Può un vescovo fare il tifo per Babbo Natale?

Non ha voluto rovinare la festa ai bambini il vescovo di Como, monsignor Diego Coletti quando il giorno dell’Immacolata si è presentato al Teatro Sociale di Como davanti alla giovanissima platea che aspettava di sentirlo parlare. E lui non li ha voluti deludere, ha preso in mano il microfono e ha detto: «Non potevo vestirmi di bianco o di giallo per questa occasione, e sono venuto senza le renne anche perché dovevo fare poca strada». Come dire, Babbo Natale sono io, e non solo, alla Chiesa la storia di Babbo Natale piace. C’è molta ironia nelle parole di monsignor Coletti, che è apparso sorridente e che ha citato addirittura uno spot televisivo:« A Natale si può dare di più, a Natale si può amare di più. Perché è questo il vero segreto». Insomma, un atteggiamento molto diverso rispetto al suo predecessore, Monsignor Maggiolini che aveva fatto piangere i bambini dicendo loro: Babbo Natale non esiste ed è una panzana per vendere di più. Ma è giusto che la Chiesa Cattolica apra a Babbo Natale?