"Tirate fuori il testo, vergognatevi". Manovra, la protesta del Pd in commissione

Caos a palazzo Madama davanti alla porta della commissione bilancio del Senato. Il testo non arriva e i dem s'infuriano

Attimi di tensione nel pomeriggio a palazzo Madama. Mentre il Senato attende di discutere la manovra finanziaria, i membri della commissione bilancio chiedono di ricevere il testo del maxiemendamento alla manovra. Ma le fotocopie della maggioranza non arrivano, e i senatori del Partito democratico si scatanano.

Si crea un capannello davanti alla porta della commissione. "Vogliamo il presidente! Dateci il testo!", urlano alcuni chiedendo di incontrare il presidente grillino Daniele Pesco. Poi si vede uscire una donna, davanti alle sue giustificazioni i dem insorgono: "Ma non eravate quelli della trasparenza? Basta! Vergognatevi!".

Il clima è rovente: urla, tentativi di aprire la porta, si arriva quasi alle mani. "Non siete i padroni dello Stato!", gridano infuriati gli esponenti del Pd.

E qualcuno passa dalla rabbia all'ironia: "Perché non ci fate entrare? C'è dentro Moscovici?". Alla fine comunque la commissione approva il testo del maxiemendamento, tra le proteste dell'opposizione: "Una forzatura inaccettabile, non partecipiamo al voto, a questa farsa", annuncia il capogruppo del Pd in commissione Bilancio Antonio Misiani nelle dichiarazioni di voto sul maxiemendamento alla manovra. E poi tuona: "Il presidente Pesco si è dimostrato non adeguato, si dimetta perché non ha garantito tutti i gruppi".

Commenti
Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 22/12/2018 - 19:16

Vuoi vedere che si è rotta la fotocopiatrice?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 22/12/2018 - 19:18

Questi sono gli stessi che si lamentavano d iBerlusconi alle prime proposte di fiducia alle leggi proposte. Mentre lor o presentandone 257, non noccioline, si incazzavano se qualcuno protestava. Inattendibili, rendetegli pan perfocaccia ai rinnegati.