Verona, una via per Almirante e non per Gaber: è polemica

Via libera del Comune di Verona all'intitolazione di una strada allo storico segretario del Msi, Giorgio Almirante. Bocciata una proposta analoga per Giorgio Gaber per mancanza di collegamento con il territorio. Ira di Pd e M5S

Si possono dedicare vie a Stalin, Marx e persino all'Unione Sovietica, ma non a Giorgio Almirante. È il pensiero di gran parte della sinistra, compreso il Movimento 5 Stelle, che si è ribellato pubblicamente all'ok dato dalla commissione Toponomastica del Comune di Verona all'intitolazione di una strada allo storico segretario del Movimento Sociale Italiano. Il via libera "tecnico" è arrivato mercoledì 20 novembre, otto mesi dopo l'approvazione in Consiglio comunale di una mozione che aveva ottenuto 21 voti favorevoli e 5 contrari. Un "sì" quasi all'unaminità che non è bastato, però, a placare le proteste dei cosiddetti antifascisti. Ancora più critici per il fatto che la commissione Toponomastica, insieme al via libera alla strada per Almirante, ha bocciato una proposta analoga per il cantautore milanese Giorgio Gaber a causa della "mancanza di collegamento con il territorio".

Pd e 5 Stelle sulle barricate

Durissima la reazione delle opposizioni, a cominciare dal Pd. "Il Comune di Verona ne combina un'altra delle sue e prosegue nel tentativo di trasformare la città Medaglia d'Oro della Resistenza, nel laboratorio politico e culturale della peggior destra", ha dichiarato la deputata e vice capogruppo vicaria dem Alessia Rotta. Per la parlamentare del Pd, la giunta guidata dal sindaco di Verona, Federico Sboarina, "ha un disegno molto preciso: fare di Verona la città dell'ultradestra italiana". Poi, dopo avere protestato contro la mancata intitolazione di una via a Gaber ("usate patetiche scuse come le eccezioni di territorialità, puntualmente smentite dalla lettura dei regolamenti comunali"), Rotta ha messo nel mirino Almirante, rei di non avere "rinnegato il fascismo ed è stato redattore della rivista la difesa della razza, firmatario del Manifesto della razza e ha poi aderito alla repubblica di Salò".

D'accordo anche la presidente della commissione Giustizia della Camera, e deputata M5S, Francesca Businarolo: "Il sindaco Sboarina fa di tutto per non governare la città: in questa strategia della distrazione rientra anche la scandalosa scelta di intitolare una via della città a Giorgio Almirante, l'uomo che più di ogni altro ha rappresentato il fascismo nella Repubblica democratica". Secondo l'onorevole grillina, si tratterebbe infatti di una "ferita" che "Verona non merita", come non meriterebbe di "subire le scelte di un sindaco che deve 'pagare' il sostegno dei gruppi estremisti di destra alla sua giunta". Concetto sottoscritto anche dalla deputata Rotta, per cui la proposta di dedicare una via a Gaber sarebbe stata bocciata in quanto presentata dal gruppo del Pd in Consiglio comunale.

Fratelli d'Italia: "Altra occasione persa dalla sinistra"

Polemiche a cui il vice presidente del Consiglio regionale veneto ed esponente di Fratelli d’Italia, Massimo Giorgetti, risponde così: "Le proteste della sinistra sull’intitolazione di una strada di Verona a Giorgio Almirante e quindi riconoscere finalmente i suoi meriti, sono l’ennesima occasione persa per dimostrare di avere acquisito onestà intellettuale per la storia politica dell’Italia del dopoguerra".

L'antifascismo militante dei pentastellati

Ma i 5 Stelle non mollano. E il giorno dopo, giovedì 21 novembre, la deputata Businarolo è tornata sui "fatti" di Verona in occasione della cerimonia con cui il Comune di Roma ha cancellato dalla toponomastica le vie intitolate a due firmatari del Manifesto della razza. "Un'iniziativa importante - ha detto la parlamentare - con cui la sindaca Raggi dà un buon esempio con un atto di verità e giustizia, come ha sottolineato anche il presidente della Camera Roberto Fico". Aggiungendo che "purtroppo, altro vento spira a Verona dove ieri (mercoledì, ndr) la commissione toponomastica ha approvato l'intitolazione di una via ad Almirante, collaboratore della rivista "La difesa della razza", di cui fu segretario di redazione dal 1938 al 1943, cioè per tutti i cinque anni in cui essa uscì".

Commenti
Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Gio, 21/11/2019 - 18:26

Bisogna allora cancellare anche tutte le strade o le piazze che portano il nome del del celebre scienziato ebreo Cesare Lombroso che disse: “I meridionali? Sono biologicamente inferiori”?

Ritratto di Daniele Milan

Daniele Milan

Gio, 21/11/2019 - 18:28

Un grande Italiano, un esempio da seguire. Brava Verona.

cir

Gio, 21/11/2019 - 18:48

finalmnte un cittadino meritevole!

Ezeckiel

Gio, 21/11/2019 - 18:53

Cancelliamo anche via Giulio Cesare,e mettiamo via arafat , che era un bravo ragazzo ,ha fatto tanto per i fratelli palistinesi e si vedono tanto i suoi frutti

FedericoMarini

Gio, 21/11/2019 - 18:56

GIORGIO. ALMIRANTE FU UN NOTEVOLE POLITICO DELLA PRIMA REPUBBLICA E GIORGIO GABER E’ UN GRANDE CANTAUTORE,AMBEDUE MERITANO UNA STRADA CHE PORTI IL LORO NOME.

linea56

Gio, 21/11/2019 - 19:02

Verona ti ho sempre amato come citta',squadra(Hellas)e popolo;questa di intitolare una via al grande Giorgio ti rende IMMENSA.A dispetto di tutte quelle cacche sinistre che le hanno intitolate a personaggi squallidi e rognosi. Giuseppe

leopard73

Gio, 21/11/2019 - 19:03

Partiti DEGLI SCEMI sempre contrari a tutto se non lo fanno LORO!!!!?

rudyger

Gio, 21/11/2019 - 19:25

togliete a Roma Viale Palmiro Togliatti "Statista" (traditore della Patria russo) ! e ripristinate Circonvallazione SubAugusta.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 21/11/2019 - 19:35

rosicate parassiti e comunisti, rosicate...

Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 21/11/2019 - 19:44

tra uno STLIN, MAO,CHEGHEVRA, POLPOT, ed Almirante cè un abisso, lui non ha mai avutole mani lorde di sangue innocente...che dir degli altri, compagni ????

Ritratto di mailaico

mailaico

Gio, 21/11/2019 - 19:52

SIEG HEIL

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 21/11/2019 - 20:17

Almirante era una persona onesta e quì non ci sono scuse. Uno Stato meno ipocrita gli avrebbe dedicato una via già da tempo.

vince50

Gio, 21/11/2019 - 20:55

Obbiettivamente sia Almirante che Berlinguer erano due signori,quelli attuali che si oppongono non meritano neppure di essere qualificati(vedi feccia Pd e 5 stalle)

pietro1951

Gio, 21/11/2019 - 21:46

In attesa che gli dedicassero una via o una piazza, gli ho dedicato il desktop del mio portatile.

Ritratto di saggezza

saggezza

Gio, 21/11/2019 - 22:53

https://www.imolaoggi.it/2013/10/17/togliatti-scrisse-il-sacrificio-dei-soldati-dellarmir-nei-lager-di-stalin-e-un-antidoto-al-fascismo/

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Ven, 22/11/2019 - 01:08

I cattolici tradizionalisti reagiscono agli oltraggi alla loro fede indicendo, per esempio, un viaggio a Lourdes: i pidioti veronesi potrebbero organizzare un pellegrinaggio espiatorio al busto di Lenin a Cavriago(RE).

routier

Ven, 22/11/2019 - 08:32

Chi pensa che tutto ciò che non è di sinistra non sia in accordo con la democrazia ed il vivere civile, non merita grande considerazione.

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 22/11/2019 - 08:47

Una Via dedicata a questo grande personaggio ha un valore simbolico senza precedenti. Una Via Almirante vale dieci, cento, mille Via Gramsci in quanto restituisce una minima parte di dignità e di orgoglio a quegli Italiani che la sinistra ha sempre fustigato ed umiliato perché contrari alla disastrosa politica, al latrocinio di democrazia che tuttora vengono perpetrate ai danni dell'intera società. Almirante era un vero Italiano e al suo confronto spariscono le figurine tanto osannate dalla pseudocultura pseudoprogressista come foglie secche spazzate dal vento.

ruggerobarretti

Ven, 22/11/2019 - 09:15

cir: d'accordissimo!!!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Ven, 22/11/2019 - 09:48

C'E' UN GRANDE PASSATO NEL NOSTRO FUTURO !!! W GIORGIO !!!

Ritratto di saggezza

saggezza

Ven, 22/11/2019 - 09:53

Gli Alpini dell'ARMIR non fecero mai ritorno. Gli innocenti infoibati. E vi è una via dedicata al fautore di tutto questo? Ed era il migliore.

leonardofibonacci

Ven, 22/11/2019 - 10:05

Se in passato si e' sbagliato non mi sembra un motivo giusto per continuare: una strada é di tutti non mi sembra corretto intitolare vie a personaggi politicamente schierati e che quindi non rappresentano la totalita del paese.