Vaccini, il decreto è legge. Ecco tutte le novità

L'Aula della Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge di conversione del decreto legge sui vaccini. I voti a favore sono stati 296, i contrari 92 e gli astenuti 15

L'Aula della Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge di conversione del decreto legge sui vaccini. I voti a favore sono stati 296, i contrari 92 e gli astenuti 15. Il provvedimento, già licenziato dal Senato, è quindi legge. Contro il testo si sono espressi Il Movimento Cinque Stelle e la Lega. Astenuti i deputati di Sinistra Italiana e Fratelli D'Italia.

Dieci vaccini obbligatori per l'iscrizione a scuola da 0 a 16 anni. Pena la non iscrizione fino ai 6 anni, e il pagamento di multe per i genitori dai 6 anni in poi. E' previsto l'obbligo di vaccinazione anche per i minori stranieri non accompagnati. I vaccini potranno essere prenotati anche in farmacia. Nasce l'Anagrafe nazionale vaccini, e vengono promosse iniziative di informazione e comunicazione sulle vaccinazioni. Queste le principali novità della legge sui vaccini, approvata definitivamente dalla Camera. Ecco i 10 punti chiave del provvedimento.

1) Vengono dichiarate obbligatorie per legge, secondo le indicazioni del Calendario allegato al Piano nazionale di prevenzione vaccinale vigente (età 0-16 anni) e in riferimento alla coorte di appartenenza, dieci vaccinazioni. a) anti-poliomelitica; b) anti-difterica; c) anti-tetanica; d) anti-epatite B; e) anti-pertosse; f) anti Haemophilusinfluenzae tipo B; g) anti-morbillo; h) anti-rosolia; i) anti-parotite; l) anti-varicella. Per queste ultime 4 è prevista una valutazione fra tre anni per l'eventuale eliminazione dell'obbligo. Non saranno dirimenti per l'iscrizione a scuola, ma saranno offerti gratuitamente (con un'offerta "attiva", vale a dire con chiamata dalle Asl), i vaccini contro meningococco B, meningococco C, pneumococco e rotavirus (i primi due in origine erano previsti nel decreto come obbligatori). Sarà possibile procedere alla vaccinazione monocomponente per chi risulti già immunizzato per alcuni di questi vaccini. Per tutti gli altri, comunque, non saranno necessarie dieci punture, anzi. Ne basteranno due: sei vaccini possono essere somministrati insieme, con l'esavalente (anti-poliomielite, anti-difterite, anti-tetano, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus Influenzae tipo b), e altri quattro possono essere somministrati con il quadrivalente (anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella).

2) Tali vaccinazioni possono essere omesse o differite solo in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate e attestate dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta. Se un bambino ha già avuto le patologie indicate deve farsi attestare tale circostanza dal medico curante che potrà anche disporre le analisi del sangue per accertare che abbia sviluppato gli anticorpi.

3) In caso di violazione dell'obbligo vaccinale ai genitori esercenti la responsabilità genitoriale e ai tutori è comminata la sanzione amministrativa pecuniaria da 100 a 500 euro. Le sanzioni vengono irrogate dalle Aziende sanitarie. I genitori a cui l'Asl contesta la mancata vaccinazione possono provvedere entro il termine indicato a mettersi in regola. In origine la norma prevedeva anche la segnalazione al tribunale dei minori per l'eventuale perdita della patria potestà, passaggio cancellato in commissione.

4) Non possono essere iscritti agli asili nido ed alle scuole dell'infanzia, pubbliche e private, i minori che non abbiano fatto le vaccinazioni obbligatorie. In tal caso, il dirigente scolastico segnala, entro 10 giorni, alla Azienda sanitaria competente il nominativo del bambino affinchè si adempia all'obbligo vaccinale. Il genitore può anche autocertificare l'avvenuta vaccinazione e presentare successivamente copia del libretto. Chi è in attesa di vaccinare il bambino può comunque iscriverlo, presentando copia della prenotazione dell'appuntamento presso la azienda sanitaria locale.

5) Anche nella scuola dell'obbligo, i minori che non sono vaccinabili per ragioni di salute sono di norma inseriti dal dirigente scolastico in classi nelle quali non sono presenti altri minori non vaccinati o non immunizzati.

6) L'Agenzia del farmaco è coinvolta sul fronte della farmacovigilanza: predisporrà una relazione annuale con i dati degli eventi avversi associabili alla vaccinazione. Relazione che verrà trasmessa dal ministro al Parlamento. Stretta anche sui prezzi dei vaccini: dovranno essere sottoposti alla negoziazione obbligatoria dell'Aifa. Infine, la stessa Agenzia è sempre parte in giudizio in tutte le controversie riguardanti presunti danni da vaccinazioni e somministrazione di presunti farmaci non oggetto di sperimentazione.

7) I vaccini potranno essere prenotati anche in farmacia, gratuitamente. I genitori potranno invece recarsi all'Asl per ricevere informazioni sulle modalità e i tempi di vaccinazione dei propri figli.

8) Nasce l'Anagrafe nazionale vaccini, nella quale sono registrati tutti i soggetti vaccinati e da sottoporre a vaccinazione, le dosi ed i tempi di somministrazione e gli eventuali effetti indesiderati. Inoltre viene istituita una Unità di crisi permanente, promossa dal ministero della Salute, per monitorare l'erogazione del servizio e prevenire eventuali criticità.

9) Il ministero della Salute avvierà una campagna straordinaria di sensibilizzazione per la popolazione sull'importanza delle vaccinazioni per la tutela della salute. Nell'ambito della campagna, i ministeri della Salute e dell'Istruzione promuovono, dall'anno scolastico 2017/2018, iniziative di formazione del personale docente ed educativo e di educazione delle alunne e degli alunni, delle studentesse e degli studenti sui temi della prevenzione sanitaria e in particolare delle vaccinazioni, anche con il coinvolgimento delle associazioni dei genitori e le associazioni delle professioni sanitarie.

10) Saltata, per assenza di coperture, l'obbligatorietà anche per operatori sanitari e scolastici, questi dovranno comunque presentare nei luoghi in cui prestano servizio una autocertificazione attestante la propria "situazione vaccinale".

Commenti
Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 28/07/2017 - 12:24

Ma un bambino non vaccinato, che non può andare a scuola, vuol dire che deve stare chiuso in casa e non poter andare nemmeno al supermercato, a giocare a pallone, fare sport, andare in chiesa? Basta questo per capire come la legge sia fatta come al solito con i piedi, voluta da un Ministro incompetente.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 28/07/2017 - 12:26

Solo un governo di falliti e NULLITA' (Fedeli, Lorenzin) come questo poteva accettare di trasformare il suo popolo in un esercito di CAVIE. Prendono schiaffi e ordini da tutti (Francia, USA, Vaticano, ONG, Libia)... e ovviamente ordini da Big Pharma.

COSIMODEBARI

Ven, 28/07/2017 - 12:51

Ancora non leggo se i vaccini obbligatori saranno a titolo gratuito oppure dietro pagamento di ticket oppure addirittura a totale totale del vaccinate/genitori/esercente la patria potestà. Perchè qui nell'articolo si legge di una "Stretta anche sui prezzi dei vaccini: dovranno essere sottoposti alla negoziazione obbligatoria dell'Aifa." Perché se la stretta è sui prezzi di acquisto dei vaccini da parte del Ministero della Salute, per conferirli ai vaccinati a titolo gratuito, non serviva pubblicare il virgolettato sopra. Pare siamo sempre a galleggiare tra il ti dico e non ti dico, ti scrivo e non ti scrivo, salvo poi presentarti il conto. Come tra Stx e Fincantieri. Per gli acquisti lasciate a casa la Lorenzin&Co. e ingaggiate l'ex pizzaiolo, oggi manager di contratti sportivi, il sign. Mino Raiola.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 28/07/2017 - 12:59

CRIMINALI. Servi della Glaxo. Una legge scritta da un ex dipendente della Glaxo. CORRUZIONE PURA. VERGOGNA.

27Adriano

Ven, 28/07/2017 - 13:24

Il regime ha approvato la Mafia dei vaccini. Mi stavo chiedendo se i "buzzurru" che il governo imposta facendoli passare per "migranti" (da chi?) sono da vaccinare o l'operazione è già stata fatta dalla Lorenzin e accozzaglia ai loro Paesi.

Ritratto di falso96

falso96

Ven, 28/07/2017 - 13:30

Un'altro pezzo di LIBERTÀ .... perso.

fabiou

Ven, 28/07/2017 - 13:30

fare due punture fa maeno male di 10 ma è piu dannoso

Ritratto di falso96

falso96

Ven, 28/07/2017 - 13:33

La lorenzin ministro messo e dall'industria farmaceutica. Ma no è l'unico ministro messo lì , chi da banche, chi da ........ .

stefano.1975

Ven, 28/07/2017 - 13:48

Calcolatrice alla mano, 3000 casi di morbillo che pare diventato Ebola ( a proposito, Ebola che fine ha fatto?) sono lo 0,005% . Dov'è l'epidemia? nel 2013 furono molti di più i casi . E per le altre 9 malattie ? ci sono 9 epidemie? ahahah!!!! Ministra bidella !!

Paolo Berlinghieri

Ven, 28/07/2017 - 14:20

Mi auguro che quei fanatici dei no vax che hanno assaltato il deputato formisano vengano prontamente identificati e denunciati, sono peggio di quelli dei centri sociali. Vergogna.

COSIMODEBARI

Ven, 28/07/2017 - 14:47

Paolo Berlinghieri, tra 8 mesi non smetterai mai di contare quanti milioni di fanatici Italiani assalteranno, con una matita, ed una x per scheda (Camera e Senato), i servi altrui di oggi (non certo del Popolo Italiano). La Lorenzin e la Fedeli saranno le primissime donne all'ex governo che troveranno a che fare col mare, lo andranno a spalare (tanto il clima sarà quello della primavera).

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 28/07/2017 - 15:41

"In caso di violazione dell'obbligo vaccinale ai genitori esercenti la responsabilità genitoriale e ai tutori è comminata la sanzione amministrativa pecuniaria da 100 a 500 euro"...quindi pagata la multa il bambino è libero? risulta vaccinato? questo è il criterio di fondo, ovvero barattare con una multa il principio che loro tanto difendono? Altro elemento che dimostra l'assoluta inadeguatezza di questi politicanti ignoranti e corrotti moralmente.

aitanhouse

Ven, 28/07/2017 - 16:40

in un modo o in un altro questa legge si doveva fare ed i veri motivi sono stati finora nascosti agli italiani. Il morbillo e le altre malattie che i vaccini cercheranno di limitare sono il frutto della invasione dei clandestini , del loro sistema di vita e ,peggio ancora , le condizioni in cui li costringiamo a vivere:abbiamo ampie documentazioni delle montagne di immondizie e la completa assenza di igiene che li circonda. Le epidemie si sono sviluppate proprio con l'ingresso di masse di proveniente dall'africa dove molte malattie sono endemiche, quindi giusto vaccinare i nostri figli e non fare tante storie,tanto dai soliti ipocriti buonisti importatori solo di guai non verrà fuori mai niente.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 28/07/2017 - 16:57

I miei nipotini hanno usufruito delle vaccinazioni obbligatorie e facoltative e, al momento, presentano evidenti problemi di QI. In eccesso...

Divoll

Ven, 28/07/2017 - 18:48

Credo che sia incostituzionale. Dov'e' finita l'inviolabilita' della persona?

Ritratto di ...iTag£iafrica..

...iTag£iafrica..

Ven, 28/07/2017 - 19:26

NESSUNA NOVITA', IL REGIME E' SEMPRE QUA'

Dordolio

Sab, 29/07/2017 - 05:54

Memphis, vieni qui da me che ti presento il mio vicino di casa (e amico dal 1970) che vedo tutti i santi giorni quando porta fuori il cane. Qualche volta lo accompagna il figlio con un ritardo mentale del 50%, insorto (dopo un fortissimo attacco febbrile) a seguito di un ciclo vaccinale. Magari sei più bravo di me, che non so cosa dirgli quando raccolgo le sue confidenze disperate su cosa sarà di lui quando non ci sarà più. Dai, puoi parlargli con competenza (è il tuo lavoro no?) del fatto che è solo una percentuale zerovirgola. Un danno collaterale insomma. Che ne dici? Vieni, ti aspetto.

Dordolio

Sab, 29/07/2017 - 06:07

Non sono contrario ai vaccini a prescindere. Ma ogni vaccino HA UNA STORIA SUA. E ogni candidato alla vaccinazione, ha una sua storia personale e clinica. Che - verificato di persona - non interessa a nessuno. Non ci sono approfondite visite del soggetto. La superficialità e il pressapochismo imperano. Due domande a chi accompagna il piccolo e via. Stile trattamento bestiame. Provare per credere. Di più: accompagnato un piccolo di famiglia, inorridito vidi TENTARE ripetutamente di iniettare più volte il vaccino con siringhe precaricate DIFETTOSE (perdevano, e lo si ammetteva pure!!!). E si insisteva (ma quante dosi gli hanno/non hanno dato?). Lo scempio finì solo quando - preso il cellulare - dichiarai che avrei chiamato i carabinieri.

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 29/07/2017 - 08:42

il PD ha tirato troppo la corda, e mi meraviglio che non succeda ogni giorno, per quanto riguarda chi dofende la questione vacini RICORDO che le CAROGNE CI STANNO FACENDO INVADERE DA PAESI AFRICANI SENZA CONTROLLO, E' CHIARO CHE POI CI VOGLIONO ANCHE IMPORRE CATERVE DI VACINI!!! come ha ammesso pure la Lorenzin, IL PD E UN PARTITO DI CAROGNE