Venezuela, un killer alla Corte Suprema

È l'ex 007 Moreno, due omicidi. E da poco ha chiesto la cittadinanza italiana

Che accadrebbe se venisse scelto per guidare la giustizia italiana un pluriomicida reo confesso, un ex 007 accusato di essere il boss di una gang criminale? Nel paradiso del socialismo del XXI secolo chiamato Venezuela l'altro ieri è stato nominato all'unanimità presidente del Tribunale Supremo di Giustizia - che riunisce i poteri delle nostre Corti Costituzionale e di Cassazione - Maikel José Moreno Pérez, che nel suo curriculum vitae possiede tutto quanto sopra detto. Il nome non vi dirà nulla ma dovrebbe visto che el señor Moreno ha presentato alle nostre autorità domanda per diventare cittadino italiano, nonostante abbia una fedina penale con due omicidi. Ergo, come denunciato dal deputato perseguitato politico Lester Toledo «abbiamo già chiesto con forza alle autorità italiane di negargli la nazionalità perché qualsiasi Stato chiede come prerequisito una fedina penale pulita».

Moreno comincia a uccidere nel 1987. Ha 22 anni quando ammazza una giovane in quel di Ciudad Bolivar, capitale dell'omonima regione, nel Sud del Venezuela. Essendo uno 007 «molto corrotto» e «molto sveglio», esce subito e diventa addirittura guardia del corpo dell'allora presidente del Venezuela Carlos Andrés Pérez. Peccato solo che nel 1989 il vizio del grilletto facile s'impossessa di nuovo di lui e a farne le spese - nel centro di Caracas - è il giovane Rubén Gil Márquez, ucciso in una sparatoria. Anche qui, dopo neanche un anno, il «nostro» è di nuovo fuori ma è costretto a lasciare i servizi segreti e inizia a studiare da avvocato.

La sua seconda carriera esplode l'11 aprile del 2002, quando un nugolo di chavisti capitolini spara sui manifestanti d'opposizione da ponte Llaguno. Rientrato quel ridicolo golpe delle 36 ore contro Chávez, è proprio Moreno che prima assume le difese dei pistoleros, riuscendo naturalmente a farli assolvere. Anche perché, nel frattempo, il regime lo aveva nominato giudice dell'intero processo sui morti del golpe e i primi prigionieri politici del Venezuela nascono proprio lì, col giudice Moreno decisivo nell'arresto del criminalista Iván Simonovis, innocente da allora detenuto senza prove.

È denunciato come membro della Banda dei Nani, gang di magistrati che copriva la corruzione chavista, e Chávez lo premia e nel 2007 lo manda a Roma: addetto commerciale all'ambasciata del Venezuela. Moreno s'arricchisce molto ma è con Maduro che la sua carriera da magistrato vola. Anche perché è sempre lui a condannare in via definitiva e senza prove Leopoldo López a 14 anni di carcere, trasformandolo nel Mandela venezuelano. Fame, violenza e degrado. I venezuelani avevano già molti problemi e davvero non avevano bisogno di quest'ennesima umiliazione.

Commenti
Ritratto di stufo

stufo

Lun, 27/02/2017 - 09:30

Il nuovo che avanza.

Yossi0

Lun, 27/02/2017 - 10:27

dopo un ministro dell interno narcotrafficante, chi meglio di un assassino puo' garantire la giustizia in venezuela ? secondo voi a quale stato buonista che perdona chi si pente, fregandosene delle vittime, poteva chiedere la cittadinanza ? scommettiamo che qualcuno lo considera una risorsa.

fifaus

Lun, 27/02/2017 - 10:29

Rileggere prima di pubblicare, no? costa troppa fatica?

sbrigati

Lun, 27/02/2017 - 10:32

Il giusto curriculum per ottenere la nazionalità italiana.

Edmond Dantes

Lun, 27/02/2017 - 11:38

Vabbe', se la cittadinanza non gliela diamo noi di sicuro gliela da il vaticano. Lì si sentirebbe come a casa.

venco

Lun, 27/02/2017 - 11:55

Il Venezuela è un paese ricchissimo, ma causa dei loro politici estremamente corrotti vivono nel disastro più assoluto.

honhil

Lun, 27/02/2017 - 12:03

La domanda, tuttavia, che ci riguarda molto da vicino è una sola: riceverà la cittadinanza italiana? Sicuramente sì. I sinistri saranno felice di accontentarlo e di nominarlo anche loro eroe. Altri Che Guevara crescono.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 27/02/2017 - 12:29

Con una fedina così, non gli hanno ancora dato la cittadinanza itagliana??? Vergogna!!!

alby118

Lun, 27/02/2017 - 13:36

Con tutto il pattume che ci ritroviamo in casa farebbe la sua porca figura. Lo vedrei bene in qualche manifestazione di sinistra, contro il cosiddetto "populismo", sventolare al vento la bandiera con la falce e il martello e intonare "bella ciao". E diamogliela questa benedetta cittadinanza, altrimenti che popolo di Tafazzi saremmo !!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 27/02/2017 - 13:55

perchè al governo italiano di comunisti non ce ne sono?

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Lun, 27/02/2017 - 14:31

Ho l'impressione che in Italia ben pochi si siano accorti che il Venezuela da vari anni è diventato uno stato "democratico" simile a quelli satellitari della scomparsa URSS.

nordest

Lun, 27/02/2017 - 17:21

Perché non meditiamo su quello che hano fatto Pertini, Scalfaro e per ultimo Napolitano meditate gente.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 28/02/2017 - 07:14

nordest ti riferisci agli atti terroristici in tempo di guerra o quando?