Il vero obiettivo è fare cassa per risanare i conti pubblici

Confluenza dentro l'Inps

L'esigenza di fare cassa è forte. L'Inps, una corazzata in equilibrio sui conti della previdenza privata, è stata messa alla prova con l'ingresso dell'Inpdap. Lo Stato ha scaricato sui lavoratori privati il buco delle pensioni dei suoi dipendenti, compreso il rosso dei contributi non pagati. Adesso il faro del governo, come era già successo con il governo Monti, si sta spostando sulle casse di previdenza privata. Molte sono in crisi e potrebbero finire nell'Inps per questo. Altre sono in salute e alcuni le vorrebbero comunque assorbire, in modo da compensare le perdite delle gestioni in rosso, in particolare grazie ai patrimoni immobiliari. Sempre nel l'opzione fare cassa, c'è la riforma della famosa perequazione, con un metodo meno generoso di quello che rientrerà in vigore nel 2017, una volta esauriti gli effetti della Legge di stabilità del governo Letta. L'invito che ci arriva da organismi come il Fondo monetario internazionale è di fare cassa e fare ulteriori risparmi con la previdenza. Non per ammorbidire le ultime riforme, abbassando l'età della pensione, né per fare equità generazionale, ma per ridurre il deficit.

Commenti

cgf

Gio, 21/05/2015 - 12:15

E SE PER FARE CASSA SI MANDASSERO A CASA GLI IMPRODUTTIVI E VENISSERO TAGLIATI RAMI SECCHI E non ultimi VITALIZI?