Il tecnico vicino a Tria "Una parola e vado via"

In queste ore frenetiche per il governo anche un tecnico del Tesoro può finire nel mirino. Lo sfogo di Franco, Ragioniere Generale dello Stato

In queste ore frenetiche per il governo anche i tecnici dei ministeri possono finire nel mirino. Il nodo più complicato da sciogliere per il governo resta quello della manovra. Di fatto il ministro dell'Economia Tria è nel mirino di Lega e Movimento Cinque Stelle che chiedono risorse e coperture per portare avanti il contratto di governo con le principali proposte dei due partiti: reddito di cittadinanza e flat tax. Nel mirino però sono finiti anche gli uomini più vicini a Tria. Tra questi c'è anche il Ragioniere Generale dello Stato, Daniele Franco. Come riporta il Corriere, l'economista in questo momento si sente sulla graticola e avrebbe confessato: "Me lo devono solo dire e il giorno dopo sono sulle Dolomiti". Quello di Franco è un ruolo chiave.

Non ha solo il compito di stimare i costi delle misure che entreranno in manovra: il Ragioniere Generale dello Stato può anche negare la "bollinatura" alla legge di bilancio nel caso in cui ci siano misure prive di coperture. Paolo Gentiloni conosce bene Franco e ha già sperimentato sulla sua pelle il suo "potere". Proprio lo scorso anno il Ragioniere Generale dello Stato costrinse il Senato a votare due volte una misura varata dalla manovra dell'esecutivo guidato dall'ex premier. Adesso anche lui si sente nel mirino come lo stesso Tria. E a 65 anni potrebbe pensare ad un (clamoroso) passo indietro...

Commenti

Gianni11

Ven, 21/09/2018 - 11:10

Per favore, si accomodi pure sulle Dolomiti. E buona pensione.

Michele Calò

Ven, 21/09/2018 - 11:24

Gianni11# Pentapiteco ed analfabeta funzionale e strumentale va bene ma lei se ne approfitta! La Ragioneria Generale dello Stato, che evidentemente ne lei e nemmeno i suoi compagnucci del dopolavoro conoscete, fa contabilita', non politica. Siete la dimostrazione della nullita' che rappresentate! Puah!!!

pieriga51

Ven, 21/09/2018 - 11:26

Vai, vai tranquillo sulle Dolomini ci libereremo di un burocrate che vuol fare il politico

Nick2

Ven, 21/09/2018 - 11:36

Francamente non capisco come economisti di valore possano restare in questo governo a subire continue angherie da parte di due demagoghi arroganti e completamente impreparati. Mollateli! Lasciate il paese nelle mani di Savona, Borghi e Bagnai. Il 70% degli italiani vogliono il cambiamento? Bene, diamoglielo. Sarei curioso di vedere la reazione dei vecchi coglixxi che qui postano…

tonipier

Ven, 21/09/2018 - 11:50

"RISPOSTA DA PREGIATO MENEFREGHISTA"

milano1954

Ven, 21/09/2018 - 12:03

questo gerarca guadagna 3 o 4 volte i suoi omologhi tedeschi o francesi. E' il prezzo per i suoi servizi ai suoi padroni di Bruxelles a depredare gli italiani. Non deve dimettersi , deve essere CACCIATO dal primo governo eletto dagli italiani dopo sette anni di esproprio dei dirtti costituzionali dei cittadini

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 21/09/2018 - 12:11

Che ariaccia che tira... L'ho sempre detto che troppi galli in un pollaio non fanno mai giorno... In pratica, i galli in eccedenza, a turno dovranno mettersi sotto e fare da gallina. Mentre Di Maio ce lo vedo bene la sotto a fare coccodè, al contrario, la sotto, non ci vedo Salvini a fare la gallinella tutta contenta e fare l'uovo. Poi ci sono quelli che dovrebbero fare i polli ma polli non sono. In pratica ci devono mettere la faccia a coprire le bestialità dei due indomiti galletti del cambiamento... Ma Mattarella che dice, che dice?

Erasmo194

Ven, 21/09/2018 - 12:15

Domanda: perchè i governi precedenti non hanno fatto pensioni a 80 o a 90 ( ci sono stati governi che con le pensioni baby hanno fatto anche quota 50 o meno) flat tax, reddito di cittadinanza , pensioni minime a 1000, etc assicurandosi l'entusiasmo del popolo e la rielezione? perchè avevano terminato i soldi. Ogni governo spende tutti i tesoretti che può fino al limite del fallimento per essere rieletto e se può carica tutto subdolamente sulle generazioni future a futura memoria...

Mborsa

Ven, 21/09/2018 - 12:18

Il ragioniere dello stato sa che non si fa amici esercitando il suo ruolo: le funzioni del governo e della ragioneria sono ovviamente in conflitto. Quindi una ipersensibilità alle critiche è sopra le righe.

pinolino

Ven, 21/09/2018 - 12:22

Il potere della Ragioneria Generale si chiama matematica. E purtroppo la matematica è il nemico numero 1 delle promesse elettorali, siano esse azzurre, rosse, gialle o verdi.

pollicino46

Ven, 21/09/2018 - 12:35

Nessuno è indispensabile, non ti sta bene accomodati. Ecco perchè è necessario cambiare i vertici delle Istituzioni, troppa gente che rema contro.

peter46

Ven, 21/09/2018 - 12:48

Nick2....solo na domanda:ma sto ca...volo di paese,non vado al giurassico ma,almeno dal 1994 in avanti,II repubblica,presenta grossi problemi al di là del 'tutto va bene madama la marchesa' o no?Ogni tanto fattela...'mentale'...e troverai la risposta,forse oh!.NB:'Da solo',soprattutto,che non ti mancano le capacità.

Ritratto di PietroPre

PietroPre

Ven, 21/09/2018 - 13:05

Insomma, inutile votare se un governo è appeso ad un travet che rema contro.

colomparo

Ven, 21/09/2018 - 13:13

Non saranno i tecnocrati a decidere il futuro del ns paese ma dei politici corragiosi con una visione a lungo termine,che dovrà portare a un cambiamento totale !!

sparviero51

Ven, 21/09/2018 - 13:14

SE NON FOSSE VERO SEMBREREBBE DI ASSISTERE A UN CARTONE ANIMATO . POVERA ITALIA !!!

Duka

Ven, 21/09/2018 - 13:16

Di "cambiare aria" non vede l'ora da almeno due mesi cioè da quando ha messo gli occhi nei bilanci dello stato. Come si può dargli torto? chiunque con un po' di sale in zucca saprebbe bene che è impossibile soddisfare le promesse elettorali demenziali dei 5Stelle e nemmeno il 15% della Lega . Caso mai si possono ridurre le imposte al 20/25% ma non certo al 15%-

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 21/09/2018 - 13:19

@Nick2... te sei troppo generoso con i testicoli che commentano e inneggiano al cambiamento (in peggio). Mi sembra che si stia avverando il detto che per fare torto alla moglie che gli mette le corna, il cornuto si taglia i gioielli di famiglia... Fortunatamente ancora abbiamo una speranza che scoppino e se ne vadano a casa, ma per il dopo come la mettiamo? Non è che tu auspichi che i tuoi tornino a fare danni peggiori spero... E allora? Mi interessa conoscere come la pensi. Saluti.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Ven, 21/09/2018 - 13:20

Sono gli effetti della coperta corta. Che sarà sempre più corta. Lo stato deve spendere molto meno. Nella legge finanziaria per il 2019 , in un mondo normale con una gestione sana da famiglia coi debiti, ci dovrebbe esser un capitolo del peso di 100 miliardi per minori spese e risparmi sui costi. Poi ci dovrebbe essere una voce con introiti da dismissioni di proprietà pubbliche, da aziende a immobili, terreni, demanio, azioni, etc. Infine , dovrebbe esser studiato un haircut del 50% sul debito sovrano, ormai e da tempo impagabile. La coperta è corta.

schiacciarayban

Ven, 21/09/2018 - 13:48

Pollicino 46 - "Nessuno è indispensabile, non ti sta bene accomodati" Perfettamente d'accordo, Di Maio se non ti sta bene, accomodati.

lillo44

Ven, 21/09/2018 - 14:12

....anche in Italia esiste Mandrake!!!

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 21/09/2018 - 15:07

..certo che avere a che fare e convivere con persone incompetenti e ignoranti che pretendono di impossessarsi della luna nel pozzo solo perchè l'hanno promessa a chicchessia, è arduo se non impossibile...

Blueray

Ven, 21/09/2018 - 15:12

La matematica e la contabilità dello Stato sono indefettibili, non fanno sconti a nessuno e non distinguono dx da sx, populisti da globalisti, sovranisti da europeisti. O i conti tornano e le coperture ci sono o non ci sono. Se non ci sono la contabilità di Stato e la legislazione vigente prevedono tutta una serie di manovre di blocco per cui il "missile in deficit" non possa partire. Questo si chiama garantismo non intralcio al governo. E serve acchè non venga giù tutto come un castello di carte e i cittadini si ritrovino poi con le pezze sul sedere.

Happy1937

Ven, 21/09/2018 - 15:14

Quanti commenti sciocchi da parte di gente ignorante alle giuste preoccupazioni di un personaggio che sa di cosa sta parlando.

nerinaneri

Ven, 21/09/2018 - 15:53

colomparo: fra sei generazioni, forse...

Duka

Ven, 21/09/2018 - 16:07

Se avesse un po' di dignità personale se ne sarebbe già andato.

rudyger

Ven, 21/09/2018 - 16:20

un abile ragioniere si gira i numeri come gli pare.

gedeone@libero.it

Ven, 21/09/2018 - 16:31

Doveva andarci prima sulle Dolomiti, quando in questi ultimi anni ha avallato la crescita di 300 miliardi di debito pubblico fatta dai governi abusivi targati Pd e suoi cespugli!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 21/09/2018 - 17:24

@Atomix49 - giusta l'osservazione fatta all'invasato comunista Nick2, che non si preoccupava mai dei 20 + 4 +4 miliardi scialacquati per le banche amiche, 5 + 5 miliardi per i clandestini, 10 miliardi per gli 80 euro del bullo + i 500 euro cadauno (altri miliardi) per i giovani. Mai una protesta, nonostante il debito pubblico schizzasse alle stelle con questi provvedimenti. Vedi con chi abbiamo a che fare? Con quanta gente ignorante, inutile dannosa? Eppure ha continuato a votare gli stupidi che hanno fregato l'Italia, lui compreso. E il bello è che li contina a difendere. Tu, invece di chiaccherare invano, cosa proponi? Parlare male di tutti e non proporre nulla è da stolti, e tu ne sei il campione.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 21/09/2018 - 17:27

Dov'era questo ragioniere alla Fantozzi quando il debito pubblico schizzava a 2400 miliardi? Prima andava tutto bene? Lo stipendio gli andava bene? I misfatti li facevano i suoi amici comunisti e lui avallava? Ci spieghi l'indignato speciale.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 21/09/2018 - 17:47

X....Michele Calò..E' lei che non capisce, non capisce il cambiamento, non capisce i dettami della "squola partenopea di economia". Parole come matematica, bilancio, equilibrio, appartengono ai passati governi. Non si può dire che "mancano i soldi", è un non senso: i soldi basta stamparli, ed ecco perché si deve uscire dall'Euro. Il concetti appena esposti - che ho sintetizzato per brevità - sono dell'economista Borghi Aquilini, futuro ministro delle Finanza e Ragioniere genrale dello Stato). Venezuela, aspettaci!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 21/09/2018 - 18:43

E men male che c'è qualcuno che bacchetta i monelli che si credono saputelli solo perché sono riusciti a agguantare la cadrega solo per la loro innata predisposizione da imbonitori del mercato dell'ingrosso.