Dall'ombra ai talk show, Verdini esce allo scoperto

La svolta del transfuga: in tv per sfatare le voci sui suoi piani segreti

Roma - Verdini scende in campo. Inusuale per uno che, seppur potentissimo e al centro del gioco politico, ha sempre preferito la panchina (da regista, of course ) o le trame da spogliatoio. Non si ricordano comizi o palchi per lui, né ai tempi del Pdl, né tantomeno a quelli di Forza Italia. Non che non ne avesse le doti tanto che gli attuali forzisti ammettono ancor oggi: «Denis sa parlare eccome, è intelligentissimo e colto e ha grandi capacità di convincimento». Ma lui, ai microfoni ha sempre preferito il bisbiglio, la pacca sulla spalla, il sottobraccio nel cortile della Camera o una cena in un buon ristorante del centro di Roma. Ieri invece, ecco la novità, Denis si presenta alla kermesse di Scelta Civica a Salerno e accetta che i riflettori lo illuminino. Perché? Adesso gioca da leader di un nuovo partito anche se guai a dirlo: «Non siamo un partito, non facciamo mica il Fli. Siamo solo una fondazione e un sottogruppo parlamentare», dice uno dei suoi bracci destri. Per adesso. Sicché il pulpito serve, tanto che Verdini sta ragionando anche su una sua presenza nei talk show televisivi. Serve anche per voler sfatare due cliché contrapposti che lo riguardano. Il primo: ora Denis è antiberlusconiano. Il secondo, opposto e più subdolo: Silvio è d'accordo e lascia fare. Il Verdini pensiero, invece, è racchiuso nella massima più volte ripetuta la Cavaliere: «Silvio, stracciare il Nazareno è una follia: un comunista più anticomunista di questo non s'è visto mai».

Insomma, Verdini vuole che sia chiaro che lo scontro con Berlusconi non è una manfrina; ma neppure che tra i due ormai sia odio profondo. Infatti, dal palco, dice chiaro e tondo: «Rivendico tutto di questi anni, compresi gli errori. Ma il tempo passa, si possono avere opinioni diverse. Ci si divarica, è un dramma umanamente, ma non mi pare niente di male». E ancora: «Quello che abbiamo fatto è una cosa sofferta. In particolare per me è stato duro, molto duro. E noi intendiamo rivendicare con orgoglio quella storia». Ancora più chiaro: «C'è chi dice che è una cosa concordata. Questo vuol dire non conoscere gli uomini: con Berlusconi non si concorda nulla, ha sempre fatto tutto di testa sua. Berlusconi condizionato non esiste al mondo».

Il problema, però, è che adesso la linea di Forza Italia è antirenziana senza se e senza ma; e «divergere» senza spararsi addosso è arduo. Infatti quando lo stesso Cavaliere, dal Garda, mette sullo stesso piano Raffaele e Denis dicendo che «i giornali parlano delle miserie di Forza Italia anche grazie ai signori Fitto e Verdini», parte subito il colonnello di Ala, Ignazio Abrignani: «Associare le “miserie” alla figura di Verdini è un'operazione ingenerosa. Ci piacerebbe che - da parte di chi è rimasto in Forza Italia - non si levasse una sorta di guerra punica verso chi ha deciso di abbandonare un progetto che non aveva più alcuna spinta riformatrice. Le macchine del fango hanno già dato prova della loro inefficacia, meglio concentrarsi ognuno sul proprio lavoro». Il problema è che i rispettivi lavori divergono come non mai.

Commenti
Ritratto di fluciano

fluciano

Lun, 28/09/2015 - 08:43

Per i traditori arriva sempre il giorno del giudizio. Gli elettori italiani sono dei giudici perfetti e, così come è successo con fini, al momento opportuno Alfano e Verdini "pagheranno" per i loro tradimenti. MAI e poi MAI il nostro voto per il centrodestra può essere utilizzato per sostenere il centrosinistra se non la sinistra. TRADITORI !

bruna.amorosi

Lun, 28/09/2015 - 08:49

vedi caro Verdini la differenza che cè tra me e te è che io ho in odio i traditori . che ci vuoi fare sono fatta così . ho più anni di Berlusconi e forse sono 6 mesi che stò cominciando ad allentare la presa .ma nella mia vita pensi che non ho dovuto lottare ? eppure non lo ho mai fatto mettendomi contro i miei figli .li ho portati al ragionamento e a torto o a ragione abbiamo trovato la sintesi . ma tu pensi che x BERLUSCONI il tempo sia finito . bene ricordati che mio padre diceva Ancora non è morto chi deve piangere . ,perciò fai attenzione che chi tradisce uno può essere tradito da altri .

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 28/09/2015 - 08:53

fetente

mercredi

Lun, 28/09/2015 - 09:05

Abrignani "....ha deciso di abbandonare un progetto che non aveva più alcuna spinta riformatrice." Bravo Abrignani, hai detto abbandonare, non passare dall'altra parte. Verdini doveva dimettersi e ripresentari agli elettori con il nuovo programma ma, si sa, non sarebbe stato conveniente, non ci avrebbe guadagnato nulla. Siete la feccia della feccia,disgustose e come tali da vomitare.Ma gli italiani sono fessi sì,ma fino a un certo punto, arriverà il momento....

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 28/09/2015 - 09:19

Non mi è mai piaciuta la sua faccia. Forse una sorta di premonizione. Ora può andare a raccontare quello che vuole, tanto per me rimarrà sempre un transfuga verso sponde renziane, ma che non raggiungerà mai: affogherà prima. Politicamente. è ovvio.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 28/09/2015 - 09:21

Senza il Cavaliere non andrà lontano. Farà da sgabello per poi essere rottato.

morghj

Lun, 28/09/2015 - 09:30

E' inutile prendersela con questo o quello..... che sono delle nullità e non meritano nemmeno lo spreco di un secondo di tempo. La colpa vera è di berlusconi che ha imbarcato e candidato nel partito unico di destra (PDL) tanta di quella feccia che peggio di così non si può. Con tanta gente onesta, sincera, con idee chiare e assolutamente liberali che c'è in giro, lui è andato a pescare ogni sorta di opportunisti e delinquenti vari (vedi le numerose inchieste giudiziarie), con il risultato che il suo partito langue oramai sotto il 10% ed è destinato a scomparire e oltre il 50% di italiani, sentendosi traditi, ha deciso di non andare più a votare.

Ritratto di _alb_

_alb_

Lun, 28/09/2015 - 09:59

E la magistratura (rossa), sempre prontissima a prendersela con Berlusconi, naturalmente ora fa da palo a questo schifo, invece di intervenire. Qualcuno ancora pensa che abbiamo una magistratura indipendente? La magistratura è il braccio armato del PD.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 28/09/2015 - 10:04

Bravo Verdini! fare i c...i propri senza taglarsi i ponti alle spalle. Alias l'arte degli imbroglioni!

Edmond Dantes

Lun, 28/09/2015 - 10:08

No per favore, fatelo coprire!

cameo44

Lun, 28/09/2015 - 10:08

Verdini parla come Alfano questi signori son tanto bravi a sputare nel piatto dove hanno mangiato e molto bene parlano di divergenze ma la ve rità è che tutti vogliono stare sul carro del vincitore F.I. è in pie no declino motivo per cui in tanti cercano una nuova casa ma non per interesse del paese ma bensì per interessi propri Alfano si vanta di aver fatto le riforme che mai nessuno ha fatto ma di quale riforme parla lo sa lui e Renzi il Senato è sempre lì come i tanti parlamen tari come le spese folli della politica non basta fare le cose o li si fanno bene o meglio non farle

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 28/09/2015 - 10:25

VERDINI E' PEGGIO DI UN MAFIOSO. TRAFFICANTE DI POLITICI CHE VALGONO POCO O NIENTE, ELETTI A DESTRA CHE VANNO COI COMUNISTI. E' UNA SCHIFEZZA.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Lun, 28/09/2015 - 10:32

e con la faccia che si ritrova questo individuo cerca consensi fondando un nuovo partito? il partito dei pirla, ad essere buoni? oppure dei traditori che pur di incollarsi ad una poltrona (vedi ad es. un certo Alf...ano) si piegano a 90 gradi ed accettano siluri di notevoli dimensioni dal furbastro ciarlatano venditore di pentole megalomane?

steacanessa

Lun, 28/09/2015 - 11:18

I suoi troppi scheletri nell'armadio lo hanno indotto a fare il salto nella fossa biologica sinistra. Se avesse continuato in FI avrebbe corso troppi rischi. Per fortuna un brutto individuo di meno a inquinare.

filder

Lun, 28/09/2015 - 11:31

Il voltagabana toscano non fa altro che cercando di sostenere il pifferaio mercenario suo corregionale in realtà cerca un pò di clemenza nella magistratura rossa che gli potrebbe in cambio salvare la pelle dalle inquisizioni che lo riguardano.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 28/09/2015 - 12:59

Correggo l'evidente. Senza il Cavaliere non andrà lontano. Farà da sgabello per poi essere ROTTAMATO.

i-taglianibravagente

Lun, 28/09/2015 - 13:15

Eh gia'...loro non sono un partito sono un SOTTOGRUPPO parlamentare.....che rende bene la realta' di quello che sono ...un piccolo esercito di topi di fogna....che agiscono nell'ombra...praticanti del "meretricio elettorale"..."onorevoli" e "senatori"...TRANS...per cui una parte politica o l'altra ...e' UGUALE....basta pagare.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 28/09/2015 - 18:38

Sono d'accordo con @morghj 09:30 e, per questo motivo, auspico che Berlusconi si faccia da parte. Il problema è che la sola e reale opposizione a Renzi, quella di Salvini, non ha ancora ricevuto il consenso che merita anche per gli attacchi di FI.