Tagli alla spesa, la rabbia delle Regioni: "Difficile non aumentare le tasse"

Le Regioni furiose: "Rischio aumento tasse". Ma il premier: "Anziché minacciare, giù gli sprechi, niente prese in giro"

"Non so se le regioni aumenteranno le tasse", ha detto il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, sul rischio di aumenti fiscali da parte delle regioni in seguito ai tagli decisi dal governo con la legge di Stabilità. Verrebbe quasi da dire: gallina che canta ha fatto l'uovo. Ma la mannaia del governo non piace a tutti, anche nella sinistra renziana. Il governatore del Piemonte (e presidente della Conferenza delle Regioni) Sergio Chiamparino, attacca a testa bassa: "Quattro miliardi di tagli alle Regioni - dice alla Stampa - sono davvero tanti. Sentendo i miei colleghi non vedo proprio tutti questi margini". Chiamparino è stato tirato in ballo da Renzi durante la conferenza stampa seguita al Cdm di ieri sera: "Con 15 miliardi di spending, di cui la maggior parte dallo Stato centrale, vorrà dire che alle Regioni chiederemo un piccolo sforzo. Conosco Chiamparino come un grande riformatore, mi risulta difficile pensare che possa aumentare le tasse". E il diretto interessato che dice? "Nessuno vuole aumentare le tasse, anzi. Ma ci sono limiti di tolleranza oltre i quali non si può andare".

E più tardi ha aggiunto, rincarando la dose: "Piuttosto che aumentare l’Irap lascio l’incarico: aumentarla sarebbe dare colpo mortale all’economica. Facciamo un ragionamento che sia ragionevole. Noi non vogliamo succhiare sangue al contribuente".

E sul tema specifrico delle tasse fa sapere: "Altro che ridurrle, sarà un miracolo se riusciremo a non aumentarle. Temo sarà difficile evitarlo". A deciderlo saranno i numeri, una volta confrontati con la realtà dei bilanci: "Non è stato possibile ottenere un incontro prima della manovra, spero ci sarà modo per un approfondimento".

Tagli ai trasferimenti alle Regioni dell’entità annunciata dal governo significano "sicuramente tagli alla sanità" oltre che al "diritto allo studio, alle borse di studio, ai trasporti pubblici". Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, al termine della Conferenza delle Regioni. Lo scaricare il peso del calo delle tasse sugli enti locali, ha affermato il governatore del Lazio, "rompe o logora la lealtà dei rapporti interistituzionali perché sottopone livelli di governo eletti a suffragio universale a un metodo di assunzione di decisioni che entra nel vivo della carne. Dobbiamo uscire dall’equivoco della parola - ha sottolineato - le parole taglio ai trasferimenti alle Regioni in queste proporzioni significano tagli ai servizi che le Regioni danno ai cittadini. Questo significa taglio ai fondi per i diritti allo studio, alle borse di studio, al tpl e anche, per l’enormità delle cifre, ha ragione il presidente Chiamparino, sicuramente tagli alla sanità. Per alcune Regioni il rischio è quello di entrare in disavanzo e quindi l’aumento in automatico di Irpef e Irap. E per Regioni come la mia quello di non procedere a un abbassamento delle tasse che era già preventivato e figlio di una buona programmazione e di un buon governo".

Ieri anche il governatore della Campania, Stefano Caldoro, aveva chiesto al governo una piena assunzione di responsabilità in merito ai tagli alle Regioni: "I quattro miliardi di cui si parla hanno poco a che vedere con la spending review che noi applichiamo da anni. Si tratta di tagli ai servizi, alla sanità, ai trasporti. Stiamo parlando di tagli al sociale. È cosa ben diversa dalla spending review Io allora dico al governo: se bisogna fare questo taglio di 4 miliardi e sappiamo dove colpiscono, allora sia lo stesso governo a mettere ticket nazionali".

Ma il premier Matteo Renzi tira dritto e alle critiche delle Regioni risponde a tono: "Una manovra da 36 miliardi e le Regioni si lamentano di uno in più? Comincino dai loro sprechi anziché minacciare di alzare le tasse. No alibi". E poi ha aggiunto: "Tagliare i servizi sanitari è inaccettabile. Non ci sono troppi manager o primari? È impossibile risparmiare su acquisti o consigli regionali?. Incontreremo i presidenti di regione. Ma non ci prendiamo in giro. Se vogliamo ridurre le tasse, tutti devono ridurre spese e pretese".

"Considero offensive le parole di Renzi perché ognuno deve badare ai suoi sprechi. Inoltre, se guardiamo ai ministeri, gli sprechi non ci sono? Questo dimostra che non si vuole stare a sentire le nostre ragioni. E se non vogliono sentire le nostre ragioni, prenderemo atto che non siamo più parte di questo Stato", ha replicato Chiamparino.

Padoan, intervenuto stamani a Radio anch'io, ha ribadito che il pressing sugli enti locali "non è a che aumentino le tasse, ma perché aumentino l’efficienza. Siamo convinti che i margini ci siano. Si tratta di dare gli stimoli giusti, a partire dal governo".

Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, a "La Telefonata di Belpietro", su Canale 5, critica la legge di Stabilità: "Quando si dice Spending review, 15-16 miliardi, e si fanno i tagli alle Regioni, vuol dire che si taglia la sanità, vuol dire che se si tagliano i trasferimenti a Comuni, Regioni, Province, questi a loro volta aumentano le tasse. Quindi tagli delle tasse per aumentare le tasse".

Commenti
Ritratto di rapax

rapax

Gio, 16/10/2014 - 09:43

rabbia delle regioni? ma son proprio le "regioni" che vanno tagliate! ma quale rabbia

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 16/10/2014 - 09:47

su Chiamparino, non faccia il difficile... vedrà che ci sono spese evitabili! ad esempio la sagra dell'unità... oppure le spese per andare a vedere teatri comunisti... si certo, certo, sono fondamentali! come no... la gente rischia la fame, e quelli pensano alla sagra dell'unità! ecco perché vogliono aumentare le tasse!!!

leo_polemico

Gio, 16/10/2014 - 09:55

Se ognuno dei politici e dei dirigenti della pubblica amministrazione dicesse semplicemente: "Se i soldini, dei quali sono, o dovrei, essere responsabile, fossero miei, quale sarebbe la mia decisione?" Oppure "I lavori commissionati sono stati eseguiti a regola d'arte?" Un ragionamento del genere è però intriso di buon senso, che, come sappiamo, manca a troppi personaggi capaci solo di pensare ai "propri" interessi o a quelli degli amici. E nessuno controlla gli sprechi, tanto, cosa vuoi che sia, paghiamo tutti

Robertin

Gio, 16/10/2014 - 10:05

regioni da abolire. e che i chiamparino si trovino un lavoro vero. se ci riescono (ne dubito)

cronchi@ymail.com

Gio, 16/10/2014 - 10:07

Come al solito in Italia, tutti dicono che è giusto fare sacrifici a patto che... tocchino agli altri. Le Regioni, dal punto di vista dell'economia, sono un autentico cancro per il paese. Spendono e spandono senza limiti e senza alcun controllo grazie alla folle modifica del titolo V della costituzione voluta dall'allora governo di centrosinistra. Ora, di fronte alla prospettiva di tagli, queste sanguisughe annunciano che vorranno altro sangue, cioè altre tasse, come se non ne pagassimo già abbastanza per mantenere i loro super-privilegi. Altro che abolizione delle Province (più teorica che effettiva), aboliamo piuttosto le Regioni che servono soltanto a mantenere le costosissime clientele dei partiti.

glasnost

Gio, 16/10/2014 - 10:11

La sinistra può solo aumentare le tasse. Tutto il resto è solo fumo negli occhi per comprarsi il consenso. Finge di ridurre i trasferimenti alle regioni facendo bella figura (sulla sua stampa) ma autorizza queste ultime ad aumentare le tasse alle famiglie, contribuendo a deprimere il mercato.

edo1969

Gio, 16/10/2014 - 10:12

chiudiamo anche le Regioni e torniamo a fare gestire la sanità dallo Stato, ci guadagniamo tutti migliaia di parassiti in meno

Mobius

Gio, 16/10/2014 - 10:17

Stringi stringi, la questione è sempre quella: il nostro Stato cazzone non vuole lasciare ai cittadini i soldi che si sono guadagnati. E se anche volesse, il suo DNA non glie lo consentirebbe. E noi babbei stiamo qui ad aspettarci che lo Stato "faccia qualcosa". Figuriamoci...

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 16/10/2014 - 10:20

I comunisti non sanno più' dove rastrellare per continuare a mantenere disoccupati in cassa integrazione , pensionati , statali e clandestini vari...siamo prossimi alla implosione...

Rossana Rossi

Gio, 16/10/2014 - 10:28

Il rischio? E' pacifico che le aumenteranno, quando mai è avvenuto il contrario? Buffoni........

glasnost

Gio, 16/10/2014 - 10:28

Mi dispiace molto peer la rabbia delle regioni. Ma anche io a casa mi arrabbio se lo stato rapace continua a rubarmi soldi, ma devo farmene una ragione e ridurre il mio stile di vita. Per quale cazzo di motivo non possono farlo anche gli enti pubblici anziché pensare a nuove tasse per mantenere i suoi introiti? E' un po come se io, avendo meno soldi a disposizione, venissi autorizzato a fare rapine in banca. O sbaglio????

MEFEL68

Gio, 16/10/2014 - 10:28

Vedremo quanti saranno gli italiani che si accorgeranno di pagare meno tasse. Diminuirne alcune per rifarsi ampiamente sulle altre (IVA, bolli, accise, ecc.), è solo una mistificazione non degna di uno Stato serio. Sono ormai tre anni che Berlusconi non è più al governo, ma non UNA sola, vera riforma è stata fatta. Questi tre governi abusivi che si sono succeduti, hanno sempre cercato di racimolare soldi al di fuori dei Palazzi; hanno frugato nelle nostre tasche. Il finanziamento ai partiti? 180.000.000 di euro l'anno sta ancora lì in dispregio della volontà popolare. Il Senato (che Berlusconi aveva abolito) sta ancora lì. I 1.000 parlamentari (Berlusconi asseriva che 100 sarebbero bastati) stanno ancora lì a godersi i loro privilegi ai quali non rinunciano. Le Province, con compiti sempre più marginali,stanno ancora lì. I Magistrati che hanno accumulato 9.000.000 di cause arretrate, stanno ancora lì a godersi stipendio, ferie e a controllare se le leggi sono di loro gradimento o meno(cosa assolutamente non prevista dalla nostra Costituzione). Altro ci sarebbe da dire e tanto, tanto da fare. Capisco che imporre solo tasse è più facile e non ci si scontra con i poteri forti.,.

glasnost

Gio, 16/10/2014 - 10:31

Caldoro: "si tratta di tagli ai servizi, al sociale ed ai trasporti", anche a casa mia, se aumenti le tasse, si tratta di tagli ai trasporti, al cibo ed ai vestiti (ma chi li compra più!?). Ma io devo farlo, mentre tu????

Ritratto di italia5stelle....

italia5stelle....

Gio, 16/10/2014 - 10:47

CAMPIONI IMBATTIBILI, nel gioco delle tre carte

MenteLibera65

Gio, 16/10/2014 - 10:48

glasnost (e molti altri): le regioni spendono soldi per dare servizi (magari inefficenti, magari parecchi ne sprecano, magari tutto, ma quello è il concetto generale) . Quindi se riceveranno dallo stato meno soldi, probabilmente o aumenteranno le tasse regionali o ridurranno i servizi. Il loro stringere la cinghia corrisponde ad avere meno servizi per i cittadini, sopratutto nella sanità. E' una cosa molto facile da fare senza apparentemente togliere nulla : Basta alzare il livellodi reddito necessario per accedere a servizi gratuiti, piuttosto che non manutenere qualche ospedale, etc etc. Apparentemente non cambia nulla, ma in realtà (come succede ormai da decenni) i cittadini normali , con un reddito anche medio-basso, sono chiamti a pagare due volte per ogni prestazione : una volta tramite le tasse, ed una seconda volta tramite ticket o andando dal privato non potendo ottenere un veloce accesso alle prestazioni. Ed il gioco di prestigio è fatto. La cinghia la stringiamo sempre noi. A Roma si dice : gira gira il cetriolo va ....

Villanaccio

Gio, 16/10/2014 - 10:49

Il solito titolo da disfattisti ! E' la prima volta in Italia che c'è qualcuno con le palle che in tempo di crisi promuove un piano ambizioso togliendo l'art 18 e l'IRAP con altri sconti fiscali mettendosi contro un sacco di dinosauri di partito e voi come al solito andate a vedere subito se poi aumenteranno le tasse e se ce la faremo. Fino a quando vedremo il bicchiere sempre mezzo vuoto non andremo da nessuna parte ! Basta di fare manfrine che quello che vuole fare ora Renzi era la stessa cosa che desiderava Berlusconi ma per sua "disgrazia" non aveva mai potuto realizzare poichè non aveva la tessera del PD !

linoalo1

Gio, 16/10/2014 - 10:54

Comunque sia,Regioni si o Regioni no,il fatto è che ,come sempre,anche questa volta il Marinaio Renzi ha fatto il Ponzio Pilato!Le Tasse lui non le aumenta direttamente,ma obbliga i suoi subalterni (Regioni,Provincie,Comuni)a farlo per lui!Quindi,se del caso,lui raccoglierà le lodi e,gli altri,le proteste e le insolenze!E' il suo normale modo do fare!Lo fa da sempre con le sue Ministro Donne,nominate,a loro insaputa,le ingenue, sue Portavoce ed anche sue Parafulmini!Il Rododentro!

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 16/10/2014 - 10:55

Insomma, il governo fa il gioco delle tre carte e i compari sono Padoan, Renzi e tutti i governatori regionali, dediti a spese folli! Proprio una bella prospettiva! Alla fine ci ritroveremo aumenti della pressione fiscale ed una recessione ancora più terribile di quella che stiamo ora vivendo. In ultima anali: l'Italia è fottuta!!

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 16/10/2014 - 10:58

NON E' POSSIBILE CHE SI LASCI AGIRE QUESTA BANDA DI BUONI A NULLA! Possibile che nessuno veda che stanno distruggendo l'Italia e la nostra vita?

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 16/10/2014 - 11:01

MEFEL68, ottimo intervento! L'italiano sta incominciando ora a capire che razza di truffa sono le regioni e che in realtà andrebbero abolite seduta stante, perchè non possiamo più permettercele!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 16/10/2014 - 11:07

Le regioni non devono,ma vogliono,aumentare le tasse.Un esempio di questo è la regione Sicilia con i suoi dipendenti pagati mediamente più del doppio rispetto alla media nazionale.Così come il loro parlamentino,una casta nella casta.Moltiplichiamo il tutto per N numero delle regioni e per un coefficente correttivo dello 0,35 ed avremmo il taglio max possibile. Volendo far bene le cose dovremmo togliere il patto di stabilità a quelle regioni, a quelle realtà locali,che sono in sostanziale attivo al netto delle imposte.Quindi non è difficile non aumentarle ma vergognoso farlo.Soprattutto in un momento molto difficile per le famiglie che già non arrivano al 15 del mese.

epesce098

Gio, 16/10/2014 - 11:08

Ora basta, ci avete rotto i co...ni. Tutti dicono che le tasse vanno tagliate perchè in Italia sono troppo alte ma poi salta fuori qualcuno che dice: "difficile non aumentare le tasse". Voi siete dei burattini che pretendono di prenderci per il cu..o ma noi ci difenderemo in ogni maniera.

steali

Gio, 16/10/2014 - 11:15

Che scoop.... Si è fatto sempre così sia con i governi di centro sinistra che in quelli di centrodestra. Quando b. tolse l'ICI i comuni e le regioni aumentarono l'irpef e misero altri balzelli... Allora non vi lamentavate!! Tanto alla fine sono sempre i soliti noti che vanno a pagare... Cioè noi!!!

bruna.amorosi

Gio, 16/10/2014 - 11:18

Kompagniiii Renzi ha detto che ci saranno 18000 milioni di tasse un meno però tranquilli anzi sereni sempre i poveracci pagheranno cioè noi mico loro si sono levati qualcosa è???

elalca

Gio, 16/10/2014 - 11:19

ma questo buffone è amico di quell'altro ciarlatano di monti o sbaglio? a casa incapace e farabolano

Mr Blonde

Gio, 16/10/2014 - 11:26

INIZIAMO DAI RIMBORSI SPESE buffoni, poi vediamo

comase

Gio, 16/10/2014 - 11:26

Canaglie! traditori della patria

istituto

Gio, 16/10/2014 - 11:27

Come hanno sempre fatto : da una parte tolgono (quelli del governo non eletto: non tasse ma servizi che a noi mancheranno ) e dall'altra aumentano (le tasse da parte delle regioni). Spero che questo governo cada, sperando arrivi una coalizione di centro destra a forte maggioranza lega cosi' tra l'altro verra' organizzato un bel blocco navale nel Meditraneo a fermare l'invasione.

aitanhouse

Gio, 16/10/2014 - 11:29

Dopo quanto ci hanno mostrato le iene ieri sera circa il prezzo di solette ortopediche perfettamente omologhe ,fornite dallo stesso produttore ,e vendute a privato ad € 69 ed all'ASL dell'umbria ad € 173, non ci vengano a raccontare le regioni la solita str... della carenza di fondi: se i soldi vanno buttati via così, agli italiani non tocca altro che buttare via le regioni insieme a tutto il marasma di amministratori, consulenti, società in partecipazione, etc. Il ministro dell'economia ha riconosciuto che le regioni, dopo i tagli del governo, avrebbero avuto il diritto di aumentare le tasse e realizzare anche così quel tanto caro ed amato federalismo fiscale..... aggiungiamo noi, da non confondere col federalismo fiscale propugnato dalla lega, quello tende al risparmio ed alla realizzazione di opere utili, e non di certo a buttare via i soldi dei contribuenti. Per chi non avesse visto "le iene" concludiamo che dopo uno scambio di motivazioni fantasiose nonchè squallide fra regione e produttore, la regione ha ottenuto uno sconto del 20% su tale tipo di fornitura.... forse sarebbe più opportuno invitare l'utente a comprare direttamente il prodotto e rimborsarlo a presentazione fattura....quanti miliardi si risparmierebbero....

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 16/10/2014 - 11:38

Davvero?!? non lo avevo capito

glasnost

Gio, 16/10/2014 - 11:41

Per riuscire a fare qualcosa in questo paese è necessario tagliare le tasse. Altrimenti le aziende vanno via o chiudono, aumenta la disoccupazione e si va in miseria. Questo è un assioma. Se chi comanda non riesce però a farlo, per tutti i motivi che vuole addurre, ammetta la sua incapacità e SE NE VADA. Così, a furia di tasse, da Monti in poi, i risultati li stiamo vedendo.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 16/10/2014 - 11:43

STEALI, le faccio sommessamente notare che quando Berlusconi (e NON B.) tolsi l'ICI, le regioni che aumentarono l'IRPEF erano e sono TUTTI di sinistra!!! ha anche la memoria corta? :-)

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Gio, 16/10/2014 - 11:44

Sarà meglio che la Regione Liguria, con quello che è accaduto, non si azzardi ad alzare le tasse nemmeno di un centesimo perché questa volta rischiano veramente di prendere una randellata di botte.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 16/10/2014 - 11:47

ma cosa vuoi che aumentino le tasse se la popolazione non ha occhi per piangere non vedi che raccolgono nei cassettoni? o vuoi aumentare le tasse sempre agli stessi? Incompetente.Italia5stelle con voi imbecilli il gioco delle 3 carte va benissimo siete dei polli voi.

Ritratto di 654321

654321

Gio, 16/10/2014 - 11:50

Si tolgono i soldi dalla tasca destra per metterseli in quella sinistra. Quelle sono le metastasi del sistema. Pozzi di sperperi senza fondo. E tutte quasi da sempre in mano ai compagni.

magnum357

Gio, 16/10/2014 - 11:50

Poichè le riforme strutturali, relative a fiscalità, istituzioni pubbliche, non sono state fatte 15 anni fa per stare in area euro, ora purtroppo è venuto il doloroso momento di tagliare la spesa pubblica pesantemente a tutti i livelli, in primis le Regioni che sono insieme ai Comuni e Provincie le cause del dissesto finanziario !!!

Ritratto di Blent

Blent

Gio, 16/10/2014 - 11:54

province e regioni sono inutili , servono solo a magnare soldi. Volete capirlo che vanno eliminate !!!!!

hectorre

Gio, 16/10/2014 - 11:55

villanaccio il suo bicchiere non è ne mezzo pieno ne mezzo vuoto se l'è scolato tutto!!!....risponda a questa semplice domandina...a che serve detassare se poi ci vengono riproposte tassazioni a livello comunale e regionale??...è campagna elettorale per i più ingenui.....il premier farlocco si pavoneggia del risultato straordinario e gira la patata bollente a sindaci e governatori....

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 16/10/2014 - 11:57

Padoan, sono più anziano di te perciò ti do del Tu. Vorrei sapere, l'Italia è un paese governato da un sistema FEDERALE o STATALE. Se l'Italia e "UNA INDIVISIBILE come dice il grande NAPOLITANO" Come mai siamo governati da : STATO, REGIONI, PROVINCIE, COMUNI e perchè no, mettiamoci anche la CHIESA. Tutti questi componenti COMANDANO, TAGLIANO/CUCIONO e hanno POTERE di fare quello che vogliono. Questo paese governato da GRANDISSIMI DELINQUENTI, lo posso dire ad alta voce, perchè ho vissuto, pagato TASSE in diversi paesi e non ho riscontrato in nessuno di questi un MARASMA politico come in Italia. Il Cittadino Italiano VUOLE sapere da chi siamo GOVERNATI e chi ha POTERE di DECIDERE. Non è possibile che tutte queste "GLORIOSE ISTITUZIONI" abbiano il potere di DECIDERE e di fare quello che vogliono. Se quelli al VERTICE del POTERE non sono in GRADO di GOVERNARE vadino a CASA e non diano (Quando non sanno cosa fare), DELEGHE di POTERE ad altre ISTITUZIONI, perchè queste, anche se non hanno bisogno le METTONO in ATTO.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 16/10/2014 - 12:01

steali stato,regioni,comuni sono diverse realtà amministrative,ognuno con la propria autonomia.Il Veneto e la Sicilia,sono entrambi "virtuosi" ?,Toscana e Lombardia hanno problematiche di bilancio uguali? Roma e Milano,sono metropoli con i medesi problemi dell'area fiorentina? Certo che no!! ed allora a cosa serve una leggi di stabilità usata come livella, con i relativi tagli lineari.Ai tempi di Berlusconi,così come adesso,gli enti locali così come il governo ed il parlamento, hanno compiti e bilanci diversi.Ognuno è responsabile della propria parte.Basta con le lacrime di coccodrillo,ognuno mette la propria faccia.Nazionale o locale che sia. Di Berlusconi o Renzi che sia,poco importa,il cibo e le bollette li paghiamo con quanto nel portafoglio.Capito,steali?

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Gio, 16/10/2014 - 12:01

A me pare una partita di giro: io, stato, allentando la morsa ti allungo un po' di sghei che tu, cittadino, passerai alle mie emanazioni, le regioni. Saldo zero, ma molto fumo negli occhi e grande incazzatura generale. Sekhmet.

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Gio, 16/10/2014 - 12:03

Ma se persino la polizia deve essere pagata dalle società di calcio, loro non sono capaci di togliersi un euro dalla busta paga e noi dobbiamo vederci togliere quei pochi e malfunzionanti servizi che ci vengono "offerti" dalle regioni?? Offerti de che poi, paghiamo anche l'aria che respiriamo... In parlamento non dovrebbe esserci la metà di questi mangiapane a tradimento, così come i vari barbieri, medici, sarti, ristoratori ecc, via le regioni e via le benedette province che ancora esistono (a Taranto è stato votato il presidente della provincia due settimane fa)!!!! Vedete come li recuperano i soldi!!

titina

Gio, 16/10/2014 - 12:03

Quindi alcuni avranno le riduzioni delle tasse, invece tutti pagheranno di più le addizionali regionali. Ma bravi, così consumiamo sempre meno: se tutto costa il quadruplo e le tasse aumentano, non lo capite che non possiamo più comprare? certo chi guadagna 15000 euro sta a posto. Non era più logico e producente abbassare la prima aliquota a tutti e inserire un'altra aliquota per redditi superiori ai 100000 euro?

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Gio, 16/10/2014 - 12:05

Tanto per dirne una, il caro Frociola, presidente della regione puglia, ha messo il ticket fisso e per tutti, esenti per reddito inclusi, per le prestazioni sanitarie riguardanti il cancro. Indovinate quale sarà la città più colpita? E il sindaco (pediatra) tace, si eclissa ed è pronto ad azzerare per la milionesima volta, la giunta comunale... E questi mi parlano di sacrifici e tasse.

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 16/10/2014 - 12:30

Se non ci sono le coperture perchè non rivedere quel condono della vergona DEL GOVERNO LETTA, sulle slot machines? Secondo la Guardia di finanza, e per la richiesta del pm che si occupava del caso, il conto da saldare era di circa 90 MILIARDI di euro, ma Corte dei Conti non la pensava così e decise di accogliere la richiesta subordinata di 'appena' 2,5 miliardi di euro. Quante finanziarie si potrebbero fare con tale somma senza penalizzare i soli poveri cristi? E ancora, NOI, QUANDO MAI ABBIAMO UNO SCONTO SULLE TASSE DEL 97,3%

agosvac

Gio, 16/10/2014 - 12:32

Si è pensato di risolvere il problema degli sprechi eliminando le province. Niente di più sbagliato, i grossi sprechi sono da riferire alle Regioni. Sono loro un pozzo senza fondo di soldi pubblici sprecati! Se non ricordo male una volta c'erano solo tre Regioni autonome cioè con propri consigli regionali ed erano già troppe. Oggi ogni regione ha un proprio consiglio che è fonte di spese inutili che gravano pericolosamente sul bilancio dello Stato centrale. Sono le regioni da eliminare, specie quelle che non funzionano!!! La cosa giusta sarebbe ripristinare le province che hanno un loro motivo di essere ed eliminare le Regioni, anche quelle autonome in quanto gestite molto male!!!!!!!!!

glasnost

Gio, 16/10/2014 - 12:35

Spero che, se cominciano ad aumentare le tasse locali, Berlusconi faccia di tutto per bloccare un governo che non è diverso dagli altri di Napolitano, faccia una lotta dura e scenda in piazza ad oltranza fino a bloccare il paese.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 16/10/2014 - 12:42

Si ripete la vicenda del Jobs Act? Noi del popolo bue navighiamo nella nebbia, dato che abbiamo sentito le chiacchiere, ma non ci viene mostrato un straccio di testo aggiornato e attendibile del misterioso provvedimento (a cui francamente non credo). Ora siamo ad una nuova "renzinata" piena di parole e di promesse, ma dalla quale emerge subito che lo Stato vorrebbe diminuire le imposte (?), ma anche che le Regioni fatalmente le aumenteranno. L'impressione è che si stia viaggiando ancora con il sistema delle chiacchiere, quelle chiacchiere che sono la bandiera del governo di Renzi (e Alfano, guarda un po'!). Però una legge elettorale da poter applicare subito in caso di caduta del governo quella no, quella non si fa e NON si deve fare, mentre si tiene fermo anche un ridicolo provvedimento, quello che sarebbe applicabile solo a senato "ridotto", un provvedimento che evidentemente non fa comodo a parecchi, e i nomi li conosciamo.

Zizzigo

Gio, 16/10/2014 - 12:51

Non "Legge di stabilità" ma: "Legge d'immobilismo"!

Ritratto di italia5stelle....

italia5stelle....

Gio, 16/10/2014 - 13:09

franco-a-trier_DE - ha ragione, il gico delle tre carte con gli italidioti riesce sempre, e quest'ultimo piazzista venditore di tappeti oltre al suo è affiancato da un potente gruppo di comunicazione

Ettore41

Gio, 16/10/2014 - 13:35

Ed infatti solo rivedende il Welfare State (cosa che alcune nazioni europee stanno gia' facendo) si puo' ridurre la spesa pubblica senza aumentare le tasse. Il punto e' che ci sono troppi furbi in italia; troppi ciechi che vanno al cinema troppi invalidi che giocano al pallone, troppi professionisti che non fanno fatture etc etc. Inoltre avete enti locali che elargiscono troppi "Premi di Produzione". Premi che non sono altro che quattordicesime camuffate con motivazioni infantili. Ci sono poi Regioni, Province, e Comuni ridondanti. Molti comuni possono essere accorpati cosi' come le funzioni di Regioni e Provincie. Gli Scioperi poi non aiutano il PIL.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 16/10/2014 - 13:39

Devo ancora capire la storia dell'Irap, una tassa nata male e forsemorta anche peggio! Nata per finanziare la sanità e morta per finanziare le aziende! La domanda è questa chi finanzierà il colabrodo della sanità? E quale aziende ne riceveranno i benefici?

rokko

Gio, 16/10/2014 - 13:40

Do io un suggerimento alle Regioni per tagliare la spesa senza tagliare alcun servizio: pagate le forniture a 30 giorni anziché a 365 e passa! Qualcuno si è preso la briga di mostrare (se volete vi indico le fonti) come i fornitori pratichino al pubblico dei prezzi maggiorati del 20-30% (giustamente, aggiungo io) per compensare i ritardi biblici dei pagamenti della PA, altro che 4 miliardi, ne risparmiereste molti di più.

rokko

Gio, 16/10/2014 - 13:48

aitanhouse, ho appena scritto un post che però non so se e quando lo pubblicheranno, che riprende un po' il suo stesso argomento. Scrivevo che qualcuno si è preso la briga di dimostrare che i fornitori praticano alla PA un listino molto maggiorato rispetto a quello praticato ai privati. Però attenzione, tali fornitori spesso non sono affatto ladri, semplicemente poiché la PA quando va bene paga dopo un anno, se va male anche due, costoro compensano questi ritardi con un prezzo maggiore, in modo da coprirsi parzialmente dai rischi di mancanza di incassi e liquidità nel breve periodo. Dunque, basterebbe che la PA pagasse puntualmente i fornitori per abbassare magicamente i costi delle forniture.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 16/10/2014 - 14:00

alejob per loro siamo come dei cani da riporto: ci lanciano gli 80 euro,che poi sono più o meno 50, e noi riportiamo loro il nostro voto. A pagare,poi,sanno i soliti: il popolo della busta paga,del cedolino della pensione.Il tutto moltiplicato per 100.Tagliare i ministeri,corte dei conti,csm e le infinite spa pubbliche,nazionali e locali,quest'ultime produttrici di debito senza controllo.Ad ogni finanziaria c'è poi il Cottarelli della situazione:propone 100,ne accordano 20 e lui se ne và.Pieno di soldi,i nostri soldi.Un appunto: ma era proprio necessario castrarci con l'euro?

vince50_19

Gio, 16/10/2014 - 14:22

"Quando si dice Spending review, 15-16 miliardi, e si fanno i tagli alle Regioni, vuol dire che si taglia la sanità, vuol dire che se si tagliano i trasferimenti a Comuni, Regioni, Province, questi a loro volta aumentano le tasse. Quindi tagli delle tasse per aumentare le tasse". Questo di Brunetta, figlio di gente povera e laureato in scienze politiche ed economiche presso l'Università degli Studi di Padova (frequentata nel periodo anche da me pur se in altra facoltà), per quanto egli possa a volte risultare a molti antipatico ed inviso, è un ragionamento che non fa una grinza. Peccato che i soliti BB bevano fino all'ingozzo le relata (... ... ...) del noto toscano..

ghorio

Gio, 16/10/2014 - 14:22

A questo punto urge abolire le regioni! Non comunque come la mezza pagliacciata delle province.

Mr Blonde

Gio, 16/10/2014 - 14:23

mortimermouse...le regioni non alzano nè abbassano l'ici/imu casomai i comuni

Mr Blonde

Gio, 16/10/2014 - 14:25

Consideriamo un altro aspetto, visto che prorpio sulla sanità le regioni sprecano tantissimo questo può essere un valido banco di prova per il federalismo, chi spreca a casa ad ogni elezione

angelomaria

Gio, 16/10/2014 - 14:28

TRA LUI EVISCO AVETE LA LORO TRADIZIONE E TRADIZIONI LORO I CONTI LI AGGIUSTANO RUBANDO IL PROBLEMA E CH SI SONO GIA'RUBATO TUTTO!!

gigetto50

Gio, 16/10/2014 - 14:41

.....e bravo il Chiamparino...si dimetterebbe...passando la patata bollente a qualcun altro...ma poi starebbe comunque sempre sotto le ali della chioccia comunista....ma bravo....

Ritratto di Scassa

Scassa

Gio, 16/10/2014 - 14:56

scassa giovedì 16 ottobre 2014 Perché vi stupite che le regioni si rivoltino ai tagli imposti dal governo ,...hanno ragione e ragioni da vendere ! Tanto per cominciare debbono tagliar dai già stratagliati settori dell'istruzione ,sanità e lavori pubblici e già li'......! Poi ,dovete capire che il governo ha abolito le province ma,sottobanco o meno,bisogna pur continuare a pagare stipendi,appannaggi e benefit alle migliaia di dipendenti ,che sono sempre a busta paga e di abolito hanno visto solo nome e qualifica su targhetta sulla porta dell'ufficio di competenza ! Coraggio ,ancora due buchi nella cintura PRO PATRIA !!!!!!!!!!!scassa .

mbotawy'

Gio, 16/10/2014 - 14:59

Un sano e giusto suggerimento: Chiudete baracca e burattini e andiamo alla elezioni politiche.Oggi e da tempo non viviamo piu' in democrazia,ma in una caos che peggiora di giorno in giorno. La conduzione di uno stato non e'un gioco di roulette!

luna serra

Gio, 16/10/2014 - 15:09

bravo Chiamparino dimettevi TUTTI e voglio vedere cosa succede, ho forti DUBBI che lo faccia TROPPO attaccato alla POLTRONA poi invece di tagliare i servizi hai cittadini TAGLIATE tutti gli enti INUTILI che servono solo ai POLITICI trombati, TAGLIATE i premi PRODUZIONE che è una cosa pazzesca un operaio è PAGATO con lo stipendio per LAVORARE e RENDERE, tagliate gli stipendi a MANAGER pubblici che sono pazzeschi, TAGLIATE le sovvenzioni alle sagre

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 16/10/2014 - 15:14

I tagli si dovevano fare, tagliando prima le uscite, altrimenti, se le uscite restano le stesse, è naturale che i tagli diventano pesanti e quindi si devono andare a reperire altre entrate. E il risultato è: una presa per i fondelli.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 16/10/2014 - 15:35

Lo Stato può e deve stampare moneta! Per esempio, a fronte di 120 miliardi, dicono, di evasione fiscale (soldi veri che lo Stato deve percepire), lo Stato potrebbe stampare moneta per un valore corrispettivo e dire ben chiaro quali ne siano la destinazione e le priorità!!! Abbiamo i ladri al potere, i mafiosi al potere, gli usurai al potere...peggioriamo la situazione se ci mettiamo dei falsari? Penso proprio di no! Anzi, entra in circolo denaro fresco e in più la smettono di frugare sempre nelle nostre tasche.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Gio, 16/10/2014 - 15:48

Non date più soldi a Regioni, Provincie (hanno votato domenica. Ma non le hanno abolite?) e comuni. Buttano i soldi dalla finestra per consulenze (sul nulla) personale fannullone, politici ladri. Basta, cacciamoli tutti ma proprio tutti. E ora di finirla con politicanti di mezza tacca che pretendono di vivere da nababbi.

Ritratto di aquila8

aquila8

Gio, 16/10/2014 - 15:52

Renzi dopo il miracolo delle primarie salva Casta,la finta rottamazione con il gioco delle tre carte e la moltiplicazione dei giorni da 30 a 1000 come Cristo aveva fatto con i pesci,ha fatto il miracolo della manovra allucinogina con la stampella del Giuda Grillino,serbatoio di stampelle salva Casta.Non dovete allegrarvi troppo e nemmeno preoccuparvi rovinandovi i fegato per questa miracolosa finanziaria.Visto che si è realizzato tutto quanto programmato dai Grandi Maestri Burattinai e per i popoli non ci sono più speranze per essere liberi.Le Nazioni sono diventate una Colonia gestita direttamente dai padroni del mondo,tramite la Piramide del potere UE,sarebbe meglio per i cretini come me e per chi a creduto negli illusori valori dei vari credo che scoppi una vera guerra,almeno si creperebbe per un motivo valido e non per agonia assistendo ai soliti teatrini recitati dai politici.Non avrei mai potuto immaginare che la ex Grande potenza Russa si sottomettesse ai padroni del mondo e alla UE.E' reale,la Russia senza l'Italia non conta nulla ed è per questo che Putin ha richiesto l'aiuto al Messia affinché lo salvasse dall'isolamento mondiale.Il popolo Russo prega il Messia e le nuove Divinità,affinché illuminino il loro presidente e lo aiutano a far uscire la Russia dall'isolamento Mondiale e a entrare nel Paradiso UE.

Ritratto di bergat

bergat

Gio, 16/10/2014 - 16:00

Rabbia delle regioni? che aspetta Renzurlsconi a chiuderle definitivamente e licenziare tutti gli impiegati inutili? meglio loro a spasso che gli altri italiani. Non è fattibile costituzionalmente? ma abolisse anche la costituzione. Oramai siamo proprio stanchi e non sopportiamo più ostacoli di sorta. Che la vera rivoluzione incruenta abbia inizio!

gedeone@libero.it

Gio, 16/10/2014 - 16:02

Se è vero come è vero che le maggiori fonti di spesa e spreco in Italia sono causati dalle regioni, ben venga il taglio. Anzi 4 mld ripartiti per 20 regioni mi sembrano persino pochi...

brunicione

Gio, 16/10/2014 - 16:13

Renzi non riesce a capire che i sacrifici devono essere richiesti a chi vive nell'agiatezza e nei privilegi, cioè ai politici, ai sindacalisti, ai magistrati, ai burocrati etc etc. Fino a che non toccherà queste caste, obbligherà tutti gli Italiani a pagare sempre nuove tasse

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Gio, 16/10/2014 - 16:15

Come si capisce che l'italiani parlano solamente senza capire niente. Se il governo taglia alle regioni, e ovvio che queste per mantenere i servizi dovranno aumentare le tasse. Allora abolaimo le regioni e cosi non avremo più sprechi e se aumenteranno le tasse sara colpa del governo.Inoltre le spese evitabili non sono solo delle regioni ma dei parlamentari delle camere, del senato (che non è stato abolito, delle provincie che non sono state abolite, ma dei carozzoni statali che Renzi blatera ma non elimina

eloi

Gio, 16/10/2014 - 16:18

leo_polemico. Ha ragione, però solo in parete, le Regioni ed altri enti pubblici si guardano bene dal tagliare gli sprechi. Preferiscono tagliare i servizi così i cittadini saranno indotti a non prendersela con loro. Diranno noi lo avevamo detto. Dove abito i pulman esclusi quelli che fanno servizio in orario scolastoco sono sempre vuoti al msassimo frequentati da uno o due persone aventi titolo al trasporto gratuito. Costerebbe meno metter loro a disposizione un taxi.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 16/10/2014 - 16:58

LO STATO PAPPONE RUBA OGNI ANNO 800 MILIARDI DI EURO ALLE IMPRESE E AI LAVORATORI - Quello italiano é uno schifoso regime totalitario - Che gli onesti si uniscano e lo abbattino.

Duka

Gio, 16/10/2014 - 16:59

Il modo di fare del premier è per me molto discutibile tuttavia quando dice RISPARMIATE sopratutto gli sprechi ha ragione da vendere e se il suo tasso di gradimento fosse solo su questo tema avrebbe 10 e lode.

Max Devilman

Gio, 16/10/2014 - 17:04

Renzi sta semplicemente mettendo in atto il piano della sinistra italiana e gli ordini europei: Centralizzare tutto il potere a Roma, distruggere tutto ciò che è locale e quindi più vicino alla gente e ai problemi del territorio, e infine cessione del potere all'unione europea. Erano le stesse cose che diceva Monti, i piani per le masse non seguono mai tempi brevi, ma agiscono sempre con il contagocce. La gente perderà la libertà senza rendersene conto, tranne quelli come me che le cose le capiscono. Toglieranno risorse a Lombardia e Veneto che sono regioni virtuose. Voglio vedere cosa succederà.....secondo me ormai siamo alla frutta.

upetrucci

Gio, 16/10/2014 - 17:06

da ex dipendente della sanità dico: amministrate gli ospedali come se fossero cliniche private. invece di dare indennità e straordinario a go gò specie al sud. tanto paga pantalone.

Duka

Gio, 16/10/2014 - 17:06

SANITA' A RISCHIO? Ma si rendono conto che la sanità pubblica è il paradiso della corruzione? Ma lo sanno questi incapaci e fannulloni che le ASL sono un pozzo senza fondo? Come si fa a pagare un passacarte altrimenti conosciuto come medico della mutua Euro 6000/mese? Oltre ai danni che provoca (8 su 10 sono così) nel prescrivere medicinali spesso inutili e costosi ed altrettante analisi con il solo scopo di leggere una diagnosi scritta da altri altrimenti non saprebbe da che parte voltarsi? SVEGLIAaaaaa!!!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 16/10/2014 - 17:07

RENZI OGNI TANTO HA RAGIONE, BISOGNA TAGLIARE SPRECHI, ENTI INUTILI REGIONALI E COMUNALI, SUPER VITALIZI E SUPER STIPENDI.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 16/10/2014 - 17:08

@villanaccio- Secondo lei le Regioni ridurranno gli sprechi o peggioreranno i servizi per i cittadini?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 16/10/2014 - 17:08

Personale strapagato,burocrazia inutile(e personale inutile),spese sanitarie "GRATIS" a migliaia di migliaia di "accolti",consulenti,opere malfatte,sperequazioni di tutti i generi,trasporti "gestiti alla và che vai bene",etc.etc.....Vengono a dire, che devono ridurre le "prestazioni" al Cittadino....Buffoni!!!

Giacinto49

Gio, 16/10/2014 - 17:09

"Quando si dice Spending review, 15-16 miliardi, e si fanno i tagli alle Regioni, vuol dire che si taglia la sanità, vuol dire che se si tagliano i trasferimenti a Comuni, Regioni, Province, questi a loro volta aumentano le tasse. Quindi tagli delle tasse per aumentare le tasse". Non sarebbe meglio tagliare amministratori e dirigenti incapaci???

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Gio, 16/10/2014 - 17:11

Ca... spita, Chiamparino, il miracolato dei... ricorsi-farsa, che parla a nome delle regioni. In questo sempre più miserando paese la vergogna non ha mai nessun limite. ... Sempre presente, in tutte le salse!

Agostinob

Gio, 16/10/2014 - 17:12

Berlusconi s'era trovato mille volte in queste situazioni ma non poteva dire ciò che dice Renzi perché l'Italia si rivoltava. Gli ordini della sinistra e dei comunisti era di rivolta totale appena Berlusconi avesse accennato a qualsiasi taglio. Oggi Renzi dice e fa le cose che Berlusconi pensava e voleva e la stessa sinistra che sbraitava, oggi finge di lamentarsi per poi far nulla. Ecco la forza di Renzi! Dire, da comunista a comunisti, che la devono piantare perché lui sa bene (essendo stato Sindaco) quanta ciccia c'è da tagliare. Peccato che sia la stessa ciccia di quando c'era Berlusconi; solo che all'ora era impossibile toccare un euro; oggi....alla fine, si potrà, si potrà. Immaginate un Berlusconi se avesse detto ai comunisti di smetterla di lamentarsi e di risparmiare sulle spese?

nerinaneri

Gio, 16/10/2014 - 17:13

quoto biasini al 1000%...aggiungo anche quei ladri delle multiutility

Duka

Gio, 16/10/2014 - 17:18

VERO Biasini sono lasri incalliti e di mestiere. A CASA A PEDATE NEL CULO

nonnoaldo

Gio, 16/10/2014 - 17:20

L'ultimo dato sulla spesa totale annua delle regioni (CGIA Mestre) risale al 2010 ed era pari a ben 210 milardi. Nn mi pare che dal 2010 ad oggi tale spesa si sia ridotta,anzi. Cominque ragioniamo sui 210 miliardi, ebbene 4 miliardi rappresentano meno del 2%. Non ci vengano a dire i signori governatori che non sono in grado di ridurre del 2% la sesa operando su quelli che sono decisamente sprechi. Da retribuzioni e vitalizi assurdi alle sedi di rappresentanza presso l'UE ed alle pseusoambasciate in giro per il mondo, per non parlare di consulenze milionarie su argomenti impossibili, di rimborsi spese a fronte del niente e così via. Parlano di costi della sanità che indurranno a nuove tasse, ebbene, prima ci spieghino perchè la spesa per sanità pro capite in Lombardi è di poco superiore a venti euro mentre per tutte le altre regioni è assai più alta, per arrivare ai 350 euro della Sicilia. Applichino i costi standard e solo da ciò risparmieranno ben più dei 4 miliardi che vengono tagliati e senza ridurre il servizio ai cittadini. Banda di buffoni mantenuti lautamente, percettori di mazzette milionarie e dissipatori del denaro pubblico.

Mr Blonde

Gio, 16/10/2014 - 17:21

italia5stelle... comunque taglio irap notevole e 80 euro stabili, sgravi ai neoassunti e per piccole partite iva. Poi vediamo chi vende pentole e chi spettacolini da circo massimo

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 16/10/2014 - 17:21

Certo, i cialtroni delle regioni, specialmente i rossi, trovano i soldi per far svernare i migranti fancazzisti, ma per gli italiani nada. Taglino la pasta ai migranti, tanto la buttano via.

onil

Gio, 16/10/2014 - 17:27

Cominciano a vedersi alcune "perle" della manovra: "Per blindare il pareggio di bilancio nel 2017 e rassicurare Bruxelles, prefigura nuovi aumenti dell'Iva e delle accise sui carburanti." E ancora: "Sempre in chiave fiscale, dalla bozza passa dall'11 al 20% la tassazione sui rendimenti dei fondi pensione "dal periodo d'imposta 2015". Sui redditi derivanti dalle rivalutazioni dei fondi per il Trattamento di fine rapporto la tassazione passa dall'11 al 17%". E inoltre: "L'importo del TFR sarà assoggettato a tassazione ordinaria, quindi non potrà godere della tassazione agevolata della rendita" E per fortuna che non hanno aumentato, dicono loro, le tasse. Non scrivo altro per non incorrere nella censura!

glasnost

Gio, 16/10/2014 - 17:30

Ci hanno già presi per il kiulo dicendo che sulla prima casa non c'era più l' IMU : le hanno cambiato nome, ma è sempre come prima! (Come quando hanno cambiato il nome da PCI a tutti i successivi fino a PD, ma è sempre lo stesso). Ora riducono le tasse dello stato (a chi???) ma le riemettono, magari aumentate, con il nome dato loro dalle regioni. Possibile che in questo paese non si trovi uno serio (non come Grillo che parla e basta) che si metta alla testa di gente che non ha più nulla da perdere e va allo scontro col potere?

Pinozzo

Gio, 16/10/2014 - 17:31

Alcune regioni come per esempio la sicilia buttano i soldi in consulenze, parlamentino, stipendi d'oro. Ha fatto bene Padoan a ridurre i fondi, iniziassero a razionalizzare le loro spese anche loro. E se poi per mantenere un parlamentino de ca**o in Sicilia dovranno chiudere gli ospedali, alle elezioni successive la gente votera' qualcun altro di piu' onesto.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Gio, 16/10/2014 - 17:41

Per non fare quello che, per saturazione manda subito a fare in culo....mah! Domanda? Se si deve tagliare?? Si deve tagliare sulla assistenza sanitaria???????? No! Perché , se si deve già oggi pagare per un servizio, dove ti danno l'appuntamento per un esame, almeno tre mesi dopo che sei morto! Cosa altro cazzo ci vogliono togliere????????? Tagliare sulle loro prebende??NOOOOOOO!! Sia mai!!! È da sciacalli!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 16/10/2014 - 17:41

@rokko:è vero,lo sanno tutti,che i prezzi sono "gonfiati",per via dei pagamenti.Il danaro costa,la liquidità pure.Poi occorre tenere in considerazione le inevitabili "prebende"(l'olio....),per fare girare l'ingranaggio,per cui un 25-30%,come minimo si PERDE...e chi paga??...I soliti!!!

vince50_19

Gio, 16/10/2014 - 17:44

Sul tfr che è compreso in questa manovra, oltre le furbate di questo governicchio di non eletti che scarica verso il basso l'onere di tassare la gente: "Alla fine il Tfr direttamente nella busta paga dei lavoratori ha trovato spazio nella bozza di legge di Stabilità presentata mercoledì dal governo. A differenza di quanto ventilato nelle settimane precedenti, però, il "bonus" non sarebbe (il condizionale è d'obbligo fino all'approvazione definitiva) soggetto a tassazione agevolata, bensì a tassazione ordinaria secondo le aliquote progressive, aggiungendosi dunque all'imponibile". (Da Libero Wind - http://www.quifinanza.it/8880/tasse/il-tfr-va-in-busta-paga-ma-con-batosta-fiscale-dietro-angolo.html -) Renzi e compagnuzzi: SENZA VERGOGNA se le cose stessero in questi termini.

rickard

Gio, 16/10/2014 - 17:52

Mi sta bene tagliare i fondi alle regioni ed ai comuni. Purchè venga fatta una legge che impedisca a comuni e regioni di rifarsi sui cittadini, aumentando le tasse.

baio57

Gio, 16/10/2014 - 17:55

BIASINI hai ragione ,sulle Province il tutto è passato in sordina ,si sono votati tra di loro ( li hanno chiamati grandi elettori ,sic! ) grazie ad una legge fatta a Doc per le sinistre dal ministro Delrio .Non si tratta di votazione a suffragio universale ,bensì avevano diritto al voto UDITE UDITE, solo amministratori già eletti, cioè tutti i sindaci ed i consiglieri comunali .La sinistra come sempre nei casi dove il voto popolare non conta un caZZo, ha fatto man bassa in molte province ,grazie anche ai soliti voltagabbana che in cambio di una poltrona si vendono anche il cuLo. Un'ennesimo golpe istituzionale dove questa gentaglia senza pudore , ha fatto sì che la democrazia andasse a farsi fottere . Ormai hanno in mano tutto loro ,non c'è più scampo ,rimangono veramente solo i forconi.....

schiacciarayban

Gio, 16/10/2014 - 17:55

Le regioni, come tanti altri non hanno ancora in testa il concetto di budget. Nella mia famiglia per esempio dico: ho un budget di 5000 euro al mese, e quindi pianifico per non spendere di più. Le regioni, e gli enti pubblici in genere, fanno il ragionamento opposto:io devo spendere 100, quindi fate in modo di darmeli. Anche a me piacerebbe spendere 10.000 al mese ma se ne ho 5000, gli altri li vado a rubare??

Lofelo

Gio, 16/10/2014 - 17:57

Mi chiedo come non si debba dare merito ad un indirizzo di eliminazione sprechi delle regioni che ogni italiano di buon senso (consiglieri e assessori regionali,asl mal gestite, consulenti , relativi parenti esclusi) ha sempre criticato.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Gio, 16/10/2014 - 17:57

Ogni giorno la TV e la stampa ci informano di scandali e sprechi milionari. E Chiamparino fa il difficile? Non sa cosa taglaire? Si tagli la testa visto che non riesce a farla funzionare. E'proprio perchè la stragrande maggioranza delle Regioni sono in mano alla sinistra, che i Compagni Governatori temono che la pacchia stia per finire. Tagliare gli sprechi per la sinistra significa smettere di foraggiare la miriade di Associzione farlocche che tengono in piedi per continuare ad alimentare le loro indecenti clientele di fancazzisti di ogni genere. Cari Compagni ora basta, o la smettete di continuare a sperperare il denaro pubblico oppure le capocce di molti di voi ruzzoleranno molto presto per strada!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 16/10/2014 - 18:05

sono tutti uguali.

accanove

Gio, 16/10/2014 - 18:06

..con i consiglieri regionali che prendono 743.000 euro anno......

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Gio, 16/10/2014 - 18:15

Caro Chiamparino di sangue al "contribuente" tu ed i tuoi compari ne avete succhiato in grande quantità, visto che governate da sempre la maggioranza delle Regioni, delle Provincie e dei Comuni. Da ora in poi i salassi di sangue dovrai andare a praticarli in tutte le greppie clientelari e parassitarie che la sinistra ha messo in piedi dal dopoguerra ad oggi per assicurarsi i propri voti. Fai pagare l'IMU ed ogni altra tassa che dissangua i comuni Cittadini ai parassiti della CGIL ed agli altri degni compari, se pure di sigle diverse. Da tempo, ormai, le sedi dei Sindacati non sono più da considerare luoghi di assistenza per i lavoratori, ma Uffici di Alta Finanza dove a mettere a punto strategie in danno dei lavoratori veri per continuare a mantenere quelli falsi che si iscrivono al sindacato. Non te la senti? Dimettiti subito e vai a cercarti un lavoro vero!

Villanaccio

Gio, 16/10/2014 - 18:15

Oggi, a proposito di "tagli regionali impossibili da realizzare" mi è venuto da ridere quando poi dal telegiornale si viene a scoprire che l'archivio di 65.000 faldoni di cartelle personali per il rinnovo del permesso di soggiorno per gli extracomunitari e stato distrutto dall'alluvione a Genova ..... Ma nessuno dei nostri "premiati amministratori" conosce uno "strumento" che c'è già da 20 anni e si chiama personal computer, costa 700 euro e che può memorizzare centinaia di migliaia di file e dove basta una sola chiavetta USB per avere tutti i back up che si vogliono ? Mandiamoli a spalare melma che sono più utili !

Villanaccio

Gio, 16/10/2014 - 18:24

Tagli alla sanità.....o risparmi per avere maggiore efficenza? I nostri "cari" amministratori regionali Chiamparino compreso, dovrebbero domandarsi come mai se vuoi fare una risonanza magnetica in provincia di Torino, se la prenoti in una struttura pubblica ci vogliono 6 mesi e se vai invece in un centro privato (convenzionato) la fai dopo due giorni ? Ma un confronto di efficienza tra pubblico e privato lo vogliamo fare e metterlo in rete così come i costi dei medicinali che ina ltri paesi costano la metù che in Italia? Ridurre le spese se si vuole si può, basta rinunciare alle "mazzette".... Si diano una mossa che Renzi ha ragione.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 16/10/2014 - 18:27

Di questa legge di stabilità nel mio piccolo ho capito solo che 36miliardi-36miliardi = 0. La dimostrazione: infatti il sottoscritto non usufruendo di bonus perchè pensionato si ritroverà il suo redditto decurtato di -508 euro per la Tasi mentre chi usufruisce di bonus, a parità di tasi, si ritroverà +960-508 = +452. Grazie Renzi sei un fenomeno a far quadrare i conti con i soldi degli altri, neanche un bocconiano avrebbe fatto meglio!

Ritratto di italia5stelle....

italia5stelle....

Gio, 16/10/2014 - 18:27

PAPPONI D'ITAGLIA

Ritratto di glucatnt73

glucatnt73

Gio, 16/10/2014 - 18:29

Pensassero ai loro di buchi... Caro Zingaretti, la sanità laziale è una voragine senza fondo, comincia tu a tagliare che è meglio; magari eliminando qualche partecipata, luogo di trombati e di amici degli amici. P.S. Aveste favorito il federalismo forse adesso parlereste a ragione, invece attaccatevi al tram.... e tagliate gli sprechi!

fer 44

Gio, 16/10/2014 - 18:34

Ma come faceva l' Italia quando non c'erano le Regioni??? Prosperava e alla grande! Allora: via le regioni e tutti quei "mangiapane a tradimento" !!!!

jeanlage

Gio, 16/10/2014 - 18:43

La società dei magnaccioni. Portaci un altro mijardo, che poi se lo dividemo, con consulenti, dirigenti, segretarie e pagliacci spacciati da artisti. E' bello mangiarsi i soldi quando li procura papà Stato. Ridicoli pagliacci senza dignità: avrebbero dovuto elegge Vendola come presidente, li rappresenterebbe benissimo, nel male e nel peggio.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 16/10/2014 - 18:43

ma tagliano anche mare nostrum che costa piu di 9 milioni al mese???

nino47

Gio, 16/10/2014 - 19:04

Daccordissimo con Renzi! Eliminate gli sprechi...che sapete dove stanno!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Gio, 16/10/2014 - 19:04

IL PRIMO SPRECO DA ELIMINARE E' RENZI IL SUO GOVERNICCHIO ED IL SUO STIPENDIO

Giampaolo Ferrari

Gio, 16/10/2014 - 19:06

Il giro del denaro dei contribuenti dovrebbe essere al contrario,cioè quanti sodi vuoi per il niente che fai? governo centrale infame??

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 16/10/2014 - 19:08

Proprio lui, che non è stato in grado di eliminare UN SOLO ente inutile, che non ha diminuito di un solo centesimo le spese di camera e senato, che ha insediato mezza Firenze in posti di potere a Roma... lui viene a tuonare dal pulpito e pretende di insegnare alle regioni come eliminare gli prechi? Che ne è stato dei costi standard, legge approvata in via definitiva? Perchè non riesce a farla applicare? Perchè non abolisce le regioni a statuto speciale, che dopo cento e passa anni non hanno più alcuna ragione di esistere? Buffone, terracottaro, magliaro, sparaballe, mentitore istituzionale. Ma verrà un giorno in cui qualcuno ti chiederà conto di tutte le patacche che hai raccontato in questi mesi!

Ritratto di komkill

komkill

Gio, 16/10/2014 - 19:08

Chiamparino ha mandato Torino a puttane, adesso conta di mandarci il Piemonte.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 16/10/2014 - 19:09

Renzi è il PRIMO DEMOCRISTIANO CHE SCANDISCE BENE LE PAROLE, CI SONO TROPPI MANAGER E TROPPI PRIMARI, QUESTA GENTE HA STIPENDI DA NABABBO E FÀ POCO O NIENTE, TRANNE CORROMPERE. Cominciamo con le regioni, i comuni e nel 2015 cominceranno anche al parlamento, alle camere e negli enti pubblici, SENZA DIMENTICARCI DELLE PENSIONI D`ORO.

berserker2

Gio, 16/10/2014 - 19:19

Guardate le facce de sti quattro nullafacenti senza dignità e voglia di lavorare. Non saprei dire chi fa più senso!

marcoghin

Gio, 16/10/2014 - 19:27

Sono d'accordo con Renzie: tagliamo gli sprechi in TERRONIA, COSTI STANDARD PER TUTTI!

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 16/10/2014 - 19:27

Chiamparino da bravo kompagno risponde al "kompagno" ricattando che tagliera' la sanita'..invece di tagliare vito, alloggio sanita' ai PARASSITI AFRICANI E SINTI, ai centinaia di manager, alle decine di paracollaboratori..esterni, ai prezzi gonfiati delle loro spese, ma vogliamo parlare della Sicilia? Calabria? Campania? Lazio? le migliaia di spazzini fancazzisti di napule o le migliaia di forestali..piu' del canada in calabria? taglio alla sanita???? ma una palata in faccia..altroche'

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 16/10/2014 - 19:31

Renzi non è capace di Riformare la Riforma (Bassanini) del Titolo V della Costituzione che è stata la molla che ha fatto scattare tutte le spese delle Regioni a partire dal Turismo con mille centrali sparse in tutto il Mondo; non sanno fare i compiti e vogliono ridare avanti con Forza Italia. Shalom

Max Devilman

Gio, 16/10/2014 - 19:32

destra e sinistra vogliono con l'appoggio dell'europa distruggere le regioni per riportare tutto a Roma e successivamente il controllo all'europa. Cessione del potere diceva monti.....e vi hanno convinto dalle fesserie che leggo.

krgferr

Gio, 16/10/2014 - 19:34

Beh.. per i comuni, quello di Genova almeno, si potrebbe cominciare a riconsiderare l'entità degli importi degli assegni "Al merito" per i tecnici preposti alla protezione del territorio; anzi, a ben pensarci e per come sono andate le cose si potrebbero eliminare del tutto i tecnici. Saluti. Piero

vaigfrido

Gio, 16/10/2014 - 19:42

ero un convinto fautore del decentramento amministrativo, stato con competenze nazionali , regioni e comuni. Ma dopo quello che si è visto dico con forza che sono le regioni da tagliare. Ma vedete che sedi si sono fatte ? E per che cosa ? che fanno ? Dopo tutto prima del 1970 erano solo un entita geografica. Torniamo ad un sano centralismo ... detto da me suona come una bestemia ma sarebbe il minore dei mali !

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 16/10/2014 - 19:46

Mr BLONDE 14 e23 Ha mai visto un listino paga o un CUD di un pensionato???? Ecco se lo guardi cosi scoprira la voce ADDIZIONALE REGIONALE IRPEF per la quale sulla mia pensione insieme all'ADDIZIONALE COMUNALE (di Roma e del Lazio perchè pur essendo Lombardo, quale residente all'estero iscritto all'AIRE il mio e quello di tutti i 4 milioni di iscritti il domicilio FISCALE è per legge spostato a Roma) mi vengono trattenuti la BELLEZZA di 1.600 Euriii all'anno!!!! Perche essendo la regione Lazio ed il comune di Roma degli SPENNDACCIONI sempre in DEFICIT, sono stati autorizzati ad aumentare oltre il massimo le LORO percentuali di addizionale IRPEF!!! CAPIIIII Mr Blonde!!! Saludos dal Leghista Monzese

celuk

Gio, 16/10/2014 - 19:48

purtroppo gli enti locali non tagliano le spese inutili e assurde come notti bianche, concerti gratuiti, feste di fine anno, viaggi per gemellaggi e per la pace (!) ma tagliano i servizi essenziali (aiuti ai disabili, case agli indigenti (questo pero solo ai cittadini italiani mica ai "disperati" invasori!) ecc.. e contemporaneamente, con la scusa dei tagli ai trasferimenti, aumentano tutte le tasse locali in particolare sulle case, sanità ecc...Intanto paghiamo la tasi (oggi), il 30 novembre l'acconto IRPEF, il 16 dicembre il saldo IMU e il saldo tasi e tari, il 31 dicembre il bollo/patrimoniale sui risparmi.... e poi il cialtrone (non eletto) viene a dire che diminuisce le tasse! Non mi risulta che abbia abolito queste tasse! IMBROGLIONE!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 16/10/2014 - 20:05

funziona talmente bene la sanità che bisogna tagliarla e incrementare le opere comunali funebri.

celuk

Gio, 16/10/2014 - 20:15

a forza di tirare dritto si va sempre a sbattere!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 16/10/2014 - 20:22

Da pifferaio magico a novello Robin Hood toglie ai più poveri per dare ai meno poveri e fa finta di togliere ai ricchi per arrichirli ancora di più (banche e multinazionali)!

FRANCO1

Gio, 16/10/2014 - 20:25

Le regioni vanno abolite, ma perdavvero!!! Non come la farsa delle provincie che si sono aumentati tutti quanti gli stipendi e continuano a sprecare a manbassa!!!Se non ci credete fate un giro sui i siti internet e guardate cosa pubblicano all'albo pretorio!!! Roba da sperpero micidiale!!! I comuni poi non fanno affatto risparmi ed è l'ora che comincino a tirare davvero la cinghia e comunque adoperate internet e guardatevi l'albo pretorio..vedrete che sorprese!!! Altro che risparmi...se l'incassano e se li sperperano!!! Vergogna!!!

gigetto50

Gio, 16/10/2014 - 20:28

.....e perché gli sprechi non li eliminano loro, la casta a Roma, tanto per cominciare e dare buon esempio? Pensioni da 90 mila euro al mese, stipendi da favola ai dipendenti di palazzo, stipendio d'oro del presidente della Repplica etc..etc...?

rokko

Gio, 16/10/2014 - 20:30

vince50_19 mi spiace di deluderla ma il discorso di Brunetta fa acqua. Gli enti locali gestiscono complessivamente una spesa di circa 250 miliardi, non poter risparmiarne 4 vorrebbe dire che sono spesi tutti bene ed al meglio, il che francamente fa a pugni con l'evidenza di tutti i giorni.

rokko

Gio, 16/10/2014 - 20:30

vince50_19 mi spiace di deluderla ma il discorso di Brunetta fa acqua. Gli enti locali gestiscono complessivamente una spesa di circa 250 miliardi, non poter risparmiarne 4 vorrebbe dire che sono spesi tutti bene ed al meglio, il che francamente fa a pugni con l'evidenza di tutti i giorni.

AVO

Gio, 16/10/2014 - 20:32

Sig chiamparino diminuiscagli stipendi a tutti in 3000 euro al mese, compreso lei. Poi tutte le feste annullarle e i fiori che paga milioni di euro all'anno.

ANTOBOTA

Gio, 16/10/2014 - 20:53

Bravo Matteo,fai piazza pulita di questo marciume politico proveniente dai meandri della corruzione della prima repubblica...per questo marciume risanare risparmiare tagliare sono verbi che non esistono,tant'e' che sono pronti a tenersi buone le poltrone e ad alimentare la corruzione a loro dispensatrice di denaro pubblico sottratto ai cittadini e al sistema reale!vai avanti Matteo...devi davvero senza paura fare piazza pulita e cambiare mentalita' radicalmente e definitivamente a questo paese!!

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Gio, 16/10/2014 - 21:21

chiamparino...penoso alfiere della casta privilegiata.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 16/10/2014 - 21:49

Bloodynerina...tu non finirai mai di stupirmi. Adesso vuoi che smettiamo di foraggiare i tuoi kompagnucci al governo? Non è che stai cambiando colore? Altrimenti pecchi d'incoerenza.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 16/10/2014 - 21:49

...La vera spending review è quella di abolire tutti i Consigli Regionali e suddividere il territorio italiano in tre grandi Regioni: Nord, Centro e Sardegna, Sud; Quindi tre soli Consigli Regionali composti da un rappresentanti per ogni attuale Provincia.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 16/10/2014 - 22:08

@Lanzi Maurizio - Lei dice che renzi ha ragione, teoricamente sì,ma restano parole, perché quali provvedimenti ha adottato perché si taglino veramente gli sprechi e non i servizi ai cittadini? tagliare i fondi alle Regioni e lasciarle libere di aumentare le tasse le sembra ragionevole? o è solo una manfrina per coprire un aumento della tassazione, operato però non dal governo ma in maniera indiretta da Regioni e Comuni?

filder

Gio, 16/10/2014 - 22:41

Si dice che il pesce puzza dalla testa ed allora i tagli sbandierati dell abusivo Renzi, perché non iniziano da loro e cominciano a tagliare le automobili di lusso che pretendono di avere in dotazione, al posto di una Mercedes, di una BMW odi una Audi, potrebbero sostituirle con una Lancia delta, con una Fiat Bravo o con una 500 L,io non ho ancora capito perché i nostri politici pretendono di nuotare nel lusso, mentre il popolo pecorone, viene spolpato all osso e fra poco ci toglieranno anche quella poca ed in efficiente sanità e non è tutto, perché il signorino Renzi per farsi bello annuncia tagli da una parte per poi sostituirli con altri tagli da un altra e per non generare sangue amaro nei suoi confronti, riversa tutto sulle regioni che a sua volta saranno costretti a riversarli sui cittadini come se fosse che questi ultimi vivono nel paese delle meraviglie.Italiani, cerchiamo di svegliarci, perché fra non molto arriverà la Troica con in testa i krucchi e Vichinghi e ci toglieranno tutti i risparmi di una vita nel nome di una Europa che nessuno ha votato perché il popolo non è stato chiamato a nessun Referendum a proposito.

celuk

Gio, 16/10/2014 - 23:11

a forza di tirare dritto si va a sbattere sempre!

Serenella71

Ven, 17/10/2014 - 00:35

State tranquilli gente la crisi sta per finire.....poi comincia la miseria!!!!

emilio ceriani

Ven, 17/10/2014 - 01:19

Anche se non sono un sostenitore del Presidente del Consiglio condivido l'esigenza che anche le Regioni, come tutti gli Enti Pubblici, riducano le spese eliminando gli sprechi. Non sono d'accordo con il trionfalismo per questa manovra soprattutto per quanto riguarda gli sgravi concessi alle attività produttive anche se credo di comprenderne le ragioni in un'ottica di breve periodo. Sembrerebbe che io lavoratore pago le imposte che poi lo stato di fatto mette a disposizione delle attività produttive perché queste incrementino il lavoro e quindi l'occupazione. Vale a dire è il lavoratore che si paga parte del lavoro. Strano modo per evitare di dire che il lavoro viene meno perché non siamo competitivi. Se non si affronta la situazione prendendo atto che questo è il problema da risolvere, ogni tentativo di aggirarlo servirà solo a peggiorare la situazione.

Ritratto di balonid

balonid

Ven, 17/10/2014 - 01:23

Il saccheggio sistematico è iniziato proprio con l'istituzione delle regioni.

brunog

Ven, 17/10/2014 - 02:08

Se non si fanno i tagli allora bisogna aumentare le tasse, la matemetica non e' un'opinione. Le regioni meridionali governate dalla sinistra comincino a diventare virtuose come il Veneto, poi i soldi dei risparmi salteranno fuori da soli.

papik40

Ven, 17/10/2014 - 03:41

Risparmiare e' possibile? NO e' possibilissimo! Basta accorpare 3000 comuni e spariscono 30'000 membri di consiglio Basta accorpare 4000 municipalizzate e spariscono altri 40'000 membri Basta eliminare sulle restanti 4'000 municiplizzate i consigli di amministrazione e nominare un amministratore unico e spariscono altri 40'000 Totale 100/110'000 mangiapane a ufo che sono li o per "meriti" politici o per nepotismo con un risparmio di almeno 4.5-5 miliardi I dipendenti dei 3'000 comuni e delle 4'000 municipalizzate dovranno essere razionalizzati e NON sostituiti alla loro andata in pensione. A voi valutare i risparmi Basta infine scegliere fra i propri dipendenti persone esperte del settore e non avrebbero piu' bisogno di spendere in consulenze milionarie! I soldi che amministrate cari sindaci servono principalmente per sistemare, parenti, amici, amanti e politici piu' o meno trombati che sono intoccabili e poi li usati per i servizi essenziali dei vostri concittadini e ve ne fregate altamente se sono sempre meno e piu' scadenti! Invece di lamentarvi fatevi l'esame di coscienza se ne avete una!

AVO

Ven, 17/10/2014 - 07:37

Dobbiamo essere arrabbiati noi che dobbiamo vivere con 1200 euro al mese, invece voi con i soldi dello stato prendere 10.000 euro al mese e tutti i benefit che ne seguono.VVERGOGNA.

Ritratto di gianni2

gianni2

Ven, 17/10/2014 - 08:01

ELIMINATE LE REGIONI!!!!! Mandate a lavorare i governatori, i direttori, gli impiegati, se non trovano più un lavoro (anche perché sono incapaci) chissenefrega. Hanno succhiato a man bassa, hanno rubato (v. Errani), truffato e MAI lavorato. L'Italia risparmierebbe diversi miliardi che potrebbe distribuire su chi, dopo una vita di lavoro ONESTO, riceve una pensione che è più un calcio in culo che un'elemosina.

Ritratto di Blent

Blent

Ven, 17/10/2014 - 08:50

E' lo stesso spirito del "patto di stabilita'" dei comuni varato dal governo Berlusconi, i tagli dovevano essere compensati da tagli agli sprechi invece hanno tagliato i servizi e continuato gli sprechi , stessa cosa faranno le Regioni. Dove c'e' politica c'e marcio.

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 17/10/2014 - 08:52

Non ce la fanno più ?? forse è il momento che regioni e comuni riducano le spese, viaggi, uffici di rappresentanza, iniziative culturali, pubblicazioni inutili, poltrone ad amici e parenti . Sono dell'idea che bisognerebbe portare ad un terzo i comuni e dimezzare le regioni ……………troppi papponi inutili

Camilla_Z

Ven, 17/10/2014 - 08:55

...quindi lo stato dovrebbe tagliare la spesa, mentre le regioni dovrebbero continuare a spendere e spandere indisturbate; che ne so, ad esempio tagliare le pensioni minime per permettere gli stipendi dei dirigenti sanitari. Ottima logica

edo1969

Ven, 17/10/2014 - 09:01

Aboliamo le regioni e le loro "spese pazze", non ci saranno più scuse né parassiti. Tutti i servizi che contano vadano in mano ai Ministeri: quei trasporti che oggi sono regionali, la sanità etc. etc. e che tutto sia controllato da vicino da appositi "commissari delle spese". Ruberanno forse, ma ruberanno meno. Non mollare su questo punto, Renzi, non farti fregare né intimidire da questi personaggi che difendono privilegi, piccoli potentati locali e parassitame vario.

edo1969

Ven, 17/10/2014 - 09:03

leo_polemico Gio, 16/10/2014 - 09:55 ... hai ragione da vendere

edo1969

Ven, 17/10/2014 - 09:10

Max Devilman Gio, 16/10/2014 - 17:04 "La gente perderà la libertà senza rendersene conto, tranne quelli come me che le cose le capiscono" ... oooeuh! addirittura! ma va là

edo1969

Ven, 17/10/2014 - 09:14

TUTTI A CASAAA! per una volta sono d'accordo con Renzi... tira dritto Matteo, il Paese è alla frutta e se dobbiamo accontentare le bande transpartitiche promuovi-parassiti dei vari Maroni Zaia Chiamparino Caldoro (e poi metteteci chi volete) non ce la caviamo più.

nerinaneri

Ven, 17/10/2014 - 09:58

euterpe: compagniuccia lo sono quanto te

vince50_19

Ven, 17/10/2014 - 14:14

rokko - No che non mi delude: ma s'immagini, tanto Brunetta non capisce niente di economia, vero? Lei che titoli ha, giusto per curiosità? Se i trasferimenti dallo stato centrale alle regioni calano, quest'ultime potrebbero essere costrette ad aumentare le tasse, vero? "Costrette" .. una parola grossa: la politica ha i suoi costi, naturalmente.. Quindi quel .. "Quindi tagli delle tasse per aumentare le tasse" per me ci sta benissimo come concetto. Una specie di scarica barile, non altro. Quel che più mi interessa è capire se questo "contributo" insieme ad altri, servirà a rilanciare la crescita...

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 17/10/2014 - 14:40

Se non si comincia dal basso credo che non si risolve nulla. Ci sono comuni con meno abitanti di un condominio per i quali si eleggono sindaco, assessori e consiglieri. Abbiamo provicie con meno abitanti di un comune medio. Abbiamo regioni con meno abitanti di un quartiere di Roma. Non razionalizzare la disorganizzazione amministrativa territoriale significa buttare dalla finestra vagonate di soldi. Cottarelli ha lanciato qualche idea di accorpamento, ma come al solito la fabbrica dei bastoni, che bloccano le ruote, è l'unica che con conosce crisi! Renzi vende le pentole, ma poi ognuno deve arrangiarsi con il diavolo per accaparrarsi i coperchi!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 17/10/2014 - 15:01

Bloodynerina -Non dirmi che sei una grillotalpina! Sì,credo proprio di sì.

angelomaria

Sab, 18/10/2014 - 17:59

DITELO A QUEI DISGSGUSTOSI LADRI SICULI SE NON E'RUBARE QUELLO DITEMI COI COSE!!!!

rokko

Lun, 20/10/2014 - 00:05

vince50_19 sono abituato a non considerare CHI dice qualcosa ma COSA dice. Dunque, a me non interessa che titoli abbia Brunetta o che titoli abbia io, tutto ciò che mi interessa è che se le regioni non riescono a tagliare 4 miliardi su 250 e passa che gestiscono, vuol dire che pensano sia ancora periodo di vacche grasse. Per fare un parallelo, è come se una famiglia che spende 2000 euro mensili dovesse risparmiare 32 euro al mese,