Taglio ferie delle toghe, Consulta boccia il ricorso

La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile la questione di legittimità sollevata dal tribunale di Ragusa sulla riduzione delle ferie - da 45 a 30 giorni - per i magistrati

La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile la questione di legittimità sollevata dal tribunale di Ragusa sulla riduzione delle ferie - da 45 a 30 giorni - per i magistrati, contenuta nel decreto legge approvato lo scorso anno in materia di arretrato civile. La Corte ha bocciato il ricorso "per difetto di motivazione in punto di rilevanza": quando il rimettente "non spieghi adeguatamente le ragioni per le quali ritiene di dover applicare la norma della cui legittimità costituzionale dubita per proseguire nel giudizio pendente dinanzi a sè, la questione - si legge nella sentenza n.222 depositata oggi - è inammissibile".

Nel caso in esame "nell’itinerario argomentativo seguito dal giudice a quo - osserva la Consulta - non è ravvisabile alcun elemento che chiarisca le ragioni per le quali egli ritiene di dover fare applicazione delle disposizioni censurate, per consentire la prosecuzione del procedimento in corso".

La Corte ricorda inoltre di aver "già avuto più volte occasione di delineare l’ambito di applicazione e la finalità dell’istituto della sospensione feriale dei termini processuali, precisando che esso, nato dalla necessità di assicurare un periodo di riposo a favore degli avvocati e procuratori legali è anche correlato al potenziamento del diritto di azione e di difesa, richiamato dall’articolo 24 della Costituzione a cui "deve essere accordata tutela, quando la possibilità di agire in giudizio costituisca per il titolare l’unico rimedio per far valere un suo diritto". Risulta, dunque, evidente - conclude la sentenza - che l’individuazione del periodo di sospensione feriale dei termini processuali risponde a un’esigenza di garanzia dell’effettività del diritto di difesa nel periodo di riposo degli avvocati, ben diversa da quella sottesa alla previsione del periodo di congedo ordinario dei magistrati, cui sono viceversa indirizzate, a titolo esclusivo, alcune delle censure" sollevate dal tribunale di Ragusa.

Commenti
Ritratto di caster

caster

Gio, 05/11/2015 - 22:26

Poverini,chissà come sono stanchi ora che hanno meno ferie.

Edmond Dantes

Gio, 05/11/2015 - 22:45

Male, se stessero sempre in ferie la giustizia funzionerebbe molto meglio.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 06/11/2015 - 00:02

Avete capito come funziona la magistratura italiana? Dopo aver impiegato 22 anni, dicasi BEN VENTIDUE ANNI, per assolvere da accuse infondate Calogero Mannino pretendono di mantenere il privilegio di continuare a LAVORARE COME SE LA GIUSTIZIA FOSSE UN FATTO DI LORO PROPRIETÀ. Hanno anche il coraggio di lamentarsi per il discredito che ormai si è diffuso su di loro. COME SE IL DISCREDITO NON DIPENDESSE PROPRIO DALLA LORO ARROGANTE VIOLENZA SULL'ISTITUZIONE DI CUI ABUSANO SENZA ALCUN RISPETTO PER I CITTADINI. La riforma della giustizia è diventata irrinunciabile per il bene del nostro paese.

Silvio B Parodi

Ven, 06/11/2015 - 02:12

gia' erano stanchi prima... figuriamoci adesso io propongo una camera da letto in ogni tribunale, cosi' tra una vigliaccata e l'altra possono schiacciare un pisolino e quelli che sono in galera che attendono il processo, beh ca...I loro.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 06/11/2015 - 06:53

Scusate, ma che testo è questo? E' italiano o sanscrito? Davvero la Corte costituzionale si esprime così? E c'è qualcuno che ci capisce qualcosa? Beato lui! Ho la vaga impressione che la Corte Costituzionale abbia voglia di scherzare o di prendere in giro la gente. Questa "motivazione" della Corte Costituzionale va bene per "purificarsi la parte repellente, dopo aver espletato le proprie funzioni liberatorie, sacre e sacrosante, in posizione che sia assunta per ottimizzare la caduta interna, non rilevandosi ostacoli alla necessità in questione, come si evince dal comma tre della legge dei gravi: se ca.ghi dentro, cade dentro!"

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Ven, 06/11/2015 - 07:51

30 giorni di ferie per riposarsi da cosa dai 335 di ferie fatti in precedenza? ma quando lavora sta gente? tribunali intasati e malagiustizia sono all odg, cacciamoli vi tutti senza pensione e mettiamoci gente non politicizzata che abbia voglia vera di giustizia e soprattutto voglia di lavorare, che creda con passione quello che fa!!!

vince50_19

Ven, 06/11/2015 - 07:57

ahi ahi ahi ..

claudioarmc

Ven, 06/11/2015 - 08:10

IN CULO

moshe

Ven, 06/11/2015 - 08:21

La casta degli intoccabili deve finire !!!

oicul44

Ven, 06/11/2015 - 08:43

son tutti nati stamchi

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 06/11/2015 - 09:18

il lavoro nobilita l'uomo (e lo rende simile alle bestie) lavorate magistrati, lavorate.