Taranto, deputata M5s va al presidio anti-Ilva e viene coperta di insulti

La parlamentare pentastellata Rosalba De Giorgi si è recata ieri a un presidio anti Ilva: ma i manifestanti l'hanno attaccata e contestata

Nelle ore cruciali della chiusura della trattativa per salvare l'Ilva, si è presentata a un sit-in di dimostranti che dell'Ilva e vorrebbero la chiusura. E a Taranto la parlamentare grillina Rosalba De Giorgi è stata duramente contestata, proprio in virtù della sua appartenenza al MoVimento 5 Stelle.

Nonostante la vicinanza ai movimenti che da tempo chiedono di chiudere le fonti di inquinamento dell'acciaieria tarantina (come peraltro è previsto anche nel contratto di governo), la sua provenienza politica non le è stata perdonata.

Troppa la rabbia per aver visto il ministro grillino del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio esultare per il raggiungimento dell'accordo fra azienda e sindacato. Per la De Giorgi è arrivata una durissima contestazione a suon di fischi e insulti da parte di decine e decine di manifestanti che esibivano cartelli con la scritta "Calenda mandante Di Maio esecutore: complici nel delitto perfetto". Le proteste sono state così dure da costringere i carabinieri, sia pure per pochi momenti, a fare scudo all'onorevole pentastellata.

Alla deputata del MoVimento Cinque Stelle sono giunte numerose attestazioni di solidarietà pubbliche, fra cui quella - particolarmente significativa - della Confindustria tarantina.

Commenti

INGVDI

Ven, 07/09/2018 - 14:56

Che schifo il mondo grillino, non si salva nessuno.

il_Caravaggio63

Ven, 07/09/2018 - 15:47

vorrei vedere se chiudesse l'ilva come vivrebbe taranto, mi sembrano i geni di cerro maggiore che picchettavano la discarica, poi quando il comune ha cominciato a far pagare i servizi che prima venivano pagati coi soldi della discarica, tutti a protestare in comune , in primis quelli che protestavano contro la discarica.

Tommaso_ve

Ven, 07/09/2018 - 18:06

Spero che tutti i contestatori abbiano votato M5S, tutti, nessuno escluso. Ora se ne tornino a casa con le pive nel sacco. Cornuti e mazziati come si diceva un tempo.

killkoms

Ven, 07/09/2018 - 21:51

duro andare con due piedi in una scarpa!

Duka

Sab, 08/09/2018 - 08:46

Questa deputata ha semplicemente seguito le idee M5S da sempre che sono di chiusura di questa fabbrica inquinante. A differenza di altri suoi compagni è onesta e coerente con se stessa. VA APPLAUDITA altro che insultata