Ultima follia a scuola Entra nel programma l'ora di autoerotismo

La battaglia di una famiglia per dispensare il figlio. Nei testi elogi alle coppie gay e scherno alle mamme "casa e lavoro"

Non è sempre facile essere genitore, per chi nutre convinzioni in contrasto con lo spirito del tempo. Soprattutto se la scuola pubblica veicola un messaggio incompatibile con le convinzioni etiche personali. È il caso dei genitori di un tredicenne piacentino, che hanno chiesto l'esonero del figlio dal percorso di «educazione alla sessualità e all'affettività» Viva l'amore promosso dalla regione Emilia-Romagna. E si sono visti negare l'esonero dalla scuola.

Incontriamo Paolo e Amalia (i nomi sono di fantasia, per tutelare la privacy del ragazzo ancora minorenne) in un bar alla periferia di Piacenza, all'ora dell'uscita dagli uffici. «A ottobre ci è stato presentato un progetto di educazione sessuale - spiegano davanti a un caffè - Con l'esplicita premessa che sarebbe stato facoltativo». Il libretto distribuito alle famiglie contiene istruzioni molto esplicite, con tanto di illustrazioni, sull'uso dei contraccettivi maschili e femminili, sezioni dedicate alla masturbazione e questionari sulle trasformazioni «gradevoli o sgradevoli» della pubertà. E Viva l'amore non si limita a spiegare come evitare malattie veneree o gravidanze indesiderate: affronta anche i temi dell'identità e delle discriminazioni di genere.

Ai ragazzi di terza media si chiede senza mezzi termini se condividano o meno il «modello di uomo e di donna» proposto in famiglia. L'obiettivo esplicito è quello di combattere gli «stereotipi di genere».

I pensierini proposti ai giovani lettori suonano così: «Pensavo che per crescere bene servissero un padre e una madre. Invece ho amici con genitori separati, single o addirittura omosessuali! Quel che conta è volersi bene…». Oppure: «Mia madre è tutta casa e lavoro, non esce mai con le amiche. Da grande non vorrei essere così!».

Amalia e Paolo non ci stanno, chiedono che il figlio sia esentato. Per la preside, però, «l'esonero non è previsto». Citando la Cassazione, scrive che «la scuola può legittimamente impartire un'istruzione non pienamente corrispondente alle convinzioni dei genitori». La famiglia, costretta ad accettare che il ragazzo partecipi, non chiede di cancellare il corso per tutti. Per chi non frequenta l'ora di religione c'è un insegnamento alternativo: perché questa disparità? Lo chiediamo alla preside della media «Italo Calvino». Dopo molte resistenze, ci riceve: il progetto, dice, è stato approvato secondo tutte le regole e si svolge «in un clima di serenità». Aggiunge però che «la scuola non può assecondare tutte le richieste dei genitori»: «Se un padre non crede all'evoluzionismo, non posso cambiare il programma di scienze». Eppure Amalia spiega che l'anno scorso era stata la stessa preside a raccontarle dell'esonero di alcune ragazze dall'ora di musica, incompatibile con la loro etica familiare. Il figlio di una famiglia agnostica può non frequentare il corso di religione, mentre l'esonero dal corso di «educazione alla sessualità» impossibile?

Interpellata, la preside abbozza: «La questione è complicata», dice. Poi ammette che «esiste un vuoto» legislativo in merito agli esoneri dalle attività extracurriculari. Alla fine Andrea, con alcuni compagni, viene esentato dal corso: nelle ore dedicate a Viva l'amore si trasferisce in altre classi. Il dirigente scolastico provinciale, Luciano Rondanini, spiega che ci vuole flessibilità, «bisogna tener conto delle contrarietà delle famiglie». Per i genitori non è una vittoria in piena regola, ma è già qualcosa. Quelle lezioni Andrea non le seguirà. Resta però un interrogativo: se l'esonero era possibile, perché tentare di imporre «l'amore» del corso citando addirittura la Cassazione?

Annunci
Commenti

sbrigati

Ven, 20/03/2015 - 08:18

La risposta all'ultima domanda è semplice: la preside ha mostrato i muscoli con i genitori, ma di fronte ad uno sputt...mento sulla stampa si è arresa. Tipico dei sinistri quando hanno un poco di potere.

vince50_19

Ven, 20/03/2015 - 08:18

Davvero fanno ste cose? Vorrò proprio vedere se faranno siffatti "programmi istruttivi" anche a ragazzi/e musulmani!!! Ma forse, per evitare rogne del genere (i musulmani in queste faccende non vanno tanto per il sottile), faranno classi separate per risolvere il quibus. Giusto? Questa gente non esito a definirla una massa di grandissimi farabutti al soldo della LGBT, foraggiata certamente dal "filantropo" Soros che combatte la sua battaglia contro i cattolici (che evidentemente teme), che mette in risalto le proprie peculiarità a discapito delle persone normali. Che sono la stragrande maggioranza. Distruzione delle tradizioni a 360° per poter poi meglio dominare il popolino "idiota"..

19gig50

Ven, 20/03/2015 - 08:21

Questi divulgatori di depravazione vanno impiccati. Lascino in pace i bambini e la natura faccia il suo corso.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 20/03/2015 - 08:21

Siamo alla pura follia!!!Il virus "catto-comunista",nella diviante "gender",si sta allargando a macchia d'olio....Altro che apocalisse!!.....Forza "progressisti",continuate ad impestare il Mondo,e voi che non lo siete,continuate a lasciare/votare/non votare in modo che questi lo impestino!!!

Massimo Bocci

Ven, 20/03/2015 - 08:25

Come creano un altro doppione , ma non erano pratiche che già insegnano e soprattutto PRATICANO in parrocchia.

Renee59

Ven, 20/03/2015 - 08:29

I miei figli li manderò all'estero, in qualche scuola non figlia di questi depravati.

Prameri

Ven, 20/03/2015 - 08:31

Che si insegni educazione sentimentale e sessuale nella scuole non mi dispiace, visto che la famiglia qualche volta non è in grado di farlo, a due condizioni: che la famiglia dia l'assenso revocabile e che chi insegna non sia un professore di italiano, storia o inglese ma che sia una/o specialista sessuologo psicologo laureato e abilitato a questo tipo di insegnamento.

GianniGianni

Ven, 20/03/2015 - 08:54

Io in terza media avevo una compagna di classe incinta. Forse una lezione sui contraccettivi sarebbe stata utile, magari anche prima dei 14 anni

Tuthankamon

Ven, 20/03/2015 - 08:56

Io mi chiedo se questi stiano scherzando! Che cosa siamo, una succursale fuori tempo dell'Unione Sovietica o della Corea del Nord???? Branco di imbecilli!

terzino

Ven, 20/03/2015 - 08:56

traviati mentali

Marzio00

Ven, 20/03/2015 - 08:59

Capite perché il fondamentalismo Islamico ha terra fertile in Occidente? Ormai non esistono più valori, tutto è dissacrato e questo crea un vuoto enorme nelle nuove generazioni imbottite di televisione e consumismo. Siamo destinati a soccombere

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 20/03/2015 - 09:16

giusto insegnare a questi poveri ragazzetti di cosa si tratta quando si parla di pugnette

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Ven, 20/03/2015 - 09:20

una scuola di falegnameria?

Ritratto di electro

electro

Ven, 20/03/2015 - 09:25

Il titolo è un pò fuorviante. Sembra che l'ora sia dedicata solo all'autoerotismo, invece l'articolo che lo segue dimostra il contrario. Sono d'accordo che un genitore debba avere il diritto di esentare il proprio figlio dalla lezione in questione. Ma certo è che voltarsi dall'altro lato e far finta che i matrimoni durino tutta la vita, che l'unico amore possibile sia quello tra coppie eterosessuali e che la contraccezione sia un'argomento che non riguarda gli adolescenti mi sembra un pò assurdo.

Ritratto di alefiz73

alefiz73

Ven, 20/03/2015 - 09:31

perche nel futuro prossimo si deve abituare il "nuovo cittadino italo europeo" ad avere la visione della societa che "LORO" vogliono sfondando le resistenze di quelle generazioni di Uomini e Donne Italiani educati a vedere la societa' cosi come la si e' vissuta per secoli, che ha alla sua base formativa dell'individuo la famiglia classica ancor prima che la scuola. Se si abitua sin da piccoli i nuovi cittadini italoeuropei ad avere una visone diversa da quella classica, sara' piu' facile far passare alcune leggi che oggi troverebbero seri ostacoli alla loro attuazione visto il modello classico di famiglia base e, visto il modus pensandi del cittadino medio Italiano, che per inciso e' anche il mio buona giornata

Mechwarrior

Ven, 20/03/2015 - 09:31

Avete anelato per anni affichè lo stato pensasse e facesse tutto in vostra vece. Ora godetevi i risultati.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Ven, 20/03/2015 - 09:38

E poi quando uno dice che manda i figli a scuola privata viene guardato male! Piuttosto di mandare oggi un figlio in questo "marciume" che continuano a chiamare scuola, preferirei fare mille sacrifici e tre lavori diversi pur di poterlo mandare a studiare in una scuola privata, dove la buona educazione, il rispetto e la cultura contano più dell'educazione sessuale.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Ven, 20/03/2015 - 09:39

Tempo fa, in una scuola media nel fiorentino, ad un'allieva con i genitori musulmani invece era stato prontamente concesso l'esonero dalle lezioni di educazione musicale quando queste prevedevano l'ascolto in classe di musica, benché si si trattasse di materia obbligatoria nei programmi scolastici...fate un po' voi!

vince50

Ven, 20/03/2015 - 09:43

Lo ripeto,urge il diluvio universale oppure uno tzunami globale.troppa immondizia.

mifra77

Ven, 20/03/2015 - 09:50

Vogliono imporre l'omofobia anche a chi la pensa diversamente! Vogliono farci passare per "amore" quanto si vede esplicitamente nei raduni di gay: solo ostentazione della depravazione che cercano di inculcare al mondo intero.

Giacinto49

Ven, 20/03/2015 - 09:52

Purtroppo, grazie agli invertebrati che ci hanno governato e guidato negli ultimi cinquant'anni il richiamarsi alla natura e, per la prevenzione, alla castità suona ormai ridicolo. Personalmente, per il futuro di figli, nipoti e pronipoti, vedo più preoccupante l'avanzare di questi sporcaccioni di sinistra che non dello stesso Isis.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 20/03/2015 - 09:54

Se c'erano ancora dubbi, ecco, bisogna ora dire che la mano longa, non contrastata da nessuno, di questi abominevoli sinistri, che da almeno 60 anni occupano abusivamente il potere, si è distesa ormai totalmente anche su tutta la scuola. E ci han portato, ineluttabilmente e con la condiscendenza di alcuni di noi, di parecchi di noi ormai, al totale abominio e sul fondo del baratro, su cui ancora continuiamo a rotolare forse a nostra insaputa. Ne è prova incontrovertibile quanto si dice nell'articolo qui sopra. Bisogna fermarli, come vanno fermati i terroristi islamici. Né si può più tenere per buono ciò che blatera da più di qualche tempo la Cassazione, che, a quanto pare, non dà più la fiducia, né più è simbolo del giudice terzo.

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Ven, 20/03/2015 - 09:54

Licenziate quella cialtrona. Se capitasse nella scuola di mia figlia, non ci sarebbero queste porcate indegne. Articolo 26 della dichiarazione universale dei diritti dell'uomo: I GENITORI HANNO DIRITTO DI PRIORITA' NELLA SCELTA DEL TIPO DI EDUCAZIONE DA IMPARTIRE AI FIGLI. Via questi mostri dalla nostra scuola.

maurizio50

Ven, 20/03/2015 - 09:54

Da una società di degenerati ecco scaturire una scuola per degenerati, il cui interesse fondamentale è rivolto alle vicende dei gay, lesbiche, zingari, africani immigrati! E' la scuola della CGIL, non a caso trionfante nelle regioni rosse, dove con gli stipendi pagati dal contribuente italiano si vogliono crescere persone prive di ogni valore fondamentale della vita: quel che importa è l'amore, come in modo eufemistico la sinistra dei depravati chiama il loro piacere personale! E tutto ovviamente senza che nessuno al di sopra abbia niente da ridire!!!!!!

Roberto Casnati

Ven, 20/03/2015 - 09:55

L'assoluta stupidità di dirigenti ed insegnanti sta nelle modalità di assunzione di personale assolutamente inadeguato che ritiene che la scuola sia una specie di bancomat da utilizzare solo per avere uno stipendio sicuro con garanzia di illicenziabilità oltre ad un potere di vita e di morte sugli allievi! Vergogna!

Luigi Farinelli

Ven, 20/03/2015 - 10:05

L'allarme era già stato lanciato molti anni fa dai più attenti e meno compromessi dal progressismo laicista di EU e ONU, finanziato dai "filantropi" alla Soros e Rockefeller. Tutte le nazioni d'oltr'alpe (dalla Germania alla Norvegia ma anche Spagna e Francia) sono già state infettate da anni dalle ideologie più inquietanti, imposte dal pensiero unico del regime laicista e massonico. I media di regime (Repubblica, Corriere, LaStampa, RAI,...) coprono l'avanzata di queste immonde iniziative tese a disgregare la famiglia naturale e la società. In quelle nazioni ormai vengono denunciati e incarcerati senza condizionale (vedi casi recenti in Germania, UK e Francia) i genitori che si oppongono a queste aberranti forme di sessualizzazione dei bambini, imposte soprattutto dal "progressismo" socialistoide e massonico. L'Italia farebbe ancora in tempo a ribellarsi ma per questo dovrebbe riconquistare la sua sovranità nazionale contro l'EU.

Démos_Cràtos

Ven, 20/03/2015 - 10:15

E' vero! Basta con questi insegnamenti moderni! Che si torni a dire agli studenti che con l'autoerotismo si diventa ciechi! Basta lezioni su contraccettivi e malattie sessualmente trasmissibili, basta con lezioni sulla conoscenza del proprio corpo. Non vorremmo avere nuove generazioni di non vedenti. E aggiungerei anche la confessione obbligatoria per i ribelli!

VittorioMar

Ven, 20/03/2015 - 10:21

...fortunatamente ci sono le scuole paritarie e confessionali. La scuola pubblica favorisce l'ignoranza,è solo un parcheggio per i ragazzi e uno stipendificio per insegnanti non idonei.

STEFANOZOPPI

Ven, 20/03/2015 - 10:35

I programmi di rieducazione dei comunisti e dei nazisti non arrivavano ad una simile follia. Europa è ormai in preda ad una decadenza inarrestabile.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 20/03/2015 - 10:40

mifra77: ma lei sa cos'è l'omofobia?

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Ven, 20/03/2015 - 10:42

@Demos - A mio figlio,che oggi ha più di 45 anni abbiamo spiegato noi come funzionava il sesso e lo abbiamo fatto bene, visto che si è sposato e con calma, dopo essersi fatto una posizione ha fatto due bambini. Lui a 14 anni si divertiva come un matto e senza fare danni. Quindi io non cambio idea e confermo che la scuola attuale non è all'altezza di insegnare un bel niente tanto meno l'educazione sessuale. Per i ragazzi ed i bambini di oggi sarebbe molto meglio l'educazione civica.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 20/03/2015 - 10:45

Chi sarà il docente che ha redatto il libro, Luxuria? L'aveva promesso. E poi, su che basi verranno valutati gli studenti, su una prova pratica davanti all'insegnante o una commissione giudicante con etero, gay e onanisti?

Jackill

Ven, 20/03/2015 - 10:49

Queste sono le leggi nuove passate nel silenzio dei Media; questo é il trend dell'Europa "moderna". Perché i genitori non insorgono in massa? Le leggi (i guai) sono fatti; ma si potrebbero cancellare o modificare. Perché i talk show continuano a battere sugli stessi, ormai noiosissimi argomenti, e non fanno un solo cenno a questi temi di vita civile? Perché il "buon senso" viene dimenticato dai partiti maggioritari? La legge sui gender é un obbrobrio, una schifezza che genera queste perversioni, che mette a repenraglio i bambini. Non bisognerebbe prendere alla leggera. PS: garantisco di non essere un conservatore vecchia maniera e tanto meno un nostalgico.

puponzolo

Ven, 20/03/2015 - 10:49

Non è obbligatorio che l'istruzione obbligatoria venga impartita nelle scuole pubbliche: la Costituzione sancisce l'obbligatorietà della stessa, ma non specifica il luogo. Ed è così che molte famiglie stufe di queste violenze ideologiche stanno dando l'istruzione obbligatoria a casa. Informatevi. Ripeto: è obbligatoria l'istruzione, non la scuola pubblica.

Démos_Cràtos

Ven, 20/03/2015 - 10:50

@mifra77 nel suo commento ha dimenticato di accusare, nell'ordine: lobby gay che governano il mondo, massoni, nuovo ordine mondiale e, ultime ma non per ultime, le scie chimiche! Ci vediamo alla prossima puntata di Adam Kadmon.

mifra77

Ven, 20/03/2015 - 10:51

Io comincerei dalle studentesse islamiche residenti nel nostro odiato paese! Mi sto chiedendo il perché mentre la nostra Italia viene invasa da gente che la vede come un possibile paradiso, gli Italiani la stanno distruggendo nella sua storia e nelle sue tradizioni e cultura.

serenissima

Ven, 20/03/2015 - 10:52

Ormai siamo ai livelli del regime di Pol Pot. Ma il centrodestra che fa? Non reagisce? Dovrebbe difendere certi valori morali, culturali e anche religiosi; perchè iparlamentari non fanno delle interrogazioni in Parlamento?

puponzolo

Ven, 20/03/2015 - 10:56

Comunque, ci voleva la scuola a insegnare ai ragazzini come si fa la pugnetta.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 20/03/2015 - 10:57

Eeehhh... ricordo la mia lezione di educazione sessuale in terza media. Era tenuta dal professore di religione (un prete), durò due ore e ci spiegò che le ragazzine ed i ragazzini, ad un certo punto della vita, si svegliavano la mattina con le mutandine sporche di sangue o di un liquido biancastro (chissà perchè doveva accadere di notte). Poi ci disse che noi eravamo nati grazie all'amore reciproco dei nostri genitori, che il papà aveva il pene ed i testicoli mentre la mamma l'utero e le ovaie (non ricordo se ci parlò anche della vagina). Era il 1979 e gli anticoncezionali evidentemente non erano ancora stati inventati (ed infatti non se ne parlò). Alla fine ci chiese se quanto appreso era per noi una novità. La risposta non lo entusiasmò.

java

Ven, 20/03/2015 - 10:58

ma in questa classe non c'e' il solito islamico che fa un casino della madonna? eppure siamo a piacenza, la rossa comunista piacenza. Comunque spero che l'isis visiti questa scuola e la casa di GianniGianni, che sempre si dimostra scemoscemo

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 20/03/2015 - 10:59

- Di realmente folle c'è solo il titolo di questo articolo, dove si lascia intendere che nel programma scolastico ci sia un'ora dedicata a "come farsi le pugnette"! E tutto questo dopo altri articoli che riportavano il vizietto dei travestimenti e di toccamenti dei genitali in una scuola materna di Trieste. Seriamente: non sarebbe il caso che vi faceste vedere da uno bravo? Sono evidenti nella vostra mente perverse turbe sessuali!

Démos_Cràtos

Ven, 20/03/2015 - 11:04

@ContessaCV converrà che, obbiettivamente, non sempre capita quello che ha descritto lei. Anzi, spesso capita il contrario e l'educazione civica da sola non basta. Una diversa cultura, più completa e che miri a responsabilizzare i giovani riguardo temi che non possono essere tabù, non dovrebbe essere vista come eretica. Almeno secondo me.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 20/03/2015 - 11:13

Ma un pensierino, ovviamente rivolto ad un adolescente, del tipo "non pensavo che guardare dai buchi delle cabine, sì quelli posti ad altezza strategica, stimolasse in me sani interessi verso l'altro sesso", un pensierino così, dicevo, non c'è tra quelli proposti? Sekhmet. PS da decenni non guardo più attraverso i buchi delle cabine, ho un orientamento sessuale consolidato ed un senso di rispetto per gli altri.

labcos

Ven, 20/03/2015 - 11:17

Questo e' fare scuola? Allora siamo proprio alla frutta.Questi metodi demenziali vanno repressi!!!

maurizio50

Ven, 20/03/2015 - 11:17

Da una società di depravati non può che scaturire una scuola di degenerati. Ecco le coneguenze ultime della dottrina della sinistra. si spaccia per insegnamento dell'amore quello che non è altro se non degenerazione. E naturalmente chi sta sopra finge di non vedere, non sapere , non sentire!!!!!

Ritratto di Farusman

Farusman

Ven, 20/03/2015 - 11:22

Detesto ogni tipo di intolleranza. Ognuno è libero di vivere come gli pare la propria sessualità ma non di imporla agli altri A maggior ragione la scuola non può informarsi al "pensiero unico". La sessualità non avendo un'unica eapressione non può essere "insegnata" come fosse la matematica; e non credo che vi si possano essere "laboratori " pratici. Altra cosa è invece l'educazione e la corretta informazione sessuale che devono essere materia di educazione famigliare e scolastica.

46gianni

Ven, 20/03/2015 - 11:23

vergogna vergogna genitori togliete i vs. figli da queste scuole altrimenti sarete colpevoli se accadesse ai miei nipoti giuro che torturerei i docenti fino a dissanguarli

Joe Larius

Ven, 20/03/2015 - 11:25

Che miseria! Caro "vince50" non dobbiamo preoccuparci: avvenimenti del genere sono stati accuratamente previsti, chi di ragione ha tentato invano di comunicarceli da quasi un secolo e noi furbastri stiamo facendo di tutto per meritarceli.

Zizzigo

Ven, 20/03/2015 - 11:33

Un "programma" di insegnamento che porterà al fallimento della famiglia ed alla sterilità di "coppia". Questa è "l'evoluzione", come la pretendono certe menti komuniste...

Ritratto di xulxul

xulxul

Ven, 20/03/2015 - 11:35

Scuole ridotte a lupanari. I porci 68ini vogliono distruggere la verità dell'uomo e della sua oggettiva differenza sessuale maschile e femminile. L'insegnante è stato non solo ignorante ma anche in malafede: i genitori non possono essere esautorati dall'educazione e insegnare come dogma l'evoluzionismo è poi di una demenzialità senza pari. Ecco i motivi x cui si perseguitano le scuole paritarie. Qualitativamente superiori.

Villanaccio

Ven, 20/03/2015 - 11:38

Io ritengo che un corso di educazione sessuale a scuola sia giusto. Poi bisogna andare a vedere che cosa si dice e cosa si insegna ed i testi debbano giustamente essere visionati dai genitori. Chiaramente anche in nquesto c'è una certa pliticizzazione dove quelli di destra devono essere per forza omofobi e quelli di sinistra invece contrari ai valori della famiglia. Io penso che un po' più di "granu salis" non faccia schifo ed in tutto occorra un po' di buon senso. Famiglia = padre, madre, figli. Punto

Démos_Cràtos

Ven, 20/03/2015 - 11:41

@46gianni è vero, nessuno vorrebbe avere nipoti ciechi o ipovedenti. Ha ragione! Spero che il suo invito venga ascoltato, altrimenti non nutro alcun dubbio che lei faccia quello che ha promesso. Siamo con lei!

Ritratto di fulgenzio1947

fulgenzio1947

Ven, 20/03/2015 - 12:02

Quando i Programmi scolastici sono deboli, mal orientati, mal strutturati e ancor meno coordinati, tutto può entrare e tutto può uscire. Trovo che ci debba essere molta differenza tra il Sapere e l'Essere. Oggi per il primo, basta collegarsi a internet e si può sapere tutto; scarsa però sarà di conseguenza la nostra capacità analitica, selettiva e logica. Cosa resta per riempire lo spazio che così si è liberato? Si naviga su altri argomenti che esulano completamente dalle finalità squisitamente didattiche della scuola. Interessante è vedere quanto si annoiano oggi gli studenti a lezione. sono veloci nel raggiungere il fine, ma sono misera cosa nel definire i percorsi da seguire.

Chichi

Ven, 20/03/2015 - 12:07

Tutto si tiene e rivela a cosa miri la politica infetta dal virus marxista leninista. L’Italia ne è lo specchio: Nella costituzione hanno voluto l’ambigua formula «senza ulteriori oneri per lo stato». Per decenni l’hanno interpretata in modo da negare il diritto per ciascuno di scegliere, senza doversela pagare due volte, la scuola più confacente alle proprie esigenze culturali, etiche, religiose e morali. Mentendo, hanno convinto gli studenti che il finanziamento alle scuole non statali sono soldi sottratti a quelle statali; li hanno aizzati contro. Senza questo passaggio, non avrebbero mai avuto in mano intere generazioni di studenti per plagiarli, a uso e consumo del proprio potere politico e finanziario, riducendoli a «strumenti ciechi d’occhiuta rapina» (G. Giusti, “S. Ambrogio”). Masse così ridotte permettono loro di controllarne ogni aspetto della vita dei cittadini e di togliere tutto a chi non china la testa.(…)

Chichi

Ven, 20/03/2015 - 12:08

(…) Il Cerchio si chiude. La nauseante e vile pantomima (pagata dai contribuenti) dell’arci gay di Bologna mostra all’opera gli «strumenti ciechi d’occhiuta rapina». Ma il parallelo con la poesia del Giusti si ferma qui. Nel loro spettacolo non c’è «di mezzo», l’«arte» e il «cervello»; assente il potere dell’«armonia». Men che meno si richiama la «dolcezza amara» dei canti imparati «da voce domestica». Nulla induce, nei confronti di quei teatranti, a «pensieri più forti e più soavi». Restano quei «musi», quelle «bocche», quelle «cotenne», quei «fantocci esotici» e viscidi, che in me provocano un ribrezzo peggiore di quando, tempo fa, mi si è appiccicata addosso una zecca. Siamo pronti a cogliere messi abbondanti di Oscar alla Obama e alla Fo. Pronti, temo anche, perché qualcuno venga e, con mezzi spicci, trasformi la nostra presunta democrazia in verace NO DEMOCRACY.

java

Ven, 20/03/2015 - 12:08

Demos cretinos, vedi di fare meno lo spiritoso, se vuoi insegnare ai tuoi figli quanto e' bello l'amore frociarolo, fallo a casa tua, non con i soldi pubblici.

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Ven, 20/03/2015 - 12:30

Comunisti segaioli giù' le mani dai bambini ...

Démos_Cràtos

Ven, 20/03/2015 - 12:30

@java mi sono spaventato, mi perdoni.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 20/03/2015 - 12:31

xulxul: perchè contesta la teoria dell'evoluzionismo?

Démos_Cràtos

Ven, 20/03/2015 - 12:32

@java una risposta del genere dimostra che non hai letto nemmeno l'articolo, che non sai nemmeno di che si parla. Saluti cordiali e spiritosi.

Vero_liberista

Ven, 20/03/2015 - 12:33

In passato leggendo alcuni libri su Club Bilderberg , Istituto Tavistock sulle tecniche del lavaggio del cervello di massa e i saggi dell’antropologa Ida Magli, tutti volti a far capire come le più potenti lobbies finanziare e industriali mondiali stiano agendo per raggiungere il governo mondiale del mondo. Parlano della sofisticata strategia in atto da decenni volta alla cancellazione progressiva, scientifica e sistematica degli stati sovrani come li abbiamo conosciuti finora, della capacità di pensare autonomamente per sviluppare progresso e conoscenza, fino alle più elementari differenze antropologiche che caratterizzano e tutelano la prosecuzione della razza umana (distinzione tra uomo e donna, padre e madre, famiglia ecc.) per creare un soggetto umano unico, indistinto, omologato, ignorante (incapace di pensare con la sua testa), felicemente schiavo del sistema in cui vive. Pensavo fossero esagerazioni e provocazioni. Comincio a pensare che purtroppo non sia così.

ullo

Ven, 20/03/2015 - 12:42

l' unico commento degno di nota è quello di electro, che dimostra pragmatismo e intelligenza, tutti gli altri sono sfoghi di repressi e sfigati.

vincenzo1956

Ven, 20/03/2015 - 12:45

Se ho capito si tratta di un programma di scienze che dovrebbe prevedere anche prove pratiche. Quindi MI DICHIARO PIENAMENTE D'ACCORDO con la preside e l'insegnante A PATTO CHE entrambe forniscano dimostrazioni pratiche di quanto viene insegnato ed in particolare: Fellatio,cunnilingus,amoir a trois,e chi piu' ne piu' ne metta.

java

Ven, 20/03/2015 - 13:00

demos cretinos, invece l'ho letto. Se ai tuoi figli vuoi dire che NON E' VERO che la situazione migliore per un bambino e' la famiglia uomo+donna saranno turbe mentali tue personali e problemi psicologici che hai con l'altro sesso. Rovina i tuoi figli, ma lascia stare quelli degli altri. Voi comunistacci frociaroli fatevi le vostre scuole private o corsi pomeridiani all'arcigay. Se per te e' normale che due gay si arroghino il diritto di far crescere un bambino senza madre, sei un misogino che ha problemi con la donna e la figura materna. Tu e quelli dell'isis siete della stessa pasta.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 20/03/2015 - 13:01

I cristiani sono tra l'incudine e il martello. Da una parte i maniaci sessuali del PD, dall'altra gli islamisti che vorrebbero ammazzarli tutti. Ma il peggio è il combinato disposto con l'immigrazione clandestina... Per cui gli elettori cristiani voteranno per la destra.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Ven, 20/03/2015 - 13:31

Tra l'insegnare qualcosa e il metterla poi in pratica con colui il quale impara il passo, spesso, è breve. Probabilmente una minoranza di insegnanti proverà, prima o poi, a mettere in pratica - con alcuni di quegli stessi allievi - ciò che essa, minoranza deviata, avrà loro insegnato. La conseguenza sarà un aumento vertiginoso di casi di pedofilia. A questo punto mi vengono in mente le parole di Qualcuno che sta molto, ma molto in alto: 'Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, sarà meglio per lui che gli venga messa al collo una macina da mulino e sia gettato nel mare'.

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 20/03/2015 - 13:34

Una volta a farsi le pippe si "diventava ciechi", pare che al giorno d'oggi invece si diventi "più intelligieni". Sti kompagni sono proprio strani.

Ritratto di ilmax

ilmax

Ven, 20/03/2015 - 13:49

prima gli asili gender e adesso le scuole medie con lezioni di autoerotismo, non capisco perchè questa insistenza nel voler entrare nella sessualità dei nostri figli fin dall'asilo! lasciateli crescere in pace e da soli si faranno le loro idee!!

Minue

Ven, 20/03/2015 - 13:55

rimango basito dalla volontà di pochi, di voler imporre regole azioni, pensieri al solo scopo di considerarsi onnipotenti. queste azioni sono figlie di un popolo che non alza mai la testa e crede di non aver nessun diritto se non quello di rimanere zitto....

Démos_Cràtos

Ven, 20/03/2015 - 15:04

@java abbi almeno l'onestà intellettuale di dirmi dove, nei miei commenti, ho incitato a matrimoni di coppie omosessuali e a eventuali loro adozioni. Stai urlando tanto, ma senza alcun motivo, perché io faccio fede a quello che scrivo non a quello che leoni da tastiera come te capiscono.

titina

Ven, 20/03/2015 - 15:10

Non ci posso credere

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 20/03/2015 - 15:13

Ho visto un film a luci rosse francese ( con finte studentesse adulte, meglio precisare) che verteva proprio su queste cose. Poi, a casa, facevano i compiti. L'anno scolastico si concludeva con la recita di fine anno, Capuccetto rosso e il lupo, per far vedere ai "genitori" quanto erano preparate le loro "bambine".

java

Ven, 20/03/2015 - 15:27

demoscretin, tu hai affermato che io non avevo neanche letto l'articolo, io ho dimostrato di averlo letto citandone un passaggio saliente (cosa che tu non hai fatto limitandoti a fare insipida ironia), chi e' tra noi colui che fa fede a quello che scrive?

Démos_Cràtos

Ven, 20/03/2015 - 15:51

@java visto che non vuoi proprio capire copio e incollo il passaggio al quale sono riferiti i miei commenti. "Il libretto distribuito alle famiglie contiene istruzioni molto esplicite, con tanto di illustrazioni, sull'uso dei contraccettivi maschili e femminili, sezioni dedicate alla masturbazione e questionari sulle trasformazioni «gradevoli o sgradevoli» della pubertà". Ci siamo ora?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 20/03/2015 - 16:05

@Démos_Cràtos:...A aperte queste"ossessioni di gender",a scuola,ci sarebbero altri TEMI "essenziali" invece su cui lavorare,sin da questa età,che sono il BULLISMO,lo stimolo a PENSARE CON LA PROPRIA TESTA,la FACILONERIA,la IRRESPONSABILITA',LA VIGLACCHERIA,il rapporto CAINO/ABELE,senza coccolamenti "psicologici" del primo(tutto sommato vivo),il DOVERE prima di PRETENDERE",l'uso di TUTTE le "droghe e sballi",il tutto condito,con altrettanti "libretti"(non le cavolate sentite/proposte qui e a Venezia).Questi no?..Non vanno bene?..Non sono argomenti "politically correct"??...Sono temi "tabu"?

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Ven, 20/03/2015 - 16:06

Che la scuola faccia schifo è un fatto, ora poi sarà anche peggio, con le "nuove " idee di questi comunisti di mxxxa

Ritratto di xulxul

xulxul

Ven, 20/03/2015 - 18:20

@Dreamer_66: assolutamente. E in nome della scienza, quella seria. Non quella scientista atea che ha dovuto fabbricare fossili falsi e altre amenità per tenere in piedi, si fa per dire, la panzana evoluzionista .

killkoms

Ven, 20/03/2015 - 18:38

era obbligatoria anche per gli eventuali virgulti islamici?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 21/03/2015 - 09:16

xulxul: mi interesserebbe conoscere quali sono le teorie scientifiche che, secondo il suo punto di vista, sono quelle valide. Le sarei grato se mi indicasse dei riferimenti reperibili in rete.

Chichi

Sab, 21/03/2015 - 18:43

CHISSÀ PERCHÉ Ullo, il quale evidentemente non è un Ullo qualsiasi, posta un commento per gratificare quasi la totalità degli altri commentatori come «repressi» e «sfigati» e il suo commento PASSA TRIONFANTE IL CONTROLLO dei moderatori? CHISSÀ PERCHÉ, invece, NON PASSA la risposta di un Chicchi qualsiasi, che fa notare a Ullo di aver sbagliato indirizzo, in quanto «sfigati» etimologicamente, in termini di GENERE, fa coppia con «senza palle» e sono i fanatici del GENDER a lavorare per un mondo di «mansi» asessuati e senza identità personale, contrassegnati da numeri; puri consumatori a commando? Giah! CHISSÀ PERCHÉ?

tialia

Dom, 22/03/2015 - 07:26

A tredici anni è un po tardi per queste informazioni, tutte le sanno già.

Tino Gianbattis...

Dom, 22/03/2015 - 10:46

Siamo quello che siamo

tialia

Dom, 22/03/2015 - 11:05

A tredici anni è troppo tardi. Queste cose bisogna conoscerli prima di averli sperimentati.

ORCHIDEABLU

Lun, 23/03/2015 - 14:12

IL GIUSTO SAREBBE LASCIAR FARE ALLA NATURA E CON I TEMPI PER OGNI BAMBINO DI CAPIRE E CHIEDERE SPIEGAZIONI AI PROPRI GENITORI PRIMA DI CHIUNQUE ALTRO,MA VIVIAMO IN UN MONDO TROPPO VOLGARE E PERICOLOSO QUINDI BISOGNA PRECORRERE I TEMPI E' SVEGLIARLI ISTRUIRLI ANZITEMPO.MA DALTRONDE BASTA GUARDARE LA TV E SI IMPARA TANTISSIMO.PERO' IL SUPREMO GIUDIZIO PER L'EDUCAZIONE SESSUALE AI FIGLI RIMANE QUELLO DEI GENITORI E' NON ALLA SCUOLA,SE NON CON ACCORDI TRA GENITORI ED INSEGNANTI,E CON LA PARTECIPAZIONE DEI GENITORI ALLE LEZIONI,MAGARI CON TURNI DI MAMME E PAPA' .

Paolino Pierino

Lun, 23/03/2015 - 18:16

La risposta è molto semplice. In Emilia Romagna siamo governati schifosamente da sempre dai comunisti ladri farabutti culattoni prostitute meglio dire puttane ad ore rotti in c....o detta alla Romagnola Mio figlio lo voglio educare da padre in una famiglia normale compost da padre e madre come hanno fatto i miei nonni ed i miei genitori Non me ne frega un c@@ della Regione della Professoressa lesbica o txxxa o gender ne da professori gay e simili. Attenti a voi fare il professore so tutto io si fa come dico io finisce male per voi tutti.

Paolino Pierino

Lun, 23/03/2015 - 18:17

La scuola Italiana con i comunisti è diventata un covo di pugnettari e rotti in cu....o

ArturoForzaNuov...

Lun, 23/03/2015 - 21:15

La teoria gender sostiene che l’identificarsi come uomini o donne, non dipenda in alcun modo dai caratteri biologici che determinano un corpo femminile o un corpo maschile. Si nasce maschio o femmina per questioni genetiche, secondo questa teoria, ma si diventerebbe uomo o donna in base a fattori esclusivamente culturali. Far vestire le bambine da maschi e i maschi da femmine, permettere ed incentivare che i bambini tocchino i genitali dei compagni, non ha nulla di educativo ma è, al contrario, profondamente perverso e demoniaco.

nowords

Sab, 11/07/2015 - 08:29

L'educazione sessuale è sempre esistita e solo ora è un problema ? ma ce la fate ? mi auguro che vostra figlia torni a casa a 13 anni incinta e vostro figlio con la gonorrea! Ma poi tutta questa discriminazione per i gay? l'omosessualità era solo uno dei temi trattati nel programma, mi sembra di capite... vivete nella famiglia del mulino bianco voi, dove tutto è perfetto, i genitori non si fanno le corna, i figli sono dei santi e rispettano i genitori.. eh si! Poi dite che è immorale essere gay. Vi ricordo che per la chiesa è immorale anche l'uso di contraccettivi , il sesso prima del matrimonio, l'aborto e l'adulterio... allora siete sicuri di non essere immorali anche voi ? fate ben attenzione !!!

nowords

Sab, 11/07/2015 - 08:32

Ps: e basta etichettare le persone, ho letto in questo post una fila lunghissima di insulti, tutto questo odio non vi porta proprio da nessuna parte se non ad essere persone peggiori ed arrabbiate con il mondo senza motivo.. iniziate a farvi un esame di coscienza ed ad essere arrabbiati con voi stessi!