La tentazione dem: al voto dopo la manovra

Staccare la spina al Conte bis servirebbe ad arginare le mire di Di Maio e di Renzi

Si allarga il fronte pro voto nel Pd. La tentazione cresce: staccare la spina al Conte bis, dopo il via libera alla manovra, per neutralizzare (e sbarazzarsi) di Matteo Renzi e Luigi Di Maio. Un piano che avrebbe incassato anche la benedizione del premier Giuseppe Conte. E che spiegherebbe il retroscena, filtrato dal Nazareno, di andare al voto in coalizione con i 5 stelle con Conte candidato premier.

La fronda pro voto nel Pd raccoglie adesioni di ora in ora. Complici ultimatum e attacchi che arrivano sia dalla Leopolda, dove si è riunito il nuovo movimento politico (Italia viva) di Renzi, che dal fronte grillino vicino al ministro degli Esteri Di Maio. Il rischio che si vive al Nazareno è di essere schiacciati, logorati, dallo scontro Di Maio-Renzi. E anche il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, primo sostenitore del governo Conte bis, ha minacciato la rottura. Andrea Orlando, vicesegretario dei dem, da giorni chiede al segretario del Pd Nicola Zingaretti di valutare l'opzione di concludere l'esperienza del Conte bis, dopo il via libera alla manovra. La posizione dell'ex ministro della Giustizia è condivisa da altri due esponenti dem: Maurizio Martina e Matteo Orfini. Il ragionamento di Orlando è molto chiaro: in caso di voto anticipato, Renzi eleggerebbe una decina di parlamentari. Ma soprattutto sarebbe costretto ad elemosinare l'alleanza con il Pd. Una mossa che ridurrebbe di molto la forza del rottamatore. Zingaretti riflette. E medita sulla strada da imboccare. Anche perché Goffredo Bettini, vero spin doctor del segretario, suggerisce un'altra strada: le elezioni anticipate devono essere una minaccia per contenere l'arroganza di Renzi e Di Maio. Per Bettini - andare al voto subito non avrebbe senso. Soprattutto perché Pd e 5 stelle devono consolidare (e sperimentare) alle regionali l'alleanza politica. Dalla Leopolda, Renzi fiuta il piano degli ex colleghi del Pd e confida i timori: «Credo che siano Zingaretti e Conte a voler staccare la spina ma chi vuole far finire la legislatura prima di eleggere un presidente della Repubblica europeista e antisovranista si assume una grande responsabilità». L'ex premier dà l'idea di voler blindare la legislatura almeno fino al 2022 quando si eleggerà il nuovo inquilino del Colle. «Non vogliamo staccare la spina a nessuno, il treno della legislatura arriva al 2023. Non vogliamo staccare la spina, vogliamo attaccare la corrente... anzi, le correnti», dice il leader di Iv. «Questa legislatura eleggerà il presidente della Repubblica, il cui mandato scade a gennaio 2022. Il ruolo del Quirinale è un ruolo chiave. Se rimane questa legislatura in vita il presidente che ci accompagnerà fino al 2029 sarà espressione di forze politiche che credono nell'Europa, non mettono in discussione l'euro, non affollano le piazze circondati da Casapound, che mette in discussione valori costituzionali e la memoria condivisa. Non è nella disponibilità del premier, che peraltro non è un parlamentare, e di altri leader politici, anche loro non eletti in Parlamento -, che questa legislatura abbia il dovere di proporre una maggioranza europeista e antisovranista per l'elezione del nuovo capo dello Stato», spiega l'ex capo dei dem. Legislatura blindata anche da Ettore Rosato: «Quando si presenterà Iv alle elezioni? Sicuramente nel 2023». Parole che non rassicurano né Conte né Zingaretti. Nessuno si fida di Renzi. Prevenire (voto anticipato), dunque, è meglio che curare.

Commenti

Mefisto

Lun, 21/10/2019 - 08:53

sì sì... rossi... fate i vostri astuti piani, bluff e controbluff, che se si va al voto, "la Lega ve se magna".

giancristi

Lun, 21/10/2019 - 08:56

Elezioni anticipate? Il PD beccherebbe una batosta storica. Le regionali in Umbria apriranno gli occhi a questi illusi. Gli italiani non li vogliono!

paolo1944

Lun, 21/10/2019 - 09:01

Fare il contrario di ciò che starnazza il Ciarlatano è senza dubbio la via migliore. Renzi il politico più falso della storia, si mente da solo anche quando parla tra sé e sé.

rudyger

Lun, 21/10/2019 - 09:08

articolo sconclusionato e arruffato degno del PD.

hectorre

Lun, 21/10/2019 - 09:19

povero zingaretti....restare con gli incapaci dei 5s e far crescere renzi??....far cadere il governo con i 5s in caduta libera e stoppare renzi??...comunque vada sarà un fallimento, sono politici cresciuti con un’ideologia farlocca incapaci di gestire un paese nel terzo millennio!!!...e comunque due partiti che si odiano possono fingere davanti alle telecamere e sopportarsi per restare incollati alla poltrona ma al primo fallimento(Umbria tra pochi giorni), crolla tutto!!....AL VOTO!!!!!

schiacciarayban

Lun, 21/10/2019 - 09:23

La politica Italiana è nel caos. Ormai è evidente che governare con i 5S è impossibile per chiunque (prima la Lega poi i DS). Dall'altra parte c'è solo l'estrema destra, la destra à sparita. Gli elettori di cdx non possono certo votare Salvini, ma d'altra parte votare DS vuol dire avere i 5S e la loro incompetenza. Un bel rebus. Si Salvano Renzi e Calenda, speriamo che diano vita a qualcosa di buono.

Ritratto di asimon

asimon

Lun, 21/10/2019 - 09:24

incrociamo le dita, è un dovere andare alle elezioni al più presto

Trinky

Lun, 21/10/2019 - 09:25

E' solo un pagliaccio: non andrebbe mai alle elezioni, ci tiene troppo alla poltrona!

Popi46

Lun, 21/10/2019 - 09:29

Per me,se si vota ora, prendono ugualmente una batosta,dato gli splendidi risultati dell’attuale legislatura.....

Homunculus

Lun, 21/10/2019 - 09:30

Far saltare il Conte bis per poi andare ad elezioni anticipate in coalizione con i 5S e Conte candidato premier? Pensando di potersi liberare di Di Maio e ridurre Renzi in schiavitù? Per quanto il PD possa essere assetato di potere, tanto da giocare d'azzardo fin a questo punto, mi sembra una tesi strampalata. Credo invece che il PD possa valorizzare la sua grande esperienza di sopravvivenza politica, e che non sia così ingenuo da mettersi su una strada con troppe incognite, alla fine della quale il risultato sarebbe sicuramente diverso da quello ambito. Tanto più in presenza della imprevedibilità dei 5S e dell'ambiguità di Conte.

Ritratto di sepen

sepen

Lun, 21/10/2019 - 09:31

Sì, in effetti non lo invidio Zingaretti. L'alternativa è fra prendere l'ennesima scoppola elettorale, e conseguentemente dire ciao al Quirinale, dopo 4 presidenti amici (=28 anni + 2 di bonus nel biennio 13/15), oppure sopportarsi Renzi e Di Maio per altri 4 anni e mezzo (lasso di tempo lunghissimo, in cui può succedere di tutto, altro che Viet Nam). Un bel dilemma, a cui va aggiunto che ad ogni appuntamento elettorale rischia la batosta, e se, come pare succederà, perderanno Umbria, Emilia Romagna e Calabria, temo che non avrà scelta...

Giorgio Mandozzi

Lun, 21/10/2019 - 09:38

Se avesse dignità e lucidità per il PD sarebbe l'unica mossa da fare. Ritengo, infatti, un errore quello di Zingaretti di avere ceduto a Renzi e Grillo sulla formazione di questo governo. Alle urne, verosimilmente, prenderebbe il 20/25% e andrebbe all'opposizione. Ma avrebbe due grossi vantaggi: togliersi dallo stomaco Renzi e la sua pattuglia di parlamentari e ridimensionare/eliminare i M5s. A meno che la poltrona ed il potere (anche poco) non siano prevaricanti!

QuasarX

Lun, 21/10/2019 - 09:46

Che spettacolo squallido...

Ritratto di saggezza

saggezza

Lun, 21/10/2019 - 09:53

Stanno bleffando per ricattare m5s e renzi. Questa associazione sa che se si vota , vanno tutti a quel paese.

maxfan74

Lun, 21/10/2019 - 09:55

FATE CADERE QUESTO GOVERNO INUTILE.

Mborsa

Lun, 21/10/2019 - 09:55

Se l'elezione del PdR è il traguardo di una maggioranza, significa che il PdR non è al di sopra delle parti. Questo giustifica la richiesta di fare eleggere il PdR dal popolo, in modo da dare alla carica quella rappresentatività della nazione che la Costituzione gli attribuisce.

HappyFuture

Lun, 21/10/2019 - 09:55

Andare al voto per fare cosa? Per far copiare il prossimo programma di governo che ci manda Bruxelles da altri, non da questi! Poveri noi rassegnati!

HARIES

Lun, 21/10/2019 - 09:56

Ottimo, mi sembra giusto. Prima fare tutto quello che serve al Paese Italia, cioè portare a termine tutti quei punti che sono cavallo di battaglia del M5S (e mi sembra che il PD stia acconsentendo, altrimenti sarebbe tagliato fuori). Poi, se il PD vuole scomparire, allora potrebbe aprire una crisi di governo (con le sue tecniche sopraffini per dare le colpe agli avversari). In tal caso, le prossime elezioni saranno vinte alla grande da M5S. A meno che PD + Lega + Forza Italia e Fratelli d'Italia si coalizzino. E allora, ci saranno le comiche!

flip

Lun, 21/10/2019 - 09:59

ma cosa credi! di fare una bella figura con il voto? povero illuso! e poi, devi avere l'ok dal tuo attuale socio!

xgerico

Lun, 21/10/2019 - 10:14

Certo che Pasquale di fantasia ne ha da vendere!

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Lun, 21/10/2019 - 10:14

Al VOTO ma ORA. Non facciamo ulteriori danni con una manovra scellerata.

Ritratto di ateius

ateius

Lun, 21/10/2019 - 10:15

ritorno al futuro 3.. il treno in corsa su cui è salito renzi dovrebbe traghettarlo al 2022 quando il PD sarà morto e sepolto.- e sarà lui a confrontarsi con Salvini.. ma al pd non credo gli convenga.- anzi.. il partito bolscevico può sopravvivere se ritorna indietro o tuttalpiù se resta fermo ai giorni nostri. 89 parlamentari destinati ad estinguersi ogni giorno che passa. così nel burrone Clayton ci finiamo Noi ITALIANI.. poichè il Ponte non è stato ancor costruito.-

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 21/10/2019 - 10:21

Poi vincera' la malattia poltronite acuta

trasparente

Lun, 21/10/2019 - 10:35

Balle, i Pidioti sono falsi e prendono sempre per i fondelli. Le poltrone non le molleranno mai fino a fine legislatura.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 21/10/2019 - 10:35

Zinga non vincerete ugualmente, il procrastinare elezioni politiche al 2023, poi, indispone ancor più gli italiani che non si sentono "padroni" di poter dare indicazioni di voto visto che per la cadrega si disconoscono precedenti forti frizioni non da poco fra i partiti di governo attuali. Questi giochi, pur leciti, alla fin dell'avventura non deporrannno mai bene.

Agus

Lun, 21/10/2019 - 10:37

MAGARI SI TORNASSE A VOTARE

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Lun, 21/10/2019 - 10:40

Al voto dopo la scadenza di Mattarella

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 21/10/2019 - 10:44

E' commovente constatare come, anche in questo blog, ci sia ancora chi dà credito all'imbonitore di Rignano ed al suo machiavellismo d'accatto. Ma le volpi, si sa, prima o poi finiscono in pellicceria. Go, Salvini, go!

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Lun, 21/10/2019 - 10:47

E' una barzelletta,non ne avete il coraggio e poi siete troppo bugiardi ed attaccati alle vostre poltrone....SIETE COMUNISTI.

Giorgio Rubiu

Lun, 21/10/2019 - 10:50

Il voto anticipato metterebbe nell'angolo Renzi e taglierebbe le ali a Di Maio che nel M5* non avrebbe più la possibilità di fare la voce grossa.Il PD stesso, però,ne uscirebbe un po'ridotto.Tutti disgiunti a fare l'opposizione ad un Centrodestra che sembra essere in buona salute. Un altro po' di sbarchi di clandestini,di naufragi con vittime,di stupri e rapine e perfino una parte degli astensionisti tornerà a votare e lo farà per chi si oppone all'invasione che stiamo subendo grazie alla complicità delle sinistre buoniste che ci guadagnano.

antipifferaio

Lun, 21/10/2019 - 10:51

Staccare la spina il prima possibile non per Di Maio e Renzi...ma per evitare che il centro destra si gonfi a dismisura fino alla sparizione del Pd e allo sgretolamento (scissione dopo scissione) dei 5 stelle. Quanto a Renzi....quello è un piffero che suona dove tira il vento. Vorrebbe fare un po' come la vecchia DC che si alleava con chiunque purché c'era da "masticare"...

antipifferaio

Lun, 21/10/2019 - 10:57

schiacciarayban...Concordo con la sua analisi. Il caos ormai è dovunque sia per l'impossibilità di accordarsi con uno come Salvini (assolutamente inaffidabile) che per i 5 stelle la cui estrema incompetenza è ormai acclarata. In mezzo ci sono dei partiti moribondi come FI e un altro prossimo allo sgretolamento come il Pd. Davvero un bel rebus. A questo punto vediamo se i cattolici sapranno costituire il fatidico "centro" e poi cosa ne verrà fuori...

schiacciarayban

Lun, 21/10/2019 - 10:58

E quando ben andiamo al voto? Avremo Lega intorno al 30%, DS intorno al 22%, 5S intorno al 15% e tutti gli altri tra il 5% e l'8%. Cosa si fa? Direi che siamo da capo. La lega con chi va? Dubito che FI si pieghi al felpato, e i DS vanno con Renzi? E Calenda? Insomma, prima devono essere chiare le alleanze, poi si vota.

Valvo Vittorio

Lun, 21/10/2019 - 10:58

La politica è l'arte della mediazione, ottenere tutto e subito è negligenza politica! I pentastellati sono l'espressione più clamorosa che questo strabismo politico. Un voto anticipato metterebbe in risalto quanto asserito dai pentastellati e PD. Dalle impuntature delle forze politiche: PD, pentastellati e renziani un'elezione anticipata creerebbe un forte ridimensionamento stando alle indagini statistiche. Mia personale aspirazione: si vada subito al voto senza tentennamenti.

Raffaello13

Lun, 21/10/2019 - 11:11

E' in atto da parte del PD la DISTRUZIONE della Democrazia Italiana, con Leggi Liberticide (contro il POSSESSO del denaro dei Privati, che DEBBONO, per Forza depositarlo in Banca e NON MANEGGIARLO MAI). La Moneta Elettronica è una TRUFFA perchè RIDUCE la Libera Disponibilità, che può essere BLOCCATA IN QUALSIASI MOMENTO con un Click! Anche l'Auto Elettrica, essendo Legata alla Ricarica Monopolizzata, è un Vincolo alla Privacy, come lo sono TUTTE le Operazioni via Web! Il PD è Figlio Maligno della DDR!

jaguar

Lun, 21/10/2019 - 11:13

Anche i dem si stanno accorgendo che essere alleati con i 5 stelle è alquanto complicato, ma avranno il coraggio di staccare la spina? Secondo me no, sanno benissimo che alle urne saranno il secondo o il terzo partito, staccatissimi dalla Lega.

Raffaello13

Lun, 21/10/2019 - 11:15

Altro Piano Liberticida ed Autoritario del PD è l'IMPEDIMENTO al Popolo Italiano di scegliere il Governo che vuole, NOMINANDO il Presidente della Repubblica di Sinistra con un Governo Abusivo NON INCARICATO da una Maggioranza approvata dagli Italiani. Si deve opporsi a questo Disegno EVERSIVO.

VittorioMar

Lun, 21/10/2019 - 11:18

...non hanno il CORAGGIO di FAR CADERE QUESTO GOVERNO....come si definisce questo atteggiamento dalle vostre parti ??...dalle mie c'é un termine SPECIFICO....!!

Duka

Lun, 21/10/2019 - 11:19

Ma non è una tentazione è URGENZA prima di sparire!!!!!

Raffaello13

Lun, 21/10/2019 - 11:20

Questo Governo di INCOMPETENTI & INTRALLAZZONI ha già partorito leggi Illiberali quali la riduzione alluso del PROPRIO denaro, ma PEGGIO, la Persecuzione Giudiziaria INFINITA per abolizione di PRESCRIZIONE. Ciò porterà alla Paralisi dei Processi perchè si dibatteranno migliaia di ricorsi e contro ricorsi, fino ad esaurimento del denaro.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 21/10/2019 - 11:35

Non ho mai capito che vincano o perdano i kompagni il PdR è sempre dato alla sinistra.

antonio54

Lun, 21/10/2019 - 11:57

Fosse vero di tornare al voto, così ci togliamo di torno questa carovana di incapaci...

VittorioMar

Lun, 21/10/2019 - 12:01

...comunicazione scritta "LETTA" FIRMATA E SOTTOSCRITTA...!!!

rossomaltese

Lun, 21/10/2019 - 12:05

Per @Trinky Zingaretti non è parlamentare quindi non rinuncerebbe ad alcuna poltrona in caso di elezioni @Raffaello13 te lo ripeto a te come lo dico a tutti, per piacere leggetevi un qualsiasi testo di diritto pubblico (basta un compendio o un manuale minor...anche un Simone) e capirete che in Italia il Popolo NON ELEGGE IL GOVERNO, non lo ha mai eletto e (salvo modifiche costituzionali prima delle prossime elezioni) non lo eleggerà, il popolo elegge il Parlamento poi spetta ai parlamentari appoggiare o meno un governo che può avere la maggioranza /è lo stesso motivo per cui questo governo è perfettamente legittimo)!!!

Ritratto di ateius

ateius

Lun, 21/10/2019 - 12:06

si si schiacciarayban09:23 affidatevi ora e renzi e a calenda- orfani del pc. dei “progressisti” dell’ulivo. dei ds.. dello “stai sereno” e del pd di zingaretti.. tra un pò finirete nelle mani di casapound poichè un piatto di minestra non lo si nega a nessuno..- senza più ideali senza dignità.. in eterna crisi di astinenza dal potere consapevoli di essere già morti. saluti all'oltretomba.

schiacciarayban

Lun, 21/10/2019 - 12:09

Se si va al voto, è probabile che la Lega sia il primo partito, ma poi? Con la Lega ci può andare FdI con il suo 6% e sinceramente non credo che FI ci vada insieme. Dall'altra parte avremo DS + Renzi + LEU e prbabilmente + Calenda. Ma la Lega è proprio sicura di vincere?

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Lun, 21/10/2019 - 12:15

Sarebbe una delle poche cose intelligenti da fare sul piano politico. In effetti le elezioni subito dopo la manovra finanziaria, potrebbero mettere in sicurezza, o quantomeno lenire, l'emoraggia di voti del Partito Democratico in favore di Renzi e manterrebbe i pentastellati all'angolo politico in cui si sono ficcati. Peraltro domenica prossima in Umbria l'esperimento PD-5stelle subirà una batosta sonora; ulteriore motivo per disinnescare l'attuale maggioranza governativa.

45WO708

Lun, 21/10/2019 - 12:19

Ma speriamo che si vada finalmente al voto!

agosvac

Lun, 21/10/2019 - 12:38

Staccare la spina al Conte bis per andare a nuove elezioni , sarebbe giusto e doveroso. Peccato che è Mattarella che comanda e questa potrebbe essere una buona scusa per insediare in un Governo dimissionario un certo Renzi. Voglio dire che il PD col suo 18% non può fare cadere la legislazione , lo potrebbe fare solo il M5S col suo 30%. Allora sì che si dovrebbe andare alle elezioni!

schiacciarayban

Lun, 21/10/2019 - 12:47

La cosa assurda di questa politica è che vince chi è più aggressivo nella propaganda, non certo chi è più competente o più qualificato per gestire il paese. Salvini ha una macchina da guerra per gestire tutti i social e prendere consensi, che poi sappia governare o meno è quasi un optional! Per derimere questa assurda situazione dove tutto è virtuale e nulla è reale bisognerebbe vietare i social, perchè l'Italia è un paese reale, non un videogioco!

antoniopochesci

Lun, 21/10/2019 - 12:52

Un mese e mezzo fa, all'indomani dello strappo di Renzi, scrissi su questo forum che, se Zingaretti avesse le p.. dovrebbe chiedere le elezioni per mettere ko e far abortire la creaturina partorita da quel Bimbo viziato, al secolo Renzi Matteo. Il segretario del PD ( a sua insaputa )dovrebbe individuare e "cavalcare" un tema forte all'interno del Governo che raccolga consensi: in caso contrario, chiedere che i suoi ministri si scrollino le poltrone per poi chiedere il voto. Solo così può mettere dietro la lavagna er Pallonaro Principe della politica che, per saziare il suo iperbulimico ego, si diverte a bucare palloni, ad inventarsi giochini e battutine da prete e sfasciare tutto per il solo gusto di sfasciare, per poi rimanere lui, e solo lui, al centro della scena, illudendosi di essere er mejo fico der bigoncio.

Ritratto di Walhall

Walhall

Lun, 21/10/2019 - 12:54

Sarebbe bello, ma non credo che Zingaretti andrà al voto, almeno per ora. Il pressing europeo si fa forte affinché la manovra venga approvata, e così, creare l'opimo campo per razziare l'Italia del patrominio industriale a seguito di conseguenti svalutazioni. Avere un'Italia indebolita e facilmente plagiabile è la mira di Francia e Germania. Ma vi è un possibile compagno di giochi inaspettato: Macron. La Merkel non ha trovato dopo Aquisgrana, nell'enfant terrible, un alleato su misura perché troppo ribelle, nervoso, vanitoso, egocentrico, megalomane, sopratutto molto sostenuto e veicolato dai poteri che contano. Zingaretti sa che avere Letta, Piano, Gozi a Parigi, consente al PD di avere un appoggio fondamentale per amicarsi l'Eliseo e consentire una possibile nuova intesa d'interessi anti teutonaca. Renzi non gode di una posizione strategicamente favorevole, invita a fare il salto della quaglia, ma non ha basi fiduciarie di rilievo.

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 21/10/2019 - 13:02

Elezioni dopo la manovra? Sicuramente l'unica cosa sana che hanno mai detto i compagni.

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 21/10/2019 - 13:11

agosvac 12.38: m5s con il suo 30%? Beva meno e si svegli prima e provi a ragionare se mai ci riesce.

cesare caini

Lun, 21/10/2019 - 13:12

Se avete coraggio F A T E L O !!!

acam

Lun, 21/10/2019 - 13:14

ottimo con la base di questa manovra si gettano le fondamenta per il crollo stellare del nuovo inciuciante e sue radici.

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 21/10/2019 - 13:17

I soliti pidioti, falsi e ipocriti come sempre. Alle elezioni dovevano andarci prima di combinare questa ridicola farsa con i grullini. Comunque vedremo, meglio tardi che mai.

libero.pensionato

Lun, 21/10/2019 - 13:18

Insomma avete capito oramai... si fa solo quello che fa comodo, si può dire tutto ed il contrario di tutto con la faccia come il culo! Una volta esistevano i galantuomini, ...purtroppo la sinistra negli ultimi 60 anni ha completamente distrutto l'Italia...ma d'altra parte una idea comunista che non ha portato in nessun paese del mondo benessere e felicità ed ha alla base invidia, ipocrisia ed odio per chi ha qualcosa di più, non poteva che combinare quello che ha combinato.

nopolcorrect

Lun, 21/10/2019 - 13:31

Povero Zingaretti, Renzi ha fregato lui e Salvini. Ha dato vita al governicchio per creare il suo partito e fregare Zingaretti che ora - in ritardo - ha capito di essere stato fregato, Salvini lo aveva sopravalutato ed è stato messo nel sacco insieme a lui e Di Maio, vincitori Conte e Renzi. E ora che fare? Forse meglio per Zingaretti andare subito al voto per non sparire e per bloccare Renzi prima che cresca.

Libertà75

Lun, 21/10/2019 - 13:32

@schiacciarealtà, l'unica ultra destra in Italia è il PD, se vuoi smentirmi, come in passato, basta che tu mi cita qualcosa fatto di sinistra dai tuoi amati, altrimenti smettila di parlare di cose troppo grandi per te

schiacciarayban

Lun, 21/10/2019 - 14:00

liberta75 - Basta che vi decidiate, c'è chi li chiama comunisti e chi li chiama ultra destra, ma d'altra parte voi chiamate Salvini "politico", quindi le definizioni hanno poco senso.

SpellStone

Lun, 21/10/2019 - 14:04

Ora ti importa di più arginare renzi che salvini? No comment

Libertà75

Lun, 21/10/2019 - 16:35

@schiaccia, bene vedo che non rispondi e sei contento che vadano superate le definizioni, ergo tu stesso affermi che Salvini è più a sinistra del PD (il che è ovvio, perché a dx del PD non c'è nulla)

Giorgio5819

Lun, 21/10/2019 - 18:22

Se avessimo un presidente della repubblica si voterebbe subito, poi, una volta insediato un governo ELETTO dagli italiani, si parlerebbe di manovra. Incredibile che 4 rabberciati per tenere a galla i comunisti possano decidere il futuro di un Paese...