Il risiko dei cieli fra alleanze e fusioni

Roma - Un settore segnato da un violento processo di concentrazione, sia in termini di fusioni industriali, sia di alleanze commerciali intercontinentali: è questo lo scenario mondiale in cui si muovono le compagnie aeree. Un quadro in costante movimento nel quale si gioca anche il futuro dell'Alitalia, ormai troppo piccola per sopravvivere solitaria, ma ancora titolare del blasone del vettore nazionale. Dopo che alla fine degli anni Novanta avevano iniziato a prendere forma le tre grandi alleanze globali - Sky Team, Star Alliance e OneWorld nelle quali si raggruppano le principali compagnie aeree - la tendenza del mercato continua ad andare verso il consolidamento, attraverso fusioni. Ultima in ordine di tempo quella appena sancita tra Delta e Northwest. Ecco una mappa dei grandi raggruppamenti e delle principali compagnie aeree alle prese con il risiko delle alleanze

STAR ALLIANCE. Fondata nel 1997 è la maggiore alleanza globale. Conta 20 compagnie, 492,77 milioni di passeggeri annui, circa 18 mila partenze giornaliere, 396.195 addetti e serve 162 Paesi e 965 aeroporti con 3.294 aeromobili. Punti di forza dell'alleanza sono Lufthansa in Europa e United Airways negli Usa. Tra le altre spiccano Air Canada, Air China e US Airways. - Lufthansa (società controllate: 100% Swiss International Air Lines, 100% Air Dolomiti, 99,9% Eurowings Luftverkehrs AG, 30% British Midland, 99,9% Germanwings): compagnia tedesca con oltre 60 milioni di passeggeri e una flotta di 287 velivoli. Nel 2005 ha concretizzato l'acquisizione della compagnia aerea elvetica Swiss, nata sulle ceneri della fallita Swissair. - United Airlines: compagnia Usa con oltre 3.300 voli al giorno verso oltre 200 destinazioni e 55 mila addetti. Tratta una possibile fusione con Continental(dentro Sky Team).

SKY TEAM. E' l'alleanza di cui fa parte anche Alitalia. Fondata nel 2000, è la seconda alleanza mondiale con il 19% del mercato. Conta 11 compagnie partner, 3 associate, circa 378,4 milioni di passeggeri annui e 16.409 voli giornalieri verso 841 destinazioni in 162 Paesi, con una flotta di oltre 2 mila aerei. Vi lavorano complessivamente circa 289 mila dipendenti. Tra i partner dell'alleanza il colosso franco-olandese Air France-Klm e la neonata Delta-Northwest, Continental Airlines, Korean Airways, Aeroflot, Aeromessico, China Southern e la ceca Csa. - Air France-Klm: gruppo nato dalla fusione, tra il 2003 e il 2004, tra AF e l'olandese Klm. Comprende una finanziaria e due compagnie aeree, che conservano il loro nome commerciale e la loro identità. Con un giro d'affari di 23,07 miliardi di euro, 73,5 milioni di passeggeri, una flotta di 569 velivoli e una copertura di 248 destinazioni è la prima compagnia aerea Ue. - Delta-Northwest: nata dalla fusione tra Delta, terza compagnia aerea Usa per dimensioni, e Northwest, la quinta, è la prima compagnia aerea al mondo in termini di passeggeri annui e prima compagnia aerea americana per quota di mercato. In base all'accordo approvato una settimana fa, la nuova compagnia avrà un valore di impresa di 17,7 miliardi di dollari e un totale di 130 milioni di passeggeri annui.

ONE WORLD. Creata nel 1999, raggruppa 10 compagnie, copre più di 675 destinazioni in oltre 130 nazioni, con 8.951 voli giornalieri, circa 322 milioni di passeggeri e una flotta di oltre 2 mila aeromobili. Vi lavorano circa 280 dipendenti. Le due maggiori compagnie partner sono l'inglese British Airways e la statunitense American Airlines. Tra le altre maggiori compagnie figurano la giapponese Jal, la spagnola Iberia, l'australiana Quantos e l'asiatica Cathay Pacific. - British Airways (possiede il 13,5% di Iberia, si avvale di accordi commerciali ad ampio raggio con la compagnia spagnola e Qantas. Compagnie affiliate: Comair, concessionaria BA per l'Africa meridionale; la compagnia privata Loganair, che opera in franchising verso l'Irlanda; la compagnia privata danese Sun-Air): prima compagnia ad offrire servizi passeggeri su aerei jet, raggiunge circa 175 destinazioni in 90 Paesi, con 36 mln di passeggeri in tutto il mondo e una flotta di circa 282 velivoli. E' l'unica a restare un po' fuori dal gioco delle alleanze. - American Airlines (affiliata a American Eagle e American Connection): con la fusione tra Delta e Northwest sarà la seconda compagnia aerea americana per quote di mercato e seconda compagnia mondiale per numero di passeggeri. Con gli affiliati serve più di 250 destinazioni (di cui oltre 150 negli Usa) verso quasi 50 paesi, con oltre 4 mila voli giornalieri, una flotta di oltre 1000 aeromobili e circa 99,8 mln di passeggeri.