Verdini in maggioranza ruba posti alla fronda Pd

L'allarme della minoranza dem: "Per convincere il suo amico a lasciare Forza Italia, Renzi gli ha promesso le nostre poltrone"

Guardarsi allo specchio, quando ci si vuole un gran bene, è sempre bello. Rassicurante: il mondo appare in luce diversa e migliore, agli occhi ridenti il difetto si tramuta in «lieve imperfezione», senza contare che nel quadro esiste un monotipo spettacolare. Io.

Peccato che il mondo allo specchio, nella realtà, sia alla rovescia. Ovvio poi che quando Matteo Renzi pensi a Verdini, facendosi la barba e parlandone con il portavoce, lo consideri un «facilitatore». Un Mr. Wolf che non solo porterà acqua in Senato, ma consentirà anche al Partito di migliorarsi. Sentite questa: «Faciliterà un'operazione chiarezza dentro il Pd». È la velina passata dal Nazareno, frutto di un ragionamento meraviglioso: «Se il Pd fa il Pd, di Verdini ci dimenticheremo in un amen» avrebbe illuminato i collaboratori, il premier.

Ma poi è andato in corto il circuito. Perché da un paio di giorni nel Pd la preoccupazione è diventata ansia, l'ansia inquietudine, l'inquietudine un marasma i cui frutti si vedranno nell'autunno caldo che ci aspetta (l'effetto-serra per una volta non c'entra). Colpa anche di qualche problemino pratico. I verdiniani arrivano con appetiti irrisolti, e per convincerli ci sta volendo la mano di dio. Per meglio dire, il bendidio (la promessa di). A qualcuno non si è esitato di far intravvedere un importante sottosegretariato (Sviluppo eeconomico?), a qualche altro un determinante ruolo in un ente. Ma al grosso della truppa degli undici, dodici (tredici sarebbe il numero perfetto, fin dai tempi di Gesù) è probabile che tocchino le poltroncine assai comode che, a Palazzo Madama, sono previste per gli uffici di presidenza delle commissioni. A settembre si va al rinnovo, e non è vero che tutti i presidenti del Pd verranno confermati, come i renziani - per ora - vogliono far credere. Dei «ribelli» più in vista (Corsini alla Esteri, Mucchetti alla Cultura e Chiti alla Politiche europee) saranno confermati due su tre (Chiti è sicuro di scamparla). Ma poi c'è la Capacchione segretario alla Giustizia, e Casson vicepresidente, reduce peraltro dall'affondamento nella Laguna veneziana.

Così, mentre il premier commenta da par suo l'accordo Whirlpool («Missione compiuta» - su facebook ), il partito s'interroga sul senso della missione. Il bersaniano professor Gotor è furibondo: «Piuttosto che utilizzare i giornali per accreditare fantomatiche proposte unitarie che in realtà non sono mai state formulate, Renzi farebbe bene a rispondere al documento di 25 senatori del partito di cui è segretario. Anche Lotti, invece di andare a cena di nascosto con Verdini, farebbe meglio a incontrare alla luce del sole Speranza e Cuperlo. Le precarie stampelle ricercate fra Verdini, Bondi e gli amici di Cosentino, non tarderanno a chiedere il conto del loro sostegno». Cuperlo, che è troppo signore, denuncia l'evento come «altamente irrazionale: Verdini nel Pd sarebbe come Varoufakis vice della Merkel». Ma è chiaro che non ci sarà bisogno di prendere tessera del partito, per «snaturare» la natura del governo. Anzi. «È da tempo che Verdini sostiene il governo Renzi - chiarisce Fassina -. E mi pare la conferma di un Pd che ha abbandonato i propri riferimenti sociali. Ora è un partito che si ricolloca verso gli interessi più forti». L'arrivo di Verdini è un «fatto di enorme rilevanza politica», la conta giusta D'Attorre. «Leggo di incontri ripetuti tra Lotti e Verdini, a questo punto penso sia giusto Renzi informi il partito e i gruppi». Informarli? Parola grossa, s'aspetti al massimo un cinguettio: «Grazie, Denis: sei una forza! Tvb».

Commenti
Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 25/07/2015 - 08:37

E FOZNI SAREBBE IL ROTTAMATO RE ??!! MA QUESTO E' SEMPLICEMENTE MASTELLA TRAVESTITO.

Duka

Sab, 25/07/2015 - 08:38

Siamo davvero un popolo di rammolliti. A sentire questi cafoni che non parlano d'altro che delle loro POLTRONE in un altro paese, la Francia per esempio, sarebbe già scoppiata la rivolta civile con tanto di ripristino della ghigliottina.

cangurino

Sab, 25/07/2015 - 08:42

perfetta esemplificazione di "magnetismo poltronesco" sui maneggioni politicanti. Tale forza è direttamente proporzionale all'astinenza da potere. Più restano lontani dalle poltrone, più il magnetismo li attira, inducendo spostamenti e ribaltamenti all'apparenza innaturali. Secondo alcuni, la forza può diventare talmente intensa da produrre unioni esplosive e deflagranti. Che disgusto.

vince50_19

Sab, 25/07/2015 - 08:48

Ah .. cosa non di fa per la cadrega! Giusto Alfano, Verdini e compagnia ululante? E Renzi non si preoccupa se, secondo la sx dem, c'è "cattivo odore".. Oramai il concetto di dx/sx è solo un pour parler ma tant'è: c'è chi ancora si sollazza a tirare in ballo questo sciocco ed inutile dualismo, mentre certo marciume massonico ci spolpa alla grande.

Ritratto di Japiro

Japiro

Sab, 25/07/2015 - 08:52

ma vuoi mettere l'emozione che si prova ad andare a braccetto con Verdini...di che si lamentano

Ritratto di wiwaliTaglia..

wiwaliTaglia..

Sab, 25/07/2015 - 08:53

pd, il mix perfetto di MAFIA E P2

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Sab, 25/07/2015 - 09:01

Certo che la minoranza dem vive in un altro pianeta non ha capito che la manovra Silviio-Denis-Matteo è tutta una messainscena studiata a tavolino dai protagonisti! Mi può spiegare qualcuno un punto un solo punto di dissenso vero tra Denis e Silvio?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 25/07/2015 - 09:17

verdini nel pd non sarà un elemento di alleanza, ma un elemento di dissapori all'interno! invece di unire, contribuirà a spaccare ulteriormente la sinistra :-) continuate a gongolare, idioti di sinistra, continuate :-) ormai sono mesi che ridiamo delle vostre stupditate incredibili!!

pgbassan

Sab, 25/07/2015 - 09:18

Non tutto il male vien per nuocere. Se crea scompiglio nel PD.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 25/07/2015 - 09:39

Vediamo se adesso la procura di Roma apre un'inchiesta per compravendita di senatori.

swiller

Sab, 25/07/2015 - 10:13

Gente senza ne onore ne ritegno cacciatori di poltrone ladri delinquenti ecco cosa devono subire gli italiani ecco chi governa il paese.

xgerico

Sab, 25/07/2015 - 10:15

Ma stiamo qui ancora a "commentare" mentre "loro! sia a destra che sinistra fanno unicamente i kaz-zi loro! E li difendete pure!

buri

Sab, 25/07/2015 - 10:15

un altro traditore, ma ì tutto legale, lo dice la costituzione. il parlamentare non è vincolato al mandato ticevuto e così ci fregano, ma presto o tardi, almeno lo spero. si tornerà a votare, Renzi permettendo

Joe Larius

Sab, 25/07/2015 - 10:19

Scusatemi ma non si tratta di acquisto di senatori mediante remunerative poltrone pagate da noi? Ah ma già scusate dimenticavo: gli acquirenti appartengono alla sinistra, il nostro partito giustiziere.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 25/07/2015 - 12:58

verdini semplicemente prosegue la politica di coalizione che SB ha cominciato in questa legislatura per approvare le riforme.Detto francamente non ho stima di nessuno dei protagonisti politici attuali ne di cdx ne di csx,ma molto realisticamente mi turo il naso nella speranza di arrivare alle necessarie riforme.Se falliscono,falliremo come paese condannandoci al consociativismo perenne.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 25/07/2015 - 13:12

Occhio compagni ,Verdini è una buona forchetta e mangia,mangia.Una buona forchetta che rischiava di saltare più di un pasto,da qui la conversione sulla via di Damasco.