Quel poster di Lotta continua negli uffici della Questura

Lo scandalo a Pisa. Il manifesto alla scrivania del sottocommissario. Imbarazzo nell'ufficio: "Un trofeo di guerra"

Pisa - Un ossimoro, un trofeo di guerra o un simbolo con lo stesso valore dello scudetto del Pisa e del Crocifisso appesi alla stessa parete? C'è un manifesto di Lotta Continua in una stanza al secondo piano della Questura di Pisa. È incorniciato dietro alla scrivania del sottocommissario che lavora in quella stanza e che, a chi ha chiesto ragione di quella strana presenza, avrebbe risposto farfugliando e con visibile imbarazzo: «È un trofeo di guerra». Una risposta forse evasiva, forse sincera, chi può dirlo.

Il problema, come sempre, è l'opportunità. Pochi giorni fa ha fatto scalpore la bandiera prussiana nella camerata di un carabiniere a Firenze, uno studente di Storia all'università. Il militare è stato subito tacciato di essere nazifascista, visto che quel vessillo della Prima guerra mondiale, quando il Nazismo non era neanche un'ipotesi, viene spesso usato dai militanti di estrema destra tedesca per aggirare il divieto di sventolare la svastica.

Il simbolo di Lotta continua richiama invece anni bui, molto più recenti, tanto che sarebbe pronto a partire un esposto diretto al ministero dell'Interno per chiedere chiarezza sulla scelta di esibire il manifesto di una formazione di sinistra extraparlamentare. Una beffa, se si pensa che il movimento politico ha le mani sporche del sangue del commissario Luigi Calabresi.

E Pisa è una città speciale. Lotta Continua ha qui le sue radici, è qui che nasce il suo nucleo originario con Gian Mario Cazzaniga, Luciano Della Mea e soprattutto Adriano Sofri, che per l'omicidio Calabresi è stato condannato a ventidue anni di carcere dopo la confessione del suo ex compagno di lotta Leonardo Marino. Le cronache cittadine e i ricordi di tanti poliziotti, sono ancora piene della memoria di quegli anni di piombo, quando i notabili della città erano costretti ad andare al cinema in auto blindata o scortati per quell'aria di terrore che opprimeva la città sulle sponde dell'Arno. Quegli anni che hanno visto i poliziotti della Questura di Pisa, la stessa dove ora qualcuno ha incorniciato quel pugno chiuso rosso di sangue, impegnati in operazioni pericolose e delicatissime. Di quegli anni bui resta memoria fotografica nella mostra il '68 a Pisa, in corso a Palazzo Blu, dove attraverso le foto dell'archivio Frassi, il fotografo della Nazione, si possono rivivere storia e avvenimenti.

Cosa succederà adesso? La foto è stata scattata mercoledì scorso, e non è detto che il funzionario, in imbarazzo per la risposta evasiva, l'abbia fatta sparire. Chi lo conosce esclude che abbia posizioni di estrema sinistra, ma resta sgradevole che un manifesto di Lotta Continua campeggi dietro la scrivania di un poliziotto. Chissà che cosa diranno i quotidiani di sinistra, sempre vigili sul fantomatico ritorno del fascismo. Chissà che cosa ne penserà il direttore di Repubblica, che quel trofeo di guerra lo conosce ahilui fin troppo bene.

Commenti
Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 12/12/2017 - 08:37

Io non farei paragoni con il carabiniere di Firenze in quanto la bandiera prussiana era esposta in un alloggio privato mentre questo vessillo in un ufficio pubblico... però si sa, l'Italia di oggi assomiglia molto alla fattoria di George Orwell...

gneo58

Mar, 12/12/2017 - 08:45

ora aspetto tutte le esternazioni e le manifestazioni di sdegno di tutti quelli/e che sono "esplosi" per la bandiera dell'esercito prussiano nella camera del carabiniere (nella camera!).

rossini

Mar, 12/12/2017 - 08:48

Il manifesto di Lotta Continua nella stanza del commissario SI. La bandiera imperiale di Guglielmo II (non la bandiera nazista) nella camerata del carabiniere NO. Mirabile esempio del due pesi e due misure praticato dal governo catto-comunista di Gentiloni, della Pinotti e di Minniti.

19gig50

Mar, 12/12/2017 - 08:50

Per questo gabrielli s'indignerà come ha fatto la pinotti per il Carabiniere?

cespugliando

Mar, 12/12/2017 - 08:57

Non è un mistero che nelle forze dell'ordine ci siano simpatizzanti di estrema destra e di estrema sinistra. Ma che espongano nei loro uffici queste tendenze è uno scandalo. Vorrei vedere cosa mettono alle pareti delle loro case. Se risultano le stesse cose non ci sono scuse, non possono dire sono dei trofei sequestrati. Che si indaga in questo senso!

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mar, 12/12/2017 - 08:57

"..., che quel trofeo di guerra LO conosce ahilui fin troppo bene." La scuola sessantottina ha infettato e fatto strage, più dei cosiddetti malefici "lottatori continui"!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 12/12/2017 - 09:00

2 sono i casi, o è una provocazione per vedere come sono solerti a denunciare questo caso, in risposta di quel carabiniere, oppure fa parte di lotta continua.Ma se fosse un esponente di lotta continua non sarebbe talmente scemo da esporla,a rischio di licenziamento.

Totonno58

Mar, 12/12/2017 - 09:00

Certo che nelle nostre forze dell'ordine l'estremismo fuorilegge impazza!

Duka

Mar, 12/12/2017 - 09:00

L'equazione è semplice ma la conosciamo da decenni. Viviamo in regime comunista per CHI ancora non l'avesse capito.

flip

Mar, 12/12/2017 - 09:01

"loro" possono. altri no! una sciocca commentatrice, a proposito della bandiera trovata in una stanza di un carabiniere, scrisse che l'unica bandiera da esporre è quella italiana......

vince50

Mar, 12/12/2017 - 09:01

Poster di lotta continua un trofeo di guerra?,e tanto per capire guerra contro chi?.

flip

Mar, 12/12/2017 - 09:03

loro possono. altri no. una sciocca commentatrice, a proposito della bandiera trovata in una camera di un carabiniere, scrisse che l'unica bandiera da esporre è quella italiana.....

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mar, 12/12/2017 - 09:17

Forse glielo avranno appeso al muro "a sua insaputa".

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Mar, 12/12/2017 - 09:20

Non è un trofeo nazi-fassista. Solo un ricordino dei tempi in kui i kompagni sbagliavano. Niente di preokkupante, kè adesso son tutti democratici.

Ritratto di elio2

elio2

Mar, 12/12/2017 - 09:21

Chiaramente tutto il can can per una bandiera della marina tedesca della prima guerra mondiale, attribuita dall'ignoranza comunista al nazismo, era un atto dovuto, mentre per un questore che permette di tenere una bandiera dei compagni di lotta continua in ufficio è una cosa normale e nessuno se ne deve indignare. Capite dove sta il marcio?

Pitocco

Mar, 12/12/2017 - 09:21

Senza contare gli innumerevoli brigatisti/fiancheggiatori che si sono reinventati giornalisti delle maggiori testate dei media.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 12/12/2017 - 09:28

lo "sbracamento" in italia è sovrano in tutti i luoghi dove è vietata la politica, se quel manifesto era di destra , la questura sarebbe già assediata dai centri sociali, sindacati, partiti di sinistra,girotondini,giroquadratini,girorettangolini,antifassisti,antirassisti,femministe,arcigay,associazione donne molestate,e mezza questura (questore in testa)serebbero stati crocifissi .

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 12/12/2017 - 09:29

guardate che di sinistra nella polizia odierna ce ne eee?? meno nei carabinieri, non siamo negli anni 70, il morbo in questi decenni si e' diffuso in tutte le istituzioni

Ritratto di blackwater

blackwater

Mar, 12/12/2017 - 09:29

se la Pinotti fosse Ministro dell'Interno,probabilmente risponderebbe con questa supercazzola:" i simboli sono importanti per quello che rappresentano;quindi la bandiera prussiana diventa nazista perchè la usano i neonazisti,mentre il logo di Lotta Continua usato da un funzionario della Polstato,diventa semplicemente un emblema della Questura...." A proposito della bandiera Prussiana...avete notato che per sostenerne la tesi neonazista sono state pubblicate in tutto solo quattro foto quattro e sempre quelle? strano un così scarno repertorio visto -dicono- il diffuso ed ampio utilizzo.

pardinant

Mar, 12/12/2017 - 09:30

Come poteva esserlo per il carabiniere a Firenze, quegli ogggetti simbolo, di per se non significano nulla, sono solo repari storici come lo potrebbe esserela carcassa di una bomba, di per se oggetto negativo ma utile per far capire i suoi effetti. Resta il problema che in questo Strano Paese con svariati corpi di polizia e qui dobbiamo renddere merito a Renzi di averne tolto uno, completamente autonomi uno dall'altro, ne manchi uno destinato agli "affari interni" che se presente con una semplice e breve indagine, avrebbe accertato se quei simboli avevavo un partcicolare significato per quelle persone e magari, non si sarebbe stati tanto tempo a parlare del nulla.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mar, 12/12/2017 - 09:30

Per certi poliziotti si può uccidere, distruggere e bruciare tutto se sei di sinistra se invece lo fa la destra devono essere tutti rinchiusi in galera e buttate le chiave. Adesso mi spiego anche certa la magistratura che adotta due pesi e due misure SOFRI - DELL'UTRI.

cgf

Mar, 12/12/2017 - 09:33

Niente paura, nessuna presa di posizione, nessuna manifestazione, mica sono stati squadristi a fare un proclama 'in terra altrui'!! L'eversione quando è SINISTRA va accettata (io l'intenderei nell'uso dell'accetta) ed al max diranno che sono compagni che hanno sbagliato...

maria angela gobbi

Mar, 12/12/2017 - 09:34

credo a quanto risposto dal funzionario.io,insegnante in quegli anni,tolsi furtivamente manifesti deliranti,anche con firme di esimi colleghi,me li portai a casa e li tenni proprio come Trofei.Poi,chissà dove sono finiti ...

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 12/12/2017 - 09:42

Potrebbe essere,verosimilmente,un cumpariello entrato nella Polizia,grazie a qualche spintarella, se non spintone dei pdioti..,infatti,quando mai si è visto un sindacato(di Polizia) connesso alla cgil, se non dopo gli anni '70???

DIAPASON

Mar, 12/12/2017 - 09:47

attendiamo le indignazioni dei compagni minniti e pinotti

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mar, 12/12/2017 - 09:56

E la verità implicita delle forze dell'ordine è costituita da dedizione e fedeltà che esse hanno per le regole non trattabili della Democrazia. Quell'intima verità talvolta può essere tentata, essere messa in discussione in qualche raro rappresentante infido. Quindi c'è il pericolo di una circoscritta, limitata, potenziale devianza. Ma, alla fine, nella stragrande maggioranza di uomini e donne delle forze dell'ordine, la verità della loro dedizione e fedeltà non viene mai meno.

claudioarmc

Mar, 12/12/2017 - 10:01

Apriti cielo o anche questa volta due pesi e due misure? Minniti, Pinotti, Boldrinova e Gabrielli niente da dire? BUFFONI!

Ritratto di Shark-65

Shark-65

Mar, 12/12/2017 - 10:05

Questa vicenda, molto simile a quella occorsa al Carabiniere di Firenze e alla sua bandiera prussiana, verrà gestita ancora una volta con la formula del "due pesi e due misure".

flip

Mar, 12/12/2017 - 10:19

diapason. lasciamo stare la "pinotti" lei è una laureata in lingue moderne"(?). come il ministro della giustizia che ha solo una "maturità" liceale. il ministro del lavoro ha un diploma per la raccolta patate. loro ed altri sono persone di cultura. cerchiamo di avere dei riguardi.

FaroAlogeno

Mar, 12/12/2017 - 10:29

non mi sembra grave; visto anche il modo in cui è incorniciato mi pare un ricordo storico e forse umano; passati cinquant'anni, i ragazzi di allora ormai vecchi o morti, probabilmente il senso di inutilità di quella violenza; non vi capita mai di ripensare a qualcosa della giovinezza e scuotere la testa ripensando alle inutili veemenze, agli urli al vento? quel manifesto mi dà la stessa sensazione della visita alla tomba di un vecchio nemico che si raggiungerà presto;

Mannik

Mar, 12/12/2017 - 10:33

Un'altra grande giornalista... Vi siete sforzatia trovare qualcosa per bilanciare la storia della bandiera nella stazione dei Carabinieri? Ridicoli. E poi che articolo è? "Una risposta forse evasiva, forse sincera, chi può dirlo", questa frase è giornalismo da strapazzo, soprattutto perché poi si scrive che si esclude che abbia posizioni di estrema sinistra. Si sente giornalista? Vada a indagare e poi scriva invece di perdersi in congetture.

Rossana Rossi

Mar, 12/12/2017 - 10:53

mannik sei il solito buffone sinistrato. Fate schifo, questa è la verità, pronti a strombazzare idiozie per quel che succede a destra e giustificare le troppe porcherie che fate a sinistra. Se gli italiani non saranno proprio stupidi del tutto la pacchia sta per finire.......

mariod6

Mar, 12/12/2017 - 10:58

Dove sono le filippiche di Fiano e della Boldrini ??? Dove sono i proclami di Renzi, della Pinotti e di Del Rio ?? Oppure Lotta Continua è un ente benefico e chi espone il suo manifesto sul luogo di lavoro è uno sbadato che non sapeva trattarsi di un'associazione terroristica ??? Politici di sinistra : fate schifo e siete tutti degli ipocriti !!!!

mariolino50

Mar, 12/12/2017 - 11:12

Se è un sottocommissario forse non era neanche nato a quei tempi, o faceva le elementari. Sofri fu condannato solo in base alla "confessione" del Marino, senza altre prove, un pò poco, invece sul volo del Pinelli nessun colpevole. Nelle caserme e uffici ci dovrebbe essere solo la bandiera italiana ed europea, e quella del corpo se esiste, qualcuno ha scritto che il carabiniere aveva messo la bandiera in casa, non è così, è una camerata di una caserma, non è casa sua. Poliziotti comunisti mai visti, invece un amico ex poliziotto, lui democristiano puro, diceva che nella caserma della celere avevano la foto del duce, e facevano le tacche al manganello, per ogni testa rotta, meno male non le facevano alla pistola, anche se in passato, primi anni 60, fecero anche quello.

Pisslam

Mar, 12/12/2017 - 11:14

@Mannik, come avete indagato voi mostrando una bandiera del 2° Reich spacciandola per nazista. Qui mi pare che si legga chiaramente "lotta continua" e non c'è bisogno di indagare, venga immediatamente interrogato il questore come si è fatto con il carabiniere. Loro nei secoli fedeli, voi nei secoli pagliacci.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 12/12/2017 - 11:15

mannik da dove prenderà le "notizie" in suo possesso ? l'unità è fallito nel 1989 come il comunismo ! secondo me l"orfanello" legge la repubblica il giornale più vicino a l'unità.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mar, 12/12/2017 - 11:23

La sinistra ha infiltrato estremisti ovunque.

mariolino50

Mar, 12/12/2017 - 11:24

pardinant Renzi ha tolto la forestale, per risparmiare 4 soldi, inglobato nei caramba, con conseguente perdita di ruolo e professionalità, ora le foreste sono abbandonate o quasi, ci manca che facciano sparire pure la finanza, con gaudio degli evasori. IN America i ranger non li aboliscono di sicuro, se un corpo non è autonomo non conta più nulla. Il governo di sinistra ha aumentato ancora il potere enorme dei caramba, si sono dimenticati di De Lorenzo, ma i reparti da lui creati ancora esistono, a cosa servono i paracadutisti e i carristi per la lotta al crimine.

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 12/12/2017 - 11:38

Adesso sono proprio curioso di sapere se faranno inchieste, accertamenti e verifiche com'è accaduto per l'altro "trofeo", però di una cosa sono convinto, le Forze dell'Ordine e la Magistratura non dovrebbero far trasparire, in alcun modo, le loro "simpatie politiche".

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mar, 12/12/2017 - 11:46

@DIAPASON - Non lo faranno (INTENZIONALMENTE).Sono troppo impegnati con poltrone e a condannare chi protesta in piazza (purchè sia di destra).saluti

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 12/12/2017 - 11:47

mariolino50,ti dice niente il sindacato di polizia Silp-Cgil ???

Ritratto di ierofante

ierofante

Mar, 12/12/2017 - 12:16

Evidentemente chi commenta non conosce la storia degli anni 70 e ignora cosa fosse lotta continua. Come si fa a collegare Minniti Pinotti, che solo con molta buona volontà possono essere definiti di centro centro centro centro sinistra, con lotta continua? Immaginare poi che nel 2017 un poliziotto possa simpatizzare per lotta continua .... boh!

mariolino50

Mar, 12/12/2017 - 12:28

bandog Perchè la cgil secondo voi è comunista, e magari fa gli interessi dei lavoratori, quando il fiorentino, scherano della confindustria, ha fatto il job act, in pratica abolendo il lavoro a tempo indeterminato, non hanno aperto bocca. Vorrei vedere poi quanti iscritti hanno, su 100000 poliziotti.

onurb

Mar, 12/12/2017 - 12:32

Conoscendo Pisa, dove ho vissuto per 23 anni, e l'aria che tira dentro la polizia, secondo me non è un trofeo conquistato "in guerra", come sostiene il sottocommissario, ma lo specchio delle sue simpatie politiche.

Brutio63

Mar, 12/12/2017 - 13:47

Dove sono gli indignati impegnati in "sinistro" servizio permanente ???!!! Trattasi di Apologia di banda armata a fine di terrorismo !!! Ma il solito "strabismo" giudiziario insabbierà tutto ed i media silenzieranno a puntino la cosa Vergogna Italia !!!

Giorgio Colomba

Mar, 12/12/2017 - 13:54

Il sottocommissario sotto sotto deve aver preso una botta continua in testa.

Mannik

Mar, 12/12/2017 - 13:54

@onurb - Ma l'articolo l'ha letto prima di commentare?

GrifoXV

Mar, 12/12/2017 - 13:56

ElPirl non si è ancora svegliato, è ancora a letto?

Mannik

Mar, 12/12/2017 - 13:58

@Pisslam - Chi sarebbe "voi"? Poi, se non ha ancora capito il nesso con il nazismo, la bandiera esposta dal carabiniere è un segno distintivo dei neonazisti tedeschi. Le devo fare un disegno o lo comprende così?

Dordolio

Mar, 12/12/2017 - 14:10

...Però a Ierofante "andava dialetticamente bene" che un ragazzo (carabiniere) simpatizzasse per un impero stradefunto decenni prima che lui nascesse conservandone la bandiera... E' inutile: non tutti a sinistra sono imbecilli. Ma tutti gli imbecilli stanno comunque lì. E qualcuno posta pure qua.

ItaliaSvegliati

Mar, 12/12/2017 - 14:11

Di certo la RAI SERVA DI PARTITO E DI GOVERNO di questo episodio se ne guarda di comunicare, vero? Sicuramente è una fake news!!!! COMUNICA solo ciò che RENZI FIANO e PDIOTI ORDINANO!!!! EVVIVA LA DEMOCRAZIA DI QUESTO GOVERNO BOLSCEVICO!!!! STRAMALEDETTI...

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 12/12/2017 - 14:25

Mannik 10:33 - Vada a scrivere le stesse frgnacce anche sul Corrierone nel loro articolo "Pisa, il simbolo di «Lotta Continua» nell’ufficio del funzionario della Questura". - Beota.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 12/12/2017 - 14:51

@Mannik - prima condanna l'episodio, poi datti del ridicolo da solo. ne hai tanto bisogno.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Mar, 12/12/2017 - 17:16

Un chiaro caso di "concorso esterno in terrorismo" perpetrato da un funzionario dello stato.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 12/12/2017 - 17:34

mariolino negli ultimi 20 anni la sinistra è entrata copiosamente in polizia(demilitarizzata) decenni fa e tra i militari, la cosa è oggettiva

franz11

Mar, 12/12/2017 - 17:38

Non è una novità che nella questura di Pisa fossero presenti "portatori" di tali opinioni. E' sconcertante che il manifesto sia stato esposto non in ambito privato ma addirittura in un ufficio pubblico. Mi aspetto pertanto che il Questore intraprenda i dovuti provvedimenti (rendendoli pubblici, come è nostro diritto, visto il luogo dove è avvenuto il fatto). Non va dimenticato che "lotta continua" (non merita le maiuscole!) è stata per anni un'organizzazione dedita esclusivamente alla delinquenza e non alle opere di bene. Ma forse la mia è una pia illusione, visto il contesto politico e sociale in cui viviamo.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 12/12/2017 - 17:44

Scusate ma che problema c'è ? Alla questura di Milano c'è un murales gigantesco che ispirato ad una famosissima foto con lo sparatore di via De Amicis ?

Mannik

Mar, 12/12/2017 - 17:57

Leonida55 e abj14 - Eccoli ii diversamente intelligenti. Non capite una frase che sia una e commentate. Seguitemi piano e ripetete: DEVO-LEGGERE-BENE-PRIMA-DI-COMMENTARE. Sdoganate proprio qualsiasi articolo di questo giornale per pura tifoseria, vero? Ridicoli.

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 13/12/2017 - 01:49

Mannik 17:57 – Piccolo insipido; lei ha scritto alle 10:33 : "Vi siete sforzatia [?] trovare qualcosa per bilanciare la storia della bandiera nella stazione dei Carabinieri? Ridicoli. E poi che articolo è?" - - - Da cui il mio invito ad esporre le sue rimostranze non solo su Il Giornale ma anche sul Corrierone che ha pubblicato la stessa notizia. Ci arriva o glielo spiego altrimenti ?