"Tante affinità tra noi grillini e gli elettori di centrodestra"

Il vicepresidente della Camera: "Su immigrati e tasse siamo in sintonia coi moderati. Il Pd? Partito ipocrita"

Roma - Fuori dall'euro ma dentro l'Unione, con un fisco più amico delle imprese e più rigore sull'immigrazione. Ecco l'Italia pentastellata secondo Luigi Di Maio, leader già in vetta alle quotazioni di un futuribile toto-premier, e fin qui è facile capire come mai tanti elettori del centrodestra orfani di un proprio candidato ai ballottaggi abbiano votato M5S. Ma restano anche le differenze, alcune forse inconciliabili. Il Giornale ha chiesto a Di Maio quale anima prevarrà.

Di Maio, riuscirete e mantenere un rapporto con il popolo del centrodestra in futuro?

«Non credo più all'esistenza di elettori di centrodestra e di centrosinistra. Esistono persone che si sentono di centrodestra e centrosinistra e istanze di categorie che prima si riconoscevano in uno schieramento ma che si sentono abbandonate da chi doveva interpretarle».

Alleanze non ne fate, si sa. Ma con la Lega ai ballottaggi avete flirtato.

«Ai ballottaggi si è visto che esiste un popolo deluso dalla Lega che vota per noi mentre non c'è un popolo deluso dal M5S che vota per loro».

Quindi esclude un fronte referendario anti Renzi?

«Noi non vogliamo personalizzare i referendum, ma convincere gli elettori che quella riforma bloccherà il Paese. E poi Renzi spesso non fa ciò che dice, quindi magari perde il referendum e poi rimane».

Sulla Brexit avete fatto un po' di confusione e votato con Farage contro l'uscita rapida del Regno Unito. Qual è la vostra linea?

«I vertici Ue vogliono una cacciata rapida degli inglesi come ripicca, vogliono colpirne uno per educarne cento. Abbiamo votato con Farage contro questa intimidazione. Perché non dev'esserci un'uscita morbida? L'Italia invece può cambiare l'Ue dal di dentro, mentre l'euro è solo lo strumento di una banca, la Bce, che ci vieta di fare deficit per investimenti. Per uscire dall'euro abbiamo già depositato una proposta di legge e raccogliamo le firme su un referendum».

Possibili temi su cui c'è affinità culturale con l'elettore di centrodestra: il fisco?

«È un problema bipartisan: vivere nel Paese con la pressione fiscale più alta del mondo per responsabilità di entrambe le parti politiche che ci hanno governato. Noi vogliamo abolire l'Irap, tassa immorale, ingiusta e incostituzionale e poi abbiamo finanziato la nascita di 2.100 nuove imprese attraverso tagli agli stipendi dei nostri parlamentari per 17 milioni di euro».

Non mi dirà che pure il reddito di cittadinanza...

«Noi crediamo che interessi tutti, perché anche chi sta bene economicamente oggi ha un figlio disoccupato. E oggi, se un imprenditore licenzia si sente anche moralmente in difficoltà perché mette qualcuno in mezzo alla strada. Con il reddito di cittadinanza sarebbe lo Stato a prendere in carico la persona licenziata e formarla per essere reimpiegata. Nel Nordest produttivo il reddito di cittadinanza riscuote più del 50% dei consensi».

Però ci sono temi cari al M5S che spaventano i moderati: la lotta contro i vaccini, le scie chimiche.

«Ma non fanno parte del nostro programma. Un conto sono gli approfondimenti sui forum in Rete, spesso interessanti e fonte di buone idee, un conto è ciò che sta nel programma».

Sull'immigrazione: accoglienza come ora?

«Ma quale accoglienza, ora è solo business. E la prima cosa sarebbe depurarla dai privati, enti, cooperative e Onlus, che ci lucrano e creano corruzione. Noi non rinunciamo alla distinzione tra chi ha il diritto di essere accolto e chi deve essere rimandato indietro e bisogna puntare su una selezione più veloce. E poi rivedere il trattato di Dublino, perché anche tra 100 che arrivano e hanno diritto all'asilo, tre dovrebbero restare da noi e 97 essere distribuiti tra i Paesi europei».

Sulla giustizia e il giustizialismo le differenze però sono profonde.

«Non credo che per i cittadini il problema siano le intercettazioni o gli avvisi di garanzia, ma i tempi della giustizia. E noi puntiamo a far lavorare di più i tribunali e limitare la prescrizione, allungandone i tempi o abolendola per certi reati, magari dopo la sentenza di primo grado».

A proposito di giustizialismo e demonizzazione, vede analogie tra i vostri elettori e quelli del primo berlusconismo, marchiati dalla sinistra come sciocchi ipnotizzati dalle Tv?

«Purtroppo però la demonizzazione nei nostri confronti arriva anche da destra anche se in questo senso il Pd è il partito più ipocrita, perché fa le stesse cose che criticava quando Berlusconi era al governo. Sono pregiudizi che gli si rivolteranno contro».

Mi ha colpito il video di Vincenzo De Luca che legge sprezzante il suo curriculum: «Webmaster, ma che lavoro è?».

«Non ho mai voluto rispondere a De Luca, perché è solo la prova dell'arroganza e del distacco dalla realtà di quella classe politica. Di certo ora tutti i webmaster d'Italia lo odiano. E pensare che per la sua campagna elettorale ne aveva ingaggiati alcuni tra i più bravi».

Perché la giunta Raggi ancora non c'è?

«Arriverà il 7 luglio, con la prima seduta del Consiglio comunale. E ammetto che abbiamo deciso di far slittare le scelte a dopo il voto proprio per evitare quella macchina infernale di demonizzazione che avrebbe potuto mettere in difficoltà qualche persona».

Si sente pronto a responsabilità di governo?

«Ho sempre detto che in caso non mi tirerei indietro, ma il punto importante è che siamo pronti come squadra».

Il 6 luglio compirà 30 anni, che regalo politico le piacerebbe?

«Renzi che ci porta un decreto con cui abolisce Equitalia».

E dalla sua fidanzata?

«Quello sarà una sorpresa».

Commenti

antipifferaio

Gio, 30/06/2016 - 08:40

Le affinità tra destra e 5S sono principalmente le politiche sociali, ossia il sostentamento in varie forme della classe meno abbiente. Cosa invisa alla sinistra ovviamente...tutta banche e finanza....

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 30/06/2016 - 08:52

Di Maio non faccia troppo il furbo, con il centrodestra hanno in comune esclusivamente la voglia d'abbattere renzi. Politicamente sono peggio dei sinistri con i quali hanno tentato più volte d'intendersi.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 30/06/2016 - 08:55

Da come parlano i grillini non sembrano comunisti. Del resto il loro elettorato sembra essere lontano dal comunismo antico, quello abbracciato in gioventù dal precedente P/te della Repubblica, colui che sosteneva i carri armati sovietici. La realtà è che il popolo bue, quello di cui mi onoro di far parte, che lavora, paga le tasse e non ruba, dovrebbe dimenticare le divisioni post belliche ed orientarsi contro un sistema di potere che della "democrazia" conosce solo il fumo, ovvero le chiacchiere in stile renziano. Una schiera di oltre un milione di persone che vivono di politica, alle spalle degli altri.

maurizio50

Gio, 30/06/2016 - 08:56

Chiacchiere! Solo chiacchiere! In realtà M5S ha una profonda comunanza con le idee degli extraparlamentari di sinistra e con chi gravita nei centri sociali!Tant'è che ha sì preso il voto di protesta di chi nel centrodx si è trovato spiazzato, (anche per le scelte suicide di F.I.), ma a sua volta M5S non ha dato un solo voto ai candidati di centrodx. I casi di Milano e Bologna sono significativi!!

perseveranza

Gio, 30/06/2016 - 09:23

Vedremo, vedremo. Soprattutto sul tema piu' importante: immigrazione. I 5 stelle sono ondivaghi. Adesso dicono che bisogna rimandare indietro chi non ha diritto asilo, poi altre volte sono su posizioni accoglientiste peggio della sinistra estrema. Vedremo. PS: gli elettori della Lega non hanno votato 5stelle perché delusi da Lega ma solo perchè tra PD e 5stelle hanno scelto male minore.

geronimo1

Gio, 30/06/2016 - 09:27

Affinita' tra Grillini e Centro Destra????? Questo ha una fantasia eccezionale!!!! Il fatto che a qualche ballottaggio di amministrative ci possa scappare il voto per mandare a casa il Piddino di turno ci sta anche, ma da qui a "tutti insieme allegramente" c'e' veramente di mezzo l' oceano...!!!!!!!!!

Trinky

Gio, 30/06/2016 - 09:31

De Maio sa benissimo che se rifanno le elezioni di certo non le vincono... e a Torino e Roma questo accadrà presto. A meno che non pretenda che quelli della Lega a Torino votino ancora per il loro candidato dopo che a Milano il M5S ha fatto vincere Sala....

lupo1963

Gio, 30/06/2016 - 09:36

ATTENZIONE . Questi sono maestri dell'inganno . Non hanno proprio niente a che vedere con la Destra , usano i nostri voti come un tram per arrivare al governo.Li' farebbero solo una politica di estrema sinistra con tasse ancora piu' elevate e patrimoniale , per poi farci mettererd definitivamente sotto il giogo di Bruxelles...Occhio,chi si dice di DESTRA non puo' votare questi qua...

..SnakeJ..

Gio, 30/06/2016 - 09:38

NIENTE alleanze con il PARTITUME dei "moderati", altrimenti facciamo la fine della lega

pv

Gio, 30/06/2016 - 09:51

Gia' si preparano a spolpare il cadavere.

Michele Calò

Gio, 30/06/2016 - 10:06

Un vecchio amico di Napoli mi disse che Di Maio, che il figlio ha conosciuto bene, è più falso di un cinese che canta "O sole mio". Iperbole partenopea a parte, lo stesso giudizio mi arriva dal mondo dei commessi della Camera. Se vox populi vox dei, pubblici inciuci con la Trialterale e Bildemberg acclarati, vogliamo un altro buffone dopo Renzi? No, grazie!!!!

Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 30/06/2016 - 10:28

La prossima volta vedrai che sorpresa dagli elettori della Lega. Una volta che li freghi te li trovi nemici per sempre. Salvini non ha sbagliato un colpo, tranne quello di dire di votare i grillini contro il PD. La prossima volta ai ballottaggi tra PD e grillini semplicemente non si va a votare. Basta favori a questi votagabbana ieri euroscettici e ora europeisti. Non ricambiano? Allora vediamo cosa combineranno la prossima volta.

joecivitanova

Gio, 30/06/2016 - 10:35

Tante belle parole, decisamente, ma poi i fatti..mah..!? Sull'ipocrisia della sinistra ha perfettamente ragione: è stato il partito più ipocrita, più falso e più bugiardo (nei suoi vari simboli) che l'Italia abbia avuto dal dopoguerra ad oggi (senza troppi complimenti per gli altri, ovvio). Ora, ammettiamo che 'pentastellati' riescano a formare un grosso 'partito' o numero di voti con la destra di Salvini ed altri; Silvio, probabilmente, sarebbe fuori gioco. A quel punto i soldini per tutta la macchina da guerra (quelli sono indispensabili eh..!!) dove li prendono..!? Dalla casa di leggio..!?..embè..!! g.

onurb

Gio, 30/06/2016 - 10:47

Di Maio, non avrai mai il mio voto.

Libertà75

Gio, 30/06/2016 - 10:56

In Germania, il reddito di cittadinanza è quello che ha permesso la pace sociale e fortificato l'unione...

aredo

Gio, 30/06/2016 - 11:02

Ma quale affinità ? Questi brigatisti noglobal/notav vogliono solo rubare i voti di destra prendendo per i fondelli i polli che si lasciano condizionare e credono alle loro palesi balle.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 30/06/2016 - 11:05

Questo ci ha preso tutti per deficienti. Sulle grosse tematiche che affliggono attualmente gli italiani il M5Stalle è perfettamente allinato col PD. Immigrazione e step child adoption comprese. Di cosa stiamo parlando?

Atlantico

Gio, 30/06/2016 - 11:15

"Fuori dall'euro ma dentro l'Unione": come sempre i grillini vivono in un universo parallelo. E questo sarebbe il più sveglio di loro, m'immagino gli altri. Suggerirei a Salvini di proporre anche lui il reddito di cittadinanza ma di raddoppiarne ( ma anche il triplo !, tanto sono parole e non si pagano ) la misura proposta dai 5S, qualunque essa fosse: tra chiacchieroni e fanfaroni sarebbe una gara molto interessante.

gioman

Gio, 30/06/2016 - 11:30

Di Maio rappresenta il futuro dell'Italia. Un futuro finalmente positivo, dove il premier non sarà più un servo sciocco telecomandato dalla BCE, dalla Merkel, dagli USA e dai vari poteri forti europei. Grazie al M5S qualcosa sta finalmente cambiando in Italia.

vince50_19

Gio, 30/06/2016 - 12:08

Anna 17 - Infatti il tirchio genovese ha annusato l’aria del potere e comincia a mettere lo zampino in due staffe, usar virgole, distinguo etc. Sa bene che tantissimi hanno le scatole piene di questa UE di oscuri burocrati, sa bene che le motivazioni di questa opposizione sono quelle di chi non ama l'immigrazione di massa, di chi rivendica l’identità nazionale, di chi fa salti quotidiani per campare, di chi è stanco di lavorare 6 mesi l’anno per uno stato sprecone, asservito alla Merkel e all'abbronzato. Ma non crede alla «democrazia diretta» di un monarca informatico.. Come tanti un camaleonte pro domo sua (con "sfarfallamento" a sx). Mi spiace che tanti ragazzi di M5S, persone entusiaste e motivate, si facciano turlupinare da "simil" individuo. Ergo nihil sub sole novi!

zucca100

Gio, 30/06/2016 - 12:19

Ma allora sono ko unisti nipotini di Castro Lenin pol pot renziani ballisti sinistri?

Tipperary

Ven, 01/07/2016 - 06:34

M5S. Comunisti ogm . Hanno votato con la sinistra per abolire il reato di clandestinita' con i risultati che vediamo ogni giorno sulle nostre coste. Votano. Il 70% delle volte con la sx, Ed infatti sono fuoriusciti di sx ,ma sempre di sx sono. Di Maio e co.? Furbacchioni. Non mi fregano.