Il terreno di papà Boschi in odore di 'ndrangheta

Il manager nel 2010 venne indagato per estorsione e riciclaggio per l'acquisto di una fattoria: il pm Rossi archiviò tutto ma adesso rischia un'azione disciplinare. La strana compravendita e quei 250mila euro in nero

Roma Il procuratore di Arezzo Roberto Rossi ha fatto di tutto per non farsi salvare dal Csm. La prima bugia su Pier Luigi Boschi e Banca Etruria gli è stata perdonata, ma la seconda fa riaprire il suo caso, che sembrava avviato all'archiviazione. E non rischia solo il trasferimento d'ufficio, ma anche un'azione disciplinare.Il procuratore generale della Cassazione ha infatti chiesto gli atti al Csm, evidentemente per una preistruttoria disciplinare. Rossi, infatti, potrebbe aver violato l'obbligo di astensione dall'inchiesta su Banca Etruria ed essere accusato di dichiarazioni infedeli al Csm. Ma i suoi guai potrebbero non fermarsi qui.Perché sembra che da Arezzo stia uscendo nuovo fango dalle vecchie inchieste sul padre del ministro Maria Elena e il pm ha fatto archiviare, forse con troppa facilità. Prima di diventare procuratore e di diventare consulente di Palazzo Chigi.A cambiare le carte in tavola sono le notizie di Panorama sul fatto che il titolare dell'inchiesta su Banca Etruria quando era sostituto procuratore ha indagato Boschi nel 2010 per turbativa d'asta e riciclaggio, poi per estorsione nel 2013. A febbraio il papà viene iscritto nel registro degli indagati e Maria Elena diventava ministro, a luglio Rossi inizia la consulenza con il governo, a novembre archivia tutto.Eppure al Csm Rossi, sotto esame per la possibile incompatibilità tra il suo ruolo di inquirente del padre del ministro e la consulenza con Palazzo Chigi, disse di non conoscere nessuno della famiglia. Ieri il pm è corso ai ripari inviando una lettera a palazzo De' Marescialli, spiegando: «L'ho indagato, ma non lo conoscevo». Troppo tardi. La prima commissione aveva creduto alle sue giustificazioni quando aveva negato che papà Boschi facesse parte del consiglio «informale» della banca che rifiutò l'opa della Banca Popolare di Vicenza senza informare il Cda, mentre Bankitalia sosteneva il contrario. Una confusione tra la prima gestione Forsasari e la seconda Rosi, aveva assicurato. Ma stavolta, la fiducia ottenuta al Csm evapora. E tra i consiglieri c'è molta irritazione per la sua seconda e più pesante bugia. Ha taciuto di aver già indagato Boschi, un personaggio molto noto ad Arezzo anche al di là del ruolo politico della figlia.«Abbiamo preso tutti atto con rammarico di un ennesimo equivoco in cui sembra essere caduto il procuratore», ironizza il laico di Fi Pier Antonio Zanettin. È lui, che aveva voluto l'apertura della pratica su Rossi a chiedere ora una nuova istruttoria. La delibera assolutoria, che aspettava solo l'ok del plenum, viene sospesa. «A tutela della trasparenza e della credibilità dell'operato della magistratura la prima Commissione ha deciso all'unanimità un ulteriore approfondimento sulla vicenda Rossi, alla luce di circostanze che emergerebbero da articoli di stampa», spiegano i togati di Area Piergiorgio Morosini (relatore) e Antonello Ardituro.Gli atti sono già stati inviati al Pg della Cassazione per gli accertamenti disciplinari, mentre per verificare l'incompatibilità il Csm ha chiesto informazioni al procuratore generale di Firenze. La relazione potrebbe arrivare per la riunione di lunedì. E si potrebbe anche convocare di nuovo Rossi. Dovrà spiegare come mai ha dimenticato che 6 anni fa ha indagato Boschi (con altre 8 persone) per irregolarità nell'acquisto della grande tenuta Fattoria di Dorna per 7,5 milioni (era valutata almeno 9), da parte della coop Valdarno superiore che presiedeva, poi diventata una società di cui Pier Luigi aveva il 90 per cento e il resto era del crotonese Francesco Saporito, in odore di 'ndrangheta. E anche di aver indagato una seconda volta nel 2013 Boschi, perché un certo Apolloni che acquistò un podere della tenuta lo accusò di essersi fatto pagare in nero 250mila euro su 460 mila.

Annunci

Commenti
Ritratto di francefin

francefin

Ven, 22/01/2016 - 08:09

scava scava, alla fine si puo trovare un tesoro,oppure un catafero, oppure l'acqua o una fogna. scava scava

erie51

Ven, 22/01/2016 - 08:18

ma come ha detto la fata???mio padre un uomo buono ed onesto.mah!!!!

giovanni PERINCIOLO

Ven, 22/01/2016 - 08:22

Nell'attesa del verdetto csm non é il caso di sospendere ogni attività del magistrato??? non viene a nessuno il dubbio che possa, se é veramente colluso, nascondere o alterare documenti?? Il cittadino qualunque in casi simili é senza alcun indugio messo al fresco proprio per evitare l'inquinamento delle prove, trattandosi di magistrato si ritiene non sia necessario?? Ai posteri l'ardua sentenza. Nel frattempo la puzza aumenta.

erie51

Ven, 22/01/2016 - 08:22

coop 90% suo ed ancora parla di essere nulla tenente???? ma allora in famiglia tutti bugiardi che si padre e figlia!!!!!

Marzio00

Ven, 22/01/2016 - 08:22

Ma a detta della Ministro è una persona per bene!

Ritratto di Dentes72

Dentes72

Ven, 22/01/2016 - 08:24

E' tutto un magna magna e crolla ulteriormente la fiducia persino nel CSM.

nigib

Ven, 22/01/2016 - 08:29

ricordo ke per servire la patria itaggliana e svolgere il servizio di leva in qualità di ufficiale, 30 anni fa, i carabbinieri del mio paese fornirono informazioni precise sulla mia persona e la mia famiglia al fine di nn avere un ufficiale "pericoloso" in odore di criminalità al servizio dello stato; per entrare in un circolo nautico recentemente previa presentazione di un socio qualificato ho anche esibito un certificato dei carichi pendenti ke naturalmente era negativo....ma per le nomine dei ministri è diverso? nn si potrebbero usare gli stessi accorgimenti?

Anita-

Ven, 22/01/2016 - 08:41

Cosa succede al Giornale? Anna Maria Greco che scrive un lungo articolo su "probabile azione disciplinare" per un PM che ha indagato un sospetto papà Boschi che non è stato condannato. Una Chiara Sarra che ci spiega - O sorpresa - che Schengen potrebbe essere sospeso, ma noi che leggiamo i trattati e regolamenti lo sappiamo dal 1985. Avete ancora molte notizie che non sono notizie? Intanto neanche un accenno, una traccia di commento sulla morte di Edmonde Charles-Roux. Certo, meglio Tournier...

Ritratto di DVX70

DVX70

Ven, 22/01/2016 - 08:41

Non ho molta dimestichezza con codici, pandette e sentenze varie, ma mi sembra che la 'falsa testimonianza' sia reato penale, ed anche piuttosto grave. Non capisco quindi per quale motivo la bugia di un magistrato davanti al CSM (cosa decisamente più grave che quella di un comune cittadino davanti ad un giudice) sia stata semplicemente 'perdonata'. Non lo comprendo, ma li immagino....

marcomasiero

Ven, 22/01/2016 - 08:53

... ops ... e ora ?! che dirà la madonna piangente e flaccida spacciata per megagnocca ?

giovauriem

Ven, 22/01/2016 - 08:55

la domanda mi sorge spontanea :vuoi vedere che la toscana ha più rogna della calabria , sicilia ,campania e puglia messe insieme ?

g-perri

Ven, 22/01/2016 - 09:00

Ma che belle storie! Da qualsiasi punto di vista la si guardi questa vicenda è sporca. Un magistrato assoldato dal governo che mente spudoratamente, un vice direttore di banca che fa affari in nero ed in società con un sospetto ndranghetista, sua figlia diventata ministro di quel governo che elargisce incarichi a pagamento al magistrato bugiardo, il capo del governo figlio di uno di quelli che ricevevano finanziamenti proprio da quella Banca... John Le Carrè non avrebbe saputo fare di meglio per ambientare uno dei suoi romanzi.

pupism

Ven, 22/01/2016 - 09:07

l'inchiesta finirà tra le nebbie della Valdarno.....

Happy1937

Ven, 22/01/2016 - 09:09

Trasferimento d'ufficio? Unmagistrato che mente davanti al CSM meriterebbe la radiazione dai ranghi della magistratura.

accanove

Ven, 22/01/2016 - 09:12

gliel'avevano detto al Rossi che qualsiasi cosa facesse sarebbe stato sotto attacco ed accusa, ma evidentemente la "cadrega" era ambita, di sicuro lo spirito di giustizia è scosso quando il ruolo degli indaganti non è chiaro.

Aegnor

Ven, 22/01/2016 - 09:20

Sono orgogliosa del mi babbo

cangurino

Ven, 22/01/2016 - 09:20

spero siano articoli di stampa del tutto falsi, perchè fosse vero quanto riportato, sarebbe l'ennesima riconferma di quanto parte importante della magistratura sia di parte, e parte casta autoreferenziale ed autoprotetta.

Ritratto di sandrinoIlMazzolatore..

sandrinoIlMazzo...

Ven, 22/01/2016 - 09:24

LA FAMIGGHIA prima di tutto

paolonardi

Ven, 22/01/2016 - 09:25

Che bella balla la superiorita' morale dei sinistri. Purtroppo una banda di beoti ci ricasca ad ogni elezione. Italiani e' l'ora di voltare pagina per estromettere questa banda con i loro magistrati lacche' dal potere.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Ven, 22/01/2016 - 09:37

E' perfino patetico questo continuo tentativo di coinvolgere la ministra Boschi sulle questioni del padre senza che salti mai fuori il conflitto di interessi della ministra. Devo però riconoscere che a forza di dire "papà Boschi" c'è sicuramente una buona fetta di mal-destri che crede a presunti malaffari della figlia.

ilbarzo

Ven, 22/01/2016 - 09:41

Pare che qualcosa si stia muovendo, anche se abbastanza lentamente.L'essenziale è crederci e avere fiducia.

un_infiltrato

Ven, 22/01/2016 - 09:50

Questo, del signor Boschi, sembra un romanzo a puntate. Si ok, ma.... come "finisce" ??

moshe

Ven, 22/01/2016 - 09:54

Che bel biglietto da visita presenta l'illegittimo presidente del consiglio! E se il detto dell'antica Roma ... tale il padre ... ... ... fosse vero ... !!!

giovauriem

Ven, 22/01/2016 - 10:37

lo riscrivo : ho la lieve sensazione che il sottosuolo e il sottobosco della toscana siano alla pari dei sottosuoli e sottoboschi di sicilia , calabria , puglia e campania messe insieme e forse la centrale degli affari (sporchi) si è trasferita in toscana (i faccendieri e le mafia sono itineranti) se scende in campo un gruppo di magistrati non irretiti(con icarichi a caro prezzo , per noi contribuenti) dal piccolo scribacchino fiorentino, potrebbe scoperchiare il pentolone di mafia fiorentina .

rosalba cioli

Ven, 22/01/2016 - 10:37

Bellissimo cartellino di presentazione della nostra Magistratura (democratica!!!!!!!!!!!!!) sicuramente il mondo intero compreso i territori sottosviluppati ora staranno spanciandosi dalle risate nei confronti del popolo italiano aiuto............................. ma a chi chiederlo?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 22/01/2016 - 10:41

Beh, dopo l'affare MPS, con il morto defenestrato, da quelle parti siamo arrivati ai "suicidati" correntisti. Se non è zuppa è pan bagnato e colà ci sono troppe toppe da cucire. ITALIA ROSSA SCAVATI LA FOSSA.

isaisa

Ven, 22/01/2016 - 10:46

Evidentemente per i pidioti la parola ONESTA' ha significati ad personam. A quanti artigiani, pmi, consumatori onesti è stato negato un finanziamento da questo ONESTO papà ?? Il magistrato Rossi deve essere licenziato in tronco e non spostato in altra sede a fare altri danni. Sono arci-stufa come cittadina / contribuente di stipendiare questi MAFIOSI LADRI BUGIARDI ... ecc

Rossana Rossi

Ven, 22/01/2016 - 11:38

Il verminaio rosso continua a rovesciare porcherie e il tutto viene abbondantemente coperto dal soccorso rosso, si sentono solo sussurri, i giornaloni e i media compiacenti tacciono, tacciono........e i beoti italiani danno ancora al Partito dei Delinquenti il 33%...........imbe.cilli!!!!!

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 22/01/2016 - 11:59

aspettiamo lunedì ma fondamentalmente credo nell'operato di questo giudice--letto il suo curriculum non si può dire neanche che sia un magistrato schierato anzi--ha fatto condannare terroristi rossi ecc.--purtroppo il vulnus sta in una legge secondo me errata che consente a questi giudici di fare consulenze extragiudiziali, quindi anche consulenze per il governo -se vengono chiamati- --rossi fu chiamato dal governo letta e non da renzi--per inciso-- questa legge a mio avviso è sbagliata --perchè si hanno incroci pericolosi tra potere giudiziario e potere esecutivo--insomma --in soldoni --chi fa le leggi deve essere distante da chi le farà applicare--

Angelo48

Ven, 22/01/2016 - 12:28

@CIOMPI: egregio lettore, le porto a conoscenza un ulteriore particolare che non credo sappia. Da recenti indagini parlamentari, emerge che tra i finanziatori della "Fondazione Open", che tra le altre cose sostiene economicamente la ‘Leopolda’ di Matteo Renzi, c’è anche Banca Etruria con una donazione di 15 mila € attraverso la società Intesa Aretina Scarl di cui è socia. La scoperta di questa ennesima e gravissima porcata rivela, se ancora ce ne fosse bisogno, quanto profondi siano i legami malsani tra il Pd, questo governo e le lobby bancarie. Che dice, le sembro anch'io patetico? A quando un sussulto di dignità del Parlamento e in particolar modo della ministra Boschi?

roberto bruni

Ven, 22/01/2016 - 12:35

Certo che la "velina" ha proprio la faccia come il c...o! Ancora rimane Avvitata con un tassello Fische del 70 (per carri armati) alla sua poltrona. Questa velina che ha avuto il coraggio di "inalberarsi" per una telefonata di pura e semplice cortesia umana fatta dalla Dr. Cancellieri, reclamandone e poi ottenendone le dimissioni da ministro degli interni-. Scandaloso!" Se avesse un microgrammo di onesta' dovrebbe dimettersi al volo e ritornare a fare quello che faceva prima....nulla!

unosolo

Ven, 22/01/2016 - 12:52

è coperto come il figliolo , da anni che intrallazza e guadagna soldi , almeno da alcune righe di diversi quotidiani , questo vuol dire rosso toscano è fortemente tutelato dalla giustizia addirittura il giudice che lo salva dalle accuse nel 2010 e poi si scorda ? roba da pazzi , chi è che copre e tutela certi personaggi ? ndrangheta non credo che sia la sola qui sono coalizzate diverse forze estranee alla politica è evidente ma come mai non si scava dal 2010 ad oggi su quei personaggi truffaldini. ancora niente avvisi dando tempo di ripulire la sporcizia , rosso toscano coperto.

squalotigre

Ven, 22/01/2016 - 12:59

elkid- ma certo, non è un magistrato schierato. Ha indagato sul paparino della Boschi, ma a sua insaputa. E quindi ha detto la verità al CSM, ha avuto solo una piccola dimenticanza e vogliamo condannarlo per questo? Che sia un consulente del governo ed indaghi sul comportamento del genitore della ministra, poi, la colpa è delle leggi che lo consentono. Sicuramente deve essere stato Silvio l'ispiratore se non l'estensore di tali leggi. Il CSM, poi, quando un magistrato fa una dichiarazione non deve assolutamente accertarsi della sua veridicità. Vogliamo mettere in dubbio la parola di un PM che ha fatto indagini sui terroristi?

agosvac

Ven, 22/01/2016 - 13:19

La cosa veramente grave dell'ordinamento della nostra magistratura è che questo magistrato, non più in odor di santità, rischia tuttalpiù un trasferimento d'ufficio o un'azione disciplinare mentre dovrebbe essere espulso immediatamente dalle sue funzioni di magistrato!!!!!

java

Ven, 22/01/2016 - 13:38

hai capito il contadino?

Gius1

Ven, 22/01/2016 - 13:45

CHISSA QUANTI ARMADI PIENI DI FANTASMI ANCORA DA SCOPRIRE. Ma sicuramente tutto si puo´aggiustare come sempre nella sinistra (vedi penati)

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Ven, 22/01/2016 - 15:02

Finirà tutto in una bolla di sapone perché è risaputo che: "Cane non mangia cane". Il detto casca a pennello!

Iacobellig

Ven, 22/01/2016 - 15:25

BOSCHI: SIETE LA VERGOGNA DEL PAESE INSIEME ALLA FAMIGLIA RENZI! NON SI PUÒ PERMETTERE CHE VENGANO INFANGATI CITTADINI SERI E ONESTI. DIMETTETEVI IMMEDIATAMENTE!