"In Ucraina un golpe targato Obama"

L'ex premier in esilio Azarov: "Gli Usa volevano farci tornare aggressivi contro Mosca. La consigliera della Casa Bianca pretese un governo di unità nazionale"

È passato da poco un anno dalla rivolta di piazza che provocò la caduta del governo ucraino e la guerra civile che ha portato il mondo sull'orlo di un conflitto più esteso. Mykola Azarov, leader del Partito delle regioni, era il primo ministro che in quei giorni si trovò a gestire lo scontro tra filo russi e filo europei. Si dimise in febbraio, pochi giorni prima della caduta dell'intero governo e del presidente Yanukovich. Braccato dagli insorti, si salvò in modo rocambolesco e ora vive esule a Mosca.

Signor Azarov, il giudizio dell'opinione pubblica europea resta confuso e diviso. Fu rivoluzione di popolo o colpo di stato?

«Guardi, durante i miei tre anni di governo avevamo tenuto l'Ucraina su una linea di buon vicinato sia con la Russia che con l'Unione Europea. Questa equidistanza non era gradita agli Stati Uniti d'America che volevano si tornasse alla politica del precedente governo di dichiarata ostilità alla Russia. Questa irritazione, e le conseguenti pressioni, l'abbiamo percepita fin da quando siamo andati al governo».

Lei personalmente subì pressioni in tal senso?

«Quando noi ci rendemmo indisponibili a sottoscrivere così come ci erano stati presentati gli accordi con l'Unione Europea, accaddero due cose contemporaneamente».

Cioè?

«Da una parte incominciarono occupazioni di uffici pubblici da parte di manifestanti spuntati dal nulla, dall'altra una incredibile e arrogante ingerenza da parte degli Stati Uniti negli affari interni di uno Stato sovrano. Venne da me la consigliera diplomatica del presidente Obama, Victoria Nuland, a pormi una sorta di ultimatum: o accettavo di formare un nuovo governo di unità nazionale che accontentasse gli anti russi oppure l'America non sarebbe stata a guardare».

E lei cosa rispose?

«Che il mio governo era stato eletto democraticamente e che aveva superato ben due voti di fiducia. Le dissi chiaramente che la politica dell'Ucraina era nelle mani del popolo ucraino e che lei non doveva permettersi di usare quei toni con il suo legittimo rappresentante».

Eppure, stando alle immagini televisive rimbalzate in tutto il mondo, la protesta contro di voi stava montando.

«Quella di concentrare una massa di persone attorno al palazzo del potere o nella piazza simbolo di una capitale, è una tecnica collaudata delle cosiddette rivoluzioni arancioni. In quei giorni avevamo in mano sondaggi secondo i quali la maggioranza del popolo ucraino appoggiava convintamente la linea del governo. Del resto bastava spostarsi poche centinaia di metri dalla piazza occupata per verificare come a Kiev la vita procedesse in modo assolutamente normale e che altre manifestazioni, di segno opposto, avvenivano in modo spontaneo un po' ovunque nel Paese».

Secondo voi, chi alimentava la pressione della piazza?

«In quei giorni noi avevamo il controllo completo di ciò che stava accadendo. I nostri servizi segreti avevano infiltrato uomini tra i manifestanti e avemmo le prove che la piazza prendeva ordini dagli americani, che il quartier generale della protesta era nell'ambasciata Usa a Kiev, la quale provvedeva anche a finanziare in modo importante la rivolta».

E non prendeste contromisure?

«Quando la protesta passò da pacifica a violenta, con uso massiccio di bombe molotov e anche armi da fuoco contro la nostra polizia, convocammo sia l'ambasciatore americano che gli ambasciatori europei per mostrare loro le prove in nostro possesso».

Con che esito?

«Fu sconcertante. L'unica cosa che ci dissero è che noi non potevamo reagire con la forza alla violenza crescente dei manifestanti. Ci stavano insomma legando le mani».

L'Europa quindi, mi sta dicendo, si girò dall'altra parte?

«Il ruolo della Comunità europea, in quei giorni drammatici e decisivi, fu volutamente marginale e quello dell'Italia pari a zero. Entrammo in possesso dell'intercettazione di una telefonata nella quale il primo ministro polacco diceva alla responsabile esteri della Commissione europea che, contrariamente alla versione spacciata per ufficiale, i cecchini che entrarono in azione in piazza non erano filo russi ma appartenenti alla fazione a noi avversa».

La risposta della ministra?

«Gelida, come dire: è una verità scomoda, lasciamo perdere. C'era la netta volontà di insabbiare la verità per non intralciare i piani americani».

Sta dicendo che fu organizzata una operazione di “fuoco amico” per fare indignare l'opinione pubblica internazionale?

«Sto dicendo che servivano vittime da sacrificare per giustificare l'innalzamento del livello di violenza della piazza e l'assalto ai palazzi del potere. I nostri poliziotti morivano o rimanevano gravemente feriti ma il presidente Yanukovich non diede mai l'ordine di dotare i reparti speciali di armi offensive nella speranza di trovare una soluzione pacifica».

Così si arriva al 27 gennaio 2014, giorno delle sue dimissioni.

«Con grande senso di responsabilità comunicai al presidente che ero disposto a dimettermi per facilitare una soluzione della trattativa. Gli chiesi di barattare la mia testa con lo sgombero della piazza e il disarmo dei gruppi neonazisti e dei facinorosi, circa cinquemila persone, che prendevano ordini da stati esteri».

Avvenne?

«Le mie dimissioni sì. Per il resto non cambiò nulla. Anzi, la situazione peggiorava di giorno in giorno».

Ha continuato a vedere Yanukovich?

«Sì, in quelle ore ci sentivamo e vedevamo spesso».

Che cosa vi dicevate?

«Ho cercato di convincerlo che gli stavano facendo perdere tempo, che trattare con gli oppositori interni era inutile, in quanto marionette. Mi parlò di un accordo, peraltro poco onorevole, che stava raggiungendo con i ministri degli esteri di Polonia, Francia e Germania. Ma era evidente, e glielo dissi, che l'unica possibilità era quella di trattare direttamente con gli Stati Uniti, anche se loro, ovviamente, si guardavamo bene da fare aperture perché come obiettivo si erano dati solo il capovolgimento del governo».

Si arriva al 22 febbraio, giorno del colpo di stato, lei dove era?

«La sera prima avevo visto il presidente che mi aveva annunciato l'intenzione di aderire alla proposta di Polonia, Francia e Germania e che all'indomani, in cambio di grosse concessioni, la piazza si sarebbe ritirata come previsto dall'accordo. Così la mattina uscì di casa per raggiungere Yanukovich ma il capo della mia scorta mi fermò. Il palazzo presidenziale era stato preso dagli insorti, la moglie del presidente era scampata per un soffio a un attentato. Mi disse che il presidente stesso era in grave pericolo, che i ribelli avevano dato ordine di bloccare le frontiere a tutti i membri del governo. Yanukovich stava per fare la fine di Gheddafi».

In che senso?

«Gheddafi fu ucciso da bande locali ma i mandanti erano gli stati che avevano dato il via all'attacco alla Libia. Sono certo che senza la copertura politica e morale di Stati Uniti ed Europa nessuno in Ucraina avrebbe avuto la forza di uccidere fisicamente il presidente e noi membri del governo. Prendere atto di questa verità è stata la più grande disillusione della mia vita».

Il presidente Putin, nei giorni scorsi, ha rivendicato di aver salvato la vita a Yanukovich e a lei portandovi in salvo. Come è andata?

«Il presidente Putin ha voluto ribadire che in quelle ore ha compiuto una azione umanitaria nei confronti di persone amiche della Russia che non avevano fatto del male a nessuno. Osservo come le posizioni del governo della Russia siano cambiate nel tempo. All'inizio Putin ha dato la disponibilità a collaborare con il nuovo governo Ucraino ma poi sono accadute cose che hanno fatto cambiare parere. Come l'atteggiamento ostile e violento di Kiev nei confronti della Crimea e delle regioni orientali abitate da russi. Purtroppo l'Europa non conosce questi gravi fatti. Nessuno ha scritto degli assalti ai mezzi dei militari che presidiavano le regioni russe o dei massacri di civili disarmati che protestavano contro il nuovo regime. A Odessa sono state bruciate vive più di cento persone da parte dei nazionalisti ucraini. Nelle zone russofone, Kiev vuole governare col terrore».

Signor Azarov, guardiamo avanti. La tregua durerà?

«Quando noi sosteniamo che ci sono nazisti al potere a Kiev, l'Europa ci prende per bugiardi, ma è la pura verità. Come giudicate voi persone che danno ordine di bombardare interi quartieri con sistemi a lancio multiplo? A Charkiv decine di migliaia di civili sono morti, cinquemila edifici sono stati distrutti, così come gli acquedotti. La gente è al freddo in rifugi e cantine. Sono criminali, presto o tardi l'opinione pubblica internazionale verrà a conoscere questi fatti. Detto questo sono favorevole agli accordi di Minsk che hanno messo fine a questo eccidio. La Russia è pronta al compromesso, ma l'Ucraina è anche dei russi. Dire: l'Ucraina solo agli ucraini è uno slogan nazista. Gli Stati Uniti e l'Europa devono saperlo e agire di conseguenza».

Tornerà in Ucraina?

«Mi hanno inserito in una lista nera in modo del tutto arbitrario. A distanza di un anno non hanno ancora trovato un solo fatto che mi possa compromettere. Non sono però ottimista. Oggi non c'è in Ucraina un solo giudice che abbia la forza di andare contro la volontà del governo. Spero un giorno di tornare. Questa situazione non può durare a lungo. I soldi del fondo monetario purtroppo non finiranno al popolo, la crisi economica è già devastante ma farò di tutto perché il mio paese non diventi una nuova Somalia europea».

Annunci
Commenti

Tuthankamon

Mar, 24/03/2015 - 08:37

Un'altra de-stabilizzazione pronta a scoppiarci tra le mani come gli ... "inverni arabi". Ma chi e' che suggerisce??

dementina1

Mar, 24/03/2015 - 08:48

all america non e bastato la guerra in iraq che ha poi prodotto i talebani o in libano dove hanno prodotto isis ora che vogliono la guerra nucleare??????????????????????????????????????????????

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 24/03/2015 - 08:58

Dire che è sempre colpa degli USA mi sa di tanto banale che è come sparare sulla croce rossa! Si, è come dare una spallata ad una porta spalancata. Ma possibile che solo gli statunitensi sono così cattivi, mentre tutti gli altri sono mammole in fiore? Boh!!

alfonso cucitro

Mar, 24/03/2015 - 09:06

come ha già detto e ribadito più volte dovrebbero processare il cioccolatino filoislamico e alcuni governanti europei per tutto quello che è successo in Ucraina e in altre parti del mondo.Purtroppo,grazie alla loro sete di espansionismo, di visibilità e di potere stanno portando il mondo alla distruzione,affamando e uccidendo intere popolazioni

Happy1937

Mar, 24/03/2015 - 09:15

E a Obama, Santo subito, hanno dato il Premio Nobel per la pace prima che facesse nulla.

pdelpi

Mar, 24/03/2015 - 09:17

Perche' non pubblicate il servizio sulla residenza regale di Yanukovich, poco fuori Kiev, con zoo privato, museo di automobili, quadri e opere d'arte sottratti ai musei ucraini, lingotti d'oro a forma di filone di pane, o quello sulla giornalista che andó ad indagare su quella residenza qualche tempo prima e che fu pestata quasi a morte da sconosciuti che bloccarono la sua macchina mentre tornava a casa? O le foto di quando la notte prima della fuga carico'camion con casse contenenti chissá cosa, da mandare alla sua residenza in Russia? Per favore Giornale, recupra la tua serietá abituale.

Ritratto di frank.

frank.

Mar, 24/03/2015 - 09:33

Ah beh, se lo dice Azarov come non credergli? Questo è stato il ministro di quel gentiluomo di Yanukovic, uno che come ha scritto pdelpi, aveva in casa la metà della ricchezza dell'ucraina....Cavolo, io gli darei il nobel!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 24/03/2015 - 09:51

IL POPOLO UCRAINO A VOTATO DEMOCRATICAMENTE ED ELETTO IL PRESIDENTE POROSENKO. NESSUNO NEMMENO LA RUSSIA HA CONTESTATO LA REGOLARITA' DELLE ELEZIONI QUINDI SMETTETELA DI DIRE CxxxxxE.

Tuthankamon

Mar, 24/03/2015 - 09:52

Per precisare, meno male che ci sono gli USA, in molte situazioni. Tuttavia anche da loro e' invalso l'uso di eleggere dei presidenti (e li' sono il vero esecutivo) che non hanno ne' la preparazione ne' la statura politica per farlo. Purtroppo Obama avra' tanta buona volonta' e sara' il primo vertice delle minoranze, ma ha prodotto solo problemi per il cui rimedio ci vorranno anni.

santecaserio55

Mar, 24/03/2015 - 09:57

Interessante articolo. Dovreste riproporre quelli stampati nel periodo della RIVOLUZIONE ARANCIONE e della rivolta di P.ZZA MAIDAN. Avete cambiato idea ??

buri

Mar, 24/03/2015 - 09:57

ecco la conferma di un sospetto, ora armerà Kiev per continuare quella guerra Russo-Americana condotta per delega dagli ucraunu ed i filorussi, bel capolavoro di politica estera per un premio Nobeò per la pace, chissà cosa avrà mai fatto èer meritarselo

Massimo25

Mar, 24/03/2015 - 10:02

Signori l'UCRAINA é stata solo l'ultima delle azioni terroristiche compiute dagli USA,copia esatta di quanto avvenuto in Iraq,Nord Africa con le "primavere" Arabe,Isis....in passato Cile,Nicaragua,Panama....troppo facile.In Italia ci hanno colonizzati da 50 anni con basi dapertutto.Sono i veri terroristi di questo pianeta,l'Europa una massa di cxxxxxxi totali..

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 24/03/2015 - 10:12

Basterebbe questo solo articolo per testimoniare l' indipendenza, il coraggio, e l' onestà intellettuale dei giornalisti de Il Giornale e del suo Direttore. Ringrazio tutta la Redazione !

Massimo25

Mar, 24/03/2015 - 10:31

Perché non pubblicate le foto del criminale Brennan a Kiev 5 giorni dopo il colpo di stato,o di Biden 10 giorni dopo con il figlio nuovo presidente di una compagnia del Gas.....sono arrivati in Ucraina di passaggio,per una vacanza....l'Ucraina é solo l'ultima operazione criminale degli USA,dopo Iraq,Libia,Tunisia e avanti popolo...andando a ritroso..Cile,Nicaragua,Panama......avanti popolo...il vero stato terrorista sono loro e credo che ormai una buona parte della popolazione di questo pianeta lo sà.Obama poi é il peggior presidente che questo popolo abbia mai avuto..premio Nobel per la Pace...l'Europa poi una acccozzaglia di vigliacchi e Nazisti..niente di più.

Massimo25

Mar, 24/03/2015 - 10:32

Sallusti,la ringrazio per la onesta professionale.I servi della stampa Italiana,vigliaccamente oscurano la verità alla gran parte della popolazione...anche questo si chiama terrorismo.

terazv67jg

Mar, 24/03/2015 - 10:37

Per i disinformati "Pdelpi" e "Frank": la villa faraonica di Yanukovich fu costruita durante la presidenza della "Santa" Tymoschenko, Yanukovich fu democraticamente eletto, almeno, quanto Poroshenko, oligarca al potere oggi, infinitamente più ricco, corrotto ed incapace di quanti lo hanno preceduto

superpunk

Mar, 24/03/2015 - 10:40

i nostri amici americani.....

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 24/03/2015 - 10:47

Comunque la si metta in Ucraina ci sono troppe interferenze USA mentre l'EU nicchia. Occhio EU perché gli Usa di questo passo innescheranno una guerra in casa nostra nella quale saremo direttamente coinvolti contro la Russia. Gli Usa nella loro storia hanno fatto cose buone ma ne hanno fatte anche di cattive e i danni provocati dalle cattive, come sempre, rimangono per decenni in carico ai popoli locali. L'Ucraina è in Europa mentre gli Usa sono in un continente lontano quindi è l'Europa che deve intervenire in modo autonomo. Il presidente Usa ed il suo staff continuano a dimostrare la loro incompetenza in campo internazionale col rischio di innescare lontano da casa loro il 3 conflitto mondiale o meglio forse sanno bene ciò che fanno perché per questioni di dominio economico hanno interesse a tenere l'Europa divisa e Putin con loro non scende a compromessi. L'Europa ha già sbagliato con l'embargo, ora torni indietro e isoli gli USA.

Ritratto di Kill_putler

Kill_putler

Mar, 24/03/2015 - 10:50

Complimenti... A quando il copia&incolla dei "discorsi" di lenin e stalin?

Wezyr

Mar, 24/03/2015 - 11:03

incredibile ofrire un spazio per un ladro che ha anche interesi in italia.

glasnost

Mar, 24/03/2015 - 11:12

Beh! 'sto Obama, per essere un NOBEL per la pace si comporta in modo un poco strano! La validità del Premio Nobel è sempre di meno.....

Ritratto di Kill_putler

Kill_putler

Mar, 24/03/2015 - 11:27

Penso che anche i "discorsi" di pol-pot, avrebbero giusto spazio... Quando li pubblicate???

DIRO

Mar, 24/03/2015 - 11:28

È evidente da alcuni commenti come gli USA applichino oggi in Europa con un discreto successo le teorie di Heinrich Himmler.

vinvince

Mar, 24/03/2015 - 11:31

... è come in Italia: la colpa non è dei politici di sinistra, li hanno eletti !!! ... la responsabilità è di chi li ha votati ...così in America Obama deve vendere gas, armi, deve fare cassa per gli USA perché un giorno si dica di lui che è stato un gran presidente ... la responsabilità è della Merkel che gli tira la volata pur sapendo e degli invertebrati europei che la seguono ....

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 24/03/2015 - 11:44

Questo abbronzato è come il prezzemolo, s'infila dappertutto. E' così che percepisce il suo ministero ? Si sente in diritto e dovere di destabilizzare decine di paesi e per cosa poi ? Per creare nuovo caos. Questo non mi pare sia fare gli interessi degli USA.

doris39

Mar, 24/03/2015 - 11:51

Curiosità. Nella tenuta si è installato Denys Tarachkotelyk, capo di una piccola azienda di trasporti. Tarachkotelyk è stato tra i primi ad arrivare sul posto la notte in cui Yanukovich fuggì. Tarachkotelyk radunò alcuni scagnozzi e divenne il satrapo della tenuta. Tiene lontani gli sciacalli e incassa i soldi dei biglietti delle visite turistiche, e ogni volta che il governo prova a riprendersi la villa lui e i 145 uomini dello “staff” ci si asserragliano dentro. ( letto su Il Foglio )

andri75

Mar, 24/03/2015 - 12:01

Non fosse che ogni giorno in Ucraina muoiono sotto le bombe Russe civili e militari Ucraini ci sarebbe da ridere per questa intervista da Azarov. D'altronde Azarov ha fatto ridere per lungo tempo gli Ucraini (soprannominato Azirov visto che non sa parlare Ucraino, premier con Nazionalità Russa e Austriaca in un Paese dove è vietato avere la doppia cittadinanza) fino a che gli stessi non hanno scoperto quanto lui e la sua famiglia hanno rubato alle casse dello Stato. Divertente il fatto che ricevesse pressioni quando non era più premier (e quindi non aveva potere decisionale) e che abbia dichiarato cose completamente diverse solo un anno fa. Forse vivendo in Russia (ricercato diversi reati dall'Interpol) è stato convinto anche lui dalla propaganda locale.

fabiou

Mar, 24/03/2015 - 12:09

queste rivoluzioni le finanziano i ricconi americani come Soros con la sua fondazione Open society per instaurare governi complici che regalano appalti e contratti agli amici degli amici

Chichi

Mar, 24/03/2015 - 12:12

Ma che dite? Il premio Nobel per la pace che ha da venì?

moshe

Mar, 24/03/2015 - 12:28

"In Ucraina un golpe targato Obama" ..... ..... ..... e grazie al nostro governo, sempre in "prima fila" quando si tratta di depredare i cittadini italiani, noi siamo quelli che ci rimettono di più !!!

kayak65

Mar, 24/03/2015 - 12:28

questa volta l'abbronzato vince anche il premio nobel per la Guerra. ne scatena piu' lui che I terroristi dell'isis. e I pecoroni rossi italiani subito a prenderlo a modello di pace...

Alberto70

Mar, 24/03/2015 - 12:37

Dicevo che l'articolo merita il Pulitzer perchè scopre una verità nascosta dalla diretta voce di un testimone OGGETTIVO E IMPARZIALE... veramente attendibile, !! Nella prossima puntata certo avremo l'intervista a Putin...!!

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 24/03/2015 - 13:28

Direttore, avendo come compagna una del passato KGB UKRAINO, quando iniziavano queste manifestazioni mi trovavo a Kriwoi Rog e mi allungai fino a Kiew per vedere cosa accadeva. Quando mi trovai a piazza Maidan ho visto la moltitudine di gente che manifestava, ma non avevo ancora capito il perchè. Poi sono venuto a sapere che giorni prima sulla piazza Maidan, era stata la statista Americana a fare il lavaggio del cervello agli Ukraini dicendo, se entravano in Europa guadagnavano 5000 Euro al mese e i pensionati 1000. Tutto quello che è accaduto in Ukraina e stato ideato del negretto Americano. Lui vuole l'Ukraina per mettere le sue BASI e accerchiare la Russia. I delinquenti Americani sono PEGGIO del CANCRO, vogliono che tutti i paesi devono sottostare al loro volere e quando uno si RIBELLA e vuole essere LIBERO, ci pensano i (CRIMANALI INTERNAZIONALI AUTORIZZATI) CIA a convincere con qualsiasi mezzo.

Ritratto di marcelloxx

marcelloxx

Mar, 24/03/2015 - 13:54

complimenti, quanto vi paga Putin per questa propaganda ? perche censurate i miei commenti? Vivo in Ukraina anzi,meglio a Kiev da 18 anni e conosco molto bene la verita, vivo in mezzo alla gente comune.Ma a voi la verita fa male,date per vera l'intervista ad Azarov un criminale ricercato dallo'interpol, russo,non ukraino e ladro, con Ianucovic e combricola hanno sottratto all'Ukraina 600 miliardi di dollari, e voi lo incensate. complimenti

Iacobellig

Mar, 24/03/2015 - 13:55

OBAMA STIA IL PIÙ POSSIBILE LONTANO DALL'EUROPA, PENSI AL SUO PAESE CHE HA ORIGINATO LA CRISI ECONOMICA CHE VIVIAMO!

Castor3

Mar, 24/03/2015 - 14:03

Maledetta spia e Quisling Russo! Dove sono miliardi di Euro che Janukovic e la sua cricca hanno portato con se in Russia! Il golpe in Ucraina era un scenario Russo! Dopo che e stato avvelenato Jusenko e tolta di mezzo la Timosenco, i quisling pro Russi hanno preso le rendini del paese, e hanno tentato di portarlo nell' Unione dei paesi " Indipendenti", commandata dai Russi. Peccato che gli Ucraini li hanno presi con i calcio in cxxo... Non e la colpa degli Americani! Tutti, ma proprio tutti i popoli hanno fatto le rivoluzioni per sottrarsi alle zampe dei Russi, e per avvicinarsi all' occidente! Come mai nessuno e tornato ai propri passi?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 24/03/2015 - 14:14

Ma, certo che adesso la colpa e tutta degli Americani,come non detto! Milioni di Ucraini che Hanno subito il lavaggio del cervello da parte di Obama e della sua amministrazione?, ma si! é anche gli altri Paesi Baltici che Hanno paura dei Russi Hanno avuto tutti il lavaggio del cervello da parte degli Americani?, forse non lo sapete in Italia, che l,Ambasciatore Russo in Danimarca ha minacciato questo Paese con i Missili Atomici nel caso che la Danimarca avrebbe stazionato sul suo territorio postazioni Antimissili Americani, questa é la politica del Cremlino intimorire chi non fá quello che vuole Putin, ed io mi meraviglio perche tutti i Paesi Baltici sono con l,America invece di essere con Putin, ma forse sará perche gli americani Hanno costretto questi Paesi ad un lavaggio del cervello in massa?, oppure perche loro amano essere liberi?!!!.

Ritratto di marcelloxx

marcelloxx

Mar, 24/03/2015 - 14:28

egregio sig. alejob ritorni al suo corno curvo,ed ascolti le fregnacce che le racconta la sua compagna. Sicuramente lei non capisce ne il russo, ne l'ucraino. diversamente non avrebbero potuto prendersi gioco di lei fino a questo punto.Lei escluso la sua compagna ritiene tutti gli ucraini degli idioti, basta un comizio in piazza per per creare una rivoluzione popolare. Ma mi faccia il piacere !!!

BOBBYRICKY

Mar, 24/03/2015 - 15:09

PURA VERITA'!!!!!!!!!!!!!! FINALMENTE QUALCUNO SI E' DECISO A FAR CONOSCERE AL MONDO LE ATROCITA' DEGLI UKRAINI!!!!!!!!!!

BOBBYRICKY

Mar, 24/03/2015 - 15:22

FINALMENTE QUALCUNO CHE RACCONTA LA PURA E SACROSANTA VERITA'!!!!! GLI AMERICANI SONO SOLO DEI BAMBINI VIZIATI E (AHINOI) PERICOLOSI PER GLI ALTRI!!!!!!!!!!!!

Massimo25

Mar, 24/03/2015 - 15:23

I trolley USA sono sempre meno....poveracci.

Massimo25

Mar, 24/03/2015 - 15:27

C'è qui qualche persona che parla della libertà e democrazia negli USA???avete la faccia come il c--o. Fate finta di non vedere cosa hanno fatto in giro per il mondo queste amministrazioni criminali e assassine.Gli unici che hanno gettato la atomica,ucciso e assassinato gente in giro su questo pianeta.Dall'Iraq alla Serbia(nato sono USA)Libia,Siria,creazione dell'ISIS....sono il vero pericolo il solo pericolo attuale e verrà abbattuto..

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 24/03/2015 - 15:42

Non c'era certo bisogno di questa ennesima prova che il farabutto Obama abbia organizzato la destabilizzazione dell'Ucraina.

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 24/03/2015 - 16:06

Egr. Marcelloxx, s'ho benissimo di non parlare al Top la lingua, della : (POOCCNa e della JKPAïHA), ma sono collegato ugualmente ogni giorno con i due paesi e non solo. Nessuno dice che gli UKraini siano persone idiote, anzi sono stati molto furbi a SVENDERE con la Tymoschenko le loro FABBRICHE agli INDIANI e ai RUSSI, i quali ora si sono impadroniti anche dei TERRITORI, che li RIVENDICANO.

Alberto70

Mar, 24/03/2015 - 16:14

Che dire ' Il Giornale ha censurato almeno 3 post, provo ancora per far sentire la mia voce delusa per una linea editoriale evidentemente asservita all'amicizia personale dell'editore con Putin. Altrimenti poco si spiega l'accanimento contro gli Usa in ogni blog e articolo con tesi che sinistramente (è proprio il caso di dirlo.. :-)) ricordano quelle della sinistra estrema dal dopoguerra ai primi anni del nuovo secolo. Possiamo criticare Obama e taluni metodi da Grande Potenza degli Usa, ma bisognerebbe sempre ricordarsi i legami storici e di valori condivisi che ci uniscono all'America al contrario della Russia !!

Alberto70

Mar, 24/03/2015 - 16:22

Massimo25, tralascio i suoi toni da bassofondo, per osservare che le sue argomentazioni sono tagliate con l'accetta e le sue sparate prive di qualsiasi ragionevolezza. Forse dovrebbe leggere qualche libro di Storia, vi scoprirebbe che quegli assassini hanno inviato a morire i loro figli in Europa per salvarci da Baffino e hanno arginato Baffone..!! Lei delira e probabilmente appartiene ad un'area politica di estrema sinistra o di estrema destra, le uniche che pervicacemente sono ossessionate dall'avversione anti USA !!

Ritratto di aresfin

aresfin

Mar, 24/03/2015 - 16:53

L'abbronzato è senza dubbio il peggior presidente che gli USA abbiano mai avuto. Questo idolo per i sinistrati komunistoidi italiani, ha dimostrato in tante circostanze di non essere all'altezza. Spero che se ne vada presto e che torni un uomo forte, uno che rimetta un po' d'ordine e di giustizia nello scacchiere mondiale.

Ritratto di marcelloxx

marcelloxx

Mar, 24/03/2015 - 17:09

Caro sig.aleob, eviti di cercare di dimostrare che conosce il russo, in cirillico come ha provato ascrivere lei, Russia si scrive con una sola “o” e non con due come si pronuncia in inglese anche se si legge come quasi “a” e non “u” РССИЯ, Ucraina invece si scrive con la” y” e non con la” J” (sconosciuta in russo).УКРАИНА (in russo) Україна(in ukraino), per quanto concerne l’italiano, preferisco non commentare

Pinozzo

Mar, 24/03/2015 - 17:16

Incredibile come questo giornale sia senza vergogna, solo perche' il padrone e' cxxo e camicia col dittatore russo vi schierate acriticamente con la russia inventando complotti americani. La cosa piu' bella poi e' vedere i bananiotes ubbidienti che si lanciano alla carica contro l'americano solo perche' il governo non e' repubblicano, e difendono a spada tratta l'ex KGB. Il giorno che vedro' un bananiota col cervello il sole sorgera' a occidente.

Ritratto di enniodorissa

enniodorissa

Mar, 24/03/2015 - 17:33

finalmente un quotidiano che scrive la verità sulla brutta faccenda in ucraina

Massimo25

Mar, 24/03/2015 - 17:38

Di libri di storia ne ho letti fin troppi.Quello che dico é quello che ho visto con i miei occhi nei diversi paesi.I miei toni non sono assolutamente da bassifondo,ma sono i toni di chi vede la ingiustizie create da un paese assolutamente dedito alla destabilizzazione del pianeta..invito a farsi un giro in Iraq(attaccato con prove false)dove hanno ucciso migliaia di persone innocenti con la prova falsa delle armi di distruzione di massa,Serbia bombardata dalla NATO,il braccio armato degli USA,la creazione dell'ISIS per destabilizzare ASSAD.I libri li lascio a lei io credo a ciò che ho visto...e che lei fà finta di non vedere...Saluti.

Massimo25

Mar, 24/03/2015 - 17:42

Invito il Sig.Alberto 70 ad andare a vedere sulle TV SERBE come festeggeranno il 24 Marzo..lei si ricorda cosa che non penso affatto cosa fece la NATO 16 anni fà???io di politica non mi interesso,mai fatto ma ho avuto la fortuna di vedere le situazioni direttamente nei vari paesi.

VittorioMar

Mar, 24/03/2015 - 17:43

Lo hanno capito tutti menol'UE e quache irriducibile anti ZAR.

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 24/03/2015 - 17:48

Invito i lettori a considerare come la dottrina Mackinder e le successive evoluzioni ad opera di Brzezinsky, Kennan ed Eisenhauer interpretino le motivazioni geopolitiche della storia. Quanto succede nella ex-Ucraina è l' attrito tra potenze talassocratiche ( USA, UK e alleati ) e potenze terrestri per il dominio del " Geographical Pivot of History". Quanto riportato nell' articolo del Direttore Dr. Sallusti conferma l' aggressione già precista dai geopolitologi da parte delle potenze talassocratiche( USA e sue colonie europee ).

Pinozzo

Mar, 24/03/2015 - 17:50

Massimo25, non mettiamo tutto nello stesso pentolone, ok per l'iraq ma meno male che abbiamo bombardato la Serbia, l'unico errore li' e' stato farlo tardi. I carri serbi andavano rasi al suolo prima che cannoneggiassero sarajevo e i cannoni serbi annichiliti prima di poter sterminare i poveri bosniacchi a srebrenica.

Pinozzo

Mar, 24/03/2015 - 18:00

(pardon, i cannoni non c'entrano con srebrenica, c'entrano i soldati serbi tout court)

mila

Mar, 24/03/2015 - 18:37

@ alberto70 -Guardi che molti commenti ferocemente antiusa, a proposito, e ovviamente a volte anche a sproposito, ora si leggono su quasi tutti i giornali o blog, per es. anche su Il Fatto quotidiano, che non puo' certo essere accusato di simpatia per Berlusconi.

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Mar, 24/03/2015 - 18:52

in italia invece e' targato napolitano merkel sarkozy alla faccia della stabilita'

mou

Mar, 24/03/2015 - 20:16

Ci fosse stato Berlusconi al governo ,dopo esser riuscito a far cessare la guerra fredda ,pacificare la Cecenia e impedire ad Al qaeda di conquistare l'Europa ,oggi non ci sarebbe una questione ucraina.Dimenticavo :la crescita esponenziale dell'export verso la Bulgaria ,grazie alla sua amicizia col premier bulgaro che,a suo dire, ha salvato il nostro paese dal default.

mauriziosorrentino

Mar, 24/03/2015 - 20:42

Complimenti per il coraggio,Dott. Sallusti,chi comunque voleva vedere ha visto anche un anno fa ciò che stava accadendo in Ucraina.Se volesse,per curiosità cercare i miei(ma anche di altri meglio di me) commenti e attacchi ai suoi Biloslavo,Fabbri e compagnia cantante,vedrebbe che la storia che Le ha raccontato il primo ministro Azarov era già riportata allora e a fresco.Spero che approfondisca con altre testimonianze che aiutino a rovesciare la cappa di menzogna che i media asserviti agli USA hanno messo su questa vicenda,anche perché la simpatia per una forma di governo(quella americana)non ci deve rincoglionire fino al punto di fare i loro interessi a discapito dei nostri e addirittura a rischiare un conflitto nucleare! P.S. scorrendo i commenti noto con amarezza che vi sono più troll a pagamento(noti che sono tutti contro di Lei e la sua tesi) che commentatori sinceri.

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 24/03/2015 - 21:11

Invito i lettori a vedere questo video : https://www.youtube.com/watch?v=OKf7S46qbTA per sapere cosa hanno fatto le truppe neo-nazi di Kiev ai bambini della Novorossia.

Ritratto di vecchiomontanaro

vecchiomontanaro

Mar, 24/03/2015 - 21:24

E ci voleva tanto tempo per capirlo!

emigrante

Mar, 24/03/2015 - 21:38

Credo che verrà il giorno in cui qualcuno cambierà opinione sul fatto che bombardare la Serbia sia stata una buona idea.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 25/03/2015 - 00:31

L'Europa appare sempre più come un'accozzaglia di burocrati microcefali e senzapalle asserviti agli Usa. Tra le varie nazioni di senzapalle spicca purtroppo la nostra misera Italia. MISERA PERCHÈ GOVERNATA DAI PEGGIORI LECCAPIEDI DI OBAMA che come dei ragazzini di liceo non si stancavano di ripetere a pappagallo "YES WE CAN".

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Mer, 25/03/2015 - 02:20

c'è qualcuno che aveva dubbi di chi fosse la responsabilità del colpo di stato in Ucraina? l'abbronzato guerrafondaio imbranato e vera calamità per l'umanità non vi dice niente? non vi ricordano le sue esportazioni di democrazia? è peggio di Attila, dove arriva lui non cresce più l'erba (ma ci sono migliaia di morti).

ukraina

Mer, 25/03/2015 - 02:48

Sono ucraina. Non ho mai sentito che Obama ci ha promesso 5 mila euro al mese,invece ho visto benissimo in che condizioni hanno ridotto il mio paese Ianukovic, Azarov etc... credo di conoscere molto bene l'argomento e sicuramente meglio di alcuni di voi. Hanno rubato i soldi dello stato e fatto di tutto per far crollare l'economia del paese, l'esercito etc...

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Mer, 25/03/2015 - 07:47

Bravo Micalessin! Contenuti al top. Poca eco, purtroppo.

Tuthankamon

Mer, 25/03/2015 - 11:52

Gli USA interferiscono nel vuoto lasciato dalla UE e da varie nazioni europee. Certo gli USA hanno i loro obiettivi da perseguire che NON coincidono con i nostri. La situazione in Ucraina andava evitata accuratamente, non fosse altro che per i vincoli commerciali Russia-UE(e Italia, ovvio). Purtroppo si e' permesso il degrado della situazione che, in ogni caso, non puo' essere lasciata ai politici ucraini. Questi come in molti Paesi ex-Blocco dell'est, sono in vendita al miglior offerente (pur senza generalizzare) ed entrano a far parte della UE o della NATO o qualsiasi altra struttura dalla quale sia "puppare", per intenderci.

Alberto70

Mer, 25/03/2015 - 12:59

Massimo25, come e cosa festeggino i serbi il 24 marzo non mi importa granchè. Osservo solo che la Serbia ed i suoi governanti anni '90 hanno enormi responsabilità sulle atrocità commesse dalle milizie contro i vari vicini di casa. Sul Kossovo sono del parere che si sia trattato di ingerenza negli affari interni di un Paese sovrano in assenza di una qualsivoglia minaccia di aggressione verso l'esterno (stesso discorso della Libia di Gheddafi), sull'Irak la questione delle armi chimiche unite al precedente dell'invasione del Kuwait avrebbero potuto giustificare l'intervento, peccato che quelle armi chimiche non esistevano. Questo detto, di lì a considerare gli Usa come un paese criminale esportatore di guerre e distruzioni mi pare ce ne passi.

Alberto70

Mer, 25/03/2015 - 13:03

x MILA, lei conferma infatti la mia tesi: in questo momento storico alla tradizionale e preconcetta avversità anti USA di estrema destra (maledetti yankees che hanno abbattuto Mussolini!) e estrema sinistra o antagonista (Il Fatto Quotidiano) per ragioni ideologiche, si è incredibilmente sommata quella degli ultras di Berlusconi di cui Il Giornale fa parte, dato che Putin è amico del Leader allora i suoi nemici sono anche in nostri nemici...FOLLIA PURA !!!

Alberto70

Mer, 25/03/2015 - 13:08

Il fatto che gli Usa come qualsiasi altra nazione della Storia del mondo si muova in politica estera ANCHE per motivi opportunistici e per il proprio tornaconto, non contraddice il fatto che siano la più grande democrazia del mondo, fondata su valori per me assolutamente condivisibili, che abbiano a più riprese sacrificato i loro soldati per liberare parti del mondo da dittature sia di destra che di sinistra con l'obiettivo talora ingenuo di esportare il loro modello politico liberale.

Alberto70

Mer, 25/03/2015 - 13:16

Proprio perchè dal dopoguerra gli USA sono il nostro più grande alleato, con questo Paese condividiamo valori e principi fondanti della nostra attuale vita, ci hanno salvato da Hitler e Stalin & co.non capisco l'acredine mostrata da Il Giornale e tanti in questi blog. La linea editoriale così smaccatamente anti Usa per me non può che avere che una spiegazione essendo quasi sempre stato Il Giornale il campione dell'Italia liberale che proprio a quel Paese dovrebbe guardare come un modello.

Alberto70

Mer, 25/03/2015 - 13:25

Intervistare il primo ministro ucraino decaduto della parte filo russa e ora sotto la protezione di Mosca, non mi pare un capolavoro di giornalismo verità. Che cosa volevate che dicesse ? Bravi coloro che mi hanno cacciato ? Piuttosto che sposare la tesi dell'Oligarca Putin ex dirigente del Kgb e dai dubbi metodi democratici, considererei che l'Ucraina è un paese spaccato a metà con accese contrapposizioni che hanno origine nella storia. Dare la ragione ai filo russi solo perchè si ha in odio Obama nemico di Putin è puerile

Alberto70

Mer, 25/03/2015 - 13:31

Qualsiasi siano le ragioni storiche a sostegno dell'una o dell'altra parte, il punto di partenza non può che essere che ogni Nazione è indivisibile e sovrana fino a prova contraria. La prova contraria dovrebbe essere, se riconosciuta, la possibilità di effettuare referndum per la separazione di parti di essa. Tali referendum tuttavia (vedi Crimea o altre regioni) dovrebbero svolgersi non sotto l'occhio vigile di carrarmati di un'altra nazione...altrimenti a mio modesto avviso c'è qualche cosa che non va ! Detto ciò, sono convinto che per ragioni storiche anche in assenza di tank russi la popolazione della Crimea avrebbe scelto la Russia.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 25/03/2015 - 16:50

ma si è poi sicuri che l' Italia starà dalla parte degli USA? Non ci metterei la mano sul fuoco e sarei propenso a dire il contrario, anche se la Sinistra nicchia e ha rinnegato un passato di grande vicinanza ideale e politica con la Russia. Se non faranno marcia indietro gli yankees ci trascineranno in una guerra distruttiva e dalle imprevedibili conseguenze. E' vero che gli USA mai sono stati bombardati ma ora il discorso è diverso e se l' Europa dovesse abbandonare NATO e Americani per gli USA sarebbe l' inizio di un declino inarrestabile che li opporrebbe alla Cina con esiti catastrofici.

mauriziosorrentino

Dom, 29/03/2015 - 14:09

Alberto70,sei mai stato in Russia? Sei mai stato in Serbia? Sei mai stato in Ucraina? Ti consiglio di farlo,parlare con la gente(che era adulta al tempo dei fatti per la Serbia) e fatti spiegare le cose dal vivo!Vedrai che perderai le tue sicurezze granitiche sui dispensatori di democrazia a corrente alternata.