"Sull'accoglienza troppi sprechi. Da 35 euro al giorno si arriva a 168"

I giudici contabili: "Sistema costoso, inefficiente e sommario"

Costoso, inefficace e sommario. Il sistema di gestione dell'accoglienza agli immigrati finito sotto la lente della Corte dei conti ha messo in luce, in un compendio di 150 pagine, tutte le evidenti criticità del fenomeno. Il documento tecnico contabile ha analizzato, specificatamente per il triennio 2013/2016, la prima accoglienza ossia i servizi resi agli stranieri dallo sbarco fino alla sistemazione nei Cas e successivamente nei Cara. Sono emersi costi elevati a fronte di servizi scarsi, assenza di controlli fiscali adeguati, tempi lunghi per identificazione e domande di asilo, governance territoriale carente da parte del Viminale nei centri di raccolta. Oltre a osservazioni esplicite che i magistrati hanno espressamente valutato come poco attente nel riconoscere la cosiddetta protezione umanitaria: «Si dovrebbe evitare di riconoscere un diritto di permanenza indistinto a tutti coloro che sbarcano» hanno scritto. Tuttavia quando si vanno a esaminare i costi per le suddette disamine dei documenti per le richieste di asilo viene fuori che nel 2016 sono stati impegnati ben 13,4 milioni di euro mentre, dal 2000 a oggi ben 54,5 milioni. Vale a dire che in media per valutare l'ipotesi di protezione di ogni immigrato, tra il 2008 e il 2016, si è speso 203,95 euro. Troppo a fronte del fatto che meno del 10 per cento viene classificato di fatto un rifugiato. I magistrati contabili inoltre dopo aver puntato l'indice hanno anche comminato la dovuta sanzione sulle inadempienze contabili di alcune prefetture che accertavano le spese avvalendosi di autocertificazioni a firma di coop e onlus che si occupavano del servizio di accoglienza. L'indagine puntuale è stata svolta in 4 prefetture campione: Treviso, Prato, Avellino e Reggio Calabria. Nella struttura di Avellino il costo di un migrante è arrivato a toccare i 50,39 euro al giorno + iva ovviamente (a fronte dei 35 + iva); quanto presso il Cas di Reggio Calabria sono emersi una serie di affidamenti diretti troppo agevoli rispetto alle modalità consuete che prevedono invece appositi bandi di gara. Un'attenzione ulteriore ha riguardato il Cie di Modena (Centro identificazione ed espulsione): il costo quotidiano per ogni immigrato detenuto è stato valutato da 56,16 euro fino a 167,81.

Commenti

titina

Mer, 21/03/2018 - 09:05

e poi vogliono fare bancomat con i pensionati.

Ritratto di emo

emo

Mer, 21/03/2018 - 09:18

Chissà perché queste PORCHERIE cominciano ad emergere solo ora? Adesso aspettiamo di vedere il seguito di queste indagini e le decisioni che saranno prese a carico di chi ha cosi" mugnificamente" fatto volontariato (?) buonista e sopratutto "disinteressato" Ovviamente coloro che gridavano "al ladro" erano fascisti razzisti e crudeli contro i poveri buonisti che aiutavano (le proprie tasche e conti correnti) prefetti inclusi. E tutti i pidioti che si sono offesi per il fango (?) cosa ci dicono ora?

Ritratto di elio2

elio2

Mer, 21/03/2018 - 09:21

I giudici ora indagano sulle truffe macroscopiche che da sempre esistono per andare a prendere o farseli portare, e poi mantenere ogni rifiuto dell'umanità che voglia venire a villeggiare in Italia con i soldi dei cittadini Italiani, e dar modo così a tutta quella galassia di ladri e parassiti delle coop rosse e false onlus clericali, che con i clandestini ci fanno soldi a palate? Sta cambiando il vento?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 21/03/2018 - 09:24

vi dico cosa ho mangiato tanto per fare 2 conti. Per 4 persone. 360 grammi di spaghetti e sugo = 1,20 euro, trita magrissima 4 etti con scaglie di formaggio rucola olio sale= 5 euro, frutta= 0,40euro, caffè (in casa)= 14 cent in tutto aggiungendo il resto non menzionato 7 euro x 4 persone, naturalmente le cose acquistate erano in offerta altrimenti sarebbero state 10 euro per 4 persone. Diciamo 5 euro al giorno per persona pranzo e cena. facciamo pure 6 per il caffèlatte e cornetto al mattino, ma alla grande Gli altri 29euro??????

il sorpasso

Mer, 21/03/2018 - 09:51

Le Coop non sanno più dove mettere i soldi vero?

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 21/03/2018 - 09:55

do-ut-des Mer, 21/03/2018 - 09:24,gli altri 29 euro,se non di più,in saccoccia ai buonisti pdioti & cumparielli che se osi obbiettare ti danno subito del fassista,rassista,qualunquista e non ultimo populista! :-)

01Claude45

Mer, 21/03/2018 - 10:22

do-ut-des, pranzo completo da azienda di catering max 5 €, colazione 3(stellare) €. 5+5+3 = 13 € giorno. Parlano che in Italia ce ne sono 180.000 ca. in attesa di riconoscimenti. Balle! 2017 = 150.000, 2016 = 180.000, 2015 = 175.000, 2014 = 140.000, 2013 = 76.000. Totale = 721.000 - 50000 rimpatri(?) = 671.000 x 35 x 365 = 8.572.025.000 a fine 2017 e pper ogni anno dal 2013. Totale 42.860.125.000 sottratti agli ITALIANI. Grazie ai KOMUNISTI.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 21/03/2018 - 10:37

Il partito che si è fatto promotore di questo scempio delle finanze pubbliche è stato duramente punito dagli elettori. E il bello è che continua ad imperversare nei talk show con le analisi più improbabili e strampalate della batosta subita. Nessuno, come sempre, è più sordo di chi non vuole intendere...

jaguar

Mer, 21/03/2018 - 11:14

Come mai non se ne sono accorti prima? Forse perché il PD al governo ha messo tutto a tacere?

Ritratto di adl

adl

Mer, 21/03/2018 - 11:21

Se il controllo non fosse meramente constatazionale, ovvero accerto il misfatto e PAGA PANTALONE, il conto del surplus rispetto al budget di 35 euro pro capite, lo dovrebbero pagare: LE COOP accoglienti, I PARTITI ACCOGLIENTI, LE FONDAZIONI DEI PARTITI ACCOGLIENTI, GLI ELETTORI DEI PARTITI ACCOGLIENTI CHE HANNO ELARGITO IL 2 PER MILLE. Si sa benissimo che a pagare è il solito, PANTALONE XENOFOBO RAZZISTA E FASCISTA.

Libertà75

Mer, 21/03/2018 - 11:31

kompagno, mangia tu che mangio io

Renee59

Mer, 21/03/2018 - 11:34

ACCOGLIENZA DI NULLAFACENTI BUTTATI SULLA STRADA.

jaguar

Mer, 21/03/2018 - 11:36

Come mai se ne sono accorti solo ora, forse il PD quando governava ha messo tutto a tacere?

hectorre

Mer, 21/03/2018 - 12:30

ci riprovo.....ogni giorno in tv passa un filmato che mostra bambini africani denutriti e malati che stanno morendo, uno speaker, con voce caritatevole, chiede di versare 9 EURO AL MESE sufficienti per sfamare e curare un bimbo...poi su tutti i tg e giornali, vedo ragazzotti in salute che sbarcano in italia senza moglie e figli al seguito, queste risorse ci costano 35 EURO AL GIORNO CADAUNO!!!...questa non è un emergenza umanitaria ma un business miliardario gestito dalla sinistra e che ingrassa ong, coop e associazioni varie vicine a pd e soci....chiamiamola con il suo vero nome, tratta di esseri umani!!!....aiutiamoli a casa loro, requisendo le barche delle ong e processare chi sta facendo affari d'oro....lo so, pura utopia....quando è la sinistra a gestire gli affari, nessuno osa accusarli......vedi porcherie bancarie.....

ginobernard

Mer, 21/03/2018 - 13:19

l'unica è una politica di rimpatrii che serva anche da monito a chi vuole partire. Il messaggio deve essere che qui non c'è spazio ... siamo già in troppi. I costi sociali scoppieranno e eroderanno tutti i fondi che dovrebbero invece andare in investimenti. Diventiamo come un paese del terzo mondo. Se a voi piace lo scenario a me no.

timoty martin

Mer, 21/03/2018 - 13:36

Quanto da questo governo PD ad un Italiano povero?

Tarantasio

Mer, 21/03/2018 - 14:07

no sprechi, tutto finito nelle tasche giuste, non è andato perso nemmeno un eurino...

ginobernard

Mer, 21/03/2018 - 17:01

"questa non è un emergenza umanitaria ma un business miliardario gestito dalla sinistra" strano che i poteri forti lascino un business miliardario alla sinistra. Perché Renzi è di sinistra ? Gentiloni è di sinistra ? bah ...

billyjane

Gio, 22/03/2018 - 08:24

Chi ne ha facoltà, faccia un conto sia pure approssimativo di quanto è costato agli Italiani la forzata invasione di genti così lontane dalla nostra civiltà nonché religione, e quei miliardi (ad occhio e croce almeno 50) li utilizzi per la flat tax e per aumentare le misere pensioni di pensionati ridotti al lastrico per mano di questi sinistrosi. Non minore responsabilità va imputata ai sindacati che han fatto finta di non vedere lo spreco di tanti soldi, con il vantaggio di vedere ridotti i diritti dei lavoratori che avrebbero dovuto essere i primi ad essere tutelati proprio da loro. Soros, grande complice della sinistra per ridurre in povertà gli italiani che non sono riusciti a godere dei grandi benefici dei vitalizi riservati ai politici di ogni ente pubblico, a cominciare dalle regioni, in primis quelle a statuto speciale. 50 MILIARDI all'anno di recupero sarebbero già un bell'inizio.