Putin: «Silvio hai perso Ora comprati il mio Suv»

Il primo fuoristrada «Uaz Patriot» che uscirà dal nuovo stabilimento del gruppo Sollers a Vladivostok prenderà la strada dell’Italia: dall’estremo oriente russo al nostro Paese, per finire nelle mani del presidente del Consiglio Berlusconi. E a un prezzo di favore: 520mila rubli (poco più di 12mila euro) invece che 577mila, grazie a uno sconto del 10% sul prezzo di listino. Uno sconto voluto direttamente dal collega russo del Cavaliere, il presidente del Consiglio Vladimir Putin, che ha annunciato ieri con un ampio sorriso la vendita «forzata» del fuoristrada a Berlusconi: del resto, ogni scommessa persa va onorata.
L’annuncio che il primo esemplare del nuovo fuoristrada della casa automobilistica russa sarà guidato dal premier lo ha dato lo stesso Putin ieri a margine della cerimonia di inaugurazione a Vladivostok del nuovo stabilimento. Putin, che ha testato la jeep Uaz Patriot (foto sopra) ha ricordato il colloquio avuto con il premier italiano lo scorso ottobre a San Pietroburgo, nel quale si era parlato fra l’altro di collaborazione italo-russa nel settore automobilistico. Berlusconi si era detto scettico sui tempi di avvio della produzione a Vladivostok, e aveva promesso - nel caso la sua previsione fosse stata smentita - di acquistare una delle prime auto prodotte nel nuovo impianto. E così è stato.
L’auto che avrà Berlusconi - hanno precisato fonti della Sollers - sarà il modello ultraccessoriato, con i sedili e gli altri rivestimenti interni in velluto, un finestrino apribile sul tettuccio, il meccanismo di apertura automatica dei finestrini laterali, gli specchietti retrovisori azionabili e regolabili a distanza, il riscaldamento sotto i sedili.