Prandelli apre a Di Natale: «Lo tengo in considerazione»

Il ct della Nazionale elogia il momento del bomber dell'Udinese e pensa a una sua convocazione per gli Europei del 2012: «È un giocatore a cui penserò sicuramente prima di fare valutazioni definitive»

«Di Natale? È un giocatore a cui penserò sicuramente prima di fare valutazioni definitive». A parlare è Cesare Prandelli, commissario tecnico della nazionale italiana. Il ct si congratula con l'attaccante dell'Udinese per la grande prestazione contro la Roma e tiene aperte le porte ad una sua chiamata per gli Europei del 2012. Prandelli è apparso invece meno possibilista su un'eventuale convocazione per il portiere del Chievo, Stefano Sorrentino, che ha recentemente dichiarato di ambire alla maglia azzurra. «È un ottimo portiere, il suo appello è stato simpatico - ammette il ct - ma in Nazionale è chiuso da un immenso Buffon e da un paio di giovani dalle grandi prospettive».
Al ct azzurro è stato consegnato il premio Ussi Campione nella vita, campione dello sport assegnato a Verona. Prandelli e il presidente dell'associazione calciatori Damiano Tommasi hanno partecipato ad un dibattito organizzato dall'Ussi Veneto sui valori etici dello sport. Prandelli ha toccato molti temi caldi della Nazionale, difendendo soprattutto le sue scelte. «A Verona sono molto legato - ha ricordato - con l'Hellas abbiamo vinto un campionato cadetto puntando molto sul gruppo e il gruppo anche in Nazionale ha per me un grandissimo valore. Amo condividere le mie scelte con il gruppo». Prandelli ha avuto parole d'elogio per Balotelli. «Ho visto un grande Mario contro il Napoli, ma ho visto anche un Napoli ancora più grande».