Tutti contro il bar fascista ma nessuno tocca via Stalin

Gli indignati a senso unico contro i nostalgici del Duce. Ma nessuno si lamenta per la toponomastica comunista

Nelle foto in cui spavaldo fa il saluto romano, campeggiano alle sue spalle numerosi cimeli fascisti, soprattutto della Repubblica sociale, ma anche bottiglie di Campari e amaro Averna. Lui, Vinicio Morzenti, titolare del bar «Colazione da Tiffany» in quel di Bergamo, è pelato come il Duce, ma assai più smagrito dietro un paio di occhialoni scuri. Da qualche giorno è al centro di una polemica così divertente che è difficile non ricamarci su. Il Corriere della Sera ha titolato addirittura «Blitz della polizia. Rapporto in procura» dopo che l'Anpi locale aveva sollecitato un'ispezione per verificare l'ipotesi di reato di apologia del fascismo. Immaginiamo lo stupore delle forze dell'ordine che avranno ben ordinato almeno un cordiale o un cappuccino tanto per distrarsi da quel pot-pourri di bandiere della X Mas e santini con l'effigie di Mussolini.

La cosa in sé potrebbe finire qui, a meno di altri clamorosi risvolti.

Valgono però alcune considerazioni.

Innanzitutto, è bene precisare che non basta l'esposizione di gadget fascisti per far scattare l'apologia.

E bisognerebbe aggiungere, per onestà intellettuale, che il reato di apologia del fascismo è frutto di quell'assioma tanto scontato per cui «la storia, la scrivono i vincitori». Altrimenti, sarebbe impossibile abitare in via Stalin, in via Ho Chi Minh, in via Rivoluzione d'Ottobre come può accadere in Italia; e francamente sarebbe altrettanto deplorevole esporre i feticci del comunismo, che di morti ne ha prodotti infiniti di più rispetto al fascismo, e che invece vengono ostentati con sommo gaudio.

A meno di non voler piombare nel ridicolo del politicamente corretto, come è accaduto negli Stati Uniti dove, dopo la strage razzista di Charleston, è stata messa al bando la bandiera confederata dagli edifici pubblici del South Carolina, visto che il killer se ne ammantava; col risultato paradossale che pochi giorni fa, decine di membri del Ku Klux Klan hanno sfilato a Columbia, la capitale dello Stato americano, per protestare contro la rimozione: di fatto rendendo simbolico quello che forse simbolico ancora non era.

In generale, ragionare come se alcuni fatti fossero estranei alla storia, al passare del tempo, frutto di un male assoluto non storicizzabile, ci costringerebbe a una sorta di ragionamento che risale all'infinito.

Napoleone è stato un massacratore, per cui i francesi dovrebbero smantellarne il monumento funebre nel centro di Parigi, il Dôme des Invalides; Cesare tecnicamente ha perpetrato un genocidio, e gli eredi dei Galli potrebbero chiederci i danni, od obbligarci al buon gusto di non celebrarne il mito sui banchi di scuola.

L'Anpi, in quanto associazione partigiani, come accadde per i garibaldini, o per i reduci della Grande Armée, o per i pochissimi sopravvissuti delle Termopili, alla fine sarà destinata ad esaurirsi per consunzione e anche il ruolo di occhiuto controllore della storia verrà preso da altri, i quali anch'essi avranno la presunzione di poter sedimentare una propria verità storica definitiva: quella dei vincitori appunto, che non è la verità, semmai una versione.

Entrando al bar del signor Morzenti, il quale crediamo non voglia ricostituire il «disciolto partito fascista» come vieta la legge numero 645 del 1952, basterebbe convincersi che il passato passa, e che la storia si presenta la prima volta in tragedia la seconda in farsa.

Commenti

UNITALIANOINUSA

Mar, 21/07/2015 - 18:53

Si puo' essere piu' ridicoli di alcuni italiani? italiano in usa

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Mar, 21/07/2015 - 18:57

Necrofilia: a Torino c'è ancora il Corso Unione Sovietica.

Ritratto di bingo bongo

Anonimo (non verificato)

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 21/07/2015 - 19:04

IN ITALIA C'E' GENTE CHE HA PAURA ANCORA DEI FANTASMI. SONO PASSATI 70 ANNI MA I COMUNISTI E I PARTIGIANI SI CAGANO ANCORA ADDOSSO QUANDO VEDONO UN FASCIO LITTORIO. CHE SQUALLORE AVERE PAURA DELLA STORIA.

Ritratto di iovotosalvini

iovotosalvini

Mar, 21/07/2015 - 19:11

#stocolbarista

lento

Mar, 21/07/2015 - 19:38

Il Saluto Romano come forma di saluto igienico- -legge di stato !!-

Ritratto di caribou

caribou

Mar, 21/07/2015 - 19:40

LANZI MAURIZIO: Certo la foto è paurosa!! A guardarla faccio fatica a credere che siano passati 70 anni! Se tornate con certi personaggi possiamo stare tranquilli per i prossimi 1000 anni!

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Sniper

Sniper

Mar, 21/07/2015 - 19:56

Ok abbiamo capito che il Giornale e i suoi tifosi sono contro queste pedanterie, sarebbe però' opportuno anche saper se costoro e soprattutto la testata sono esplicitamente a favore del fascismo come sembra, così ci togliamo ogni dubbio, giusto?

Ritratto di Sniper

Sniper

Mar, 21/07/2015 - 20:01

LANZI MAURIZIO ...E che ci dice di quelli che vedono comunisti dappertutto, anche i democristiani anzi persino il papà. Non pensa che anziché di fantasmi si debba parlare di psicopatologia di massa?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 21/07/2015 - 20:02

@ lanzi dici bene sono passati 70 anni e da allora c'è gente che aspetta ancora una casa dallo stato, in 70anni ancora non sono riusciti a riportarsi alla normalità. Se invece di pensare ai fascisti pensassero ad insegnare come procurarsi un lavoro a certi lavativi di sicuro rossi.

Giacinto49

Mar, 21/07/2015 - 20:02

Se poi ci metti che, in questi tempi di "vacche ladre", più che di apologia sarebbe giusto parlare di rimpianto.....

Ritratto di federalhst

federalhst

Mar, 21/07/2015 - 20:25

La destra si indigna per Via Stalin, la sinistra per il bar fascista, a quanto pare l'indignazione a 'senso unico' è di entrambi. In ogni caso le ideologie in questione hanno prodotto solo danni e morti quindi non si capisce perché questo articolo in difesa di una delle due parti.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 21/07/2015 - 20:47

iovotosalvini: tu sta col barista? Certo ti fa mbriacare gratis!

Ritratto di Fanfulla

Fanfulla

Mar, 21/07/2015 - 21:02

E basta con la solfa anti e pro fascismo, sono passati 70 anni ed ancora c'e' qualche cxxxxxxe che si scalda per nulla. Non sono mai andato a Bergamo, ma se dovessi farlo, di sicuro andro' al Colazione da Tiffany per un aperitivo.

bruco52

Mar, 21/07/2015 - 21:04

non è il primo ne l'ultimo, tra bar e ristoranti "fascisti", che evidentemente non danno così tanto fastidio, visto che campano, anche bene....a Roma ci sono via Unione Sovietica, viale Marx, via Lenin, via Togliatti e altre strade intitolate a criminali comunisti, osannati come eroi ma che erano solo dei malfattori in camicia rossa, come ce ne sono tanti ancora in vita in Italia....vedi il Pci-Pds-Ds-Pd, palestra per il malaffare in salsa catto-comunista.....

alkt90

Mar, 21/07/2015 - 21:07

Se questo bar fosse vicino a casa mia ...ci andrei molto spesso..

Raoul Pontalti

Mar, 21/07/2015 - 21:31

Io sono solidale con Vinicio.

Ritratto di Lupry

Lupry

Mar, 21/07/2015 - 21:48

Onore al Camerata Barista!

giunchi catia

Mar, 21/07/2015 - 21:57

ma dopo 70 anni dalla fine della guerra ci sono ancora dei partigiani?

Ritratto di manasse

manasse

Mar, 21/07/2015 - 22:02

e poi critichiamo l'europa per la curvatura delle banane o il diametro dei piselli,mandare da uno psichiatra questi str...i comunisti non sarebbe una buona idea?

Marcolux

Mar, 21/07/2015 - 23:20

Vai Morzenti, se passo dalle tue parti un buon caffè lo vengo a prendere certamente! Non mollare!

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Mer, 22/07/2015 - 01:03

Paese più ridicolo d'Italia è difficile trovarlo, almeno fino a quando i comunisti, i veri nostalgici di un'ideologia sanguinaria esisteranno. L'Anpi, fra qualche annetto dovrebbe chiudere i battenti per mancanza di "materia prima", essendo i sopravissuti novantenni ed oltre.Ma la fiamma di questa associazione comunista è tenuta viva perchè sono i giovani ad iscriversi per fottere i contributi al governo. A Torino ddopo la caduta del muro c'è Corso Unione Sovietica ed a Bologna c'è ancora Via Stalingrado. Una vera vergogna nazionale!

Ghiringhelli Mario

Mer, 22/07/2015 - 07:19

Sniper vuoi sapere se il Giornale è a favore del fascismo? no; ma tu sei a favore del comunismo?

moichiodi

Mer, 22/07/2015 - 07:55

Mi pare che esista una legge italiana che impedisce l'apologia del fascismo. Il resto è noia estiva. Ci sono vie dedicate a gerarchi fascisti in tutta Italia

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 22/07/2015 - 08:46

Adesso, abbiamo anche o muccutaro che da giudizi? Tu voti per la sinistra? Sicuramente ti ha dato il permesso di soggiorno gratis!

giunchi catia

Mer, 22/07/2015 - 08:59

la famiglia Mussolini voleva portare via la salma del DUCE ,ma il sindaco di predappio PD.. si è opposto perchè per il paese significava una grande perdita economica.quindi è solo demagogia che fa l'anpi e pensi piuttosto alle atrocità commesse da certi partigiani per vendetta contro persone innocenti solo perchè avevano idee diverse e non accettavano le loro minacce e i loro ricatti.

zanzarlad

Mer, 22/07/2015 - 12:38

anacronistico , stantio , tipicamente di sinistra ,quale avvilimento ,poi non capisco perché se io incontro un amico non possa salutarlo romanamente , boh , ho salutato lui mica il popolo

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 22/07/2015 - 17:41

ma via Lenin, via Togliatti, ect....quel "via" prima del mome, non potrebbe significare, "fora de bal"?

onoriobotta

Dom, 12/06/2016 - 16:07

A Roma, al foro Italico, c'è un obelisco con inciso sopra la scritta DUX. E sempre a Roma esiste il traforo Mussolini. In numerose città italiane, sui muri, sono mantenute in vita scritte come: credere, obbedire, combattere. Realizzare un simulacro fascista in un bar è solo una cafonata e nulla più.