Gli Usa hanno tradito il mondo libero

I nostri politici senza l'America sono bambini indifesi

Un tempo c'era la civiltà occidentale in cui valevano i diritti dell'uomo, la democrazia, il rispetto della parola data, la morale dell'amore, e la fede nel progresso morale. Noi europei queste istituzioni e questi valori li abbiamo difesi combattendo una lunga guerra contro il nazismo. Ci fu un momento, nel 1940 in cui la Francia e l'Inghilterra erano rimaste sole. Gli Stati Uniti d'America erano in una fase isolazionista e non gli importava nulla dell'Europa. Senza il coraggio di Churchill e il tradimento di Pearl Harbor si sarebbero svegliati coi i nazisti in casa. Poi entrarono in guerra e, con la vittoria, nacque il «mondo libero» contrapposto al blocco sovietico. E quando finalmente anche l'Urss è crollata si pensava che anche la nuova Russia sarebbe stata chiamata a farne parte. Ma gli americani si sono opposti. Non hanno voluto la Russia. Non hanno voluto che si formasse una unione economica e culturale fra Europa e Russia.

Approfittando della crisi Ucraina hanno tagliato fuori la Russia, l'hanno colpita con sanzioni e si sono alleati con il mondo islamico che in quel momento era in balia di sette fanatiche come i wahabiti, i talebani, i komeinisti, gli jihadisti che vogliono riportare la vita sociale all'epoca di Maometto e imporla anche a noi occidentali. Il risultato è stato tragico. L'Irak, la Siria e la Libia sono quasi tutte in mano al califfo tagliagole. Dalla Siria fuggono disperati in Europa centinaia di migliaia di profughi, mentre dalla Libia un racket criminale fa passare moltitudini di clandestini africani che si affollano caoticamente nelle nostre citta. È una tragedia. Ma agli Usa non importa niente. Sono entrati in una nuova fase isolazionista e non fanno nulla di nulla.

Eppure oggi solo una alleanza della Nato, con la Turchia e l'Arabia Saudita potrebbe annientare il califfato, riportare l'ordine in Siria, far tornare i profughi nelle loro case e, in Libia, mettere fine alle migrazioni africane. Ma gli americani non lo fanno. La verità è che essi hanno abbandonato il mondo libero, hanno tradito l'Europa, l'hanno lasciata sola e senza difese. E i nostri dirigenti, persa la loro guida, sembrano bambini spaventati.

Commenti
Ritratto di roberta martini

roberta martini

Dom, 06/09/2015 - 15:10

Obama non è un cristiano.......

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 06/09/2015 - 15:36

condivido! e aggiungo che gli USA sono nelle mani della Grande Alleanza Finanziaria (chiamiamola BILDERBERG) che vuole dominare il mondo occidentale. I giochi però non sono fatti! Né la Russia di Putin né la Cina stanno dalla parte degli americani (meglio , del Governo americano!). Ma sebbene tradita, nemmeno l' Europa è completamente asservita al disegno egemonico USA. E' doloroso vedere che i Governi dei Paesi della EU non vedano lo stato delle cose e tanto meno la Sinistra che dell' ANTIAMERICANISMO è stata per decenni l' alfiere. l disegno che destabilizza l' Oriente e soprattutto il Nord-Africa è la strategia voluta dagli USA per impedire che l' Europa si affranchi dal suo protettorato e possa aprire quei mercati alla cooperazione industriale e commerciale. ISIS è la creatura voluta per questo.

sorciverdi

Dom, 06/09/2015 - 15:40

Più che approfittare della crisi Ucraina pare che siano stati proprio loro a provocarla e comunque chi ha tradito la stretta di mano fra Bush e Putin a Pratica di Mare? Putin? Non direi proprio e quindi, come diceva Sgt Hartmann in Full Metal Jacket, "il cerchio si stringe".

Ggerardo

Dom, 06/09/2015 - 16:53

sarebbe magari ora che l'Europa diventi adulta, oppure abbiamo sempre bisogno di mamma America ?

Pigi

Dom, 06/09/2015 - 17:00

Forse si tratta di una saggia pausa di riflessione. Le ultime mosse del governo americano sono state disastrose, tutte dalla parte sbagliata: in Egitto hanno appoggiato i fratelli musulmani, in Ucraina i filonazisti, in Libia non ne parliamo. Se non sono stupidi si saranno detti: fermi, stiamo sbagliando tutto. Manca solo un passo importante, per tornare sugli errori commessi: coinvolgere la Russia, lasciarla libera di risolvere a modo suo le tensioni vicino ai suoi confini, e utilizzare nel modo migliore il suo patrimonio di alleanze.

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Dom, 06/09/2015 - 17:31

Un tempo non poi così lontano mi definivo filo-americana a tutti gli effetti, per cultura e per per coinvolgimento emotivo, ho risieduto a tratti negli USA e sono stata lì lì per prendere le cittadinanza. Quelli che parlavano male dell'America erano i soliti rossi con il foularino al collo. Da quando c'è Obama le cose sono cambiate rapidamente fino a stravolgere completamente l'idea di Occidente. Non mi piace questo presidente, Nobel per la pace, non mi piace come si è frapposto tra Europa e Russia per poi lavarsi le mani dei guai europei causati in gran parte da lui medesimo. Per non parlare dei disastri in Nord Africa e di quel carrozzone chiamato UN. Addio sogno occidentale, Obama ha sfasciato tutto.

mariolino50

Dom, 06/09/2015 - 17:36

Magari fossero isolazionisti, ha elencato lei tutti i casini che hanno combinato, e pure nella seconda guerra grosse banche americane hanno finanziato Hitler. sono stati anche gli unici ad aver usato davvero la bomba, in massima parte per far paura a Stalin, il Giappone lo potevano anche lasciar stare senza invaderlo, ma gli seriva come servo nel pacifico, come noi di quà. Anche da soli avremmo la forza per difenderci da queste invasioni falsamente pacifiche, mancano gli attributi per usarla.

mila

Dom, 06/09/2015 - 17:50

@ Pigi -Non mi sembra che l'America si stia fermando. Per loro va bene cosi'. E i nostri dirigenti non sono bambini spaventati. Sono collaborazionisti. Pretendere che salvino l'Europa sarebbe come pretendere che Petain o I capi della RSI salvassero gli Ebrei.

Massimo25

Dom, 06/09/2015 - 17:55

Questo uomo della foto di colore nero é il finanziatore dell'ISIS,finanziatore del colpo di stato in Ucraina,colui che ha volutamente e scientemente destabilizzato e finanziato mezza Africa con le primavere arabe e che ha praticamente messo in ginocchio l'Europa con la questione dei migranti.Un gruppo di deficienti barricati a Bruxelles lo hanno seguito perché non conosco il metodo USA..essere usati e poi gettati o peggio ancora gestiti.Noi a Montecitorio abbiamo un mentecato totale che ha avuto il coraggio di dire che Obama é la luce della democrazia.Il nostro presidente del consiglio é persona incapace di intendere e di volere..

Ritratto di Svevus

Svevus

Dom, 06/09/2015 - 18:34

Concordo pienamente con il prof. Alberoni. Il problema sta nel fatto che gli USA hanno un sistema di propaganda ed indottrinamento assolutamente dominante attraverso stampa, televisione, cinema, musica, persino atrraverso le comuni magliette indossate dagli stupidi. La vera strategia USAdi dominazione del mondo è stata pubblicata e ripubblicata a livello elitario ma ignorata dai popoli e nascosta dalle elites che ci dominano.

Anonimo (non verificato)

Efesto

Dom, 06/09/2015 - 19:41

Gli USA hanno volontariamente innescato una terza guerra mondiale (strisciante) provocando gli incidenti in Ucraina (chi non ricorda il vice di obama in visita a Kiev durante i moti?). Il vile interesse finanziario prevale sulla pietà umana. In questo Francesco ha ragione. Solo Putin ha mantenuto il senno dimostrandosi forte con il suo popolo e sempre in cerca di una alleanza con la EU. La Merkel poi è una mentecatta che, pur di mantenere una supremazia priva di ogni veduta strategica, fa i cagnolino degli USA bastonando tutti con la sua finanza più fporte. Dio ci salvi.

Cheyenne

Dom, 06/09/2015 - 19:58

Caro alberoni gli usa hanno sempre tradito gli europei e la libertà e hanno fatto 2 guerre mondiali e decine locali per il loro schifoso interesse economico

Ritratto di MaxVetter

MaxVetter

Dom, 06/09/2015 - 21:05

Non vedo come si possa ipotizzare un'alleanza Nato, Turchia (essa stessa membro della Nato) e Arabia Saudita per fermare ISIS. La Turchia nei confronti di ISIS ha un atteggiamnto che chiamare ambiguo sarebbe un eufemismo. L'Arabia Saudita pure. Inoltre Turchia e Arabia Saudita hanno interessi divergenti nella zona e quindi non potrebbero mai, al di là delle solite frasi di circostanza, unirsi militarmente. La Nato non ha la volontà politica di mandare sul campo migliaia o decine di migliaia di uomini in un confronto lungo e sanguinoso. Dovremo aspettare il cambio della guardia a Washington e sperare che a Obama non succeda la Clinton per sperare di vedere qualche cambiamento, ma in ogni caso sono pessimista. Per il momento godiamoci le ondate senza fine degli immigrati clandestini.

fr4nk18

Dom, 06/09/2015 - 21:12

Ricordate che Barack Obama si chiama in realta' Barack Hussein Obama ed e' stato cresciuto da un signore (il 'compagno' della madre) comunista e musulmano ... Considerando questo tutto il resto e' chiaro ... cmq in Europa non c'e' un leader ma una serie di nani tipo Merkel e indegni clown come Renzi.

Renee59

Dom, 06/09/2015 - 22:45

Gli Europei, dite? Sono come Obama, o forse peggio.

Gianni11

Dom, 06/09/2015 - 23:19

Bisogna liberarsi dagli USA per far rifunzionare il cervello dopo settant'anni.

ROBIN UD

Lun, 07/09/2015 - 00:08

La miopia dei Paesi occidentali e dei loro governanti è a dir poco deprimente . La loro vigliaccheria e l'autolesionismo hanno già provocato danni che ritengo ormai irrimediabili, ma tutto questo lo pagano le popolazioni che fino a ieri erano europee ed ora vengono sopraffatte da culture e poteri che nulla hanno a chè fare con loro. Condivido opinioni e commenti. Grazie

Prameri

Lun, 07/09/2015 - 00:27

RoseLyn, Molti ex filoamericani sono ora filorussi. Mah! Tutto può cambiare in meglio. Sarà difficile incappare contemporaneamente in un presidente peggiore di Obama, in una kapo europea peggio di questa arpia, in un governo italiano mai eletto ma votato al maggiore disastro annunciato come successo personale governativo, figlio del peggior presidente italiano dai tempi di Varrone con Annibale alle porte, al Papa con le sue uscite 'politiche' a sfavore del suo popolo 'prossimo' che ritiene ricco e prospero, per amore universale verso i suoi e nostri nemici.

swiller

Lun, 07/09/2015 - 08:21

Gli covo di criminali guerrafondai.