Pornodiva della discordia,adesso i grillini la scaricanoE lei: "Mi hanno deluso"

Ieri l'annuncio della sua candidatura nelle liste del movimento di Beppe Grillo, oggi la smentita ufficiale: non sarà in lista. Ma lei non ci sta: "Non me lo aspettavo da loro, pensavo fossero più intelligenti"

Anche le pornodive piangono. La notizia della candidatura di Michelle Ferrari, ex attrice hard, alle comunali di Spezia per il Movimento Cinque Stelle ha scatenato il pandemonio tra la base grillina. Sono volati insulti, accuse, commenti piccati e battute triviali. E alla fine è arrivata anche la smentita ufficiale: Michelle Ferrari non sarà in lista. Il Movimento ha detto no, cassata, cancellata, bannata. Una decisione che puzza di bocciatura, anche se la Lista spezzina si affretta a dire non aver mai pensato a candidare la diva a luci rosse. La carriera politica della hot Michelle è evaporata in 48 ore e la bella ventottenne non l'ha presa molto bene: "Sono anni che seguo Grillo e il Movimento, non pensavo che mi riservassero un trattamento di questo tipo", ci racconta mentre lavora alla Snai. Perché Michelle Ferrari adesso è tornata a essere Cristina Ricci e, tra una domanda e l'altra, risponde al telefono e parla ai clienti. Poi, quando ha finito di trattare con gli scommettitori, torna a lavorare all'agriturismo gestito dalla madre. Insomma, una vita molto più tiepida rispetto alle alte temperature del passato hardcore.

Cristina, com'è andata questa storia? Ti sei inventata tutto per farti pubblcità o sei realmente candidata?
"Io non ho bisogno di nessuna pubblicità, non faccio più l'attrice. Semmai la facevo a loro. Io seguo Grillo e il suo movimento da anni, mi piacciono le loro idee e il loro modo di fare politica. Anche se quella veramente impegnata è mia mamma".

Quindi era candidata solo tua mamma?
"No, lei aveva fatto il mio nome per la lista delle amministrative e da parte del movimento non c'era stata nessuna opposizione, anzi. Avevo anche già consegnato i documenti per tutte le eventuali verifiche".

Allora non è vero che non hanno mai pensato a te come candidata?
"No, non è vero. Hanno fatto un passo indietro solo oggi"

Come mai?
"L'intervista al Secolo Xix ha fatto saltare tutto. E oggi è arrivata la notizia ufficiale: non sarò candidata".

Lo sai che hai scatenato un putiferio?
"Sì, ma io e mia mamma non ci aspettavamo che l'intervista avrebbe provocato questo casino. Te lo ripeto: io pensavo che fossero più intelligenti..."

Ci sei rimasta male?
"Diciamo che non mi aspettavo un trattamento di questo tipo, speravo che ci fosse più apertura mentale e meno moralismo. Invece sono stata giudicata per il mio passato".

Capisco, ma probabilmente si saranno chiesti quale contributo avresti potuto portare in Comune...
"Io volevo solo portare dei voti. Anche se fossi stata eletta avrei lasciato il posto, perché il mio compito non è fare politica".

Nel frattempo scompare per occuparsi di non si sa quale scommessa, molto Cristina Ricci e poco Michelle Ferrari.

Certo, ma avere in lista un'ex pornodiva probabilmente non è una buona pubblicità per Grillo...
"Certo, ma io prima di tutto sono una militante del Movimento. Ma evidentemente loro si sono vergognati di avermi in lista..."

Annunci Google