Quell’abbraccio conciliatore tra Giacomo e mamma Gambineri

Giacomo Cambiaso, giornalista e direttore di un’agenzia di informazioni a Genova, si è riappacificato con la mamma, l’ex annunciatrice Annamaria Gambineri. Fra grandi foto, sorrisi e abbracci «Oggi» ha raccontato questa bella favola del terzo millennio. Giacomo, 35 anni conosciuto a Genova come figlio di Gianenrico Cambiaso (manager spesso con affari a Monte Carlo), vivacissimo cronista anche sulle colonne del nostro «Giornale» diversi anni fa, ha ritrovato la sua mamma. Annamaria, 70 anni, la «nuvola bionda» dell’annuncio televisivo, si era sposata con Gianenrico il 22 giugno 1969. Quando Giacomo aveva 12 anni venne affidato al papà e, da allora, della mamma non seppe più nulla. Annamaria era caduta in una fortissima depressione (e per questo le tolsero il bimbo). Oggi la Gambineri, superata la malattia, dopo aver vissuto con tanta sofferenza per 23 anni senza il suo «tesoro», eccola ancora con lui. «Eravamo lontani - ha detto Giacomo - eppure lei è sempre stata presente». Per dodici anni il giovane Giacomo ha vissuto con il papà, Gianenrico, a Genova in una bella casa dei quartieri alti della città. Aveva iniziato una bella carriera da giornalista. Oggi, ha detto, di essere felice così come Annamaria ha ritrovato, accanto a lui, la gioia di vivere.
Attualmente Giacomo è fidanzato con una bella ed estroversa ragazza turca mussulmana di Istanbul. Si chiama Begum, ha 24 anni e gli tiene compagnia da quando, tre anni fa, egli si è separato dalla moglie. Non ha figli, ma ha fatto capire: «Però, chissà con la mia Begum...».
Donne. L’idea è stata certamente originale, curiosa, divertente. Il nostro amato confratello «Secolo XIX» ha lanciato l’iniziativa la «donna del Secolo». Ha scelto quindici donne genovesi alla ribalta (è stata un’impresa titanica, pensiamo) e le ha elette possibili candidate al successo in occasione dell’8 marzo, festa, si sa, della donna.
Ma la nota più divertente è stato che ad ogni donna è stato abbinato, come dire, uno «sponsor» (termine brutto e un po’ grezzo per essere legato alle belle signore della nostra città). Così si sono verificati piacevoli abbinamenti: ad esempio Manuela Arata, «dea ex machina» del Festival della Scienza, è stato abbinato un «Arredobagno». Che significa? Che la nostra Arata ci presenterà, alla prossima edizione del Festival, un bagno fantascientifico, stratosferico e innovativo? Attendiamo con ansia.
Ha vinto Carla Peirolero, la donna del Suq. Donna del Secolo: per cento anni siamo tranquilli.
Persone, personaggi, fatti e fattacci della città.
Margiotta. Adolfo Margiotta e Massimo Olcese (applauditi in «John e Joe») hanno rivelato uno strano episodio che avrebbe stroncato la loro carriera giunta ad una svolta importante alcuni anni fa: «Dovevamo fare una striscia serale, che doveva precedere il festival di Sanremo, ma un comico lo ha impedito». Chi era questo comico? «Teo Teocoli».