" ... PERCHÉ OCCORRE ESSERE SOCIALMENTE RESPONSABILI PER FARE DI UNA MONNEZZA DI PAESE UN PAESE CIVILE ... Perdere tempo e non farlo subito solo significa arrecare danni incalcolabili a tanti innocenti.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 15/04/2017 - 16:17

Mi piacerebbe tanto, ma tanto che qualche volta quello che è capitato alla ragazza capitasse alla moglie o fidanzata o figlia o sorella di certi "giudici"!

alfredodenzio

Sab, 15/04/2017 - 16:27

in galera il giudice che l'ha messo in liberta' alfredo denzio

Mannik

Sab, 15/04/2017 - 16:58

Altro titolo fuorviante...

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 15/04/2017 - 16:59

Giudici come questo Francesco Bagnai, dovrebbero essere esonerati in totalità da ogni carica stipendiata dallo stato italiano E MESSO A LAVARE LE LATRINE, NEI CENTRI DIRACCOLTA DEI MIGRANTI,"""CON UNO SPAZZOLINO DA DENTI"""!!!

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Sab, 15/04/2017 - 17:26

Nella bufera? Solo?

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 15/04/2017 - 17:56

QUESTO E' IL VERO DRAMMA DELLA GIUSTIZIA ITALIANA, LE MUTANDE ARCOBALENO CHE FANNO SENTENZE

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 15/04/2017 - 18:09

Eccolo arrivato il TROLL di turno alle 16e58!!! AMEN.

Ritratto di Shard

Shard

Sab, 15/04/2017 - 21:12

Maledetti leggi, maledetti giudici, politici infami.

Divoll

Sab, 15/04/2017 - 21:23

E scrivere sul giornale che "puoi stuprare una ragazza, che' tanto in 48 ore sei fuori" non aiuta.

Divoll

Sab, 15/04/2017 - 21:26

Non capisco, per aggressione e lesioni alla persona uno non rischia il carcere??

Juniovalerio

Sab, 15/04/2017 - 22:31

se era la figlia di un giudice, l'indiano marciva in galera...! Mah ! che sogni ad occhi aperti che faccio...!

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 15/04/2017 - 23:47

Dove hai vissuto ultimamente Divoli 21e26 su Marte!!!!lol lol. Buona Pasqua dal nicaragua.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Dom, 16/04/2017 - 07:11

Ma è il bagnai il giudice fiorentino che tutti gli addetti ai lavori (meno gli organi disciplinari dei magistrati) sanno frequentare i circoli tennistici fiorentini presentando "regolare" certificato medico per "poter" non essere al lavoro? Speriamo di si altrimenti vuol dire che a Firenze di magistrati "polivalenti" ce n'è più di uno.

routier

Lun, 17/04/2017 - 09:45

Con la giustizia "fai da te" l'aggressore sarebbe pieno di lividi, tuttavia avrebbe sempre la facoltà di farseli togliere da un giudice clemente.