Tutto quello che la Boldrini non sa sui crimini dei partigiani

Il presidente della Camera elogia l'operato dei partigiani, ma dimentica le loro atrocità

"I partigiani non ospiti ma padroni di casa". Così il presidente della Camera Laura Boldrini alle celebrazioni di questo 25 aprile. Ma la realtà storica è davvero questa? O ci troviamo, forse, di fronte a un’altra boutade del presidente della Camera?

La realtà partigiana, infatti, è un po’ più complessa rispetto a come la vorrebbe la Boldrini. Ci furono dei partigiani - come ad esempio Eugenio Corti, "l’ultimo soldato del re" - che decisero di prendere le armi contro i repubblichini perché volevano difendere la parola data: avrebbero servito il re in qualsiasi posto e in qualsiasi frangente. Altri, come Giovannino Guareschi, si fecero spedire nei campi di concentramento tedeschi come Imi, Internati militari italiani. Anche loro membri del regio esercito. Anche loro fedeli al re. A ogni costo. C’era poi i partigiani bianchi, quelli nati nelle associazioni cattoliche. C'era, quindi, chi lottava per una parola data, per mantenere fede a un onore.

Dall’altra, i partigiani rossi che, va detto, non accelerarono affatto la ritirata tedesca, anzi: la resero ancora più sanguinosa. I continui attentati provocarono continue rappresaglie. Morti su morti. I partigiani rossi volevano sostituire una dittatura, quella fascista, con un’altra dittatura ben peggiore, se mai si può fare una classifica delle dittature, quella comunista. E, per raggiungere questo obiettivo, i partigiani rossi fecero fuori parecchi partigiani bianchi. Quelli della brigata Osoppo, per esempio, alla quale apparteneva anche il fratello di Pier Paolo Pasolini, Guido.

L’odio comunista si scagliò soprattutto contro la Chiesa, come del resto era successo in Spagna durante gli anni della guerra civile. Il 13 aprile 1945 i partigiani fecero fuori Rolando Rivi, ora beatificato, perché accusato di una "colpa" terribile: indossare la veste talare e voler diventare prete. Furono moltissimi i preti e i consacrati che fecero una brutta fine nel cosiddetto triangolo della morte, in Emilia, dove ci furono ben 4500 morti dal 1943 al 1949.

Tra i crimini più beceri dei partigiani rossi, ovvero dei “padroni di casa”, va annoverato l’omicidio di Carlo Borsani, 28 anni, medaglia al valore di guerra. Un ragazzo come tanti. Un ragazzo che aveva donato tutto quello che aveva potuto all'Italia. Fu ucciso perché accusato di essere fascista e gettato su un carretto della spazzatura. Al collo una scritta: "Ex medaglia d’oro".

E poi c’è la lunga fila di morti legati alla Democrazia Cristiana: il dottor Carlo Testa, Ettore Rizzi, Bruno Lazzari e, infine, Giorgio Morelli, partigiano e giornalista cattolico, ucciso perché aveva pubblicato un'inchiesta in cui accusava il presidente comunista dell'ANPI di Reggio della morte di un partigiano cattolico, Mario Simonazzi. E l’elenco potrebbe continuare a lungo. Val la pena però ricordare l’attentato di via Rasella: come è noto, i Gap posizionarono una carretta per far saltare in aria i tedeschi. Le regole dei nazisti erano chiare: per ogni tedesco morto 100 italiani. I partigiani non si curarono di questo sanguinoso avvertimento e agirono lo stesso. Il risultato? La più orrenda carneficina: 335 morti per mano tedesca. Tra questi, anche numerosissimi partigiani bianchi che si trovavano nelle prigioni di via Tasso e di Regina Coeli.

Spiace che la Boldrini abbia anche detto che "chi lottava contro i partigiani stava dalla parte sbagliata". Spiace perché la realtà è più complessa e, soprattutto, perché ragionando in questo modo si creano cittadini di serie A e cittadini di serie B. Un'Italia giusta e un'Italia sbagliata. Un'Italia dove esistono dei "padroni di casa", i partigiani, e dove esistono gli emarginati, i repubblichini. E tutto questo a 70 anni dalla fine della guerra civile.

Commenti

Razdecaz

Sab, 25/04/2015 - 14:48

Se il fascismo fu sconfitto lo dobbiamo ad altri giovani che non sapevano quasi nulla di un Paese che dal 1922 aveva obbedito al Duce e l' aveva seguito in una guerra sbagliata, combattuta su troppi fronti. La vittoria e la libertà ci vennero donate dalle migliaia di ragazzi americani, inglesi, francesi, canadesi, australiani, brasiliani, neozelandesi, persino indiani, caduti sul fronte italiano, che hanno lasciato 120.000 morti per liberarci. E dai militari della Brigata Ebraica, che oggi una sinistroide ottusa vorrebbe escludere dalla festa del 25 aprile.

Ritratto di ohm

ohm

Sab, 25/04/2015 - 14:50

Ma questa qui cosa vuole? Speriamo che Martedi cade il governo!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 25/04/2015 - 14:52

Che un personaggio come Boldrini sia p/te della Camera, succedendo da sinistra a Iotti, è cosa che desta meraviglia, ma in democrazia dobbiamo accettare, rispettando la maggioranza. Resta però il diritto di critica, non sottoponibile a coercizione in democrazia: ella è stato un grosso errore di Bersani, speriamo sia l'ultimo e che egli non abbia più occasione di ripeterne altri analoghi.

fsignore

Sab, 25/04/2015 - 14:56

Osservazioni puntuali e incontrovertibili ma del tutto inutili per spiegare alla Boldrini che prima di parlare dovrebbe sempre e comunque mettere in moto il suo cervello, anche ise di scarsa consistenza. Se almeno approfittasse delle tante ottime occasioni per stare zitta ci aiuterebbe a dimenticare che questa appetitosa tardona è (ahinoi ....!!) presidente della camera. mpre

oldstyle

Sab, 25/04/2015 - 15:00

Sostengo da decenni questa tesi, quindi la sottoscrivo interamente. Il concetto però va riassunto in un unico punto. Abbiamo perso la guerra.punto e a capo. Non esistono altre certezze. Abbiamo perso, gli eroi sono divenuti gli USA (nonostante i funghetti atomici) i cattivi italioti e i mostri teutonici. Chiaramente i partigiani sono stati fatti salire sul carro dei vincitori. Se la guerra fosse finita diversamente, con tutta probabilità sarebbero stati fustigati pubblicamente... La cosa più importante è che ci saremmo risparmiati 70 anni di discussioni di concetto tra rosso e nero, e probabilmente saremmo un paese con più coscienza/conoscenza politica. Ma abbiamo perso, quindi zitti e mosca.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 25/04/2015 - 15:07

Lo sanno,lo sanno,è che alterano la storia e la verità.La maestra elementare di mio figlio,classe 1990, un giorno volle farmi leggere un paragrafo del suo libro scolastico con il riferimento sulle foibe,o meglio su quello che non vi era scritto.Due righe per non dire che erano stati i titini ed i "partigiani" italiani,se così si possono definire degl'assassini che legavano l'uno con l'altro vittime che nulla avevano fatto se non essere ITALIANI.Li legavano l'uno con l'altro e sparavano ai primi che avrebbero trascinato gli altri,ancora vivi,nei crepacci carsici.Mussolini ha fatto cose atroci,basterebbe il solo eccidio delle fossa ardeatine per meritare la morte,ma la verità non deve essere alterata se non nascosta.L'Italia e gli italiani non possono andar fieri di quando accaduto a piazzale Loreto,non possono andar fieri dei sacerdoti crocifissi e delle foibe carsiche.E'da vigliacchi.

tommy1950

Sab, 25/04/2015 - 15:09

Fatela parlare con Pansa.Le racconterà qualche storiella che le servirà a schiarire le sue idee confuse.

Roberto Casnati

Sab, 25/04/2015 - 15:10

Sarebbe molto più semplice e rapido elencare le cose che la boldrini (non merita la maiuscola)sa = NULLA, piuttosto di quelle che non sa!

Roberto Casnati

Sab, 25/04/2015 - 15:12

I comunisti erano e sono solo invidiosi d'essersi fatti soffiare la dittatura da Mussolini che, lo si ricordi, era un socialista!

quapropter

Sab, 25/04/2015 - 15:13

Una ignorante non solo di grammatica italiana, ma anche di storia recente, immagina quanto ne saprà di quella antica...

Sapere Aude

Sab, 25/04/2015 - 15:20

La Boldrini lo sa benissimo...E' lì apposta per ripetere come un disco di vinile le menzogne che altri le hanno insegnato, nella speranza che teste vuote come la sua apprendano la litania.

Ritratto di semovente

semovente

Sab, 25/04/2015 - 15:20

Questa non è che non sa è che nega l'evidenza per principio trinariciuto.

Ritratto di Danno

Danno

Sab, 25/04/2015 - 15:21

Non sempre cara(?) boldrini

angelomaria

Sab, 25/04/2015 - 15:21

PERMETTETEMI DI DIRE QUELLO CHE COME LORO NON VOGLIONO AMMETTEREFIGURIAMOCI COL LA LORO SUPERIORITA INTELLIGHIOTTA E MORALE !!!BUONA GIORNATA A VOI CARI LETTORI E DIREZIONE BUONTUTTO E FINESETTIMANA!

vince50

Sab, 25/04/2015 - 15:22

volevano sostituire una dittatura?direi molto ottimistico oppure per ovvie ragioni non ammettere che la dittatura è in atto dal 46.l'unica differenza consiste nel fatto che quella precedente era in forma palese.Quella comunista molto più pericolosa e spacciata vergognosamente per libertà,quindi inattaccabile e devastante.

Ritratto di semovente

semovente

Sab, 25/04/2015 - 15:25

La signora ignorante parla senza manco sapere quello che dice.

thelonesomewolf97

Sab, 25/04/2015 - 15:28

La sboldrini è tutto meno che saggia, equilibrata,preparata,conoscitrice della storia, come dovrebbe esserlo un presidente della Camera. Ahime'!!

Ritratto di makisenefrega

makisenefrega

Sab, 25/04/2015 - 15:34

Si ma il Giornale non si sta comportando meglio della Boldrini. Innanzitutto cita sempre solo le brigate che fanno riferimento ai comunisti e quelle che fanno riferimento ai cattolici, come se in Italia esistesse solo il rosso e il bianco. Invece morirono uomini e donne che lottavano per una democrazia liberale, come quelli della Brigata Rosselli, tanto per fare un esempio (alla quale aderì persino Oriana Fallaci). Oppure dimentica (forse volutamente) la brigata ebraica e tante altre che non commisero assassinii vergognosi, stupri e razzie. Come dimentica sempre di citare quegli Alleati che ci salvarono non soltanto dai nazifascisti, ma anche dai comunisti e, soprattutto, dalla miseria per merito del piano Marshall. La storia raccontata in modo fazioso non fa meno schifo se raccontata da destra.

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 25/04/2015 - 15:35

Siamo un paese malato di commemorazioni, ricorrenze e celebrazioni varie, sempre con lo scopo di esaltare le gesta eroiche di questa o quella parte o di personaggi dal vissuto del tipo doubleface o quantomeno discutibile, Abbiamo sempre un eroe disponibile per tutte le occasioni. Quello che ci manca, vuoto imperdonabile, e la GIORNATA DEI TRADITORI DELLA PATRIA e sì che negli ultimi anni ne abbiamo visti sfilare UN FOTTIO, specialmente nelle cariche istituzionali o del Governo.

cgf

Sab, 25/04/2015 - 15:48

non capisce la differenza tra risorsa e parassita, tra profugo e terrorista, troppo difficile farle conoscere la Storia.

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 25/04/2015 - 15:51

I vostri discorsi revisionisti danno i brividi. Citare alcuni episodi di partigiani per difendere un dramma gigantesco e omicida chiamato fascismo. E` come quella vignetta in cui un avventore di un bar incontra Frankenstein, e indicandogli un taglietto sul dito gli dice:"Guarda qui, questa si` che e` una cictrice". Sareste comici se non foste tragici.

Edu

Sab, 25/04/2015 - 15:54

Ogni anno si ripresenta questa ricorrenza, importante di per se, ma rovinata dai vari intellettuali (ovviamente di sinistra) che parlano per sentito dire visto che loro sicuramente non c'erano, tra questi sicuramente la nostra amata "presidentessa" della Camera che di storia non ha mai capito nulla. Secondo loro esistono solo i partigiani di parte comunista, tutto il resto viene ignorato. Sinceramente non se ne può più, sono invecchiato con queste rievocazioni di parte...piene di retorica e di chiacchere inutili,sono orfano anche a causa di quella guerra, mio padre come tutti i militari avevano giurato fedeltà alla Patria e alla Monarchia con tutto ciò che ne consegue,ecc, ecc, mi fermo qui non mi va neanche di proseguire tanto mi sono stufato (non del ricordo del fatto in se ma di tutti quei benpensanti che ci "inzuppano il pane" solo per convenienza e perché fa tendenza..! Potrei terminare cantando Bella ciao ma ve la risparmio.

ClaudioB

Sab, 25/04/2015 - 15:54

Lo sa lo sa, è che vuole a tutti costi negare una verità storica assai scomoda per tutta una parte di partigiani rossi. Fra loro c'era gente piena di buon senso frammista a personaggi che non avevano niente da invidiare ai criminali dell'ISIS di oggi. Quanti di loro dopo g li orrendi omicidi commessi furono in tutta fretta fatti riparare in Russia dal grande compagno Togliatti? Per poi tornare in Italia a cose finite e festeggiati come eroi. Uno schifo totale, e a 70 anni di distanza ci tocca ancora stare a sentire le balle raccontate da certi sinistri (non tutti però). La pacificazione nazionale è ancora ben aldilà da venire. Quello che dà più fastidio è che non ammetteranno mai le nefandezze compiute. Giampaolo Pansa docet! E poi l'Italia fu liberata in primis dagli anglo-americani e poi col supporto dei partigiani. La verità va accettata per quella che è, ma in questo paese evidentemente non è ancora possibile.

TruthWarrior1

Sab, 25/04/2015 - 16:00

70 anni fa, il mio prozio, soldato della Decima Mas, ex-carrista ferito e fatto prigioniero degli inglesi dopo la battaglia di El-Alamein, era diretto a casa in sicilia da Milano, ma non è andato oltre Reggio Emilia quando fu fermato e catturato dei partigiani per poi essere sommariamente giustiziato. L'ironia della sorte, suo padre, mio bisnonno era un fiero comunista militante che si scontrò con la guardia nazionale americana da emigrato nello stato di Massachusetts durante i primi lotti sindacali organizzati nel lontano 1912. Il 25 Aprile semmai dovrebbe rappresentare un giorno di riconciliazione nazionale.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Sab, 25/04/2015 - 16:00

Sarebbe l'ora che questa festa ormai solo comunista fosse abolita

uggla2011

Sab, 25/04/2015 - 16:02

RobertoCasnati:bravo,mi hai bruciato sul tempo.Discutere su ciò che la Boldrini sa é come cercare l'ago nel pagliaio.Pratica inutile e frustrante.Quanto ai partigiani:prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

lupo1963

Sab, 25/04/2015 - 16:06

Dopo 70 anni fascismo,comunismo,olocausto dovrebbero essere lasciati agli storici.Abbiamo altri problemi ed altre priorita'.

nick2112blu

Sab, 25/04/2015 - 16:08

La vera Liberazione sarà quando ci libereremo della retorica del 25 aprile.

plaunad

Sab, 25/04/2015 - 16:08

Lo sa, lo sa. Ed é per questo che ride cosí tanto.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 25/04/2015 - 16:13

Vi sorprendete del commento del Presidente della Camera e non del discorso odierno del 'nostro' Capo dello Stato caduto dal pero? che mi ha fatto rabbrividire per i contenuti horror e per la qualità estetica della rappresentazione !!! - Il 25 Aprile è la Commemorazione dell'unica barbarie italiana. -riproduzione riservata- 16,13 - 25.4.2015

lorenzovan

Sab, 25/04/2015 - 16:14

beh i post qua' pubblicati spero facciano riflettere i cosidetti modrati e liberali di destra...su quali compagni di viaggio abbiano...

clz200

Sab, 25/04/2015 - 16:15

Cosa cxxxo ridete? c'è qualcosa di cui essere felici in questa ricorrenza? è come essere felici nella ricorrenza dei morti a meno che questi beoti sanno qualcosa per cui sorridere che noi non sappiamo

nick2112blu

Sab, 25/04/2015 - 16:28

Chissà se mai ci libereremo di questa celebrazione che anno dopo anno da spazio ai retori della Resistenza e continua ad impedire il formarsi di una coscienza comune e di una memoria condivisa. Senza queste l'Italia rischia di dare ragione a chi la definiva una espressione geografica.

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Sab, 25/04/2015 - 16:28

Siamo ancora fortunati che qualcuno possa esprimersi e dire l'altra verità.

pinosan

Sab, 25/04/2015 - 16:29

Ma la Boldrini cosa può sapere sul 25 aprile? E' nata dopo la liberazione e quello che ha imparato glielo hanno inculcato i suoi compagni comunisti,quelli che per anni hanno nascosto e travisato spudoratamente tutte le verità e l'hanno convinta che a liberare l'Italia sono stati i soli partigiani rossi e nessun altro.questa,purtroppo,e' la terza carica dello stato.Dio ci salvi!.

ClaudioB

Sab, 25/04/2015 - 16:33

Caro Kommissar, "alcuni" episodi comportano centinaia e centinaia di morti, si documenti meglio e cerchi di non giustificare a tutti i costi i crimini compiuti dalla parte politica a lei cara. E lo stesso discorso, naturalmente, vale per il fascismo.

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 25/04/2015 - 16:35

Ogni anno c’è la solita tiritera ogni anno contro il 25 Aprile Se fa tanto schifo questa festa andate a vivere in Siberia !!!!!!!! lì si sta bene c’è ilvostro amato Putin ANDATE andate nessuno vi verrà a cercare cari berluschinilegaiolineri

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Sab, 25/04/2015 - 16:35

Onore alla città di Genova, medaglia d'oro della Resistenza, e ai suoi Partigiani che lottarono sui suoi monti, fino alla sconfitta dei nazifascisti. Penso sia una delle poche città che misero in fuga il nemico prima dell'intervento delle forze alleate.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Sab, 25/04/2015 - 16:36

Troppo educati e signori chiamare boutade le cxxxxxe che questa tipa da circo sputa giorno dopo giorno, in qualunque momento riguardante le sorti dell´Italia e degli italiani laboriosi.Essa cittadina di serie A, nipote di milionari continua a provocare odio su tutto ció che é ITALIANO.Poi per quanto riguarda i fanatici partigiani rossistalinisti, spieghino la differenza tra fascismo e comunismo alla Stalin, mao, pol pot,Hồ Chí Minh, oppure islamismo di oggi che la boldrini tanto difende.

Tarantasio.1111

Sab, 25/04/2015 - 16:43

Questa... i crimini dei partigiani rossi li sa e come...eppure chissà perché ci marcia.

Lubianka

Sab, 25/04/2015 - 16:47

Onore agli americani, gli inglesi, i canadesi, tutti gli alleati che diedero la vita per la nostra libertà, prosperità e progresso, biasimo a chi per decenni prese soldi da un paese straniero per portarci nel paradiso di latte e miele della cortina di ferro rossa che fece milioni di morti e diede terrore, miseria e morte per decenni, Polonia, Ungheria, Romania, Germania Est, etc. La storia insegna, che il popolo possa esprimersi e scegliere che lo deve governare, questa è la democrazia, basta pistolotti e sermoni da color che ci avrebbero voluto portarci nelle braccia di una nuova dittatura dopo quella fascista. Onore ai partigiani italiani, tutti non sono quelli rossi!!!!!

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 25/04/2015 - 16:58

#bingo bongo - MOLTI SANNO E COLPEVOLMETE MENTONO.SALUTI.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 25/04/2015 - 17:04

I compagni partigiani, voleva far diventare l'Italia un satellite di Mosca. Altro che liberazione!

uggla2011

Sab, 25/04/2015 - 17:08

lorenzovan:qua senza accento,se lo faccia spiegare durante i salotti radical chic che frequenta.Oppure dalla Boldrina.Tutti i commenti pubblicati sono moderati.Se in Italia esistessero i fascisti,come pensano ancora molte menti bacate,le cose andrebbero diversamente.Come é opinabile......ma siamo in democrazia.Giusto? Che mi dice dei libri di Pansa,se li ha letti?Tutte balle certo,peccato che non abbia mai ricevuto rettifiche o contestazioni tranne quelle (fasciste potremmo dire) di quelli che non lo hanno lasciato parlare durante le presentazioni e per cui il manganello e l'olio di ricino sarebbero stati cure palliative.

uggla2011

Sab, 25/04/2015 - 17:14

Abolire il 25 Aprile sarebbe soltanto un segno di civiltà,libertà ed obiettività.Pertanto impossibile in un Paese come il nostro.

cgf

Sab, 25/04/2015 - 17:15

@Kommissar vogliamo parlare di un fenomeno ben più grande e ben più feroce del fascismo? si chiama COMUNISMO. Urss, 20 milioni di morti, Cina, 65 milioni di morti, Vietnam, 1 milione di morti, Corea del Nord, 2 milioni di morti, Cambogia, 2 milioni di morti, Europa dell’Est, 1 milione di morti, America Latina, 150.000 morti, Africa, 1 milione 700.000 morti, Afghanistan, 1 milione 500.000 morti, movimento comunista internazionale e partiti comunisti non al potere, circa 10.000 morti. Il totale si avvicina ai 100 milioni di morti.

eloi

Sab, 25/04/2015 - 17:24

Sopratutto partigiani come Giorgio Bocca.

Ritratto di emil-b

emil-b

Sab, 25/04/2015 - 17:26

la Boldrini di Lenin ha capito solo una cosa e cioè: mentire, ancora mentire....sempre mentire.......emil-b

treumann

Sab, 25/04/2015 - 17:29

ogni giorno che Dio manda in terra, ci tocca di sentire "una perla quotidiana" della signora in questione; e domani, domenica, cosa ci dirà?

eloi

Sab, 25/04/2015 - 17:31

Il movimento femminista dovrebbe reclamare per essere stato spinto così in basso da una di loro.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 25/04/2015 - 17:31

Cari @kommissar e @corvo, i fascisti sono stati, prima di tutto, italiani che si sono messi contro altri italiani. Hanno avuto delle colpe, su questo siamo d'accordo. L'Italia ne ha sofferto, non si discute e un certo numero (credo pochi) ha pagato. Ma ho l'impressione che tanti 'fascisti' si siano riciclati benissimo; che tanti 'fascisti' vennero puniti perchè non furono abbastanza furbi per riciclarsi; che tanti 'fascisti' sono stati puniti perchè non erano tra i peggiori; che tanti 'fascisti' non sono stati puniti perchè, in fondo, 'tra cani non ci si mozzica'! Io sono nato molti anni dopo la fine del fascismo. E noi oggi stiamo ripetendo il solito teatrino a distanza di settant'anni a base di valori e libertà, ma manteniamo l'odio nel cuore nell'acida convivialità tra una spaghettata e l'altra: ditemi per quanto tempo ancora!

Opaline67

Sab, 25/04/2015 - 17:41

Boldrini non sa neppure stare al mondo... cosa vuoi che sappia sui partigiani

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Sab, 25/04/2015 - 17:46

dal fascismo di destra in cui esisteva rispetto delle regole, amor patrio, orgoglio nazionale ecc ecc siamo passati allo Sfascismo di sinistra in cui non esiste amor patrio, orgoglio nazionale, rispetto, patriottismo ecc ecc. Bene io preferivo il fascismo di destra.

silviotrovato

Sab, 25/04/2015 - 17:57

A 70 anni dalla fine del conflitto, la Boldrini fa ancora la distinzione tra buoni e cattivi. Poveraccia! Ha scambiato la Storia con la cronaca nera o rosa. Dipende dal punto di vista.

Luigi Farinelli

Sab, 25/04/2015 - 17:59

Se non altro, non siamo al livello di "delirio da Resistenza" che aveva caratterizzato tutti gli anni '70 del secolo scorso quando il politico di turno DOVEVA ANTICIPARE, ad ogni comizio, inaugurazione, commento in TV, ciò che aveva da dire con frasi come: "l'Italia, Paese fondato sulla Resistenza....". La cosa giunse ad un livello di consuetudine ridicola così elevato che, alla fine, non se ne poteva più e cominciarono a reagire persino intellettuali e giornalisti, ironizzando sull'Italia che pareva un Paese di elettricisti, fra Resistenza e correnti politiche. Infine il fenomeno cadde anche perché, per spillare i voti, si vide che il donnismo e il femminismo erano ormai più attuali ed efficaci.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 25/04/2015 - 18:01

Una intera famiglia trucidata, compresa la donna di servizio e il cane. La colpa? Era una nobile e antica famiglia, non comunista, e suscitava molte invidie. I responsabili prima condannati, poi graziati dalla legge togliatti, quindi tutti assunti da cooperative e comuni rossi. Questo non successe sulla luna, ma in provincia di Ravenna.

Giovanmario

Sab, 25/04/2015 - 18:10

alla boldrini non interessa nulla delle varie storie sulla resistenza e sul triangolo della morte e nulla la potrà convincere del contrario perchè la sua arroganza è tale che.. è lei la storia.. è lei l'unica e vera depositaria della verità.. anche quando dice che gli scafisti sono dei poveri disgraziati innocenti perchè costretti dalla fame.. ma in tv non sembrano tanto debilitati e smunti

Giorgio5819

Sab, 25/04/2015 - 18:10

Per scrivere tutto quello che non sa questa spocchiosa servirebbero 50 enciclopedie.

Giorgio5819

Sab, 25/04/2015 - 18:12

Onore ai partigiani italiani, tutti tranne quelli rossi!!!!!

narteco

Sab, 25/04/2015 - 18:16

I vostri discorsi negazionisti e vomitosa glorificazione dei crimini e stragi dei partigiani comunisti danno i brividi. Citare l'unico morto del 20ennio ossia matteotti o gli episodi di partigiani uccisi per ritorsione dopo che questi misero bombe o fecero vili attentati contro civili e soldati in fuga a guerra finita come in via Rasella o a Pedescala per difendere un genocidio mondiale chiamato olocausto comunista sembra la buffonesca storia di dario fo fino all'ultino nella Rsi e poi dopo il 25 aprile partigiano antifascista della 1ora che dava del nazifascista a tutti tranne che a se stesso e ancora oggi sostiene di essersi arruolato a sua insaputa,la balla dell'infiltrato partigiano non regge più dopo la condanna del 1979 che lo defini repubblichino fascista e rastrellatore di partigiani.Sareste esilaranti se non foste tragicomici.

egi

Sab, 25/04/2015 - 18:31

La più ixxxxxxxe è inutile di tutti i tempi non poteva che essere di. Sinistra

Ritratto di federalhst

federalhst

Sab, 25/04/2015 - 18:36

Anche a Marzabotto e Sant'Anna di Stazzema saranno stati i partigiani?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 25/04/2015 - 18:36

@mark61- Lei segue fedelmente le orme del suo maestro e ispiratore togliatti, che in Siberia ne mandò di italiani, nonostante fossero compagni.

INGVDI

Sab, 25/04/2015 - 18:59

La storia è stata scritta dai criminali comunisti, che hanno coperto tutte le porcherie fatte dai partigiani rossi anche a guerra finita. Non solo, a questa gentaglia sono state intitolate piazze e vie e conferite medaglie d'oro. Ora si chiamano in altro modo e ci governano.

opinione-critica

Sab, 25/04/2015 - 19:15

Boldrini funziona solo come politica che si fa accompagnare da gigolò quando va all'estero.

Nonmimandanessuno

Sab, 25/04/2015 - 19:20

Ogni volta che apre quella boccuccia con aria schifiltosa, dimostra la poca cosa che è: solo una raccomandata.

jeanlage

Sab, 25/04/2015 - 20:29

Dal titolo si trarrebbe la deviante conclusione che la presidenta sappia qualcosa. Ciò significherebbe che, in qualche momento della sua vita, invece di parlare, abbia ascoltato qualcuno o qualcosa. Sai che non si direbbe peroprio?

pgbassan

Sab, 25/04/2015 - 20:39

La faziosità e ignoranza della Boldrina fa inorridire, come persona e all'ennesima potenza come Presidenta della Camera (da letto).

pgbassan

Sab, 25/04/2015 - 20:41

nick2112blu: parole sacrosante.

lorenzovan

Sab, 25/04/2015 - 20:41

uggla 2011 e lei ha il coraggio di dire che sono commenti moderati?''' azzo...proprio faccia di bronzo...lol...ci manca solo negare le stragi di marzabotto stazzema...boves...e poi siamo al completo...

lorenzovan

Sab, 25/04/2015 - 21:15

quanta bella gente su qiuesto forum...effeyttivamente i partigiani hanno commesso molti errori nel 45...se no' non si spiegherebbero ancora tanti nostalgici e neofascisti...lolo

lorenzovan

Sab, 25/04/2015 - 21:15

quanta bella gente su qiuesto forum...effeyttivamente i partigiani hanno commesso molti errori nel 5...se no' non si spiegherebbero ancora tanti nostalgici e neofascisti...lolo

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 25/04/2015 - 21:46

cgf - Che ci azzecca? Perche' mai parla a me dei crimini del comunismo? Tipico discorso revisionista appunto...sviare, insabbiare, ritorcere su qualcun altro... E in piu` negazionista circa la natura criminale del fascismo. Magro contributo il suo.

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 25/04/2015 - 21:51

rosario.fracalanza - Come vede il 25 Aprile e` sempre una buona occasione per i fascistelli che infestano ancora il Paese per uscire dalle fogne in cui li ha relegati la Storia, e inondare con i loro fetidi liquami la vita democratica del paese. Quindi la risposta alla sua domanda e`: Fintanto che questa marmaglia tracimera`, ci sara` questo sentimento di rigetto. Onore comunque al Giornale che mette a disposizione le sue pagine per raccogliere le esondazioni purulente di queste scorie umane senza speranza.

thelonesomewolf97

Sab, 25/04/2015 - 22:43

PIÙ BELLA E SEXY CHE INTELLIGENTE...... AHAHAHAHAHHAHAHHAHHAHAHH

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 25/04/2015 - 23:47

Da quanto ho potuto capire, risulta che prima dell'avvento della Repubblica molto fu costruito, seminato, bonificato e le famiglie erano indotte con una politica premiale ad avere molti figli, per cui i nomi Quinto, Sesto, Settimio, Ottavio, non erano una rarità. Dopo quel periodo, il calo demografico è stato in crescendo per una politica quasi opposta inducendo le coppie a castigare la loro riproduttività. Ora si vorrebbe compensare il deficit di nascite con L'IMPOSIZIONE DEI FIGLI DI ALTRI, genitori di stirpe sconosciuta e raccattati nel Mediterraneo con tutto il loro seguito, per comporre famiglie del tipo VANIGLIA E CIOCCOLATO O CREMA E LIQUIRIZIA. ABBINAMENTI CHE MI FANNO SCHIFO. MAI E POI MAI!!!

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Dom, 26/04/2015 - 00:13

All'uomo del XXI secolo manca la consapevolezza di essere come un moscerino attaccato al parabrezza e che verrà spazzato via al prossimo passaggio dei tergicristallo. In quel breve lasso di tempo che è la sua esistenza si dimena e sbraita per dare una giustificazione al fatto di esserci pure lui, costruttivo o disfattista che sia, con i penosi risultati che stiamo vivendo, ANCORA PER POCO...

Duka

Dom, 26/04/2015 - 07:54

SGARBI HA RAGIONE DA VENDERE!!!

moltonore

Dom, 26/04/2015 - 08:56

La Boldrini e' incredibilmente ignorante!!! SPERO CADA IL GOVERNO,quanto prima. La Boldrini deve essere mandata a lavorare in fabbrica 8 ore al giorno in bicicletta...come vuole la sua DITTATTURA COMUNISTA! BOLDRINI VERGOGNATI!!!

Ritratto di Stangetz

Stangetz

Dom, 26/04/2015 - 09:43

Kommissar tra una citazione di Di pietro e un insulto velenoso il suo stile profondamente democratico si esprime al meglio.

Ritratto di Stangetz

Stangetz

Dom, 26/04/2015 - 09:43

Kommissar tra una citazione di Di pietro e un insulto velenoso il suo stile profondamente democratico si esprime al meglio.

Ritratto di Nopci

Nopci

Dom, 26/04/2015 - 10:26

Da IL SANGUE DEI VINTI G.PANSA " I PARTIGIANI CONDANNARONO DUE RAGAZZE METTENDOGLI NELLE LORO VAGINE DUE BOMBE.Ciao belle ciao boldrini.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 26/04/2015 - 10:56

@kommissar, La ringrazio della risposta, resa con un vero linguaggio elegantemente antifascista: vedo che non mi perdo molto nel non proseguire un dialogo con Lei. Magari, la prossima volta, qualora volesse proseguire nel 'costruttivo' confronto di idee, gradirei che scrivesse correttamente il mio cognome!

Giovanmario

Dom, 26/04/2015 - 12:24

Kommissar.. lei è ingiusto e pure in malafede quando non vuole riconoscere che il comunismo quanto ad assassinii sia stato ben peggiore del fascismo.. ed è pure male informato sulla iniziale natura sociale e non certo criminale del fascismo.. chi ha creato l’inps? e l’inail? chi ha tentato in italia di regolamentare in modo degno il lavoro minorile? o tutelato il diritto alla maternità delle lavoratrici? e la politica agraria?