Roma, 2 persone trovate morte per il monossido

I due corpi sono stati trovati senza vita sul pavimento di cucina di un appartamento di periferia, al Quadraro. A chiamare i vigili del fuoco, entrati nell'appartamento di via dei Quintili, è stato un amico dell'uomo

Roma - Due cadaveri sono stati trovati in un appartamento alla periferia di Roma. Secondo quanto si è appreso da fonti del 118 i due corpi - di un uomo e una donna - sono stati trovati intorno alle dieci dai vigili del fuoco intervenuti dopo una segnalazione di alcuni inquilini dello stabile di via dei Quintili, al Quadraro. Secondo i primi accertamenti due potrebbero essere morti da alcuni giorni.

Un radiologo e una studentessa I due cadaveri sono di un tecnico radiologo di circa 40 anni e di una ragazza, probabilmente una studentessa universitaria. I vigili del fuoco poco prima delle 10, insieme ai carabinieri, sono entrati nell’appartamento dopo che un collega dell’uomo aveva segnalato la sua assenza dal posto di lavoro da circa tre giorni. I due corpi, che non presentano segni di violenza, sono stati trovati in cucina insieme al cadavere di un cane. Non sono state rilevate tracce di gas e probabilmente si è trattato di un incidente provocato da un eccesso di monossido di carbonio. Sul posto si sta attendendo l’arrivo del medico legale per stabilire in via definitiva le cause delle morti.