La portaerei Cavour salpa per Haiti

L'ammiraglia della Marina, lunga 244 metri, ha un equipaggio di 530 uomini ed è in grado di ospitare più di 1.200 persone. Ha due sale
operatorie, l’unità di rianimazione e terapia intensiva, spazio per la degenza e due
ambulatori

La Spezia - La portaerei della Marina Militare "Cavour" salpa oggi, dal molo Fincantieri di Muggiano, in provincia di La Spezia, per raggiungere Haiti. Ne dà notizia lo Stato maggiore della Difesa in una nota in cui si specifica che è stato predisposto l'impiego di un contingente militare interforze da inviare in loco per concorrere alle attività di ricostruzione e di soccorso intraprese dalla comunità internazionale delle popolazioni delle zone colpite dal sisma. La Cavour giungerà nell'area di operazioni dopo una sosta tecnico-operativa in Brasile dove imbarcherà personale medico delle Forze Armate brasiliane.

Operazione Italia-Brasile Si tratta di un'operazione congiunta tra le Forze Armate italiane e quelle brasiliane per fornire assistenza alle comunità colpite dal terremoto. Il dispositivo nazionale interforze, che svolgerà l'operazione denominata "White Crane", composta da quasi ottocento militari, sarà così strutturato:
- Esercito italiano: disporrà di una Task Force genio di livello compagnia, che comprende anche un plotone di Force Protection, un plotone trasmissione, 15 mezzi ruotati e cingolati per il movimento terra, 20 autoribaltabili, 5 autogru e personale sanitario;

- Marina militare: portaerei "Cavour" che, oltre all'equipaggio della nave (circa 550 persone), imbarcherà personale destinato alla Force Protection, 6 elicotteri medi con capacità di trasporto di uomini, un direttore e personale sanitario;

- Aeronautica militare: un assetto di Force Protection, un Team Base Ops per il coordinamento delle attività aeree e personale sanitario. Carabinieri. Un nucleo di polizia militare e personale sanitario. Il personale sanitario sarà impiegato nell'ospedale Role 2 "Light Manoeuvre" imbarcato sulla Cavour.

Elicotteri e mezzi La portaerei, comandata dal capitano di vascello, Gianluigi Reversi, imbarcherà elicotteri, un centinaio di mezzi, personale sanitario e militari del Genio Guastatori di Trento, che nell’isola caraibica contribuiranno a rimuovere le macerie.

Prima missione operativa Sarà per la Cavour, consegnata alla Marina Militare nel 2008, la sua prima missione operativa. L’unità, lunga 244 metri, ha un dislocamento di 27mila tonnellate e un equipaggio di 530 uomini, ma è in grado di ospitare più di 1.200 persone. Ha due sale operatorie, l’unità di rianimazione e terapia intensiva, spazio per la degenza e due ambulatori.