Il tribunale di Milano: "Lecito vietare il velo islamico"

Regione Lombardia lo vieta negli ospedali e nelle sedi pubbliche. I giudici: "Sacrifici per le islamiche giustificati da una finalità legittima"

Vietare il velo islamico si può. Soprattutto se il divieto è dettato dalla pubblica sicurezza. Per i giudici di Milano imporre alle musulmane di togliersi il velo se vogliono entrare negli ospedali e negli uffici pubblici, come fa la Regione Lombardia, è sì un grosso sacrificio, dal momento che "comporta di fatto un particolare svantaggio per le persone che aderiscono a una determinata religione" ma, come riporta il Corriere della Sera, non è discriminatorio perché è "oggettivamente giustificato da una finalità legittima, ragionevole e proporzionata rispetto al valore della pubblica sicurezza".

Vietare il velo islamico non è una norma razzista. Ci hanno provato con la Regione Lombardia ad accusarli di islamofobia, invece gli stessi giudici di Milano ha riconosciuto che il divieto è fondato perché teso a garantire la sicurezza di tutti i cittadini. Come riporta il Corriere della Sera, la prima sezione civile del Tribunale di Milano ha rigettato il ricorso di quattro associazioni per i diritti degli immigrati che chiedevano di dichiarare "discriminatoria" la delibera della Regione Lombardia del 10 dicembre 2015 che vieta "l'uso di caschi protettivi o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona in luogo pubblico o aperto al pubblico senza giustificato motivo". Questo perché la pubblica sicurezza rischia di essere "concretamente minacciata dall'impossibilità di identificare (senza attendere procedure che richiedono la collaborazione di tutte le persone che entrano a volto scoperto) le numerose persone che fanno ingresso nei luoghi pubblici individuati".

La sentenza arriva dal giudice Martina Flamini, la stessa che aveva condannato la Lega per aver definito "clandestini" i richiedenti asilo che sbarcano in Italia. Secondo il magistrato "il divieto di accesso a viso coperto in uffici ed enti pubblici" è "uno svantaggio" per quelle islamiche che, "per ragioni di tradizione e per professare il proprio credo religioso, indossano il velo". Ma questo "svantaggio" è "oggettivamente giustificato da una finalità legittima, costituita dalla necessità di garantire l’identificazione e il controllo al fine di pubblica sicurezza". In linea, per la giudice, con la corte di Strasburgo, che nel 2005 ha legittimato "la rimozione del turbante o del velo per permettere i controlli negli aeroporti", il divieto "interessa esclusivamente le persone che accedono in determinati luoghi pubblici" e soprattutto, "per il tempo strettamente necessario alla permanenza".

Commenti

istituto

Mer, 03/05/2017 - 09:39

" Sacrifici per le islamiche" ? Ma come sarebbe a dire ! Ma se non gli sta bene se ne vadano in un' altro stato islamico così non fanno il sacrificio.,,,,Questa non è l' Arabia valgono le NOSTRE LEGGI...

Ritratto di ateius

ateius

Mer, 03/05/2017 - 09:40

più che giusto. al pari dei sacrifici umani di cui non abbiamo più traccia..la pratica delle donne inte

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 03/05/2017 - 09:46

stanno uscendo dal loro torpore!

VittorioMar

Mer, 03/05/2017 - 09:54

...PER QUESTO GIUDICE LA "COERENZA" E' UN MERITO !!...ORA CHE LE "FEMMINISTE" ITALIANE "APPREZZANO IL "BURQA" E IL "VELO ISLAMICO" !!

Ritratto di ALEX FORTY

ALEX FORTY

Mer, 03/05/2017 - 09:58

""Viertare il velo islamico si può"" ??? Io avrei titolato ""Vietare il velo islamico SI DEVE!!! "" e lo si deve vietare dovunque, non solo negli uffici pubblici !!! Io comune cittadino devo essere in grado di vedere chi cammina per la strada vicino a me !!! Chi guida una moto DEVE indossare il casco, ma quando scende dalla moto DEVE togliere il casco ed essere visibile; altrettanto per comuni uomini e donne qualunque sia la loro religione !!! Se poi sono stranieri, se non sono d'accordo con le nostre regole SE NE TORNINO A CASA LORO !!!!!!!

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 03/05/2017 - 10:00

L'ITALIA E' UN PAESE LAICO, NON E' FONDATO SULLA RELIGIONE, MA SU ALTRI PRINCIPI CHE QUESTE ZECCHE IGNORANO CHE ESISTANO, per loro la Religione e' tutto....poveri ignoranti ! il "sacrificio" sarebbe un altro caro giudice !!!!

giovanni951

Mer, 03/05/2017 - 10:13

ci sono arrivati anche i giudici...complimenti.

RexMastrin

Mer, 03/05/2017 - 10:16

Premettendo che l'islam è una ideologia primitiva brutale e violenta in totale contrasto con i valori di libertà, democrazia e civiltà dell'Europa e di tutto l'occidente; così come è vietato ostentare i simboli del fascismo, del nazismo e via dicendo allo stesso modo dovrebbe essere vietato ostentare i simboli dell'islam.

01Claude45

Mer, 03/05/2017 - 10:16

NON SOLO per accedere negli ambienti pubblici, ma DOVUNQUE. NON si dice "PUBBLICA VIA?". Ebbene, se vogliono indossare il VELO lo possono indossare quanto vogliono "IN CASA LORO". Io HO IL DIRITTO DI RICONOSCERE CHI MI STA DI FRONTE O CHI INCONTRO PER STRADA. NON va bene? Il loro paese natio sarà BEN FELICE di riabbracciare i suoi figli FUGGITI in siti migliori.

babilonia

Mer, 03/05/2017 - 10:19

secondo il mio modesto parere queste cosidette risorse devono assoggettarsi ai costumi ed usi dei paesi dove vanno a vivere. Perciò niente veli,sottanoni,chador,burqa e via dicendo per le donne, nè barboni per gli uomini. Chi protesta, subito via nei loro paesi natali.

venco

Mer, 03/05/2017 - 10:19

Se alle islamiche non va bene questo allora se ne tornino subito nei loro paesi

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 03/05/2017 - 10:20

"Lecito vietare il velo islamico". Non solo dovrebbe essere lecito ma DOVEROSO in tutto il territorio Italiano e nella U.E.. Se vogliono portare il velo restino nei loro Paesi, questa non è integrazione. Scappano dai loro Paesi per un medello di vita politico/culturale oppressivo e vengono a imporcelo a casa nostra.

Jason Green

Mer, 03/05/2017 - 10:22

Ma solo Io penso che il giudice (o la giudicia...) abbia paura per la sicurezza sua e dei suoi colleghi? Entrare in tribunale a volto coperto può essere rischioso per lei/loro.... Sempre detto Io che fino a che non vengono toccati I LORO INTERESSI non faranno mai nulla per i cittadini!

un_infiltrato

Mer, 03/05/2017 - 10:24

Lecito vietare, per par condicio, che le nostre donne portino le mutande. Ma di che capso di problemi si occupa il Parlamento, pardon, il Parlatorio della Repubblica?

buri

Mer, 03/05/2017 - 10:40

Spero che questa strada sia seguita da altre regioni e se non sono soddisfatte hanno sempre la podssibilità di tornarsene a casa dove regna la sharia

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 03/05/2017 - 10:42

Come perdere il proprio tempo a discettare di norme di leggi già esistenti. Il divieto di travisamento dei propri lineamenti E' GIA' LEGGE DI QUESTO STATO!

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Mer, 03/05/2017 - 11:01

Il giudice che ha scritto nelle motivazioni che non mettersi il velo è un "sacrificio per le islamiche" dovrebbe essere come minimo rimosso e magari mandato in Arabia, terra probabilmente più adatta alle sue inclinazioni

ziobeppe1951

Mer, 03/05/2017 - 11:01

un infiltrato ..10.24....perché, tu, solitamente, le donne le guardi sotto la gonna?..ah ho capito....

Renee59

Mer, 03/05/2017 - 11:11

Tranquilli, tante parole, ma alla fine vinceranno loro. Tempo al tempo.

aldoroma

Mer, 03/05/2017 - 11:15

L’articolo 5 della legge 22 maggio 1975, n. 152

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 03/05/2017 - 11:30

Ma continuo a non capire perchè dobbiamo crearci dei problemi con queste persone che ci odiano....se vogliono stare qui in Italia che si adeguino...se vogliono fare i pagliacci che se ne stiano a casa loro...noi non li abbiamo cercati...anzi..se se ne stanno a casa loro ci fanno un grosso favore......così possiamo andare in giro e neelle nostre Chiese più tranquilli!

Iacobellig

Mer, 03/05/2017 - 11:36

FINALMENTE, MEGLIO TARDI CHE MAI. IN ITALIA CI SI DEVE COMPORTARE SECONDO USI E COSTUMI ITALIANI E NON CHE SU VIENE A DETTARE LEGGE!

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mer, 03/05/2017 - 11:38

Io una soluzione migliore...Deportare tutti "fetenti mussulmani"hai loro cessi di provenienza ,cominciare dale donne che sono la loro arma di conquista .media di mussulmane donne sgravano 4 zombie,uomo mussulmano puo sposare 4 vacche...fate il conto...poi faremo piazza pulita!

Nonlisopporto

Mer, 03/05/2017 - 11:40

prima si fanno entrare e poi bisogna trovare soluzioni di convivenza...

Giancarlo MATTA

Mer, 03/05/2017 - 11:42

Il vero "velo" è : quello che indossano le suore cristiane (una sorta di vera e propria divisa); quello che indossano le infermiere durante il lavoro; quello che talvolta indossano le spose davanti all'altare. Nel caso del tragicomico sudario scuro che copre totalmente il corpo delle islamiche-vere (con due fori all'altezza degli occhi), "velo" è semplicemente un termine ipocrita. Esso chiamasi "BACUCCA" : controllate su un buon vocabolario di lingua italiana.

Jimisong007

Mer, 03/05/2017 - 11:43

Vorrei vedere!!!!

rocky999

Mer, 03/05/2017 - 11:45

In un paese civile bisognerebbe vietare l'Islam perchè non è una religione normale, si basa sulla sopraffazione del prossimo e legittima l'uso della violenza per imporre le proprie idee e il proprio "credo". E' in totale contrasto non solo con i valori e la cultura cristiana occidentale ma anche contro la costituzione italiana, che secondo alcuni sarebbe la più bella del mondo, in particolare con l'articolo 8. Il corano dovrebbe essere studiato nelle scuole per far capire alle persone cosa veramente predica, è ora di finirla con questa storia che l'islam è una religione di pace.

Giancarlo MATTA

Mer, 03/05/2017 - 11:49

Circolare col volto coperto ("velo" è un termine ipocrita) in Italia è vietato e sanzionato da TRE LEGGI e da UN DECRETO emanati in tempi non sospetti di "islamofobia", per evidenti ragioni di sicurezza pubblica. Desiderate i relativi riferimenti della Gazzetta Ufficiale ?

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mer, 03/05/2017 - 11:56

Già prevedo la levata di scudi della grande stampa politicamente corretta e di tutto il mondo dei media, dell'associazionismo, del sindacato, e della cultura e dello spettacolo. Si alzeranno grida scomposte al razzismo, si faranno campagne e dimostrazioni, alte vestali progressiste innalzeranno moniti e ammonimenti, e questa sentenza sarà rivista e ricusata ben presto da un'altra molto più "corretta". Non escludo che in tempi brevissimi intervenga l'uomo in bianco in prima persona. Aspettare per credere.

lorenzovan

Mer, 03/05/2017 - 11:59

e ci voleva tanto per deciderlo ???

billyserrano

Mer, 03/05/2017 - 12:02

Se ci sono arrivati perfino i giudici di milano, forse c'è ancora qualche speranza per questo nostro paese

OttavioM.

Mer, 03/05/2017 - 12:23

Ma stiamo pure a discutere se si può o no girare per strada o entrare negli uffici pubblici con il passamontagna,il casco o il burqua?

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 03/05/2017 - 12:59

...e io che credevo che i magistrati fossero i tutori delle leggi! Ma come lo possono essere se non sono in grado di leggerle né tantomenno di interpretarle? Eppure contro il divieto di coprirsi il volto esiste una legge del 1975(MILLENOVECENTOSETTANTACINQUE!!), legge resa ancor più severa con la legge del 2005 che prevede non solo l'ammenda, ma anche l'arresto di uno o due anni del contravventore... E poi ci meravigliamo che questo è un Paese in cui tutto va all'incontrario...!

Malacappa

Mer, 03/05/2017 - 13:38

Ma no,si sono svegliati dal letargo cari giudici benvenuti alla realta'.

Paul58

Mer, 03/05/2017 - 13:50

ottimo. prossima sentenza:lecito dare calci nel didietro ed espellere chi non e' profugo politico. con buona pace dei maledetti centri sociali,antagonisti e dementi al seguito

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 03/05/2017 - 13:59

un conto è dire, un altro è fare una legge. Si sono dette qualsiasi roba in prossimità delle elezioni. Persino si sono accorti dei migranti.Ma tanto nessuno fa niente.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mer, 03/05/2017 - 14:50

Per un/a giudice che qualche volta ragione con il cervello, ci sono purtroppo molti altri giudici che "ragionano" con altre parti del corpo meno nobili.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 03/05/2017 - 15:06

anche se...a guardare bene queste 3 rappresentanti del loro mondo..... orse sarebbe meglio coprire anche gli occhi.

Angelo664

Mer, 03/05/2017 - 15:42

Non va vietato il solo velo islamico ma qualsiasi cosa che nasconda il volto, casco per moto escluso quando sei in movimento. Mentre quando ti fermi al distributore DEVI levartelo per andare a pagare . Io metterei fuori legge l'islam in genere, bandito perché contrario ai fondamenti dello stato laico e costituito. Ma noi siamo dei tremacuva come si dice in dialetto e nessuno ha le palle per mettere in atto una cosa del genere. Poi condanna asprissima ai lavori forzati a chi sposa o ha sposato una donna sotto i 18 anni, ai genitori che obbligano in qualsiasi modo una figlia a vestirsi in qualche modo che non sia libero e voluto da lei. Stessa cosa per chi fa proselitismo islamico, gli imam di qualsiasi ordine e grado perché divulgano una religione vietata per legge. Se recidivi un bel accordo con il Kim che ha luoghi appositi di riconversione alla vita civile.

Tarantasio

Mer, 03/05/2017 - 16:04

può sempre girare con lo scolapasta in testa e dire di essere moglie di Napoleone...

Ritratto di Cianna

Cianna

Mer, 03/05/2017 - 16:04

ma vorrei vedere. questi fagotti pulciosi fanno spavento

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mer, 03/05/2017 - 17:52

incredibile una sentenza equilibrata e logica (non ideologica) una volta tanto

Pinozzo

Mer, 03/05/2017 - 18:07

Sacrosanto, peraltro la legge esiste gia'.