Ricossa smonta le baggianate sulla decrescita

L'Expo non è ancora partito, ma il suo primo danno culturale l'ha già fatto. "Impariamo l'economia" vi pone rimedio

L'Expo non è ancora partito, ma il suo primo danno culturale l'ha già fatto. Diciamo che si tratta di un inciampo, a volere essere indulgenti. L'idea, semplifichiamo, è che il mercato di per sé sia cattivo e ingiusto. È necessaria qualche forma di intervento per renderlo più equo. E il cibo sarebbe un caso di scuola. Dobbiamo sfruttare di meno le nostre risorse, dobbiamo felicemente decrescere; ma al tempo stesso dobbiamo riscoprire la nostra biodiversità (il lardo di Colonnata e roba simile) e riportare le coltivazioni alle tecniche storiche (quelle che garantivano raccolti insufficienti e numerose carestie).

Ovviamente a decidere come e quando decresceremo, sarà un gruppo di illuminati (da Petrini a Farinetti) che di questa ideologia ha fatto un business. In questo filone si inserisce anche la nostra stampa «ecologista».

L'editore Jaca Book si è inventato una collana imbarazzante, intitolata «I precursori della decrescita», affidandola niente meno che a Serge Latouche, il maggior teorico, appunto, del pensiero della decrescita. Ecco i titoli usciti negli ultimi mesi: Jacques Ellul, Contro il totalitarismo tecnico ; Lev Tolstoj, Contro il fantasma dell'onnipotenza ; Tiziano Terzani, Verso la rivoluzione della coscienza ; Enrico Berlinguer, L'austerità giusta ; Charles Fourier, Un pensiero controcorrente ; Pier Paolo Pasolini, L'insensata modernità ; Cornelius Castoriadis, L'autonomia radicale .

Si tratta di un ottimo elenco per capire cosa evitare accuratamente. Sono libri che non servono neanche ai fini della «conoscenza del nemico». Dal punto di vista tecnico ed economico sono semplicemente ridicoli. Vi sia utile piuttosto un libricino (lo custodisco in una vecchia edizione della Bur) di Sergio Ricossa, dal titolo Impariamo l'economia . Utile per capire con semplicità che tipo di baggianata sia la decrescita. A proposito di cibo e ristoratori, leggetevi invece una della prime pagine di un recente libro di Alberto Mingardi, L'intelligenza del denaro (Marsilio). Qui l'autore racconta lo stupore di un collettivista per il perfetto funzionamento, senza alcuna pianificazione, del sistema di ristorazione a New York. È il mercato bellezza. Altro che decrescita.

Commenti
Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 26/04/2015 - 20:19

Il mercato è come la vita. C'è. Che sia buono o cattivo dipende da chi ha voglia di lavorare e da chi è in pari col comprendonio. Le chiacchiere invece di cui si parla sono soltanto il pretesto, neo apocalittico, di imporre divieti ed obblighi. Ed a provarne un gran gusto saranno quelle che han soppiantato i sovietici comunisti ed i nazisti. Il resto è solo Al Gore, nulla.

Luigi Farinelli

Dom, 26/04/2015 - 20:52

La giustificazione teorica della decrescita è stata fornita già decenni fa dal Club di Roma, creatura dei Rockefeller che poi l'hanno imposta al mondo, assieme alla liberalizzazione dell'aborto per ridurre l'incremento di popolazione mondiale e alla distruzione della famiglia naturale (prolifica). Le ideologie panteiste massoniche hanno poi imposto tutta una serie di truffe (univ. dell'Anglia) per indurre a ridurre le emissioni di CO2 "causa dell'effetto serra" che nel 2000 "farà salire il livello dei mari di 20 metri mentre in Cina si diffonderà l'antropofagia"!. La denatalità è il pallino dei costruttori di nuovi ordini mondiali: la popolazione deve scendere da 7 a 1 miliardo di persone. Un mondo di ricchi privo di scrupoli morali, gregge multietnico di imbecilli schiavo dell'elite massonica autoeletta dei banchieri, finanzieri e laicisti.

Luigi Farinelli

Dom, 26/04/2015 - 21:04

La giustificazione teorica della decrescita è stata fornita già decenni fa dal Club di Roma, creatura dei Rockefeller che poi l'hanno imposta al mondo, assieme alla liberalizzazione dell'aborto per ridurre l'incremento di popolazione mondiale e alla distruzione della famiglia naturale (prolifica). Le ideologie panteiste massoniche hanno poi imposto tutta una serie di truffe (univ. dell'Anglia) per indurre a ridurre le emissioni di CO2 "causa dell'effetto serra" che nel 2000 "farà salire il livello dei mari di 20 metri mentre in Cina si diffonderà l'antropofagia"!. La denatalità è il pallino dei costruttori di nuovi ordini mondiali: la popolazione deve scendere da 7 a 1 miliardo di persone. Un mondo di ricchi privo di scrupoli morali, gregge multietnico di imbecilli schiavo dell'elite massonica autoeletta dei banchieri, finanzieri e laicisti.

Paolino Pierino

Dom, 26/04/2015 - 21:08

Gentile Dott. Porro cosa si vuole pretendere da personaggi come Petrini e Farinetti ?Il primo deoo Carlin gastronomo spratico di chiacchiere e vino lo farebbe come nel 1600 con i piedi (sporchi) però lo vende ad Euro 20 al bicchiere da Eataly di Farinetti che è ex venditore con scarsi successi di macchine agricole. Sodale finanziatore di Renzi ha ottenuto regalie importanti a Bologna con FICO parco tematico tutta agricoltura e carne fatta con la teoria della decrescita(del cervello)poi il capannone da 8000mq all'EXPO . Sono contrari agli OGM alle coltivazioni comuni di oggi servono per creare prodotti agricoli per tutti. Forse vogliono mangiare solo loro con pochi intimi.La cosa importante è che gli arrivi in tasca tanta grana(danari) Vedi l'EXPO FICO ed altre. Meglio le parole e gli scritti Ricossa ha le idee chiare Saluti Armando

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 26/04/2015 - 21:08

già. la sinistra non sa fare il business, tenta! e quando si tenta, fanno danni! ecco spiegato il perchè renzi chiede tasse, tasse, tasse, ma se ne frega dei problemi degli italiani, e ci dice un sacco di scemenze e tenta di farci credere che la crisi è finita, che la produzione sale, l'economia gira... frottole!! la sinistra sta mentendo a se stessa ed ai suoi elettori!!!

Luigi Farinelli

Dom, 26/04/2015 - 21:19

Gli autori di quei libri dovrebbero essere giudicati da veri scienziati e additati quali truffatori e nemici dell'umanità: scagnozzi prezzolati del potere mondialista. Ma ai cittadini i loro veri scopi antiumani sono sempre sottaciuti. Dovrebbe essere processato Algore e il suo gruppo di saltimbanchi dell' "ipotesi Gaia". L'unico vero scienziato di quel gruppo ha restituito il premio nobel denunciandoli quali individui indegni. Le truffe ecologiste sui cambiamenti climatici "antropici" (causati dall'uomo che così deve essere sterminato nei ventri materni) hanno causato il più spaventoso genocidio della Storia umana attraverso l'aborto. L'attacco alla famiglia naturale, l'omosessualismo, l'ideologia gender vanno nel senso della denatalità della decrescita. Ma se l'opinione pubblica finalmente dovesse svegliarsi, sarebbero cavoli amari per questi immondi missionari quinte colonne dell'Anticristo.

unz

Mar, 28/04/2015 - 09:03

latouche è un simpatico anziano che sta all'economia come dario fo alla fisica quanristica. la decrescita è sempre presente nella storia. mai in modo felice peró. poi di previsioni sulla insostenibilità de nutrire la popolazione della terra gia circolavano nell'800 da pensatori illustri. il problema delle previsionj è che sono statiche e sottaciono la capacita inventiva dell'uomo di risolvere in futuro problemi che il presente neanche immagina.