Come risparmiare sull'acqua

Chiudere il rubinetto e riciclare l'acqua di cottura delle pasta: piccoli gesti che permettono di abbassare seppur di poco il consumo di un bene imprescindibile. Continua il vademecum del <em>Giornale.it</em> per battere la crisi

Il corpo umano è composto in gran parte di acqua. Che serva per dissetarsi o per lavarsi, quello che molti chiamano "oro blu" è un bene imprescindibile. Eppure le falde di acqua potabile sono a rischio estinzione e le bollette sono sempre più care. Dopo benzina, gas e luce ecco come risparmiare acqua.

1) Chiudere sempre il rubinetto mentre ci si lava i denti o ci si insapona. Quando ci si rade, meglio riempire il lavello per poter sciacquare il rasoio senza far scorrere l'acqua.

2) Preferire la doccia (meglio se rapida) al bagno. Anche in questo caso ricordarsi di interrompere il flusso mentre ci si insapona. Se si ha freddo si può lasciare un filo d'acqua calda scorrere sulla nuca: sempre meglio del rubinetto totalmente aperto.

3) Preferire lavatrice e lavastoviglie a pieno carico al lavaggio a mano. Quando non è possibile, meglio lavare stoviglie e panni "ammollo" (riempendo cioè il lavello o una bacinella) piuttosto che far scorrere l'acqua. Usare lo stesso principio per lavare la verdura.

4) Riciclare l'acqua quando possibile. Quella con cui si lavano verdure e cibi può essere usata per innaffiare le piante. L'acqua di cottura della pasta, invece, è un ottimo sgrassante e si può usare per sciacquare i piatti magari prima di metterli in lavastoviglie.

5) Se si ha un giardino si può anche raccogliere l'acqua piovana e usarla per innaffiare le piante o lavare l'auto. Esistono anche impianti ad hoc che permettono di usarla nello sciacquone

6) Attenzione allo sciacquone: se possibile installare un sistema a doppia portata e usare preferibilmente quello che richiede il minor uso di acqua. In caso di vecchi apparecchi è sempre possibile regolare il galleggiante o inserire nel serbatoio una bottiglia piena d'acqua o altro che possa far volume. In questo modo si consumerà meno acqua.

7) Installare su tutti i rubinetti i riduttori di flusso o i miscelatori d'aria. Controllare regolarmente l'impianto e le tubature per evitare perdite (e magari anche danni a pareti, pavimenti e mobilia).

8) Non innaffiare le piante nelle ore calde della giornata, quando una parte dell'acqua usata evapora dal terreno. Usare sempre la giusta quantità d'acqua. Ne guadagnerà la pianta e si eviterà anche il ristagno nei sottovasi, luogo ideale per larve delle zanzare.

9) In giardino pulire i vialetti con una scopa e non con la pompa dell'acqua. Magari ci vorrà più tempo, ma il risparmio sarà cospicuo.

10) Evitare di tagliare troppo l'erba del giardino: quella più alta ha bisogno di meno acqua. Mettere delle foglie secche alla base delle piante da giardino per mantenere l'umidità del terreno.