Risolta a tempo di record la crisi a Viterbo

Risolta a tempo di record la crisi che stava per portare allo scioglimento anticipato del consiglio provinciale di Viterbo eletto il 28 e 29 marzo scorso. A permettere al neo presidente Marcello Meroi di assegnare due assessorati ai consiglieri ex An, senza i quali non avrebbero votato la «fiducia» alla nuova giunta, è stato Massimo Fattorini, Pdl, ex Forza Italia, che ha rassegnato le dimissioni da assessore, restituendo le deleghe ricevute il 23 aprile scorso.
«Con una lettera indirizzata al coordinatore provinciale PdL Giulio Marini e al presidente della Provincia Marcello Meroi, Fattorini ha rassegnato ieri le proprie dimissioni» dice una nota del Pdl.
«Fattorini - ha commentato Marini - ha dato prova di grande serietà e onestà intellettuale. In una fase così delicata come quella che sta attraversando la Provincia di Viterbo c’è stato chi ha pensato ai cittadini e all’istituzione, mettendo da parte la propria carica politica. Un gesto di grande umiltà da apprezzare, compiuto da un politico che ha a cuore il proprio territorio».
Il neo presidente Meroi potrà così ritirare le dimissioni presentate lunedì scorso prima che vengano discusse in consiglio provinciale.
«Le dimissioni odierne di Massimo Fattorini dalla carica di assessore provinciale - ha affermato, dal canto suo, il coordinatore regionale vicario del Pdl Alfredo Pallone - ci consentono di trovare una nuova soluzione di equilibrio nei rapporti con l’Udc e risolvere in tempi rapidi la crisi istituzionale che si è aperta alla Provincia di Viterbo». L’europarlamentare ha aggiunto: «Mi piace sottolineare un gesto - aggiunge - che dimostra il valore e il senso di responsabilità dell’uomo e del politico e più in generale lo spirito di unità di tutta la classe politica viterbese del Pdl che ha lavorato in questi due giorni per non vanificare lo sforzo straordinario che ha reso possibile una storica vittoria, strappando al centro sinistra un territorio strategico per l’intera economia laziale. Possiamo finalmente ripartire con una ritrovata intesa - ha concluso Pallone - che ci consenta di concentrare tutte le nostre energie per realizzare il programma con il quale ci siamo presentati di fronte agli elettori viterbesi e sul quale abbiamo ottenuto la loro fiducia».
Anche il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri ha espresso soddisfazione per la positiva conclusione della vicenda di Viterbo, grazie all’accordo raggiunto tra i dirigenti del Pdl, la coalizione che ha portato all’elezione del presidente Meroi. «La concordia nel Pdl e in tutto il centrodestra nel Lazio - ha spiegato Gasparri - è obiettivo prioritario che tutti quanti stiamo attivamente cercando di garantire. Sono certo che Marcello Meroi avvierà presto la sua azione di capace amministrazione alla guida della Provincia. Va elogiato chi ha saputo fare un passo indietro e tutti coloro - ha concluso - che hanno privilegiato il senso di responsabilità e il rispetto del mandato a governare che ci hanno affidato gli elettori anche nel viterbese».